Luoghi del cuore

Ho pensato di proporre in questa pagina una "selezione" dei posti del cuore, dato che dopo ogni viaggio, mi ripropongo di fare un post a tema e non ci riesco. Spero che così sia meglio organizzato e utile. Non sarà una selezione di locali e negozi esclusivamente veg ( quelli vegani li ho segnati con una V ) ma, semplicemente, dei posti che in giro per il mondo mi sono piaciuti di più. Molti di essi li ritroverete menzionati anche all'interno dei vari post. Se avete segnalazioni, scrivetelo nei commenti e io ( per quanto possibile ) proverò :)
In costante aggiornamento

Torino
- Caffè, bar, gelaterie
  • Vanilla la mia gelatiera del cuore, situata a due passi da Piazza Castello. Vanilla è una garanzia di bontà e simpatia. Locale piccolino ma con un' ampia scelta di gusti di gelato ( fenomenale il fondente agli antichi sapori e il pesca-amaretto. Notevole anche il caramello al sale di Bretagna e il Bocca di dama ) che ruotano settimanalmente. Disponibili anche granite e yogurt. Il personale è gentilissimo ( Bruno, il titolare, non solo è di una bravura unica nel proprio lavoro, ma anche disponibile a fornire indicazioni sui gusti e sugli ingredienti), i prezzi nella media e la qualità davvero ottima. TOP
  • Ottimo Gelateria altra eccellenza tra le gelaterie torinesi, famosa soprattutto per il gusto Cacao grezzo alla pietra, senza uova nè latte. Da provare in abbinamento al mango. Molte le combinazioni interessanti, come limone + salvia, mango + zenzero, miele + ricotta. Due i punti vendita. Locale ( quello vicino a Via Garibaldi ) carino e personale abbastanza cortese. Prezzi nella media. Aggiornamento del 5.4.2015 Provato punto vendita in Corso Stati Uniti 6/c: favoloso il gusto Gianduia assoluto veg.
  • Miagola Cafè  amici dei gatti, non potete assolutamente perdervi questo angolino a due passi da Porta Nuova dove, tra un caffè e un dolcetto, potrete accarezzare dei mici bellissimi. I padroni di casa sono loro, e noi semplici ospiti. Locale grazioso ed arredato in stile bistrot. Disponibili anche piatti caldi, vegetariani e vegani, oltre a bibite e bevande calde. Personale simpatico. Prezzo onesto. Non si paga il servizio al tavolo.
- Ristoranti
  • Tobiko Ristorante coreano e giapponese sito in pieno centro a Torino. Il locale è caratteristico, il personale attento e cortese. Nel menù troverete specialità sia coreane che giapponesi,entrambe magistralmente eseguite:nulla a che vedere coi tanti ristoranti cinesi travestiti da giapponesi dove il sapore di glutammato regna sovrano.Non vastissima la scelta per vegetariani e vegani,ma il personale è disponibile ad effettuare variazioni ad hoc: io,ad esempio, ho chiesto se potevo avere l'insalata di alghe senza seppie e me l'hanno servita senza alcun problema. A seguire dei roll con tempura di verdura all'interno: equilibratissimi col ripieno croccante ed il riso perfettamente cotto.Come dessert ho assaggiato un tiramisù al the verde: leggeroe con un retrogusto di the verde che si avvertiva senza sovrastare i sapori come spesso accade nei dessert al the verde. Prezzo onesto(in due ,due piatti a testa,un dessert e acqua,47€) considerando la location e la bontà dei piatti. TOP
