Cake alle mandorle (senza zucchero, senza latticini, gluten free) - Gateau moelleux aux amandes (dairy, sugar and gluten free)


Vi è da dire che quando io mi fisso su una cosa sono (quasi) irremovibile. A parte una serie di impegni assolutamente non culinari che ho intrapreso, adesso mi sono messa in testa di rendere più dolce la settimana di mio padre, che come saprete ha la glicemia leggermente alta, con torte preparate con ingredienti a basso Indice glicemico. L'ho presa come una vera e propria missione a tal punto da rivoluzionare anche la mia dispensa ( pur se da due annetti non abitiamo più insieme ) e da preparare solo più torte con determinate caratteristiche. Tutto ciò con buona pace di Danilo che, dato che faccio un impasto unico da dividere tra le due case,  si vede costretto a mangiare muffins senza zucchero o torte dolcificate in maniera alternativa.
Potrei lasciare che faccia colazione con un caffè (non zuccherato!), cosa che peraltro agoniava da un po' visto che ha sempre mal sopportato l'idea di mangiare qualcosa appena sveglio, oppure che ci pensi sua moglie, e invece no: ho tirato fuori dalla libreria tutti i libri sull'argomento e sono alla continua ricerca di nuove idee che possa mangiare ( senza esagerare ) anche lui. E così durante il week end il mio forno lavora a pieno ritmo. 
Oggi vi presento una torta che a papà è piaciuta molto, e che proviene da un ricettario francese ( questo ) molto interessante. Senza scopo di lucro alcuno, ci tengo a precisare che i libri di questa collana sono davvero ben fatti e, se vi interessa, posso parlarne a parte: sono ricettari a tema, tutti su argomenti specifici ( c'è quello dedicato alle ricette senza glutine, quello alle ricette senza lattosio, ai superfood, alle ricette senza uova, ai dolci naturali..) in lingua francese ma comprensibilissimi, e con foto belle e che vanno dritte al punto. 
Ma bando alle chiacchiere e torniamo alla ricetta: un cake senza zucchero e senza latticini, che ho leggermente rielaborato, rendendolo anche senza glutine. L'ingrediente principale è la farina di mandorle, alla quale ho aggiunto farina di avena certificata gluten free. La versione originaria prevedeva la farina di frumento integrale, ma ho deciso di sostituirla come detto, dato che ho un chilo di farina di avena da smaltire.
A renderlo dolce non c'è lo zucchero, ma lo sciroppo di agave e la composta di mele: sì, quella che trovate al supermercato e che viene impropriamente chiamata "mousse", peraltro accendendo sempre false aspettative in chi, aprendo la confezione, crede di trovare all'interno una voluttuosa mousse come quella al cioccolato. E invece no^_^ Tornando a bomba, potete benissimo sostituirla con una mela cotta e poi frullata, anche se la "mousse" è decisamente più comoda. Il risultato è una torta da colazione bella compatta e leggermente umida, che ho deciso di guarnire con mandorle a scagliette e nibs di cacao ( queste ultime assolutamente trascurabili ).
Vi lascio la ricetta e vi auguro una serena continuazione di settimana sperando, magari, in un week end primaverile e non novembrino.

CAKE ALLE MANDORLE SENZA ZUCCHERO
[ senza zucchero, senza latticini e senza glutine ]
PORZIONI: uno stampo da plum cake medio
NOTE: se la torta è destinata ad amici celiaci, accertatevi che la farina di avena sia certificata dall'AIC. L'avena è naturalmente senza glutine, ma è soggetta al rischio di contaminazioni, ergo per utilizzarla senza problemi, deve essere certificata. Se non la trovate, sostituitela con quella di riso o di grano saraceno. La composta di mele è quella che trovate comunemente in vaschetta.

