Torta al doppio cioccolato ( veg, senza glutine e senza lievito)

Non ho mai festeggiato San Valentino. L'ho sempre reputata una "festa" consumistica e di poco valore. Se ci si ama realmente lo si fa sempre e non in un giorno prestabilito. Si può festeggiare anche il 15 febbraio o il 20 agosto..non importa. Tutto questo lo penso ancora anche se sono cambiate alcune cose. Vero è che nella vita panta rei e ci si ammorbidisce, o si smette di ragionare per schemi. Ecco, gli schemi: io che sono abituata a programmare tutto, ultimamente mi sono lasciata un po' andare perchè ho capito che non muore nessuno se non so esattamente cosa farò all'ora X nel posto Y. Certo, è sempre una sorta di violenza per me, programmatrice come sono, ma mi serve come esercizio e ne sono contenta. E allora, nell'ottica dell'abbattere gli schemi, quest'anno ho abbattuto anche quello del "no, assolutamente, San Valentino non si festeggia".
Lo farò, invece, ovviamente con colui che amo: non so se oggi, domani o, più probabilmente, nel week end, ma andremo a cena, gli ho fatto un pensierino e sono felice. Tanto.
Forse sono cambiata io. Anzi, via il "forse": sono cambiata molto e viva viva San Valentino. Che poi, lo avrete capito, io ho parlato di amore verso il proprio fidanzato, marito, compagno etc...ma l'amore è una "cosa" più ampia. Io amo, anzi Amo lui, e a Giorgio dedico questo post, ma si può amare chiunque ( che detta così suona male, in effetti ): l'amico del cuore ( e io Yari e Cri li amo, giusto per fare un esempio), il proprio padre, i propri animaletti domestici...Amore è un concetto grande da spiegare, ma quando arriva si capisce..oh se si capisce!
Ovviamente, date le premesse, vi aspetterete dei cioccolatini, una voluttuosa mousse o qualcosa di davvero particolare. Ebbene no: in questo non sono cambiata e, benchè ultimamente abbia sperimentato qualcosa di diverso, i mie "cavalli di battaglia" rimangono sempre gli stessi. Credo, a dire la verità, che non ci sia nulla di più bello che coccolare chi ami con dei dolcetti che possano accompagnarlo ( o accompagnarla, se tu che stai leggendo sei un ometto e vuoi fare un pensierino alla tua lei ) durante la settimana, quando magari è di fretta e non ha tempo per preparare colazione o merenda. Certamente una mousse è golosissima ed accattivante, ben più di una semplice torta, ma poco pratica: perfetta se avete deciso di festeggiare a casa, ma non se avete già prenotato cena fuori ed un dolce in più sarebbe di troppo. Decisamente meglio un plum cake, dei biscottini o dei muffins da preparare con anticipo, gustare a colazione e, magari, dargli o darle da portare a casa per le colazioni future. Ecco, questa era una sordida scusa per farmi perdonare l'ennesima torta da colazione ^_^ In realtà ha il cioccolato ( cacao e cioccolato in goccine ), alimento che associamo inevitabilmente a San Valentino, ergo va bene, no? In più è vegana ( ma vaaaa? ), senza glutine e morbidissima. E' anche senza lievito, quindi perfetta per chi non lo può assumere. Se volete, potete renderla un po' più articolata glassandola e farcendola a piacere, magari con una "panna" di cocco al cioccolato ( e avrete una torta al triplo cioccolato, volendo ) ma per la colazione del vostro amato/a sarà perfetta così: leggermente spolverizzata di zucchero a velo. Un'altra idea per renderla più particolare, potrebbe essere quella di aggiungere un bel mix di spezie o un pizzico di peperoncino. Una torta con cui "giocare", insomma!
Quindi, riassumendo: buon San Valentino a tutti ma, soprattutto, a Te che hai reso magica la mia vita <3

TORTA AL DOPPIO CIOCCOLATO
[Veg, senza glutine e senza lievito]
PORZIONI: una tortiera di circa 12 cm
NOTE: io ho usato farina di riso e maizena, per renderla senza glutine e devo dire che mi sono trovata bene. Potete anche provare dei mix di farine sg già pronte, o sostituire la maizena con fecola di patate. Le gocce di cioccolato possono essere sostituite da cioccolato in scaglie. Il latte di cocco può essere sostituito da quello di mandorla, di soia o il latte vegetale che preferite.

