Vellutata di piselli e asparagi

Lo so, lo so: su questo blog è raro trovare la parola "burro" tra gli ingredienti, a meno che ( raramente, peraltro ) non sia associata ad un dolce. Mai, e qualche volenteroso potrà scorrere l'indice delle ricette e contraddirmi se ne trova qualcuna, è associata ad un primo piatto. Credo di averlo già ribadito troppe volte, ma repetita juvant: tutto se consumato nelle giuste quantità può essere utilizzato nella nostra dieta, anche il burro. Con ciò non voglio dirvi di fare colazione con pane burro e marmellata+pranzo con risotto mantecato e fettina cotta nel burro+merenda con pane burro e zucchero e concludere con una bella cenetta a base di sogliola al burro ( a parte che, una tantum ci starebbe anche una giornata così, ma UNA TANTUM ), no. Quello che intendevo dire, invece, è che se vi piace e lo usate con moderazione ( come tutto, del resto ) non morirete di certo.
Il perchè io non lo utilizzi mai è una questione di puro gusto: fin da piccola ho sempre preferito i cibi conditi con l'olio, o decisamente sconditi, e dato che yogurt a parte non sono una grande amante dei latticini, la cosa non ha mai turbato nessuno dei miei parenti.
Non lo amo e basta, ma non gli punto il dito contro: penso che sia meglio un biscotto al burro che uno all'olio di palma, fermo restando che anche su questo ultimo aspetto bisogna andare cauti e non prendere per oro colato tutto quanto ci viene detto. In media stat virtus, okkkey? 
Ciò detto, veniamo alla ricetta dove ho usato il burro di cocco, che è quanto di più buono abbia assaggiato ultimamente. In rete trovate tutte le informazioni necessarie per convincervi a provarlo: io ne utilizzo uno ottimo della Rapulzen che, ad essere precisi, è olio ( e non burro ), ma dato che sotto ai 23° si solidifica, può essere utilizzato effettivamente come un burro. Basta però farlo riscaldare un attimo e torna alla consistenza liquida. 
In commercio ne trovate anche altri, e per i più volenterosi on line ci sono anche vari video per prepararlo in casa. La cosa fichissima è che ne pasta un cucchiaino per essere fiondati in Oriente. 
Io sarò strana, ma apro il barattolo, lo annuso e mi trovo catapultata in India ( dove peraltro non sono mai stata ), con in mano una ciotola di fumante curry. Forse perchè il latte di cocco è uno degli ingredienti principali dei curry e il profumo è proprio questo. Bene, data la mia passione per questo nuovo ingrediente, ho pensato bene di farci una vellutata o, meglio, di metterlo in una semplicissima vellutata di asparagi e piselli. Ovviamente non è indispensabile, ci mancherebbe, ma sicuramente aggiunge un quid pluris di cui si sentirebbe la mancanza.
Vi lascio la ricetta che, vi avviso, è piaciuta molto anche a mio padre e alla sua compagna.
Buon w.e.
Vellutata di piselli e asparagi con burro di cocco
Ingredienti per 4 persone

250 gr di asparagi ( netto del peso )
300 gr di pisellini sgranati
1 patata media
1 porro
Un cucchiaino di olio di cocco
Brodo di verdure ( 750 ml circa )
Sale
Curry
Semi di nigella o di sesamo per guarnire

Preparazione
Pulite gli asparagi e tagliateli a tocchetti. Pelate la patata e tagliate a tocchetti anch'essa. Mondate il porro e tagliatelo a rondelle. In una pentola dai bordi alti fate rosolare il porro con il burro di cocco ( o olio e.v.o ) facendo attenzione che non bruci. Quando sarà dorato aggiungete la patata, gli asparagi e i pisellini. Fare cuocere, mescolando, per circa 5', quindi aggiungete il brodo e continuate la cottura per circa 35' o fino a quando le verdure vi sembreranno cotte. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete un pizzico di curry ( a seconda delle preferenze personali ), quindi frullate ( vi consiglio di tenere da parte un po' di brodo, in modo da aggiungerlo dopo se il composto risultasse troppo asciutto. Rimettete su fuoco basso, fate addensare, spegnete, decorate con semini e portate a tavola. Volendo, poco prima di servire, potete aggiungere ancora un cucchiaino di burro di cocco o un giro di olio e.v.o. Servite con crostini.

Commenti

Giuliana Manca ha detto…
Due ortaggi meravigliosi, immagino che bontà!!!!
L'olio di cocco celo! Devo ammettere che non l'ho ancora usato nelle ricette, ma ne ho fatto solo un uso topico. Ho proprio quello che dici tu e fa un profumo buonissimo <3
Il povero burro non va demonizzato, ci vuole moderazione... E bisognerebbe imparare a puntare il dito verso le cose che davvero fanno male.
La vellutata mi piace tanto e in questi giorni in cui in casa ho felpa e pile ci starebbe proprio!
Un bacione e buon we :-*
Francesca ha detto…
Grazie ^_^
Francesca ha detto…
Grazie Virgy <3
m4ry ha detto…
Mi credi se ti dico che l'ho preparata sabato ? E che la posterò nei prossimi giorni ?
Io l'ho trovata buonissima e questa tua versione mi piace molto :)
Buon weekend :)
elenuccia ha detto…
Anche io lo uso pochissimo, praticamente mai neanche nei dolci dove uso sempre olio di arachidi. Lo uso solo per la frolla. Non ho mai visto il burro di cocco, ho usato spesso il latte ma mai il burro. Comunque il cocco e' fantastico quindi immagino che spettacolo il profumo di quel vasetto
Arianna Frasca ha detto…
Wow questa è davvero una ventata di primavera ;-) te la copio per il pranzo!
Peanut ha detto…
Francy, anch'io me lo sniffo alla grande l'olio di cocco! :D
Mi piace tantissimo e sono contenta di vederlo tra le tue pagine:)
Ottima questa vellutatina primaverile, ancora una sere di queste ci sta tutta!;)
Francesca ha detto…
ci credo eccome!!!!!! e voglio vederla <3
Francesca ha detto…
devi provarlo Ele...assolutamente
Francesca ha detto…
^_^ Fammi sapere
Francesca ha detto…
ahahaha, peggio della Coccoina ^_^ Un bacio, bella
Luisa Piva ha detto…
devo, ASSOLUTAMENTE devo provare il burro di cocco.. buonissima la vellutata.. due ortaggi primaverili stupendi!
Miu Mia ha detto…
Francina assaggio e mi lecco anche le dita! Non ho il minimo dubbio che questo "burro" sia favoloso (vellutata a parte di cui sono ghiotta).... ma son sincera, non usando il burro (quello normale) praticamente mai, non saprei come adoperarlo... ma dì un po', ci regalerai qualche dolcino prossimamente con questo che sembra prestarsi bene? :D
Francesca ha detto…
eheheh, cara...dolcini con il burro di cocco non so, ma dolcini sì ( diciamolo: prossimamente ho in programma solo quelli). Mi perdoni?^_^