Cous cous alle verdure

Come avrete notato, il blog si sta prendendo un periodo di vacanza. Fa caldo, la gente fa fatica a muovere un dito..figuriamoci accendere il pc e leggere un blog. Blog in cui, peraltro, l'ottanta per cento delle ricette è costituito da torte. Torte da forno. Adesso, con 40° all'ombra. Capisco il problema. Infatti, per questo nuovo appuntamento settimanale ( sì dai, per un po' facciamo che è settimanale ), non vi propongo nulla che richieda l'accensione del forno. Sarò clemente. Un cous cous. Alla mia maniera, si capisce, perchè il cous cous è come il sushi: una cosa seria che richiede amore, dedizione, passione ed esperienza. Quando faccio il cous cous, così come quando preparo il sushi, non ho la pretesa di fare quello "vero", come si mangerebbe in Marocco ( o, nel caso del sushi, a Tokyo ) perchè non ne sarei capace e se avessi quella pretesa rimarrei delusa.
Voglio, piuttosto, fare un piatto che mi ricordi quei sapori, anche solo lontanamente. Per togliermi lo sfizio senza pretese di sorta.
E allora, partendo da queste premesse, posso anche concedermi il lusso di utilizzare il cous cous precotto e di non farlo a partire dalla semola. Posso concedermi il "lusso" di fare saltare le verdure e poi metterle nel centro del piatto, in modo che una parte del cous cous rimanga asciutto come piace a me, anzichè farlo impregnare bene del sugo. Volendo, posso anche concedermi il lusso di farlo raffreddare e servirlo a mo' di insalata. Posso, insomma, giocarci un po' senza dover per forza vantarmi che "il mio cous cous è il migliore del mondo" perchè, in effetti, non lo è e non potrà esserlo. 
Voglio dire: è un po' come chiedere a un inglese o a un francese di cucinare gli agnolotti col plin. Potranno anche avvicinarsi, fare qualcosa che vagamente li ricorda, ma la ricetta autentica è custodita dalle madamin piemontesi e qualunque tentativo di imitazione sarà destinato a fallire. Ho reso il concetto?
Ciò detto, il cous cous precotto ( quello che si trova in tutti i supermercati, per intenderci ) è oramai entrato a far parte delle nostre dispense, soprattutto d'estate e non c'è ragione per cui non possa proporvi una ricetta. A dire la verità, con 'sto caldo, la versione "insalatosa" sarebbe stata più appropriata, ma io come al solito arrivo con qualche giorno mese di ritardo e vi faccio vedere cosa avevo combinato quando la voglia di un piatto caldo ancora c'era. Ovviamente, come detto sopra, nulla vi vieta di mescolare il tutto e di farlo raffreddare un po', sì da non andare a fuoco poco dopo averlo mangiato. Vi lascio la ricetta che è facilissima e personalizzabile. Qualche appunto. 
Io ho utilizzato fave secche bianche, quelle che non necessitano di ammollo. Potete utilizzare anche quelle fresche ( circa 100 gr a persona, però ) o delle lenticchie. Gli asparagi, che adesso non si trovano più freschi, possono anche essere surgelati; ovviamente potete anche ometterli ed aumentare la quantità di zucchine, oppure utilizzare una melanzana tagliata a dadini. Piccola precisazione sul cous cous: 60 gr a persona è la dose che ho mangiato io ma credo che per il cous cous possa andare bene dato che a differenza della pasta o di altri cereali, rende molto. Ovviamente regolatevi voi in base ad abitudini, esigenze, fame, etc etc. 
Bene, mi sembra di aver detto tutto...Un abbraccio e buona settimana!
Cous cous alle verdure
Ingredienti per una persona

60 gr di cous cous precotto
35-40 gr di fave bianche secche
1 zucchino piccolo
3 asparagi
Un pezzetto di zenzero fresco
Curcuma in polvere
Olio evo
Sale
Brodo di verdure q.b.
Semi di sesamo o semi di nigella per servire