  • Wasabi Autentico ristorante gestito da giapponesi e non da cinesi, è un'esperienza da provare. Il locale è molto lontano da tutti gli altri "giapponesi"cui siamo abituati: elegante ma sobrio allo stesso tempo, musica in sottofondo, personale discreto ed attento ( in kimono ), menù vario e in cui il sushi occupa solo una minima parte. La cucina è molto semplice, non ci sono preparazioni elaborate ma ricorda quella "casalinga" giapponese con piatti che puntano soprattutto sulla qualità degli ingredienti. Disponibile un menù fisso a 36 € (zuppa di miso,una piccola selezione di antipastini,sushi misto e sashimi,tempura,riso con alghe e dessert) ed una carta abbastanza fornita. Io ho preso tofu con alghe wakame (incredibilmente delicato), maki con avocado e verdure saltate. Per concludere ,gelato allo zenzero.Tutto magistralmente eseguito ed equilibrato come sapori. Ci siamo accomodati nei tavoli con la nicchia per le gambe in cui bisogna togliersi le scarpe,ma ci sono anche tavoli all'occidentale. Locale pulitissimo, prezzi non certo modici,ma giustificati (in due,con ciò che ho scritto e una bottiglia di acqua,65€) dal servizio e dalla bontà degli ingredienti. Meglio prenotare con anticipo. Da provare se amate la cucina giapponese e detestate la confusione dei troppi All you can eat.TOP
  • Mezzaluna bio V ) L'ho messo tra i ristoranti, ma questo locale è anche bar e negozio di alimenti bio e naturali. Tante cose, insomma. Locale semplice e pulito, con qualche tavolino a sedere ed un bancone di gastronomia molto rifornito, dal quale scegliere cosa portare a casa o mangiare in loco. Il menù varia giornalmente ed è ben fornito: ci sono insalate, piatti con legumi, preparazioni con proteine alternative tipo tofu o seitan, primi piatti e dolci. I prezzi onesti e tutto ben eseguito, senza fronzoli ma con prodotti sani. Unica pecca: il locale è davvero piccino e per trovare un posto a pranzo occorre armarsi di santa pazienza dato che sempre affollato. Da provare.
  • L'Orto già Salsamentario ( V, Raw ) Il locale del mio amico Edu ha aperto da poco ma, se queste sono le premesse, sono sicura che tra non molto ne sentiremo parlare ovunque. Si tratta di ristorante vegano e crudista in ambiente molto bello, con staff eccellente e cura per i dettagli. Il menù è abbastanza ampio ed ogni piatto ha un nome insolito ma non lezioso. Sotto al nome, la spiegazione e l'indicazione della tipologia del piatto (vegano, raw, senza frutta secca, adatto ai celiaci), così che anche chi ha intolleranze possa capire se può mangiarlo oppure no. Le portate sono equilibrate e molto ben presentate, le porzioni abbondanti ed i sapori ben bilanciati. Locale molto bello e pulito, cucina a vista, nessun odore di cibo che impregna gli abiti. Scelta di ingredienti stagionali. Personale gentilissimo e chef eccezionale.Prezzi assolutamente adeguati.Il ristorante è aperto solo a cena ma, alla domenica, potete degustare un ricco brunch. TOP
- Negozi
  • Melissa-Erboristeria con salottoMelissa è molto più di una comune erboristeria. E' un'istituzione, sebbene nata da pochi anni. Melissa è Valeria, la giovane titolare, che sembra uscita da una poesia di Gozzano, con le sue gonne retrò e le maniere di altri tempi. Melissa è un'angolo di salotto con mille tisane, tesori nascosti, spezie e profumi. La caramelle Leone, e le gelatine di frutta. Melissa è passione per il proprio lavoro. Grazie di esistere, Valeria.TOP
Parigi
- Ristoranti
  • Akita Sono stata due volte in questo ristorante giapponese vicino a Rue S.Anne, non distante da Place de l'Operà. Il locale è bello, elegante e pulito.Il menù è ampio ma, a differenza dei ristorantini della vicina Rue Saint Anne, doe potrete trovare l'autentica cucina giapponese che non consiste in solo sushi, qui si trova soprattutto sushi e non altre specialità. Ottima la qualità  del cibo e possibilità di mangiare sia alla carta (cosa che ho fatto io), sia con menù più o meno ricchi (e tutti abbastanza economici). Buono il tofu ed i maki vegetariani. prezzo nella media.
