Cookies ai fiocchi di avena, cioccolato e nocciole ( veg, senza zucchero )

Buon lunedì, amici. Qui abbiamo passato il week end sommersi dalla neve, oramai una tradizione a marzo, quando vedi già la primavera che ti fa ciao ciao con la manina e invece no. Tu vorresti le primule, il sole, qualche gelato e lei, beffarda, ti fa il gesto dell'ombrello e ti sorprende con la neve. Tanta. Bene: fatte le digressioni sul meteo, veniamo ai biscotti, che in effetti è da un po' che non ne pubblico più. Dovete sapere, ma forse già lo sapete, che quando ero piccola piccola avevo una vera passione per i biscotti. Erano decisamente la mia colazione preferita e, anche se ve l'ho già ripetuto mille volte, uno dei più bei ricordi è quello della Nonna Olga che mi portava latte e la scatola di latta: me li accoppiava due a due perchè diceva che "erano più nutrienti" e si sedeva accanto a me, mentre io mangiavo. Ora a colazione ho decisamente cambiato gusti, ma la passione per essi è rimasta. Purtroppo, se le torte da colazione riesco a prepararle con facilità, con i biscotti ho sempre avuto non pochi problemi: un po' come per le crostate, posso anche impegnarmi con tutta me stessa, ma verranno sempre brutti. A riprova di ciò dico solo che ho in bozza dei cookies che sono piaciuti tantissimo a Giorgio, fatti ben due volte, e che non ho il coraggio di pubblicare perchè decisamente poco appetibili. Sarà che non ho la pazienza di farli bellini, tutti uguali, o che ho problemi con la geometria, fatto sta che più che tondi ottengo dei biscotti ovali o sgangherati....Ma non preoccupatevi: quelli li rifarò per pubblicarli anche perchè Giorgio li apprezza parecchio e per me, sapere di accontentarlo, è sempre un piacere perchè se lo merita.
Comunque, nell'ottica di fargli trovare qualcosa di dolce per la colazione da me, oltre al suo yogurt e a una buona dose di cappuccino e caffè, lo scorso week end ho voluto cambiare ricetta, complice anche un riordino della dispensa. Ora: voi mi conoscete e sapete che sono un'accumulatrice da terapia di gruppo, ma non credevo di avere in casa qualcosa come sei o sette pacchi di avena: in fiocchi grandi e piccoli, aromatizzati in tre sapori diversi, in farina nature o aromatizzata e in chicchi. Aggiungiamo a ciò vari pacchetti di cereali ( miglio, riso, grano saraceno, amaranto), altri di farina ( di orzo, di grano saraceno, di soia, di zucca!, di fagioli, di riso) e capirete che la mia dispensa tra un po' esplode. In tutto ciò non credo di avere, però, un solo pacco di pasta  ^_^ Ovviamente non sono capace di fermarmi, e appena finisco uno dei pacchi, mi sento già in riserva ( anche se ne ho altri cinque ) e ricompro....Sono problemi seri. 
Ma ok, dei miei problemi psichici possiamo anche non parlarne ^_^ Torniamo ai biscotti: consapevole di avere troppi fiocchi di avena, ed avendo voglia di preparare qualcosa al mio amore, ho spulciato su uno dei miei libri preferiti ( questo ) e ho trovato dei cookies decisamente carini, golosi e sani al punto giusto. 
Pochi gli ingredienti: fiocchi di avena ( celooooo ), nocciole ( celoooooo ), cioccolato ( celooooooo ), sciroppo di acero ( celooooooo ), olio di cocco ( celooooooooo ). La ricetta originaria prevedeva anche un ovetto ma, andando controcorrente rispetto alle colleghe blogger, ho deciso di eliminarlo, sostituendolo con due cucchiaini di okara di canapa ( stavo facendo il latte di canapa ) e 4 cucchiaini di caffè. E' stato un esperimento, ma non vi obbligo  a preparare il latte vegetale solo per avere l'okara: usate un uovo o, se siete veg, va bene anche il "finto ovetto" di semi di chia ( un cucchiaio di *semi di chia e 80 ml di acqua. Mescolate il tutto e lasciate riposare un po' )
Il risultato è stato apprezzato: sono dei biscotti molto rustici, tipo i Grancereale per intenderci, che sono belli anche se brutti e non richiedono la perfezione assoluta. Aka: vanno bene anche se siete dei pasticcioni come me, con la manualità di un elefante. Non sono dolcissimi, ragion per cui vanno giù che è un piacere senza essere stucchevoli. Gli ingredienti sono semplici da reperire: anche l'olio di cocco oramai si trova in tutti i supermercati. Ovviamente potete personalizzarli a piacere, magari unendo qualche aroma a piacere, come zenzero in polvere, vaniglia, scorza di arancia grattugiata...).
A Giorgio sono piaciuti e spero che piacciano anche a voi. 
Buona settimana!
COOKIES AI FIOCCHI DI AVENA, CIOCCOLATO E NOCCIOLE
[veg, senza zucchero]
PORZIONI: 12 biscotti
NOTE: per una versione senza glutine potete utilizzare fiocchi di avena senza glutine, che si trovano su siti specializzati. Se non siete vegani utilizzate un uovo, mentre se siete veg*: 1 cucchiaio di semi di chia e 80 ml di acqua, mescolati tra di loro e fatti riposare fino ad ottenere una pappetta che legherà il composto.