Ingredienti
1 cucchiaio di semi di chia
100 gr farina di riso
100 gr amido di mais
120 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di yogurt di soia naturale
100 ml olio di riso 
60 ml latte di cocco
15 gr di cacao amaro
1 cucchiaio colmo di goccine di cioccolato fondente
succo di limone
1/2 cucchiaino di bicarbonato

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°.
Mescolare in una tazzina i semi di chia con due cucchiai di acqua e lasciarli riposare per 15'. In una ciotola versate la farina, la maizena, il cacao ed il bicarbonato. Aggiungete qualche goccia di succo di limone per fare attivare il bicarbonato e mescolate. In un boccale amalgamate con il mixer ad immersione l'olio, lo zucchero, il latte, lo yogurt ed il composto di semi di chia. Versate questa miscela sulle farine e mescolate bene. Unite le goccine di cioccolato fondente. Versate il composto in una tortiera rivestita di carta da forno e cuocete per 35' circa o fino a quando uno stecchino inserito all'interno, ne uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare e servite.





Commenti

Peanut ha detto…
Fraaaaaaa! Lo sai già, sono felicissima di leggere queste parole, parole che peraltro sono del tutto nuove qui perchè in questi termini e accompagnate da un entusiasmo tale non le avevo mai trovate prima. Entusiasmo per S. Valentino, poi!:D l'hai fatto quasi venire pure a me che al contrario...vabbè. Auguri a voi, di cuore, e non solo per il giorno di oggi <3
Ely Valsecchi ha detto…
Amore è amore sempre, per chiunque e io amo molto nella mia vita e questo mi rende felice tanto! Bello questo post dedicato al tuo amore e golosissima questa tortina mignon formato coppia :-) Un bacione!
francesca quaglia ha detto…
Grazie Ely..un abbraccio e grazie di venire spesso a trovarmi in questa piccola casetta. Un bacio
elenuccia ha detto…
Si cambia si tesoro. Una volta (da giovane) la consideravo un po' una sconfitta, avevo la fissa di essere teutonica, ma invecchiando ho cambiato idea. cambiare, evolversi, crescere non è poi così male. Sai che questo post mi è proprio piaciuto? bello leggerti così positiva e felice. perchè si capisce che sei proprio felice e ne sono felice anche io ;-)
La tortina è deliziosa, però da me con una teglia da 12 ci si fa colazione una mattina se va bene, altro che tutta la settimana :-D
francesca quaglia ha detto…
Ehehehe, Ele..lo sai che io già non le amo, le torte: a me durerebbero venti giorni persino quelle monoporzione! Cmq questa, in effetti, era un po' più grande di 12 cm...però, se avanza l'impasto, si fanno i muffins ;) Un bacio grande e ben vengano i cambiamenti ;)
Simo ha detto…
Che bella sei, ora ancora più felice, radiosa e serena.
Ti voglio bene anche io ❤️
E virtualmente ti rubo una fettina di questa leggera e golosa bontà...
francesca quaglia ha detto…
Simo...<3 <3 <3 ti voglio bene
Cami ha detto…
Ultimamente non ho molto tempo, ma ti seguo sempre su instagram lo sai ;) e leggere e scoprire anche qui tutto questo amore per il tuo lui e per te stessa, lasciandoti andare e rompendo delle catene e schemi prefissati mi rende davvero felice per te. Spero che questa nuova luce che hai negli occhi e nel cuore, possa non spegnersi più :*
francesca quaglia ha detto…
Grazie Camy...lo spero anche io e ti abbraccio forte. Grazie per essermi sempre vicina <3