  • Neobento  Sono stata ben tre volte in questo piccolo ristorante nel Marais, e l'ho adorato.Il concetto è quello di fornire dei bento componibili ed equilibrati:sulla lavagna sono riportati i piatti del giorno,suddivisi per categorie(vitalitè, construction, énergie e plaisir che corrisponderebbero alle nostre verdure,proteine, carboidrati e dolci ), dopodiché si sceglie la formula preferita(bento mini con tre portate a 8,90€, bento standard con tre verdure,un cereale a scelta,una proteina e un dessert a 12,90€ o bento maxi).Si viene serviti da personale simpatico e disponibile. Il locale è davvero carino e colorato, i bagni puliti e bellissimi, il cibo ottimo ed equilibrato. Insieme al bento potrete servirvi a piacere di the e di pane appena sfornato . TOP
  • Lai Lai Ken  A differenza di altri ristoranti asiatici presenti a Parigi questo, in Rue Saint Anne, è specializzato in zuppe di noodles gigantesche ed altre specialità che non contemplano il sushi. Varia la carta e possibilità di scegliere menù a 13,50 € o a 18,50 €. Danilo ha optato per il menù da 13,50 € che comprendeva ravioli al vapore o alla griglia, un secondo a scelta accompagnato da zuppa e riso al vapore e un dolce tipico. Per i vegetariani non c'è molta scelta, dato che persino le zuppe sono fatte col brodo di pollo, ma del riso al vapore e delle verdure sono riuscita ad ottenerle. Locale un po' caotico e pieno zeppo di giapponesi ( non è turistico). Personale un po' confusionario, ma cibo buono. Attenti alla puzza di cibo che si ferma sui vestiti. 
 - Negozi
New York
- Caffè e gelaterie
  • Peacefood cafè (V) una caffetteria vegana, crudista a due passi da Union Square. Ambiente carino e raffinato, personale gentile. Ampia scelta di cookies, cupcakes, torte vegane o crudiste, bevande e piatti freddi o caldi, tutti cruelty free. Possibilità anche di mangiare in loco o di portare via i cibi. Ideale per il brunch. Noi abbiamo provato un cupcakes vegano al cioccolato e una tazza di latte di soia allo zenzero. Prezzi nella media.
  • The butcher's daughter (V): il nome è assolutamente ironico ed il locale veganissimo. Situato nell'East village, offre una ricchissima scelta di succhi, the, tisane e piatti cruelty free ( anche crudisti ). Locale molto carino e personale giovane e alternativo. Ottimi e particolari i succhi. Prezzi abbastanza elevati.
  • Make my cake: situato in piena Harlem, locale grazioso e molto "girly" che offre un'ampia selezione di dolci americani. Troverete american cookies, red velvet cakes, bananoffee pies, key lime pies e vari cupacakes. Noi abbiamo provato un'ottima Chocolate cupcake e un the. Prezzi onesti. Personale abbastanza cortese ( ci si serve al bancone poi ci si siede ).
  • Starbuck's: ne esistono in tutto il mondo e ammetto di non essere una frequentatrice abituale, ma qualche volta l'ho utilizzato anche a New York. Il menù è ampio e spazia dalla colazione alla merenda, tra bevande calde e fredde, dolci e piatti pronti. Segnalo l'indicazione delle calorie accanto ad ogni alimento ( anche per il the caldo ) e la presenza di banane fresche! In alcuni store è possibile chiedere l'aggiunta di latte di soia. 
  • Original Chinatown Ice cream factory: situato in piena Chinatown, accanto al famoso Hagen Dasz, questa piccola gelateria dall'aspetto non certo accattivante ma autentico, offre gelati buoni e dai sapori originali. Io ho provato il gusto leeches, ma la scelta è ampia. Ci sono gusti più tradizionali ( zenzero, leeches, mango, tea matcha..) ed altri più particolari ( sesamo nero, oreo... ). Disponibili anche sorbetti. Prezzi alti ( come tutti i gelati a New York): coppetta "piccola" circa 4  $
  • Van Leeuwen Artisan Ice cream:  East 7th St., New York. Ottimi gelati artigianali, con ampia scelta per i vegani. Cono "piccolo" a 5,50 $.
