11/10/16

Insalata con shirataki, ceci e alghe

Capita che, quando si tratta di ricette, arrivo sempre tardi. A parte che, scartabellando le foto del mio pc ho trovato cose che neanche sapevo più di avere e di cui spero di postare presto qualcosa, mi sono accorta di non aver ancora condiviso una ricettina tanto stupida quanto buona. Ok: so che qui si sta facendo ora di zuppe e spezzatini ( di soia!) più che di insalate, ma tant'è. Questa non è la classica insalatona di pomodori che mal vedrei in autunno, ergo ve la posto ugualmente sperando di farvi cosa gradita, anche in una giornata di pioggia come questa. E' una cosa decisamente stupida ma abbastanza particolare: protagonisti, ancora una volta, gli shirataki.
Premessa: non ne faccio largo uso, perchè non amando la pasta non sento l'esigenza di ricorrere a sostituiti "poco calorici" che mi facciano provare l'ebbrezza di arrotolare senza sensi di colpa.
A dirla tutta, penso che i tanto demonizzati carboidrati, sotto forma di pasta, riso o chicchessia, non siano da abolire ( mi si rizzano i capelli quando sento persone che dicono di aver eliminato i carboidrati per dimagrire!) ma da consumare tranquillamente, scegliendo la forma che si preferisce. Certo, se come me li consumate soprattutto alla sera per fattori pratici, magari meglio evitare la carbonara per una questione di digestione, ma fatto questo piccolo appunto direi che si possono mangiare quando e come ci pare. Poi, non sono una dietologa, quindi le mie considerazioni lasciano il tempo che trovano, ma vabbè... 
"Scusa gioia" mi potreste dire voi "ci fai tutta 'sta filippica sul fatto che i carboidrati vanno mangiati, per poi proporci una ricetta con gli Shirataki????" che, come vi avevo spiegato, sono degli "spaghetti" praticamente senza calorie, molto utilizzati in una famosa "dieta".
Appunto: stavo dicendo che non sono un'amante della pasta, quindi di mangiarla non ne sento l'esigenza. I miei carboidrati prendono per lo più la forma di riso, miglio, fiocchi di avena, cous cous...Ecco, senza pasta potrei vivere, ma senza la mia dose quotidiana di riso/miglio/avena no. Anche il pane non mi fa impazzire, ma a colazione, alternato a cereali vari, lo consumo spesso. E' una scelta assolutamente personale e solo ( ripeto, solo ) dettata dalle mie preferenze in materia: non sono mai stata un'amante dello spaghetto o del fusillo, neppure da ragazzina, ma del cereale sì, eccome!
Gli Shirataki li avevo comprati per curiosità ( come ben sapete sono ingorda di novità ) in un periodo in cui tutti ne parlavano. Presa dal raptus, li ho pagati a prezzo d'oro ma li ho utilizzati così rare volte che stavano per scadere in dispensa. La verità è che non sono cattivi, ci mancherebbe, ma sanno di niente, non si amalgamano ai sapori e renderli gradevoli è impresa davvero ardua. Questa insalata, che potrete replicare anche con spaghetti di riso o di soia, è stato un modo alternativo per consumarli e non fargli fare una brutta fine. Li ho anche mangiati dentro creme e vellutate e vi dirò che sono un'altra variante non malaccio, ma magari ne parliamo più avanti.
Vi lascio l'idea: ricordatevi che le dosi sono assolutamente indicative, ergo regolatevi a piacere, anche sulla tipologia di alghe, che possono essere wakame, arame o quelle che più vi piacciono. Bene anche le nori, ma aggiunte alla fine della preparazione e non ammollate. Lo considererei un secondo abbastanza veloce e da arricchire come meglio credete. Se, anzichè gli shirataki, scegliete spaghetti di riso o di soia, allora potete considerarlo un piatto unico. 
Un bacio e buona settimana!
Insalata con shirataki, ceci e alghe 
[gluten free-veg]
Ingredienti per due persone

Shirataki* 
10 gr di alghe Wakame o Hijiki secche
Spinacini freschi 
250 gr di ceci in scatola
Miso q.b.
Senape q.b.
Olio evo q.b.
Semi di sesamo
Salsa di soia.

*secchi o conservati in acqua. Come dose direi non più di 100 gr ( 250 gr ) per tutta la ricetta, trattandosi di un'insalata che ha anche altri protagonisti che non dovrebbero essere sovrastati dagli shirataki.
** Se utilizzate spaghetti di riso o di soia, seguite le istruzioni riportate sulla confezione.

