Torta con farina di avena e pere ( veg e senza glutine ) - Vegan, gluten free, pear oat cake

In super ritardo: Buona Pasqua! Quest'anno, perdonatemi, ho proprio perso il senso del tempo e non mi sono nemmeno ricordata che domenica avremmo dovuto festeggiare. Cercherò di farmi perdonare anche se qui, me ne rendo conto, si cucina sempre meno, e quando lo si fa sono dessert. In realtà adesso ho una preoccupazione che, però, cercherò di tramutare in una sfida: gli esami del sangue di mio papà hanno rivelato la glicemia un po' alta. Nulla di preoccupante, dicono i medici, dato che i valori sono solo leggermente sopra la media, ma ovviamente sono un po' preoccupata. Il medico gli ha raccomandato di fare attenzione alla frutta ( con la quale a volte esagera ), alla pasta, di mangiare più verdura di quanta già ne mangi etc etc...Ovviamente di non zuccherare il caffè, non mangiare dolci e via dicendo ma qui il discorso è più semplice perchè mio padre, nonostante da quello che pubblico sembri il contrario, di dolci ne mangia davvero pochi.
A differenza della figlia, che vivrebbe di gelati e biscotti e cerca la nota dolce anche laddove non ci starebbe, lui non ne va matto. E anche le torte che faccio nel week end, e che vengono spartite tra lui e Danilo, non sono quel concentrato di zucchero che si potrebbe immaginare. Anzi, come ben potete vedere dagli ultimi post, ho già da un po' virato verso qualcosa di più salutare che non i dolci tradizionali con uova, burro e zucchero. Un po' perchè mi piace provare abbinamenti e ricette nuove, un po' perchè spero di riuscire a fare apprezzare anche ai più tradizionalisti le ricette "senza".

Purtroppo, però, come dicevo sopra, non è solo lo zucchero a "fare male" quando si ha la glicemia un po' alta. Nella speranza che papà impari a sostituire il pane e la pasta con il riso o l'avena, a limitare la frutta, a non zuccherare il caffè etc etc, per Pasqua ho voluto "coccolarlo" con una torta alla farina di avena ( mi sono documentata e ho appreso che ha un IG basso ) e zucchero di cocco, anch'esso con un basso IG. Benchè fossi molto dubbiosa sul risultato, dato che non è lievitata come avrei voluto, è venuta molto buona e vi posso assicurare che l'impasto era buonissimo sia crudo ( ehmmmmmmmm ehmmmmmmmmmm ) che cotto.
La consistenza è umidina, merito di una piccola pera che ho infilato nell'impasto e che, ovviamente, potrete omettere o sostituire con una mela o altra frutta ( tipo i lamponi o le fragole, anche se rilasciano un po' più di succo). Sono stata davvero contenta che sia piaciuta a mio papà e spero che piaccia anche a voi. Ah giusto, dimenticavo: è veg e senza glutine, dato che ho utilizzato una farina di avena certificata gluten free ( e qui il discorso sarebbe ampio: l'avena di per sè è senza glutine, quindi adatta i celiaci...il problema sono le contaminazioni, ragion per cui non sempre viene considerata adatta ai celiaci. Sono però riuscita a trovare una farina di avena certificata dall'AIC, quindi in questo caso posso scrivere tranquillamente che è gluten free ). Il risultato, come dicevo, è stato apprezzato molto anche dalla sottoscritta, oltre che dal papà: è leggera, dolce q.b., sana...Unico avvertimento: con queste dosi non utilizzate uno stampo troppo grande, altrimenti avrete una specie di "focaccetta".  Di preciso non so dirvi quanto fosse il mio, ma direi che uno di medie dimensioni potrebbe andare bene. Peraltro, e mi scuso per essermene accorta in ritardo, è molto simile a questa della mia Lucry che, però, conteneva le mele e la farina di mandorle: al prossimo giro la provo :)
Un bacio e buona Pasqua, anche se in clamoroso e scandaloso ritardo.