-Ristoranti
  • Hangawi (V): ne avevo sentito parlare da Chiara, ho letto le recensioni su Tripadvisor e non ho resistito alla tentazione di provarlo. Un ristorante coreano vegetariano, segnalato anche dalla prestigiosa guida Zagat, che fa dell'eleganza dell'ambiente e della cucina il suo punto di forza. Tutto qui è elegante ed equilibrato: l'ambiente ( caratterizzato da luci soffuse, camerieri in abito tradizionale, tavolini bassi con candele, ) e il cibo, che delizia occhi prima ancora che palato. Toglietevi le scarpre, lasciatele all'ingresso e lasciatevi guidare dalle emozioni. Vasta scelta di piatti, tutti cruelty free. Noi abbiamo preso: zuppa di ravioli vegetariani ( speziata ma delicatissima ), ravioli di verdure al vapore, insalata di cavolo e ginseng ( ho apprezzato il contrasto del cavolo croccante con l'uvetta morbida ), soba al salto con verdure. Tutto bello e buono. Prezzi abbastanza elevati ( ogni piatto principale di aggira sui 25 dollari ), ma considerando l'ambiente ed il servizio, direi soldi ben spesi. TOP
  • Izakaya Mew: ristornate giapponese piccolissimo e nascosto, frequentato prevalentemente da giovani giapponesi, propone una cucina tradizionale ma "easy", dato che dalle 17.00 alle 19.00 servono anche una specie di happy hour in cui è possibile assaggiare per 20 $ un "set" composto da 12 pezzi di sushi, insalata, zuppa di miso e pickels. Altrimenti si attinge alla carta, ricca di sushi ma non solo: yakitori, ramen, onigiri e altri piatti giapponesi che in Italia non si trovano facilmente. Non vasta la scelta vegetariana/vegana, ma presenti sul menù l'insalata di alghe, i roll al cetriolo, l'insalata di patate ( con maionese però ) e il kimchi coreano. Prezzi nella media.
  • Ajisai: 615 9th Av. Situato in zona Hell's Kitchen ( sulla 9th Avenue ), questo locale abbastanza trendy offre una cucina giapponese fusion con ampia possibilità di scelta anche per i vegetariani e vegani ( almeno tre tipi di roll, insalate e zuppe ). Da provare assolutamente i Rolls di patate dolci in tempura: leggerissimi e golosi. Buone anche le zuppe. Bello il locale e personale gentile. Prezzi onesti.
  • A A Jing: 689 9th Avenue New York. Ristorante giapponese con alcune specialità cinesi e coreane. Ottimo il sushi Peanut and Avocado o gli Sweet potato roll. Possibilità di bento box sia per pranzo che per la cena. Cosa utile: è l'unico locale di quelli provati, in cui il prezzo portato dallo scontrino è quello definitivo, comprensivo di mancia.
-Negozi
  • Kalustyan's: il regno delle spezie e di tutto quanto è piccante, saporito, particolare. Troverete tutti i tipi di peperoncino che desiderate, ma anche miscele pronte per curry, garam masala, paprika, ampie selezioni di the e tisane, frutta secca, riso e cereali. Da perdere letteralmente la testa. Al piano superiore, oltre ad una infinita serie di the e tisane, un ristorante. TOP
  • Strand Bookstore: se cercate libri nuovi o usati e grandi occasioni, non dovete perdervi questo paradiso. Basta spulciare un po' tra gli scaffali e sono sicura che troverete la vostra occasione. In vendita anche borse, cancelleria e ricordini.
  • Barnes&Noble: una libreria sconfinata, da cardiopalma oserei dire. Troverete davvero di tutto e, manco a dirlo, il reparto libri di cucina è fornitissimo. All'interno anche uno Starbucks.
  • Whoole food market: ce ne sono molti, in giro per New York, ma il mio preferito è quello a Columbus Circle. Una sorta di Naturasì, ma molto più grande. Troverete una vastissima gamma di prodotti alimentari all'insegna del mangiar sano ( superfood, spezie, yogurt e chi più ne ha più ne metta), compresi alimenti per crudisti e vegani. Fornitissimo anche il reparto "ristorante" a self service: scegli dal buffet, pesi e paghi. Non a ottimo mercato, ma si sa come vanno le cose quando trattasi di bio & co.
