Quadrotti al cocco e cacao ( vegani ) - Coconut and chocolate squares ( veg )

Beh sì, di tempo ne è passato un po', dall'ultimo post. E, nonostante pensiate ad una defezione dovuta alla poca voglia di cucinare, in realtà quella c'è stata ed ho fatto anche diverse cosine. Peccato che, al momento di fare le foto o, meglio, di svilupparle per il blog, mi sia resa conto di quella che è oramai una verità lapalissiana: non sono più capace. Anche di cucinare, eh, perchè ultimamente le torte bruciano, non lievitano, i biscotti diventano gnecchi e cose così..Io sicuramente ci sto mettendo il massimo impegno per non farle venire perchè mi lancio in esperimenti al limite dell'imbarazzante, ma per sperimentare ci vuole una grande conoscenza, altrimenti ci sono troppi rischi: ergo, è meglio tornare all' abc, senza voler percorrere strade troppo impervie e sconosciute. Sarebbe anche bene, poi, ricominciare a scattare come Dio comanda, ma su quello ci sto lavorando...
Comunque, una tantum, qualcosa di mangiabile e fotografabile, dal cilindro, lo tiro fuori.
Questi quadrotti, ad esempio, nati da un tentativo di torta integrale con farina di cocco. Ora: tempo fa, prima di tutto quello che gli amici di Instagram già conosceranno a memoria, in una delle mie scorribande fuori porta avevo comprato della farina di cocco. Non cocco in scaglie, badate! Proprio farina di cocco, che si presenta come comunissima farina 00 ( beh, forse un po' meno impalpabile ). Credo che il suo utilizzo ottimale sia nei dolci raw ma io, testona, da tempo sto provando e riprovando a metterlo nelle torte. Purtroppo, per quanto buona, ha un difetto: assorbe tantissimo i liquidi, quindi non va bene per essere usato in sostituzione della farina normale dei dolci. Per lo meno dovreste raddoppiare le dosi di liquido...Ma io devo sbattere la testa ripetutamente sulle porte, ergo anche questa volta ho provato. Partita con una ricetta trovata su VeganItaly, l'ho rielaborata a mio uso e consumo fino ad ottenere qualcosa che sinceramente mi è piaciuto tantissimo. 
Prima di lasciarvi alla ricetta, due parole su Veganitaly e, soprattutto, su una bella amicizia. Veganitaly è una rivista sul mondo vegano ( dall'attivismo alle recensioni, fino alle ricette ) su cui scrive il mio amico Yari...lo conoscete Yari? Io lo seguivo virtualmente da tempo, ed il suo è stato uno dei primi blog di cucina vegana e di viaggi che ho frequentato, anni fa. Per me, Yari, era un mito ma non ci eravamo mai incontrati, nonostante pochi km di distanza ci separassero. Finalmente, qualche settimana fa, siamo riusciti ad incontrarci a Torino io, lui e Cri. Beh, l'ennesima conferma di come delle amicizie stupende possano nascere anche dal web. Io, di Yari e Cri, sono davvero "innamorata folle", nel senso più innocente e bello del termine. Li vedo e mi si illuminano gli occhi, li sento e scoppio dalla voglia di vederli di nuovo. La giornata trascorsa con loro a Torino è stata una delle più belle della mia vita. Sono due persone straordinarie, forti, ironiche..quelle persone che sanno trasmetterti energia, amore e voglia di vivere solo con lo sguardo. Loro lo sanno: non li mollerò tanto facilmente.
Bene, fatta la dichiarazione d'ammmmore a Yari e Cri, veniamo alla ricetta. Sono dei quadrotti con farina integrale e farina di cocco decisamente adatti al periodo autunnale-invernale. Li ho serviti con una salsina di cacao amaro, ma nulla vi vieta di accompagnarli con del gelato ( veg ) o una crema pasticcera ( veg anche lei, ovviamente). A piacere potete anche arricchirli con goccine di cioccolato o aromi ( la cannella e lo zenzero fanno sempre la loro sporca figura ) a piacere.
Spero vi piacciano. Buona settimana!
QUADROTTI AL COCCO E CACAO
[ veg ]
PORZIONI: una tortiera quadrata da circa 20 cm per lato
NOTE: potete utilizzare latte di cocco o altro latte vegetale, tipo soia o mandorle. Il composto assorbirà tantissimo i liquidi, ragion per cui potrebbe succedere come a me: l'impasto non sarà liscio ma assomiglierà più a quello di una frolla morbida. Non abbiate paura e livellatelo con il dorso di un cucchiaio.