Ingredienti
2 uova di galline felici
50 gr di farina di avena (certificata AIC per la versione gluten free)
100 gr di mandorle in polvere
100 gr di composta di mele
100 ml di sciroppo di agave
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito in polvere
4 cucchiai di olio riso
mandorle a filetti e nibs di cacao per guarnire

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Sgusciate le uova e separate i tuorli dagli albumi. Montate i bianchi a neve con un pizzico di sale e mettete da parte. Mescolate le due farine con il lievito, aggiungete la composta di mele, l'olio, i tuorli leggermente sbattuti e lo sciroppo di agave. Mescolate bene, per sciogliere eventuali grumi. Unire anche gli albumi montati, mescolando dall'alto verso il basso per non smontarli.
Versate dentro ad uno stampo da plum cake rivestito di carta da forno, cospargete la superficie con mandorle a filetti, quindi infornate per circa 30' o fino a quando uno stecchino inserito all'interno ne uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare, quindi servite.

Commenti

elenuccia ha detto…
Anche mia mamma purtroppo ha la glicemia alta e non può mangiare dolci. E si becca tutte la mattine la tortura di guardare mio padre che invece si scofana il plumcake che gli preparo tutti i fine settimana. Quindi lo sciroppo d'agave ha un indice glicemico più basso dello zucchero? anche rispetto a quello di canna integrale? mi piacerebbe poter fare un dolcetto anche per la mamy
ilditoelaluna ha detto…
Che brava pacioccola la Francy che coccola così il suo papà!
sai che io non amo il dolce per nulla e in tutte le ricette lo riduco da matti, tipo ho rifatto per la ventimillesima volta la tua tortina con le pere e avena in dose doppia, ma lasciando lo zucchero come nella tua...;) ah si.. poi già la mela (che io cuocio e frullo perché non ho quelle pappe in casa e mi vien sempre voglia di fare una tua ricetta così di punto in bianco) dolcifica di suo.... quindi..
sto cake, ovvio che lo provo, lo metto nella lista assieme ad un altro dolcetto e ad un paio di biscotti che voglio provare azzolutamente... mentre volevo segnalarti quetsi biscotti qua...
http://www.lacucinaspontanea.com/2014/11/biscotti-con-farina-di-ceci.html
sono buonissimi e non sembrano assolutamente fatti con la farina di ceci.. fidate.. babbo mio rompi scatole non si è accorto.. puoi provare.
Sarei stra felice se raccontassi di quei libretti francesini... ;)
ehm un bacino, grazie mille per esserci ancora e si.. speriamo nel sole...
Manu.
francesca quaglia ha detto…
Ele: ma sì, ho letto così:) La ricetta originale aveva il miele, a dire la verità, ma so che l'IG del miele è alto..Prova, poi mi fai sapere!<3
Manu: non ami il dolce??? uh, io potessi ci vivrei, di dolce..e per quanto mi riguarda una cosa più dolce è , più mi piace! Magari non stomachevole, ecco, questo no..Un bacione
Togliere lo zucchero dai dolci, almeno da quelli che si consumano quotidianamente, è positivo per tutti e se il risultato è una tortina come questa non se ne accorge nemmeno l'assaggiatore più severo ;-) Tra l'altro, in estate, si può utilizzare anche la pesca (che però dovrebbe avere un ig più alto della mela...), che con le mandorle ci sta alla grande!
Fai bene a coccolare il tuo papà <3
Un bacione!
francesca quaglia ha detto…
Ciao Virgy <3 Come dicevo a Manu, a me il sapore dolce piace tantissimo, ma dico la verità: per me uso il Tic :-/ mentre nelle torte del papà e del fidanzato, da un po' ho iniziato ad usare "zuccheri" alternativi...^_^ Con la pesca sarà buonissima senz'altro..lo farò, anche perchè papà non ha la glicemia altissima, quindi.... Un bacio
Giuliana Manca ha detto…
Deve essere ottima, grazie mille!!!!
Daniele Avagliano ha detto…
Avete bisogno di un finanziamento bisogno di un prestito per rilanciare le attività della vostra azienda, per realizzare un progetto, rimborsare i vostri debiti, siete confrontati alle difficoltà finanziarie. Offerta di prestito disponibile per le persone serie che sono realmente nella necessità. È semplice, veloce e senza costrizione. Un prestito vi impegna e deve essere rimborsati.Verificate le vostre capacità di rimborso.
Email: daniele.avagliano1305@gmail.com