Preparazione
Mettete a bagno le alghe per circa 15'. Lavate le foglie di spinaci e tamponatele delicatamente. Mettetele sul fondo di due piatti. Portate ad ebollizione acqua leggermente salata e cuocete gli shirataki per 7' ( se usate quelli conservati in acqua, saltate questo passaggio e lavateli sotto acqua corrente ), quindi scolateli e metteteli da parte. Scolate i ceci, quindi fateli saltare in una padella con un filo di olio in una padella , sfumandoli con poca salsa di soia. Metteteli da parte. Scolate e strizzate delicatamente le alghe. Componete i piatti mettendo sopra agli spinaci , le alghe, i ceci e gli shirataki. Condite il tutto con una salsina fatta mescolando il miso con la senape e l'olio ( regolatevi secondo i vostri gusti ). Cospargete con semi di sesamo e servite.

Variazioni e suggerimenti:
- Se utilizzate spaghetti di riso o di soia, seguite le informazioni per la cottura riportate sulla confezione;
- I ceci possono essere sostituiti da fagioli, edamame (soia ) o lenticchie;
- Per una versione autunnale, aggiungete della zucca cotta al forno;
- I semi di sesamo possono essere leggermente tostati in una padella antiaderente.


15 commenti:

  1. Anche a me si rizzano i capelli quando vedo qualcuno che taglia i carboidrati per perdere peso... Oltre al fatto che sono necessari per la salute, fanno anche venire il buonumore!
    Tempo fa li volevo comprare anche io 'sti shirataki (stesso motivo tuo), poi mi sono passati di mente e non l'ho più fatto :-D Io mangio insalata anche a gennaio perchè non resisto alle verdure crude, quindi no: non arrivi affatto tardi ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh Virgy, già...e ne conosco diverse, di persone così. Gli shirataki sono da provare per curiosità, ma considerando quello che costano direi che si vive lo stesso anche senza :) Un bacio

      Elimina
  2. Zucca e ceci ❤❤❤❤ .
    Sì questa variante mi alletta.
    Comunque nemmeno io amo quegli spaghetti e come te amo i cereali in chicco, le alghe le adoro... Quindi tutto ottimo.
    Sai che mi stava tornando in mente il tuo hummus di zucca e lenticchie rosse?!
    Dio che bontà. Devo rifarlo al più presto ❤

    Camiria

    RispondiElimina
  3. Camy❤️❤️❤️che bello vederti qua (dichiarazione d'ammmore: adoro i tuoi video e ho appena visto l'ultimo che hai caricato.:) Anche io adoro il tofu affumicato).Eh già: gli shirataki non hanno incontrato molto le mie simpatie, ma con i ceci e le alghe è tutto buono:) Quanto all'hummus, magari sugli shirataki sta bene;) Un bacio, bella❤️

    RispondiElimina
  4. qualche anno fa avevo abolito i carboidrati per dimagire e ...sono dimagrita.
    troppo.
    in estrema sintesi posso riferire che da quando ho ripreso a mangiarli (e ho ripreso peso - ma non ero sovrappeso nemmeno prima di abolire i carboidrati ahimé) sono molto più "bella". nel senso di sorridente, di buon umore ecc.
    :)
    un abbraccio a te, francy.

    RispondiElimina
  5. In questo periodo vado matta per le zuppe, ma non disdegno anche delle insalate come queste, chè non sempre ho voglia di cuocere, spadellare e ripassare le verdure.
    E poi io amo spinacino, alghe e ceci :)

    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spinacini , alghe e ceci sono una combo fantastica :))) Un bacio, bella

      Elimina
  6. Anche io non sono un'amante della pasta, ma non posso resistere al pane. Se fosse per me mangerei solo di quello ma mi limito altrimenti sai tu quante calorie ingurgiterei. Non amo gli shirataki, non sanno di niente e sono anche un po' troppo gelatinosi per i miei gusti. invece i noodles mi piacciono e credo che vadano comunque benissimo in questa insalatina. E' davvero invitante ma per farci cena in casa mia almeno 3 ciotole a testa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto Ele: con i noodles verrà favolosa!!! P.s. ma questo non era il pranzo, eh :))

      Elimina
  7. Mai mangiati gli Shirataki! Particolari. Comunque per la storia "non mangio carboidrati per dimagrire" io sono dimagrita con la dieta della dietista mangiando la pasta a pranzo e una fetta di pane alla sera!
    Bisogna fare movimento è quello il segreto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ hai ragione! Movimento e mangiare un po' di tutto, senza esagerare ma neppure senza provarsi delle cose. Un bacio e grazie

      Elimina
  8. Mi piace questa ricetta Francy!! La provero' questa sera :) baci

    RispondiElimina
  9. Mi piace questa ricetta Francy!! La provero' questa sera :) baci

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!