Muffins con cioccolato al caffè

Dai, giacchè qui ad Asti questa mattina l'aria è ( stranamente ) freschetta, colgo l'attimo e posto una ricettina veloce veloce che però richiede l'uso del forno. Tra l'altro è lunedì e un dolcetto è necessario per rendere la settimana più dolce, nevvero? Trattandosi delle ultime settimane di lavoro, sono particolarmente pesanti dal punto di vista emotivo, perchè la voglia di fare alcunché scarseggia. E il tempo vola. Solo ieri vedevo sul Faccia libro le foto di amici e conoscenti al mare, in montagna o al lago, e tra me e me pensavo "Guarda quanta gente che si fa il long week end fuori porta!". Solo dopo ho realizzato che siamo già a luglio, e che più che di week end si trattava di vacanze vere e proprie.
Quindi, se state per partire e vi trovate nell'impellenza di far fuori scorte di cibo, questi piccoli muffins potrebbero esservi di aiuto.
Per quanto mi riguarda li ho fatti semplicemente perchè avevo del cioccolato che si stava sciogliendo e della margarina che volevo terminare e non comprare più, non certo per far fuori cibo prima di grandi partenze. Anzi, a tal pro, aprirei una parentesi, facendo coming out. 
Io ho un problema con gli accumuli di cibo.
Potrei stare via anche un mese,ma non riuscirei mai a finire ciò che ho senza comprarne immediatamente dell'altro. Pensate che dovrei sbrinare il freezer ma non so dove sistemare il cibo nel frattempo e, d'altro canto, l'idea di non comprare più surgelati e dar fondo a TUTTE le scorte così da poterlo sbrinare agevolmente, mi manda in ansia. Cioè, un conto è se una cosa non mi piace o non voglio più comprarla ( come la margarina, giusto per fare un esempio ), ma potrei mai rimanere con un solo cartone di latte vegetale ( al momento ne ho una decina ) o con una sola marmellata ( credo di averne circa sei intatte ), o con un solo pacco di cereali? NO.
Per me raggiungere quota tre è già sinonimo di mancanza, ergo, capite il problema di non poco conto. 
Comunque, manie della sottoscritta a parte, se voi vi trovate con un avanzo di farina, un uovo che vaga solingo nel frigo, una tavoletta di cioccolato mezza squagliata, ecco che potete prendere spunto per questi cinque ( o sei, dipende da quanto sono grandi i vostri stampini ) muffins da fare e mangiare senza troppi pensieri ( o da congelare ;) ).
In realtà, trattandosi di quattro quarti, più che di dosi vere e proprie dobbiamo parlare di peso dell'uovo. Sgusciatelo e pesatelo, quindi proseguite con gli altri ingredienti nello stesso peso dell'ovetto. Va da sé che se volete fare tanti muffins, oppure avete tante uova da utilizzare, il discorso non cambia: dovete sempre basarvi sul peso dell'uovo, che sia uno o che siano dieci. 
La margarina può essere sostituita con il burro, ed il peso non cambia, mentre se preferite l'olio dovete usarne 2/3 rispetto al peso del burro/margarina. Quanto al cioccolato, io ho usato qualche quadretto di cioccolato al caffè, ma ovviamente va bene tutto, anzi, in fondo alla ricetta vi metto qualche ideuzza carina per avere dei muffins sempre diversi.
Buona settimana!

Muffins quattro quarti con cioccolato al caffè
Ingredienti per 5 piccoli muffins

1 uovo ( 50 gr circa ) di galline felici
50 gr farina 00
50 gr margarina o di burro
1 cucchiaino di lievito in polvere
50 gr zucchero
50 gr di cioccolato al caffè
zucchero a velo per decorare

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Sgusciate l'uovo in una terrina, unite lo zucchero e la margarina morbida, quindi incominciate a montarlo con le fruste fino ad ottenere un composto spumoso. Unite la farina setacciata con il lievito ( se il composto fosse troppo sodo unite qualche goccio di latte o di caffè ) e, infine, il cioccolato a scagliette. Versate il composto in 5 pirottini di muffins rivestiti di carta da forno ( o di silicone ), quindi infornate per circa 15' o fino a quando uno stecchino inserito al centro uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare, quindi servite dopo averli spolverizzati con zucchero a velo.

Variazioni e suggerimenti:
- Il cioccolato al caffè può essere sostituito da ogni altra tipologia di cioccolato.
- Per una versione molto estiva: cioccolato bianco e qualche frutto di bosco;
- Perfetto anche il cioccolato fondente extra, da abbinare con scorzette di agrumi ( magari candite );
- Per una versione adatta i bambini è perfetto il cioccolato al latte;
- Per una versione gourmand, cioccolato al latte+ un pizzico di Fleur de sel;
- Una versione più "sana": farina integrale, zucchero di canna e olio (2/3 rispetto al peso del burro )+ cioccolato fondente.

Commenti

elenuccia ha detto…
Io per le vacanze devo aspettare fino ad agosto quindi non voglio neanche sentire parlare di vacanze :-)
Confesso che anche io vado in fibrillazione al pensiero di avere il freezer vuoto. Magari su latte e cose simili sono meno drastica ma per me il freezer è la mia ancora di salvataggio quindi l'idea che sia vuoto mi fa venire un po' l'angoscia. Forse è per questo che non lo sbrino mai (alla faccia del risparmio energetico) ;-)
Per ora io ho continuato bellamente ad accendere il forno....ovviamente di sera. Non posso rinunciare al dolcetto mattutino
Francesca ha detto…
abbracciamoci, Ele...non sei più sola..ci sono anche io tra le fobiche da freezer vuoto. Vedi che i blog servono a qualcosa? tipo gruppo di auto aiuto :) Quanto alle vacanze, anche per me nada fino ad agosto. Un bacione <3
Giuliana Manca ha detto…
Per cominciare con sprint la giornata!
elenuccia ha detto…
Dai si, mettiamo su un bel gruppo di aiuto. Come possiamo chiamare la fobia da freezer vuoto?
Francesca ha detto…
Sfrezofobia?