Ingredienti:
200 gr di fiocchi di avena
80 gr di nocciole tritate
50 gr di cioccolato fondente tagliato in pezzi
2 cucchiai di olio di cocco
4 cucchiai di sciroppo di acero
1 uovo di semi di chia* ( vedi note ) o 1 uovo sbattuto
cannella
sale un pizzico

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Mettete metà dei fiocchi di avena in un robot da cucina e azionatelo fino ad ottenere una sorta di "farina". Metteteli in una terrina con le nocciole tritate, il cioccolato, i restanti fiocchi di avena, il sale, la cannella e mescolate. Unite in una brocca l'olio di cocco ( se è solido fatelo sciogliere a bagnomaria), lo sciroppo d'acero, l'uovo ( vero o finto ) e rimestate. Unite questi ingredienti liquidi ai secchi e amalgamate fino ad ottenere un composto che stia insieme. Formate con le mani delle palline della grandezza di una noce, metteteli su una placca rivestita di carta da forno ( abbastanza distanziati ) e schiacciateli leggermente con il palmo delle mani. Infornateli e fateli cuocere circa 12'. Fateli raffreddate ancora qualche istante nel forno, poi estraeteli e fateli riposare. Conservateli in una scatola di latta o in un barattolo.



Commenti

Simo ha detto…
...a me piacciono un sacco invece sai?!
Davvero sembrano quelli di nota marca, ma chissà quanto devono essere migliori i tuoi,vorrei tanto poterne azzannare uno ahahahah ;)
Bacione e buon lunedì
francesca quaglia ha detto…
ehehe Simo: ho messo in evidenza quelli più belli ;) Un bacio, amica
Sushi For Breakfast ha detto…
Mmh...che bella ricetta Francy! Di quelle semplici (semplici da fare e semplici per gli ingredienti facilmente reperibili!!) che piacciono ad una pigrona come me che vuole mangiare sano ma bene! ��
Un abbraccio forte,
Benedetta
Natalia ha detto…
Ricetta particolare davvero, e molto invitante :)
Peanut ha detto…
Francy i biscotti sono penso il mio ""dolce"" preferito e sai che se me li fai con le nocciole e il cioccolato mi colpisci proprio sul tallone d'Achille mannaggia. Mi piacciono tantissimo gli ingredienti che hai usato, sinceramente mi sembrano anche parecchio bellini (a me vengono pure più brutti) e comunque non mi interessa, voglio assoluatamente anche la ricetta degli altri che ti vergogni a pubblicare! :'D
(Ah, e mi sa che a pacchi di fiocchi d'avena batti pure me! XD)

Baciotti :**
francesca quaglia ha detto…
Benedetta: sì, amica, sono semplici e con ingredienti facilmente reperibili :)))) Insomma: devi farli *-)

Natalia: grazie!!!! Un abbraccio

Lucry: non ci credo!!!!!!!!!!!!! davvero sono riuscita a comprare più fiocchi di te ?^_^ Questi biscottini devi farli e, ok, mi hai convinto: a breve pubblicherò anche gli altri ( tra l'altro sono paleo ;-) ) Bacio, bella