Polpette di lenticchie al curry ( vegane e senza glutine )

Non so voi, ma io non ho mai avuto un grande rapporto con le polpette, né tanto meno con i polpettoni. Da bambina onnivora, le mangiavo, ma non erano certo il mio piatto preferito. Sarà che non ho mai amato la consistenza dei pezzettini di carne macinata sotto ai denti (cosa che mi ha sempre fatto prendere in antipatia il ragù ), e sarà anche che non ho mai avuto un grande feeling con i fritti o con le cose in umido, ma non impazzivo certo alla vista delle polpette. E pensate che la nonna Olga, grande cuoca con una fantasia estrema, le preparava spesso e molto bene! A dire il vero, sono sempre stata una bambina dai gusti semplici e se adesso perdo letteralmente le bave davanti ad un semplice riso al vapore, o a un pezzo di zucca al forno, devo ammettere che ciò deriva dall'avere avuto determinate preferenze fin da piccola.
Peraltro ho sempre preferito il dolce al salato, e la polpetta è uno dei cibi salati per eccellenza ergo, no, non andavamo decisamente d'accordo.

Ci sono, però, tanti modi di prepararle ( tradizionali, a base di verdure e uova, vegane, crudiste, etc etc ) e, come insegna la mia amica Simo, sono carine, easy e risolvono un sacco di problemi.
Avete gente a cena? polpette! Dovete preparare un aperitivo diverso dalle solite due olive e patatine? polpette! Gironzolano per casa pargoletti dai gusti difficili? polpette! E quanti film le hanno messe al centro del racconto? Lilly e il Vagabondo, che le ha erette a simbolo d'amore. Le fate ignoranti, dove Serra le offriva ad una incredula Margherita Buy raccontandole che Massimo ( amante di un giovane Accorsi e marito defunto della Buy ) le preparava con uvetta, arancia e mela....
Ultimamente, complici alcuni felici eventi personali, le ho rivalutate anche io, in versione vegana ovviamente, ed oggi ve ne voglio proporre una variante facile e colorata. A riprova del fatto che sono davvero versatili, qui le vedete accomodate su un letto di insalata, in una ciotola.
Perchè, ok: generalmente pensiamo alla polpetta che sguazza beata nel sugo, oppure fritta e rifritta, ma se lanciamo un occhio ai blog stranieri, spesso le troviamo a comporre le Budda bowls, dove praticamente c'è la qualunque ( una fonte di carboidrati, delle verdure, una fonte proteica e dei grassi buoni ). Quindi, se non siete patriottici e riuscite a fare a meno della salsa per la scarpetta, questa ricettina easy fa per voi. Sono a base di lenticchie rosse, legume che dovrebbe essere santificato data la velocità di cottura e la versatilità, carota, sedano rapa e curry. Per renderle croccanti le ho passate in semini misti e poi via in forno. Davvero facili. Per accompagnarle va bene una salsina a base di yogurt e senape e, anzi, il dip che vi ho proposto qui è perfetto. Potete metterle nella vostra ciotola, oppure mangiarle così, semplicemente spiluccandole dopo averle intinte in qualche salsa sfiziosa. Anzi: dato che si avvicinano le feste, io fossi in voi le terrei in considerazione per inviti vari.
Spero vi piacciano e vi auguro buona settimana corta :)
POLPETTE DI LENTICCHIE AL CURRY
[ veg, gluten free ]
PORZIONI: una dozzina di polpette
NOTE: anzichè i fiocchi di quinoa potete utilizzare quelli di miglio o di avena ma, in questo caso, non saranno più gluten free. La verdura può essere quella che più vi aggrada: carote e sedano rapa, zucchine, zucca...cercate, per quando possibile, di fargli fare meno acqua possibile.

Ingredienti
50 gr di lenticchie rosse decorticate
50 gr di carote al netto degli scarti
100 gr di sedano rapa al netto degli scarti
1 cucchiaio di semi di chia
2 cucchiai di fiocchi di quinoa o di miglio
curry
sale
semi misti
olio evo
1 scalogno piccolo

Preparazione
Preparate il finto uovo: in una ciotolina mettete i semi di chia e due cucchiai di acqua. Mescolate e tenete da parte. Tagliate lo scalogno a fettine sottili. Pelate la carota e pulite il sedano rapa, quindi tagliate il tutto a dadini. Fate bollire le lenticchie in acqua, fino a quando saranno cotte e morbide. Scolatele e mettetele da parte. In una padella antiaderente fate rosolare lo scalogno con un filo di olio fino a quando sarà dorato, aggiungete le verdure e fate andare su fuoco basso fino a quando saranno tenere. Aggiustate di sale, se volete. Quando le verdure saranno cotte, mettetele in una ciotola insieme a metà delle lenticchie, il finto uovo e un pizzico di curry, quindi frullate il tutto con un mixer, senza essere troppo precisi, lasciando qualche pezzo. Unite l'altra metà delle lenticchie, i fiocchi di quinoa ( se il composto fosse troppo morbido potete aggiungerne altri ) e formate le polpettine aiutandovi con un cucchiaino. Mettete i semi misti su un piatto e rotolatevi alcune polpettine. Disponetele su una teglia rivestita con carta da forno ed infornatele a 180° per 20' circa o fino a quando saranno dorate. Servite con un'insalata mista e qualche salsa di accompagnamento.

Commenti

Simo ha detto…
Scusa il terribile ritardo...ma sai quanti casini ho avuto in questi giorni, aiutoooo....
Che bello, queste polpettine ti son venute una delizia, le farò quanto prima!
Appena Aury si rimette però, è lei l'estimatrice di curry della famiglia, eheheheh ;)
Bacio grande amica e grazie per la fiducia che mi dai, per me è tanto importante!
francesca quaglia ha detto…
se Simo dice Polpette, polpette saranno :) Come vedi non ci hai messo molto a convincermi a polpettare <3 Un bacio amica mia
Ely Valsecchi ha detto…
Ohhh io invece adoro le polpette, in umido, al forno e fritte, queste sno meravigliose e perfette, da mangiare a due a due! Un bacione grande!
francesca quaglia ha detto…
Grazie Ely!!!! sono contenta che ti piacciano <3 Un bacio