Plum cake integrale ai mirtilli ( senza latticini ) - Blueberry loaf cake ( dairy free )

Alla fine l'ho fatto. Il saltino ad una nuova veste del blog. Anzi, già il giorno successivo al post nel quale vi annunciavo che era mia intenzione muovermi in tale direzione, ecco che ho chiuso gli occhi e ho cambiato modello. Avessi questo coraggio anche nella vita "reale" non mi lamenterei affatto, ed invece...Comunque, benché a grandi linee senta che sarà la versione definitiva (cosa che credo di aver già detto mille volte ) , il blog è ancora in fieri, ergo se avete appunti, consigli o aiutini da casa, sappiate che sarà tutto ben accetto. Bene, con la storia della mia voglia di modifiche non vi tormenterò più. Passiamo alla ricetta, che forse vi interessa maggiormente, dato che è perfetta per le colazioni o le merende a venire. Mi dispiace deludere gli amanti del salato, ma qui ultimamente si respira solo aria di dolce. Come vi avevo detto a proposito della panna cotta veg della volta scorsa, recentemente ho trovato al supermercato lo zucchero di cocco. Non so, e sono sincera, quali siano le sue proprietà, ma mi incuriosiva parecchio, ergo come tutte le novità, è finito nel mio carrello della spesa.
A differenza di tante altre novità, però, non è rimasto in dispensa così tanto a lungo da scadere ( ehmmmm ehmmmmm...), ma l'ho prontamente aperto ed usato.
Il colore è simile a quello di canna, ma la consistenza è più umidiccia e "sabbiosa", mentre il profumo ed il sapore sono caramellati. La cosa che mi piace molto, è che conferisce ai dolci un bellissimo colore ambrato che fa subito "rusticone". Dopo averlo utilizzato per la panna cotta, l'ho usato anche per un semplice plum cake preparato con la tecnica della Quattro quarti (ma con l'olio anziché il burro) ed il risultato è stato molto apprezzato, sia da mio padre che da Danilo. Se vi piacciono i plum cake umidicci non esitate a farlo. Per rendere il tutto un po' più "sano" e virtuoso, che si sa, ci stiamo avvicinando all'estate ed essere virtuosi ci tocca ;) ho utilizzato farina integrale, ed ho aggiunto anche una manciata di mirtilli, sostituibili con altri frutti di bosco. Poi, per chi non può assumere latticini, dico anche che questo non ne contiene, quindi certo, in un certo senso è molto sano (ma, sinceramente, checefrega ?????).
Vi lascio la ricetta per uno stampo da plum cake abbastanza piccino (una colazioncina per due persone) ma tenete presente che con queste dosi ho ottenuto anche due muffins, quindi direi che per uno stampo da 15 cm stiamo più che comodi. Ovviamente, se dovete prepararlo per tante persone, raddoppiate le dosi ed utilizzate uno stampo più grande. Vi auguro buona settimana di primavera!

Plum cake integrale ai mirtilli
[ senza latticini ]

2 uova di galline felici ( all'incirca 90 gr )
100 gr di farina integrale
90 gr di zucchero di cocco
45 ml di olio di semi
1 cucchiaio di lievito per dolci
mirtilli q.b.

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°.
Sgusciate le uova in una ciotola e montatele a lungo con lo zucchero, fino ad ottenere un composto raddoppiato di volume. Unite l'olio e, poi, la farina setacciata col lievito. Se il composto fosse troppo sodo unite un goccio di latte vegetale. Passate i mirtilli in un velo di farina ed incorporateli all'impasto ( così non affonderanno ). Versate in uno stampo da plum cake rivestito di carta da forno, e cuocere per circa 35' o fino a che uno stecchino inserito all'interno ne uscirà pulito. Spegnete, fare raffreddare e servite. 

***
ENGLISH

Blueberry loaf cake
[Dairy free]

2 free range eggs ( 90 gr )
100 gr whole wheat flour
90 gr coconut sugar ( or brown sugar )
45 ml seed oil
1 tbs baking powder
blueberries

Method:
Preheat the oven to 180°C.
Beat the eggs and the sugar until the mixture becomes light and fluffy.
Now add the oli cheese and stir thoroughly.
Mix in the flour, the baking powder and stir until everything is evenly mixed.
Fold blueberries gently into the mixture.
Pour into a plum-cake tin, previously greased and floured.
Bake for about 35′ and let it cool down completely before unmould.

Commenti

elenuccia ha detto…
Ma si checcefregaaaaaaa :-) sai che mi piace pure la foto orizzontale? o guarda che è un gran complimento perchè normalmente non è così. Molto bella la sfocatura, calibrata benissimo. La tua descrizione dello zucchero di cocco mi ha fatto un po' pensare allo zucchero panela. E' stupendo, ha un colore così invitante. ma lo zucchero di cocco mantiene il sapore di cocco?
ilditoelaluna ha detto…
Ma pacioccolaaaaaaa che bella questa nuova casettaaaaaa e che bella questa ricettaaa! ah guarda io non ci voglio prooooooooprio pensare alla prova costume e a tutte quelle super fisime.... mi sono un po' stancata sinceramente di "quello fa bene a ..." questo si" ,"questo no" ... basta... io mangio quello che mi sento, consapevolmente .... quindi... viva il cake! e come solito dose doppia per me... ;)
Fra mi piaci un sacco sai?
un bacino....
Manu
ehm ehm ehm... se ci metto mele, o fragole?
Francesca ha detto…
Eleeeeeeeeeee..grazie^_^ Sai quanto mi fanno piacere gli apprezzamenti sulle foto ( la torta può fare pure schifo, ma la foto giammai!!!). Quindi, dici che sono pronta anche per le orizzontali? ;) Tornando serie, il sapore è caramellato, ma la "coccosità" la perde abbastanza ( devo dirtela tutta: nella torta non l'ho assaggiato, ma nella panna cotta sì..beh, là si sentiva perchè c'era anche il latte di cocco. Cmq, ad onor di cronaca, vado a casa e lo assaggio in purezza ). Un bacio, bella <3
Francesca ha detto…
<3 Grazie Manu! Certo, puoi usare la frutta che vuoi. Un bacio
Ely Valsecchi ha detto…
Mi piace tanto tanto il nuovo vestitino del blog :-) hai visto che i salti nel vuoto alla fine fanno bene? :-) Zucchero di cocco???? Ma dove lo hai trovato???? Ora mi hai incuriosito da matti, devo cercarlo!!!! Questo plumcake è rustico al punto giusto e mi sa che il tocco in più è stato proprio grazie allo zucchero di cocco!!!! Baci
Francesca ha detto…
Grazie Ely:))) L'ho trovato all'Esselunga: questo che ho usato io è dell'Eridania, ma ho visto anche altre marche .Un abbraccio:)
Giuliana Manca ha detto…
Adoro i dolci da colazione integrali, ottimo questo plum cake!!!!
Anonimo ha detto…
Questo PlumCake è proprio bello bello e anche goloso! Ma soprattutto mi fa da ispirazione per della panna vegetale in esubero [per 10 fragole ne ho montata mezzo litro!!] e dello yogurt di soia al limone che oggi dovrebbe scadere. Della serie che del tuo plumcake non rimmarrà quasi nulla ma sappi che mi ha ispirato all'istante!! Baci, Lara!
Francesca ha detto…
Grazie!