Zuppa fredda di piselli e trombette al wasabi

Chi non muore....Credo che un abbandono così del blog non si vedesse da...praticamente mai. In effetti non è periodo: di cucinare non ho molta voglia, vuoi per il caldo vuoi perchè sono diventata una scansafatiche, e per fotografare devo avere la giusta ispirazione. Capite che immortalare del riso pilaf o del tofu rigorosamente freddo, non è così stimolante. A tutto ciò aggiungiamo qualche magagnetta ( da dove incomincio? dalla palpebra inspiegabilmente gonfia, dal mal di schiena da novantenne o dall'irritazione sotto al mento dovuta al caldo? ),  il mezzo trasloco in atto, agosto alle porte...
Ah sì, a proposito: tra una settimana o poco meno sarò in quel di Parigi, quindi questo sarà l'ultimo post per un bel po' di tempo, e al mio ritorno gli equilibrii creati fino ad ora saranno leggermente scombussolati ( sempre causa trasloco ).
Quindi spero di riuscire a pubblicare qualcosa a singhiozzo, giacchè se al momento faccio un po' la laiana, ho l'archivio ben fornito ed attingerò da quello. Tutto ciò per dire che la ricetta odierna è proprio sciuè sciuè: facile e veloce da preparare, si fa in pochissimo tempo e , con qualche accorgimento, anche prima. 
Gli ingredienti sono essenzialmente due: le trombette ( le zucchine ligure lunghi, quelle dolci e tenerissime ) e i piselli secchi spaccati. Ecco, la fase più lunga è far cuocere le verdure dato che i piselli necessitano di circa 45' di cottura. Resta inteso che, volendo, potete ricorrere a quelli in scatola o surgelati, far cuocere le zucchine a parte ( anche a vapore ), aggiungere un filo di acqua o di brodo e frullare. Personalmente, anche se è un po' più lungo, io preferisco utilizzare i piselli secchi e farli cuocere con le zucchine e un po' di brodo, in modo che i sapori si amalgamino tra di loro. Alla fine, poco prima di frullare, ho aggiunto un pizzico di wabasi ( quello in pasta che si trova in tutti i supermercati, nel reparto etnico )che ha reso la zuppa più frizzante.
Insomma: a prova di bimbo ed in grado di risolvere anche le cene più afose, dato che va servita rigorosamente a temperatura ambiente ( poi quest'autunno ne riparliamo ).
Vi lascio la ricetta e vi auguro delle buonissime vacanze. Per chi volesse comunque seguirmi, ricordo che sono un'attivista su Fb e una stalker su Instagram ^_^ dove non smetterò di tormentarvi con foto varie e, se farò qualcosa che varrà la pena di essere menzionato, piccole ricette.
Un bacio enorme e buone vacanze!
***
Zuppa fredda di piselli e trombette al wasabi
Ingredienti per due persone o per una come piatto principale

250 gr di zucchini "trombetta"
3 dl circa di brodo vegetale
60 gr di piselli secchi spaccati
olio evo
sale
sesamo nero
wasabi in pasta

Preparazione
Sciacquate i piselli in acqua e metteteli da parte. Pulite gli zucchini e tagliateli e rondelle. In una padella dai bordi alti fate rosolare un filo di olio, aggiungete i piselli e gli zucchini, fate colorire, sfumate con un po' di brodo, quindi aggiungere il restante brodo e fate cuocere per 40', 45' circa a fuoco basso. Se il brodo dovesse consumarsi troppo, aggiungetene altro. Quando i piselli saranno cotti e gli zucchini anche, aggiustate di sale, spegnete, aggiungete mezzo cucchiaino di wasabi ( più o meno, a seconda dei vostri gusti), quindi frullate con un mixer fino ad ottenere una crema liscia e vellutata. Fate raffreddare, quindi servite dopo aver cosparso con semi di sesamo.

Variazioni e suggerimenti:
- Potete utilizzare, anzichè le trombette, anche altre tipologie di zucchini;
- I piselli secchi possono essere sostituiti da quelli freschi o surgelati ma, in tal caso, il tempo di cottura sarà inferiore;
- Il wasabi può essere omesso;
- A piacere potete allungare la vellutata con un po' di latte di cocco;
- Potete accompagnarla con dei crostini, oppure del riso pilaf a parte.

Commenti

  1. Che bello, trovo che Parigi sia una città magica...e mooooolto romantica. Sono sicura che ti divertirai moltissimo. Vedrai che tornerai bella carica per affrontare il trasloco e i cambiamenti in modo positivo. Buone vacanze

    RispondiElimina
  2. Adoro le zuppe fredde per l'estate! Anche se io ho optato per un'insalata fresca e senza cottura :)

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  3. ma buonissime vacanzeeeeeeeeeee...a Parigi non potranno che essere magiche ^_^
    un abbraccio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. quando qualche anno fa ho scoperto la zuppa di piselli secchi me ne sono innamorata ed è diventata per diverso tempo un must che non poteva mancare a casa...adesso mi ci fai ripensare e mi viene una voglia incredibile, poi col wasabi, sei sempre geniale...ps: qui voglia di cucinare sotto zero!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!