Quattro quarti alle pere, the matcha e cioccolato ( senza burro )

Su dai, un'altra torta. Ottobre è incominciato, il freschetto ( per lo meno al mattino ed alla sera ) anche..c'è voglia di dolci ed il forno può ( anzi, deve ) essere riacceso. Ma voi, a dire il vero, lo avete mai spento?^_^
Dopo la Carrot Cake della settimana scorsa ( a proposito: l'avete vista?) che mi ha riportato con la mente e con il cuore a New York, torno in Italia con un qualcosa di davvero semplicissimo. Perchè, alla fin fine, come si diceva con la dolce e bravissima Marta, va bene avere centomila libri di cucina, ma le ricette che vanno per la maggiore sono sempre le stesse: quelle che conosciamo a memoria e facciamo e rifacciamo ad occhi chiusi. Infatti, questa è una semplice Quattro quarti.
Non odiatemi, se potete: lo so che di Quattro quarti ne avete piene le scatole, giacchè sul blog ve ne ho proposte di ogni. Grandi, piccole, con il cioccolatol'olio, il burro, la frutta e via dicendo. Sotto forma di torta rotonda, plum cake, muffins, etc etc.
Il fatto è che trattasi di una ricetta base che riesce sempre, è veloce e si può variare a piacere: in estate ci mettiamo i frutti di bosco o le pesche, se la vogliamo servire a colazione la lasciamo "liscia" e al massimo la aromatizziamo con vaniglia o cannella, per merenda la possiamo farcire. Insomma, è un po' come il tubino nero: non stufa mai. 
Questa volta, complice il ritorno delle pere, ne ho fatta una versione davvero leggerissima e golosa: ricotta, qualche goccia di cioccolato ( sì, ne avrei potuto mettere un po' di più, ma in realtà mi sono trovata con un avanzo di tavoletta di cui non sapevo cosa farne ) e pere. Per arricchirla ulteriormente, rendendola un po' più particolare, un cucchiaino di the matcha ( comprato in offertissima da Katustyan's). 
Breve precisazione: la Quattro quarti, tecnicamente, prevede il burro ( nello stesso peso delle uova, dello zucchero e della farina ) ma spesso utilizzo l'olio, sia per una questione salutistica che di sapore. Questa volta, invece, ho usato la ricotta che lo ha reso leggermente umido e molto più leggero ( in termini di calorie ). E poi, diciamocelo: ricotta e pere è sempre un abbinamento azzeccatissimo, anche quando trattasi di una torta soffice e non di una cremosa.
A mio papà, amante dei dolci semplici, è piaciuta molto.
Vi lascio con la stupida ricetta e con alcuni consigli ^_^
QUATTRO QUARTI ALLE PERE, THE MATCHA E CIOCCOLATO
[senza burro-senza olio]
PORZIONI: tortiera di 18 cm di diametro
NOTE: uova, zucchero, farina e ricotta devono essere lo stesso peso

Ingredienti
2 uova ( sui 130 gr )
130 gr di ricotta vaccina freschissima
130 gr di zucchero semolato
130 gr di farina addizionata di lievito
1 cucchiaino di the matcha in polvere
1 pera grande
cioccolato fondente in scaglie q.b.
un pizzico di sale

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°.
Separate i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale. In un'altra terrina montate i tuorli con lo zucchero fino a che saranno raddoppiati di volume. Aggiungete la ricotta e, sempre mescolando, la farina. Infine aggiungete il the matcha e mescolate. Versate metà composto in una tortiera rivestita di carta da forno, quindi ricopritelo con fettine di pera e scaglie di cioccolato. Versate l'altra metà del composto e cuocete in forno per circa 35'. Spegnete, lasciate raffreddare, quindi servite.


 Variazioni  e suggerimenti:
- Utilizzate un cioccolato dal sapore intenso: io ho usato un 90%. 
- Per un risultato più cioccolatoso ed omogeneo, mescolate il cioccolato all'impasto, anzichè distribuirlo sullo strato di pere;
- Il the matcha può essere omesso o, se vi piace, sostituito con un po' di cannella in polvere;
- Se volete rendere la torta leggermente variegata, aggiungete del cacao in polvere alla metà di impasto che metterete sopra alle pere;
- Servitela spolverizzata di zucchero a velo o con panna semi montata.

Commenti

Sabrina Fattorini ha detto…
Che meraviglia!!! Io adoro la 4/4!!! Ne faccio spesso e credo proprio che rifarò anche la tua!!! Grazie!!!
Francesca ha detto…
Grazie a Te, Sabrina!!
rossella ha detto…
'Sta torta è una poesia, a partire già dal titolo, e per finire su consistenza e foto... Guarda grazie, una boccata d'aria in queste giornate faticosissimeee <3 <3 <3 ;-*
Francesca ha detto…
davvero Ross????? oddio che feliceeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee <3 Periodaccio per le foto e per le ricette, quindi sapere che ti piacciono porta aria fresca anche a me <3
La seconda foto, quella con la fetta, fa proprio venir voglia di agguantare quella torta e papparsela :-) Immagino già la consistenza, umida e coccolosa come piace a me... E che abbinamento! Adorissimo <3<3
Francesca ha detto…
Dai Virgy..metto su il bollitore per il the ;)
elenuccia ha detto…
Francy ma che belle foto!!!! io devo averla provata con tutto, dipende da quello che ho in casa. Philadelphia, ricotta, mascarpone...anche se non ho mai fatto l'originale col burro perchè mi fa impressione mettere stesso peso burro e farina. Secondo me la migliore è col mascarpone ma ovviamente più calorica della ricotta.
PS: tesoro sei un po' troppo tirchietta in fatto di cioccolato :-)
Francesca ha detto…
col Philadelphia è una grande idea!!!!!!!!!!!!!! devo assolutamente provare..Per il cioccolato hai ragione, ma non dovevo neanche metterlo, sai? poi mi sono trovata con un avanzo di tavoletta e ci ho provato... Un bacio <3