Gateaux invisible alle pere....e congratulazioni, Chiara

Sono in periodo "blocco dello scrittore". Prova ne è che questa è la decima volta che rincomincio il post e non ne sono soddisfatta. Quando va così, c'è solo una cosa da fare: passare subito alla ricetta senza troppi giri di parole.Un "Gateux", parola che peraltro mi fa tanto ridere giacchè si pronuncia "Gatò" e mi fa pensare ad un enorme gatto sornione e pacioso. Ovviamente coi gatti non c'entra nulla ma trattasi di un dolce simpatico e abbastanza leggero che, perlatro, avevo già preparato qua.
Solo che allora era un "Fondente", mentre oggi è un "Gatò". Invisibile, per giunta.
Il concetto è quello di un dolce molto fruttoso, in cui la farina entra solo in minima parte, poichè il novanta per cento della ricetta è costituito dalla frutta. L'idea l'ho presa da questo libricino carinissimo, consigliato caldamente perchè pieno di idee semplici e gustose, sia dolci che salate.
Ho forse utilizzato una teglia troppo grande, ma se guardate bene potete intravedere le sfoglie di pera intervallate dalla pastella al cacao. 
Una specie di clafoutis, insomma, ma con la sorpresa data dalla frutta tagliata sottilissima. 
Come andavo dicendo, ho seguito alla lettera la ricetta, con qualche semplice variazione: ho tolto il burro, che a parer mio non era necessario, ed ho aggiunto il tocco piccante del peperoncino. Ho anche rivisto leggermente le dosi, riadattandole alle mie esigenze ( e qui forse ho sbagliato perchè sicuramente seguendo per bene la ricetta avrei ottenuto un Gateaux più alto e sfogliato ). Ah, e anzichè incorporare la frutta alla pastella, ho disposto le fettine nella tortiera e solo dopo ho aggiunto l'impasto...Insomma, anche questa volta ho dovuto fare i miei bei cambiamenti in corso d'opera.
Vi lascio la ricetta, e ne approfitto per abbracciare Chiara, Andrea e la piccola Crostatina <3 ....
Gateaux Invisible alle pere e cioccolato-con peperoncino 
[ senza lievito]
Ingredienti per una teglia di 18 cm di diametro

800 gr di pere ( per me Williams )
20 gr di cacao in polvere
65 gr di farina 00
80 ml di latte fresco 
2 uova di galline felici
50 gr di zucchero
1 pizzico di peperoncino

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. In una terrina sbattete le uova con lo zucchero, quindi aggiungete la farina setacciata col cacao ed un pizzico di peperoncino in polvere, alternandola col latte. Sbucciate le pere e  con l'aiuto di una mandolina tagliatele a fettine sottilissime ( 1 mm circa ). Disponete la frutta in una tortiera rovestita di carta da forno ( oppure imburrata e cosparsa di zucchero), cercando di livellarla per bene, poi versatevi sopra la pastella e infornate. Fate cuocere circa 40' , quindi spegnete, fate raffreddare e servite guarnendo con riccioli di cioccolato bianco e altre fettine di pera.

Commenti

Io, che per natura sono poco "chiacchierina", ti capisco benissimo. A volte non servono molte parole e in questo caso, con questa super torta o "Gatò" (miaoooo), non c'è bisogno di molte parole. Si definisce da sola perchè è splendida! E tanti tanti auguri a Chiara per questa nuova avventura!
Direi libidinosa!
Francesca ha detto…
Grazie Virginia <3 Un bacio
Francesca ha detto…
<3 <3 <3
elenuccia ha detto…
Avevo visto qualche giorno fa una cosa simile ma con le mele e bianca. La versione cioccolatosa mi ispira di più, ha l'aria di essete molto golosa ma senza sensi di colpa
elenuccia ha detto…
Beh comunque anche io avrei messo le pere nello stampo e poi la pastella, altrimenti poi vengono tutte disordinate ;-)
Arianna Frasca ha detto…
Miao ^^ buonissima questa versione, e... alla faccia del blocco dello scrittore, questo post è bellissimo!
Peanut ha detto…
Mi ricordo bene dell'altra "fondente", alle mele, che mi già colpì parecchio. Ora mi devi far vedere pure quella al cioccolato, che ovviamente adesso vorrò rifare e non so però se senza uova potrà venir bene :|
Anche se insomma, io credo che, il cioccolato c'è, le pere, pure, quindi cosa mai di cosa terribile potrà mai venire?! Male male me la mangerò tutta io!:D
Francesca ha detto…
Grazie Ele <3
Francesca ha detto…
Tesorina...........grazie!!!!!
Francesca ha detto…
ma sì Lucry...secondo me si può fare...anzi, già che mi viene in mente magari nel we provo a veganizzare uno di questi "Gatti" :))))))) Bacio
Che bello! Un dolcetto "soft", con le uova di gallinelle felici e pieno di frutta: e lo sai che anche a me il nome ha sempre dato l'idea di un gatto sornione? Quindi mi sento abilitata a provarci: non ho mai sopportato i dolci pesanti, grassi e carichi di calorie, quindi questo è perfetto! Oltretutto il color cioccolato lo renderebbe appetibile anche ai miei due coinquilini fastidiosi :)
Un abbraccio!
Erica Di Paolo ha detto…
Beh, alla fine le tue modifiche mi sembrano decisamente valide e il risultato è d'effetto (immagino il sapore, mamma mia!!!!!). Anche io, come la nocciolina, proverei la versione senza uova di gallinelle felici e magari la soluzione per farla venire appetitosa come questa la troverò ^_^
Bravissimaaaaaaaaa, anche se con poche parole ^_^ Ci sta, non si può sempre essere al top.
Giuliana Manca ha detto…
Mamma mia quanto goloso!!!!!! Buonissimo!
Francesca ha detto…
Oh grazie Tatiana...sono contenta che ti piaccia: se lo provi fammi sapere ^_^
Francesca ha detto…
Grazie Giuly
Ileana ha detto…
Oh ti capisco benissimo Francy, ma a volte le parole non servono, basta esserci.. :)
Io non vado matta per il cioccolato, raramente mi viene voglia di mangiarlo e allora ne prendo un pezzetto fondente, ma so che questo gateaux piacerebbe tanto a delle persone care, mi hai fatto venir voglia di provarlo ^_^
Ti abbraccio e ti auguro una felice domenica :*
Francesca ha detto…
Dai Ileana..provalo!!! e, secondo me, piacerà anche a te <3