Chia pudding per Taste&More

Lo so: oramai appaio su questi schermi solo per lagnarmi. Mi lagno del tempo, degli acciacchi di stagione, della gente, adesso anche degli Alpini prossimi a riunirsi in quel di Asti dal 13 al 15 maggio. 
E qui parte lo sfogo.
Non ho niente contro i simpatici e allegri Alpini eh, sia chiaro:
nel 1995 portarono una ventata di colore nella grigia Asti e ce li ricordiamo ancora adesso ( credo che se li ricordino soprattutto le mie ex compagne di Liceo ). E' tutto il contorno che mi angoscia: il traffico paralizzato per tre giorni ( rectius: da una settimana ), i parcheggi occupati dalle tendopoli, i bagni chimici in ogni angolo della città. Addirittura uno delle simpatiche penne nere si è accampato nella rotonda di fronte alla stazione ferroviaria!
Io, che sono proverbialmente bionda dentro, e ho l'insana abitudine di non chiudere a chiave la macchina, scommetto che prima o poi troverò l'Alpino comodamente sistemato sui sedili posteriori.
Dico solo le cifre e vi lascio ogni commento: 500.000 persone. Sono previste 500.000 cinquecento mila persone in una città capace a malapena di contenerne 80.000. 
Credo di aver detto tutto. Non posso dirvi di essere alterata, perchè sono proprio incazzata nera ( come le penne ). Poi vabbè, sarò io ad essere misantropa, asociale e pure astemia     ( che, si sa, con gli Alpini non è il massimo ) ma, sì insomma, credo che si potesse e dovesse organizzare un raduno nazionale altrove. 
Bene, a sfogo fatto, vengo alle cose piacevoli, ossia all'uscita del nuovo numero di Taste&More che potete leggere cliccando qui sotto


Un numero fresco, primaverile, colorato e leggero. Leggero perchè con la primavera e l'arrivo dei primi caldi ( anche se or come ora non si direbbe ) si sente il bisogno di depurarsi e mangiare un po' meglio. Magari di fare qualche dieta ( ma senza esagerare, neeee ).
E allora, grazie alla bravissima Luisa Piva, che di diete e nutrizione se ne intende, Taste&More vi regala uno stupendo servizio sul cibo sano.
La ricetta che vi propongo oggi fa parte proprio della "dieta di Taste&More" che poi, alla fine della fiera, nulla è se non un'invito a mangiare sano e senza troppe punizioni. Poi ci sono tantissime altre ricette: con le fragole, per l'aperitivo, le barrette golose e via dicendo.
Insomma, è un numero da sfogliare dalla prima all'ultima pagina.
Io ho partecipato al numero con due idee: una ve la mostrerò più avanti, mentre l'altra è questa di seguito riportata. Un semplice Chia pudding, ossia una specie di "budino" a base di semi di Chia ( veri e propri superfood con uno straordinario potere addensante e saziante) ricetta che con mille varianti sta impazzando sul web, al quale ho aggiunto del cacao crudo, zenzero e lamponi. Una colazione semplice e veloce ( la preparate la sera prima e ve la dimenticate in frigo fino al momento di colazionare ) che può anche trasformarsi in una merenda sana cui aggiungere tutta la frutta che volete.
Io ho utilizzato lamponi e zenzero, ma le varianti sono infinite: fragole, mirtilli, fragoline, ribes..e poi cannella, peperoncino ( perchè no? ), frutta secca, semini....
Segnalo che così come ve la presento è gluten free, crudista e, ovviamente, vegana. Se al posto dello sciroppo di riso utilizzate quello di malto o di orzo, allora non sarà più adatto agli amici celiaci. 
Insomma: un'ideuzza facile e leggera che spero vi piaccia.
A presto!

Chia pudding al cacao crudo con zenzero e lamponi 
[veg, gluten free, senza zucchero]
Ingredienti per 2 persone

200 ml di latte di mandorla
2 cucchiai di semi di Chia
1 cucchiaino di cacao crudo in polvere
1 cucchiaio di sciroppo di riso
Zenzero in polvere q.b.
Zenzero candito q.b.
Lamponi freschi

Preparazione
Mettete in una ciotola i semi di Chia, il cacao crudo e lo zenzero in polvere. Lentamente aggiungete il latte e lo sciroppo di riso, mescolando con una frusta per amalgamare bene il tutto. Versate il composto in una ciotola o in un vasetto di vetro, quindi mettete in frigo per una notte. Al momento di servire guarnite con lamponi freschi e pezzetti di zenzero candito.

Commenti

Anonimo ha detto…
No comment....
Io invece comment e ti dico che questi famigerati semi di chia non sono ancora capitati nella mia dispensa! Possibile?? Sai che questi pudding mi mettono sempre appetito, sembrano così cremosi e goduriosi, poi tutta la frutta che si può metter sompra me li fa amare ancor di più :-)
Gli Alpini hanno smontato le tende ormai... Una volta erano venuti a Genova a fare il raduno, ero andata a curiosare con i miei e l'ho trovata una cosa diversa dal nostro solito grigiore... Sarà stata la penna sul cappello a mettere di buonumore la me giovincella? ;-) Un bacio enorme e buona notte!
Francesca ha detto…
Grazie Virgy che comment ;) Questi semini oramai si trovano un po' ovunque, e secondo me vale la pena provarli! Quanti agli Alpini ti dirò: è stato un casino infernale, ma hanno portato un poco di colore in questa grigia città. Io sono stata in centro giusto il minimo indispensabile, ma da quel poco che ho visto ( anche perchè erano ovunque ), loro sono allegri ma ordinati: come al solito sono gli altri ( i non alpini, astigiani e non ) ad essere disordinati ( mi riferisco a pipì ovunque, bottiglie vuote...)- Dai, alla fin fine è stata una bella festa :)