16/08/15

Torta di pesche allo zenzero ( senza latticini )

Com'è strana la vita. Desideri per una vita di fare "il salto", diventare grande e quando devi farlo..beh..vorresti tornare indietro. Sono tornata da Parigi, è stato un bellissimo viaggio, e questa è stata la mia prima notte nella casa nuova. Non posso nascondere che ho avuto una piccola crisi di pianto. Mi sono sentita a disagio in quella casa così bella e così fredda, che ancora non sento mia. Rimpiango il disordine della mia camera, la mia libreria piena zeppa di libri, la mia vecchia cucina disorganizzata. Non so quando tornerò a cucinare: al momento non ne ho voglia, oltre ad essere disorganizzatissima.
Vi lascio una torta semplice, di quelle che fa bene mangiare a colazione, con le ultime pesche della stagione. Una torta leggerissima, senza troppi grassi e che, volendo, potete rendere adatta anche a chi è intollerante al latte, poichè potete utilizzare quello vegetale.

Torta di pesche allo zenzero 
[senza latticini]
Ingredienti per una tortiera di circa 18 cm

150 gr di farina 00
100 gr di zucchero
1 uovo biologico
1 cucchiaio di olio di semi
Latte vegetale  q.b.
1 pesca 
zenzero in polvere
1/2 bustina di lievito

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Sbattete l'uovo con lo zucchero fino a quando sarà ben montato, aggiungete la farina setacciata col lievito alternandola con l'olio e il latte mescolati insieme. Mescolate per togliere i grumi. Aggiungete la pesca tagliata a pezzetti e lo zenzero in polvere. Versate in una tortiera rivestita di carta da forno e cuocete per 40' circa o fino a che uno stecchino inserito all'interno uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare, quindi servite.

8 commenti:

  1. Ce la farai, ne sono sicura. E per il disordine, direi che ti basta aspettare qualche giorno e la casa inizierà ad avere una personalità, la vostra <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Virgy❤️❤️❤️❤️

      Elimina
  2. Succede, è normale. E poi diventerà tutto bellissimo :)
    E la torta è deliziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy..scusa il ritardo nella risposta, ma ancora non abbiamo la connessione. Un bacio e grazie

      Elimina
  3. non è semplice ma credo che sarà bellissimo riempirla piano piano delle tue cose, è come una seconda occasione che fa paura ma allo stesso tempo regala sorprese inaspettate ^_^
    un super abbraccio!!!

    RispondiElimina
  4. Quanto ti capisco, anche io ho vissuto la stessa cosa quando mi sono trasferita a vivere con mio marito tre anni fa...e non nascondo che ci ho messo più di un anno ad abituarmi alla nuova casa, ai nuovi vicini, alla distanza dalla mia famiglia ("solo" 20 km, ma siamo talmente legati che non vederci tutti i giorni tuttora...ci fa venire un po' il magone)!
    Piano piano però tutto è diventato familiare e ora sono felice della nostra casetta, dove ogni angolo è solo nostro...ed è come se avessi due case, quella attuale, e quella dove sono cresciuta e dove torno appena posso! Vedrai che anche tu arriverai a questo felice compromesso :D
    Un abbraccio e...ottima la tortina ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro...mi rassicura molto leggere queste tue parole. Piano piano, senza fretta...e tra un anno riderò di questa piccola me piagnona. Grazie

      Elimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!