  • New Kam Man: in piena Chinatown, questo negozio su due piani offre tutto il possibile ed immaginabile in tema articoli orientali. Alimentari, ma anche articoli per la casa, the e gadget kawaii. Prezzi competitivi.

Barcellona
-Caffè, bar, pasticcerie
  • Bubò: piccola pasticceria nel cuore della Ribera, è il regno dei golosi. Accanto a brioches e torte dalle dimensioni classiche troverete delle piccolissime monoporzioni...deliziose! Oltre ad essere bellissime, il sapore è qualcosa di estremamente equilibrato. Ho provato un dolcino al cioccolato e uno alla banana, caramello e yuzu e devo dire che sebbene il primo mi sia piaciuto di più, il secondo era un'armonia di sapori favolosa. Locale piccolo ma con possibilità di sedersi e gustare un dolcetto in tranquillità. Volendo, accanto c'è anche il cafè. Prezzi abbastanza modici, considerando la qualità dei dessert ( una monoporzione € 4,20 ).TOP
  • Boqueria: beh, credo che qui non ci sia bisogno di presentazioni. Tecnicamente è un mercato, ma che mercato! Bancarelle coloratissime ed ordinate, frutta e verdura mai vista prima, macedonie a 1 € e smoothies arcobaleno. Per i non veg, ampia scleta di carne e pesce fresco e tante bancarelle in cui prendere da mangiare ( tapas, empanadas e specialità da tutto il mondo).
- Ristoranti
  • Vegetalia (V):Locale piccolo e coloratissimo, serve specialità vegane e vegetariane. Il menù è abbastanza vario con ampia scelta tra burger,pizza o piatti di cereali e legumi.Io ho scelto  un piatto di seitan cotto con cipolle e servito con riso Basmati: delizioso e abbondantissimo. Danilo, invece, ha mangiato la pizza:più piccola rispetto a quelle cui siamo abituati in Italia ma più spessa.In due,con una bottiglia di acqua,18.20€. Il locale offre anche il servizio cafè, con ampia gamma di torte, muffins e succhi. Personale giovane e cortese.
  • Woki Oraganic Market : Sono stata ben quattro volte in questo simpatico locale a due passi da Placa de Catalunia e sono rimasta soddisfatta sia lo scorso anno che questo. Il locale è sia supermercato biologico che ristorante e mette d'accordo onnivori, vegetariani e vegani in quanto propone piatti vari adatti a tutti (le specialità vegane sono contrassegnate da una V) e bio. Il menù è molto vario e spazia dagli antipasti leggeri ai burger (vegetariani o di carne),passando per pizza,insalate e pasta. La loro specialità è il wok,e io ho voluto provare:si sceglie la base (riso,riso integrale,pasta o un mix di verdura), la componente principale (carne,pesce,Tofu o verdure )e la salsa, dopodiché tutto viene assemblato in cucina, Bello il locale,arredato come un vecchio magazzino e bella anche l'idea di mangiare e poter comprare Prezzi modici: circa sui 20 € per due persone.
  • Sushi Ya 2: L'aspetto è quello di un pub,ed il concetto è proporre accanto a tradizionali piatti giapponesi,alcune tapas...sempre giapponesi!C'e la possibilità di combinare tra di loro i vari piatti componendo menù leggeri ed economicamente convenienti.In due, prendendo una porzione di udon,una zuppa di miso,un'insakata di wakame e due piatti di sushi (per me maki vegetariani e per il mio fidanzato sushi misto)abbiamo speso 20€.Personale simpatico e disponibile anche ad effettuare variazioni sui piatti per chi,come me,è vegano. Cibo ottimo.