Ingredienti
75 gr di farina integrale
90 gr di farina di cocco
20 gr di cacao amaro
50 gr di zucchero di canna
1/2 bustina di lievito
200 ml di latte di cocco
40 ml di olio di riso
1 vasetto di yogurt di soia naturale
+
cacao amaro
latte vegetale
ribes

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Mettete la farina integrale, quella di cocco, il cacao e lo zucchero in una terrina. Unite il lievito setacciato e mescolate. In un boccale amalgamate il latte con l'olio e lo yogurt, quindi versate questo composto sugli ingredienti solidi, mescolando bene.Versate il composto in una tortiera quadrata oliata ed infarinata, quindi infornate e fate cuocere per 35' circa o fino a quando uno stecchino, inserito all'interno, ne uscirà pulito. Fate raffreddare, tagliate a quadretti e servite con una salsina fatta con cacao amaro, qualche goccia di latte di cocco e del ribes fresco


Commenti

Sembrano buonissimi! Mi segno la ricetta ^^
francesca quaglia ha detto…
Grazie Francesca :)
Elisabetta Stopponi ha detto…
A dispetto della "sfiga culinaria", a me sembrano buonissimi! Anzi, se ci fosse anche un po' di caffeina dentro ne prenderei uno all'istante, così tanto per sostenere lo studio... ;-))
francesca quaglia ha detto…
ahaha Elisabetta :) e se ci mettessimo un po' di caffè al posto del latte? ^_^
ilditoelaluna ha detto…
ehi là.. serve una compagna di pasticci - sperimentazioni e.. bruciamo le cose? eccomi qua che arrivo....
allora io credo che gli ingredienti sentano quando noi siamo predisposte oppure no..quindi ad esempio un impasto che deve lievitare è duro che lo puoi tirare nel muro, la verdura invece di stufarsi s'attacca e se brucia.. e via discorendo.... fai un bel respiro.. hiihi..
tu sei la mia spacciatrice di dolci veg preferita ed infatti io raddoppio sempre le tue dosi e, senza nemmeno farlo apposta, ho una confezione di farina di cocco regalatami da una mia amica....quindi questa la farò domani credo... :) ;)
e vai col liscio Franci che tornerà la voglia, la bellezza e la bontà delle ricette e delle foto...
<3 ..
Baci dolci..
Manu
Peanut ha detto…
Come sempre Francy, siam sulla stessa lunghezza d'onda, per cominciare per quanto riguarda il fatto foto: mi fanno sempre più schifo eppure credo di scattare sempre uguale: forse, piuttosto, è la qualità di quelli intorno che si alza sempre di più. Siamo bersagliati da fotONE di piatti anche più di prima, perchè ora anche instagram ne è pieno, quindi è abbastanza normale essere maggiormente sottoposti a questa influenza. Per l'appunto, oltre a non essere particolarmente creativa, non sono neanche brava a copiare. Ehh che ci vuoi fà, anche quella è un'arte che andrebbe imparata.
Secondo di poi per i fallimenti legati all'uso smodato di farina di cocco :'D ho capito che ne devo usare solo una piccola percentuale rispetto al totale di farina (però va detto, a volte quando esagero con la parte liquida un cucchiaio di quella e si risolve tutto!) per non far venir fuori dei mattoni. Forse, se usi ancora uova qualche volta, potresti provarla in abbinata con quelle: vedo che nei dolci paleo è usata quasi esclusivamente e con buoni -almeno ad occhio- risultati.
Finisco qui lo sproloquio.
Comunque a me questi sembrano buoni anche se non li hai immortalati sopra un asciughino!
<3
francesca quaglia ha detto…
Lucry : quoto e sottoscrivo tutto..ma il discorso lo abbiamo già fatto in privata sede, quindi non ripeto cose che già ti ho detto;) La farina di cocco è favolosa ma
Mi ha fatto dannare, mannaggia a lei:-/ Proverò con le uova, tanto il papà mangia tutto��Poi li ri fotograferò sopra all’ascoughino ;)
AliceOFM ha detto…
Anch'io ultimamente cucino molto e brucio molto. I fallimenti li giustifico con l'aumento dei tentativi (più agisci più sono le chance di sbagliare, no?) ma la verità è che ho la testa altrove.
Comunque questi quadrotti mi sembrano, oltre che buoni, pure belli!
francesca quaglia ha detto…
Alice: ohhhhhhhhhhh....mal comune mezzo gaudio <3 E la testa altrove ce l'ho anche io, quindi dai, siamo giustificate. Un bacio e grazie <3