Preparazione
Pelate lo zenzero e grattugiatelo con una grattugia a fori piccoli. Mettetelo in una pentola dai bordi alti  e fatelo rosolare per qualche minuto a fuoco basso con un filo di olio. Aggiungete lo zucchino lavato e tagliato a dadini, gli asparagi puliti e tagliati a pezzetti anch'essi, un mestolo di brodo di verdure ( o di acqua ), le fave secche e la curcuma ( un cucchiaino dovrebbe bastare ). Fate cuocere fino a quando le fave saranno morbide ( ci vorrà una mezz'oretta ) e le verdure tenere, aggiustando di sale ed aggiungendo eventualmente del brodo se dovesse asciugare troppo. Mentre il sugo cuoce preparate il cous cous: mettetelo in un piatto fondo e bagnatelo con acqua bollente salata ( dovrete appena ricoprirlo: seguite le indicazioni riportate sulla confezione, ma io generalmente aggiungo lo stesso peso di acqua del cous cous, quindi in questo caso 60 ml ). Coprite il piatto con un coperchio e lasciate che il cous cous assorba l'acqua. Quando il sugo sarà pronto, sgranate il cous cous con una forchetta e adagiate le verdure al centro del piatto. Servite dopo aver cosparso di sesamo nero o di semi di nigella. 

Variazioni e suggerimenti:
-Il cous cous può essere anche integrale: tenete solo conto che in questo caso assorbe meno acqua. 
- Per una versione gluten free utilizzate cous cous di riso o di mais ( che troverete nei negozi di alimentazione naturale );
- Invece del cous cous potete utilizzare anche il bulgur, precedentemente cotto 10' in acqua.
- Aggiungete un pizzico di peperoncino per una versione piccante.
- Se preferite un sugo più brodoso, aggiungete più brodo vegetale e non fatelo asciugare troppo;
- Per una versione più "estiva" mescolate le verdure al cous cous, aggiungete un filo di olio a crudo e qualche fogliolina di basilico.


Commenti

  1. Ieri sera attorno alle 10 ho cotto il pane e le temperature sahariane in cucina sono rimaste praticamente fino stamattina. Le insalate di couscous sono un must in questa stagione, visto che si preparano in un attimo e scaldano poco! Io in Marocco non ci sono mai stata, ma diverto moltissimo riprodurre a casa quei sapori e concordo pienamente con te ;-)
    Un abbraccio grande e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 ehehe, io ieri ho fatto una torta alle pesche..vedi come siamo messe ?^_^ Un bacione Virgy

      Elimina
  2. Io non mi sognerei mai di farlo partendo dalla semola, cous cous precotto per sempre. E questo dice tutto sella mia serietà come foodblogger :-)
    Io di solito tendo invece a preferire la versione "mescolata", non amo il cous cous troppo asciutto, ma è questione di gusti. In pratica metterei la forchetta nel mezzo della tua montagnola e mescolerei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ele, qui se facciamo una gara di serietà, vinco di sicuro ;))) Quanto al resto, prossima volta mescolo anche io <3

      Elimina
  3. Faccio outing anch'io uso quasi sempre dal cous cous precotto. Ultimamente preferisco quello un po' più grosso ed integrale, lo trovo nei negozi equo solidali e sono passata alla versione fredda.
    Sono d'accordo con te che non si può avere la pretesa di fare quello "vero" a tutti gli effetti, partendo da questa consapevolezza vengono fuori comunque dei gran piatti come il tuo.
    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh, quello lo voglio provare anhe io!!!! Un bacio e grazie

      Elimina
  4. Uno dei miei piatti estivi preferiti!!

    RispondiElimina
  5. Beh, mi sembra chiaro che di forno neanche l'ombra in questo periodo! Io anche sono tornato dopo una lunga pausa con una ricetta fresca ed estiva :) indovina un po'? Un cous cous :D

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe, le coincidenze della vita! Un abbraccio

      Elimina
  6. allora io vado di lenticchie....yummy ^_^ adoro il cous cous in ogni "salsa", più è profumato e pieno di verdure più lo amo!!!
    un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai vai di lenticchie, Silvia <3

      Elimina
  7. Buono il couscous! Mio marito è giapponese e io spesso faccio il sushi...non somiglia per niente a quello vero:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe, secondo me sei bravissima lo stesso!!!!!!!!!!!!!! <3

      Elimina
  8. Piatto perfetto con questo caldo, ne mangerei a palate!! Bacioni!

    RispondiElimina
  9. Questo piatto mi piace sia in estate che in inverno!!!! Complimenti

    RispondiElimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!