TORTA CON FARINA DI AVENA E PERE 
[ veg, gluten free ]
PORZIONI 12-15 quadretti
NOTE: ho utilizzato farina di avena certificata gluten free. La purea di mela che ho utilizzato è quella che trovate in vaschetta, chiamata impropriamente "mousse": potete sostituirla con una mela cotta e frullata.

Ingredienti
200 gr di farina di avena
100 gr di zucchero di cocco
50 ml di olio di riso o di semi
50 gr di purea di mele
140 ml di latte di mandorle o di nocciole
una piccola pera kaiser
1 cucchiaio di lievito in polvere
cannella q.b.
mandorle a lamelle per guarnire

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°.
In una terrina mescolate la farina con il lievito e la cannella, quindi unite lo zucchero di cocco e mescolate. In un boccale dai bordi alti mettete olio, latte e purea di mele. prendete un mixer ad immersione ed emulsionate per qualche minuto. Unite il liquido alle polveri e mescolate per togliere eventuali grumi. Unite la pera tagliata a dadini, date ancora una veloce mescolata, quindi versate il composto in uno stampo quadrato rivestito con carta da forno. Cospargete la superficie con le mandorle ed infornate per circa 40' o fino a che uno stecchino inserito all'interno ne uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare completamente prima di tagliarla a quadretti.

Variazioni e suggerimenti:
- Se non trovate lo zucchero di cocco, e dell'IG non vi importa, sostituitelo con quello di canna;
- La pera può essere sostituita da una mela, meglio se renetta;
- Anzichè le mandorle, utilizzate gherigli di noce, che con le pere stanno molto bene;
- Se non vi piace la cannella, omettetela;
- Potete utilizzare latte di cocco o di soia.

Commenti

ilditoelaluna ha detto…
ciao Franciiiiiiii!
che bello trovarti qui....e che bella questa tortina... in realtà a me piacciono tutte le tue tortine.. o per lo meno quelle che ho provato ... e questa la faccio sicuro, sia perché amo sperimentare il senza (che poi lo rifilo pure a sorella rompiballe), sia perché adoro l'avena, le mele e le mandorle...
Per papino invece posso dire che, per ridurre la glicemia post-prandiale o per lo meno per fare in modo si alzi più lentamente, se unisce sempre verdure o legumi nei pasti già aiuta molto grazie alla fibra, così se magari mangia del pane bianco o della pasta con lenticchie o fagioli o piselli e delle verdure, anche se la pasta non è integrale, le fibre rallentano l'assorbimento degli zuccheri e quindi la glicemia si alza più lentamente.. lo stesso avviene con le proteine animali (se lui le mangia...)..ovviamente però il dottore glielo avrà detto...
tu tranquilla però... e magari digli di muoversi un po' d più ... anche quello aiuta a riequilibrare il controllo glicemico...
baci baci..
e buona pasqua...
francesca quaglia ha detto…
GRAzie Manu, sei sempre molto cara :) Riferirò i tuoi consigli al mio papy. Quanto al movimento, regge, lui dovrebbe muoversi meno perché è sempre in giro, ha mille impegni e non sta fermò un secondo.Un bacio e grazie
francesca quaglia ha detto…
Ho scritto dal cellulare e ho fatto un casino 😂 Volevo dire "eheheh" non "regge"
simona ha detto…
dev'essere buonissima, gli ingredienti sono tutti ottimi e anche lo zucchero di cocco è molto buono, se non fosse che costa un'occhio della testa, ma questo è un altro discorso. Tuo papà è molto fortunato :) Un bacione
francesca quaglia ha detto…
Grazie Simo :)
Daniele Avagliano ha detto…
Avete bisogno di un finanziamento bisogno di un prestito per rilanciare le attività della vostra azienda, per realizzare un progetto, rimborsare i vostri debiti, siete confrontati alle difficoltà finanziarie. Offerta di prestito disponibile per le persone serie che sono realmente nella necessità. È semplice, veloce e senza costrizione. Un prestito vi impegna e deve essere rimborsati.Verificate le vostre capacità di rimborso.
Email: daniele.avagliano1305@gmail.com