-Negozi
  • Casa Gispert: se amate frutta secca, caffè, tisane e cioccolato, questo negozietto nella parte vecchia della città, aperto nel 1851, fa per voi. Si respira atmosfera di altri tempi e troverete negli scaffali un po' polverosi, frutta secca e disidratata di ogni tipo, torroni, aromi provenienti da ogni parte del mondo. Personale molto cortese. TOP
  • Laie: è una libreria, di quelle di nicchia dove forse non troverete l'ultimo libro uscito, ma volumi sulla storia della Spagna, saggi e grandi classici, ma è anche un bar così da potersi rifocillare tra una lettura e l'altra. Fa molto intellettuale.
  • Pika Pika Shop: il regno di quanto è kawaii, geek o che dir si voglia. Gadget di ogni tipo con Totoro, Hello Kitty e via dicendo. Locale piccolissimo ma interessante
Londra
- Cafè, bar, pasticcerie
  • Inspiral Cafè (V): locale vegano, crudista situato in piena Candem Town, che effettua sia servizio ristorante sia quello di cafè. Non ho mai pranzato, dato che durante i miei quattro viaggi a Londra abbiamo sempre optato per le bancarelle etniche, ma ho provato vari pezzi dalla caffetteria e sono sempre rimasta soddisfatta. In particolare mi ha mandata in estasi una cheese cake crudista al cacao: da provare assolutamente. Locale simpatico, colorato, personale gentile e prezzi nella media di Londra.
  • Minamoto Kitchoan: se cercate un angolo di Giappone a Londra, questa pasticceria dall'aspetto un po' asettico, non può fare che per voi. In vendita, disposti in maniera ordinatissima e quasi maniacale, i wagashi, tipici dolci giapponesi. Non aspettatevi pasticcini come quelli cui siamo abituati in Italia, mi raccomando! Qui solo "dolci" dal sapore delicatissimo e dalla consistenza gommosetta, ripieni di azuki, the verde, latte condensato..Locale bello, personale un po' freddino, prezzi alti. TOP
  • Starbucks: vale quanto detto per New York, ossia che vale la pena anche solo per usufruire del bagno o del wi fii gratis. O anche semplicemente per un bicchiere di the, decisamente più a buon mercato rispetto a Frappuccini e altro.
- Ristoranti
  • KirazuLocale piccolino situato in piena Soho, dove potrete pranzare ma anche semplicemente bere un buon the matcha. Si tratta di un café giapponese che serve vari tipi di the e bevande tradizionali e che offre anche piatti per pranzo e cena,con possibilità sia di mangiarli in loco che di portarli via. Molto conveniente la formula bento box a 5 sterline e comprendente : zuppa di miso, insalata, sushi(6 pezzi) o piatto del giorno (una volta è stato un curry giapponese,un'altra pollo yakitori).Ci sono anche altre formule con prezzi molto convenienti e contenuti. Varie le opzioni vegetariane. Si mangia su banconi di legno,con bacchette e cucchiai di legno anch'esse. Consigliatissimo!
  • Camden Town: non è un ristorante, ma un quartiere famosissimo all'interno del quale potrete trovare una serie di bancarelle con cibo proveniente da ogni parte del mondo. Se avete in programma una giornata a Camden Town vi consiglio di provare. Potrete scegliere tra cibo cinese, giapponese, indiano, brasiliano, crepes e tutto cosa desiderate. Io ho sempre mangiato del buon cibo, abbondante e a prezzi onesti.
  • Yumenoki: Piccolo ristorante poco distante da Earl's Court. Il locale è pulito e molto frequentato. Ampio il menù e soprattutto conveniente il menù Bento box ove,al prezzo di 8 sterline, potete assaggiare zuppa di miso,insalata,una portata principale che può essere sushi,sashimi,yakitori o teppamyaki,riso o tempura e frutta. Ovviamente il tutto è servito dentro un autentico bento box. Anche i piatti alla carta sono buoni e a prezzo onesto.Vasta la scelta per vegetariani e vegani. Il personale è gentile ma un po'confusionario. Da provare. TOP

- Negozi
  • Books for cooksin pieno Notting Hill è il regno dei foodblogger (ma non solo). Come chi sa l'inglese avrà capito, si tratta di un negozio dedicato ESCLUSIVAMENTE ai libri di cucina. Il negozio è piccolino, ha un bar annesso e so che vengono organizzati anche corsi di cucina. Tra l'altro un reparto è dedicato ai libri rari.
  • Spice shop: ancora a Nottingh Hill, un negozietto minuscolo traboccante spezie da tutto il mondo e di ogni tipo. Ogni tipo di curry, garam masala, pepi, sali aromatizzati, nostrani origano e salvia, peperoncini a qualunque gradi di piccantezza e via dicendo. Personale simpatico e giovane.
  • Waterstones: qui, appassionati di libri, potreste morire. Quattro, cinque anzi, non ricordo neanche quanti , piani straripanti di libri. Da cardiopalma il reparto cucina, decisamente superiore a Barnes&Noble di New York. Anche qualche ottima occasione.TOP
  • Bladerubbers : amate timbri, timbrini, inchiostri e cosine del genere? questo è il vostro regno. Troverete ogni sorta di timbrini, più o meno grandi, e inchiostri per ogni esigenza. Prezzi altucci ma personale molto gentile.
Lisbona
Cafè, bar, pasticcerie
  • Manteigaria in Rua do Loreto per le Pastes de nata appena. Locale giovane, pulito, con laboratorio a vista. Le pasteis costano 1 Euro l'una e vengono servite calde.
  • Confeitaria Nacional, in Placa da Figueria. Locale storico dove prendere una pasteil de nata, un brigadeiro e bere qualcosa. Prezzi lievemente più alti, ma data la location è ok.
  • Fabrica in Rua da Madalena: caffè bistrot vintage che serve croissant vuoti o farciti, torte, panini abbondanti e varie bevande. Sempre presente una zuppa del giorno vegetariana. Locale arredato in stile vintage,  personale giovane e gentile. Prezzi modici ( in due, con una zuppa, un panino, un bicchiere di aranciata ed una Coca zero abbiamo speso circa 10 € ). Adatto anche al bruch.
- Ristoranti
  •  India Gate in Rua da Padaria: ristorante indiano piccolo ed arredato in modo semplice. Menù vasto e ben eseguito, con molte specialità vegetariane e vegane. Personale gentilissimo e prezzi modici ( in due abbiamo speso 26 € con : pane naan, una porzione di riso basmati, un antipastino di cui non ricordo il nome, pollo al curry e curry di verdure, birra, the nero e due caffè ). Da provare il pane Naan.
  • Tasca Kome in Rua da Madalena : ristorante giapponese sopra le righe con sushi strepitosi e servizio squisito. Meglio prenotare e non stupitevi dei prezzi leggermente più alti della media dei ristoranti di Lisbona: la qualità è davvero alta! Qualche piatto adatto anche ai vegetariani, tra cui gli Uramaki con melanzane e okra. Da provare!
  • Jardim das Cerejas (V)in Calcada Sacramento: locale vegetariano con cibo a buffet vegetariano. Servizio semplice e molta scelta: oltre a una zuppa e a varie insalate, troverete tre cereali caldi di accompagnamento, vari curry di verdure, tofu o seitan fatto in modo sfizioso. Buoni anche i dolci che si pagano a parte. Menù pranzo: 6,80€ ( all you can eat ). Menù cena: 9,90 € ( all you can eat ). Bevande escluse.
- Negozi
  • Fnac in Rua do Carmo per libri, cd, dvd, ma anche centro commerciale vero e proprio con negozi tipo Imaginarium e Sephora. Ottimo wi fii.
  • A vida Portuguesa dove troverete oggetti per la casa, confetture, oggetti vintage e chi più ne ha più ne metta. Prezzi leggermente alti. Ideali per regali.
  • Livraria Bertrand : la più antica al mondo, in cui sentirete per la prima volta l'odore dei libri VERI. Ottima sezione quella di libri di cucina.
  • Conserveira de Lisbona . Vera e propria istituzione a Lisbona. Se siete alla ricerca di sardine da portare in ricordo a parenti e amici. Io, pur essendo vegetariana, le avrei comprate solo per la scatoletta .

Nessun commento:

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!