11/03/15

Torta di nocciole senza farina

Incomincio con i ringraziamenti ^_^ dato che mi avete sommersa di auguri per i cinque anni del blog. E' stato un regalo stupendo. Siete speciali, tutti, dal primo all'ultimo e non posso che ringraziarvi per credere in me ( e in lui..il mio piccolo blog ). Spero di non deludervi mai.
Ok, ciò detto, passiamo ai mangiarini. Non è la prima volta che mi succede: faccio una ricetta con un ingrediente e dopo pochi giorni quello stesso ingrediente ve lo ritrovate sotto altra forma. Vuoi per il caro vecchio concetto di ingrediente feticcio, vuoi per esigenze di economia domestica. E così, dopo aver utilizzato le nocciole per questa crema, ecco che le nocciole riappaiono sotto forma di torta, poichè ne avevo ancora un po' da smaltire.
A casa mia la torta di nocciole è un po' come quella di mele: sempre apprezzatissima. Eppure sul blog non vi ho mai proposto la ricetta davanti alla quale mio padre perde la cognizione. Che poi è la mia versione di quella più diffusa in Piemonte, ossia la torta di nocciole senza farina.
Dico e sottolineo "mia versione" perchè certo non vi racconto che questa è la ricetta segreta di chissà quale pasticceria..semplicemente ne avevo letta una  anni e anni fa su di un ricettario locale, dal quale avevo appreso che nella torta di nocciole originale la farina non c'è, e da allora con modifiche più o meno significative questa è diventata la torta di nocciole di casa mia. Chissà quanti modi di farla ci sono; e non mi riferisco solo alle versioni con farina, ma anche a tante altre ricette come questa, dove la nocciola spicca in tutta la sua bontà senza bisogno di troppi ingredienti. E chissà se ne esiste una annoverata come "ufficiale"...
Senza farina, dicevo: cosa che nell'ottica del discorso fatto qua, ben si addice al proposito di incontrare le esigenze anche dei celiaci o di chi non può assumere frumento. Le nocciole, tritate finemente, creano uno sfarinato che lega benissimo con le uova e lo zucchero, senza bisogno di aggiungere farina. Guardate: non occorre neppure il latte. Neppure l'olio. Neanche il lievito. E si ottiene un dolce perfetto non solo per i celiaci, ma anche per chi non può assumere latticini e lieviti. E, soprattutto, perfetto per i golosi incalliti.
Praticamente servono solo tre ingredienti: nocciole, uova e zucchero. L'importante è che tutti e tre siano di ottima qualità. Le nocciole, meglio se Tonda Gentile delle Langhe e le uova, di galline felici. Lo zucchero può essere anche di canna, per un retrogusto caramellato. Per renderla un tantinello più "speciale" ho aggiunto una grattata di scorza di arancia, idea nata in collaborazione via sms con il mio caro Leo, che non solo è un tesoro di ragazzo, ma anche un ottimo cuoco. 
Insomma, senza troppi giri di parole Vi lascio la ricetta della Torta di nocciole senza farina invitandovi a provarla con uno zabaione caldo come accompagnamento ( e con buona pace del colesterolo ), magari in una di queste ultime giornate invernali, ancora freschette, prima che il caldo si impossessi di noi ( nel caso sostituite lo zabaione con gelato o panna montata ). Spero vi piaccia.

Torta di nocciole all'arancia 
[ senza farina, gluten free, senza latticini ] 
Ingredienti per una tortiera di circa 18 cm di diametro

150 gr di nocciole sgusciate
3 uova di galline felici
100 gr di zucchero
scorza di arancia non trattata grattugiata
un pizzico di sale
1 cucchiaio di maizena ( facoltativo)

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. 
Fate tostare le nocciole, quindi passatele al mixer fino ad ottenere una "farina", facendo attenzione però a non lavorarle troppo perchè altrimenti esce l'olio e farete un burro di nocciole. Mettete la farina da parte. Sgusciate le uova e separate i tuorli dagli albumi. Montate questi ultimi a neve ferma con un pizzico di sale, quindi metteteli da parte. In un'altra ciotola montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto voluminoso e soffice, aggiungete le nocciole tritate ( volendo anche un cucchiaio di maizena ), la scorza di arancia e, infine, gli albumi mescolando dall'alto verso il basso per non smontarli. Versate il composto in una tortiera foderata con carta da forno e cuocete per circa 35' o fino a che uno stecchino inserito all'interno ne uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare, quindi togliete con delicatezza la torta dalla tortiera e servitela a fette.

Variazioni e suggerimenti:
-Se non vi piace la scorza di arancia potete ometterla tranquillamente anche se vi sconsiglio di sostituirla con quella di limone che secondo me non si sposa molto bene con la nocciola ( ma potete provare e farmi sapere );
- Per una versione più scura aggiungete un cucchiaio di cacao amaro in polvere;
- Accompagnatela con uno zabaione, panna semi montata o gelato alla crema;
- Perfetto anche l'accompagnamento con una marmellata di arancia amara ( Leo docet).

20 commenti:

  1. Buonissima la torta di nocciole!!!!!

    RispondiElimina
  2. Dunque, siccome il commento nel post giusto non sono riuscito a farlo, rinnovo gli auguri qua.
    Evviva questo blog, che tanto ti rappresenta perché è proprio uguale a te!
    La torta è proprio ottima. L'aspetto invitante così rustico mi fa desiderare di volerla adesso con un bel bicchiere di latte.
    E sono certo che il merito non sia solo dell'arancia :P
    Baci Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leo.....<3 E comunque il merito di questa torta è anche tuo. Un abbraccio

      Elimina
  3. Ti meriti tutto questo affetto <3 La torta è bellissima e io della nocciola non mi stancherei mai, quindi se metti altre ricette con questo ingrediente ben vengano! Un bacione :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 Grazie Virgy..sempre dolcissima

      Elimina
  4. Ho provato una versione simile con sole mandorle, adesso mi manca con le nocciole. E' difficile da sformare? tende a rompersi? io ho una tortiera da 22 ma senza anello e non vorrei fare un macello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti la carta da forno, Ele, dato che è delicatissima e tende a rompersi. Un baciozzo

      Elimina
    2. Come immaginavo. Anche quella di mandorle era fragile

      Elimina
  5. Che meraviglia Fra! Questa te la copio al volo, senza farina, sei troppo forte! Baci e abbracci

    RispondiElimina
  6. Spettacolo!!! E senza farina, sai che non la conoscevo proprio?

    RispondiElimina
  7. In ritardo mi unisco al coro degli auguri. Allora Francesca, non ci conosciamo, non ho mai postato commenti ma ti assicuro che mi piace leggere i tuoi post, anche i piu' strampalati, perché ci trovo una persona vera, interessante e divertente. Ho cucinato tante delle tue ricette e continuerò a farlo. Grazie per i bei momenti che mi regali, Chantal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sai, cara Chantal, quanto mi fa piacere leggere questo tuo intervento :) Ogni commento mi entra nel cuore e mi spinge a dare e darvi sempre di più. Un abbraccio grande e grazie ancora

      Elimina
  8. che bella torta golosa, molto curiosa!!!!!Bellissimo blog e auguri in ritardo per i 5 anni di blog!!!!Mi sono aggiunta tra i tuoi followers, se ti va passa da me!!!!Ciao Sabry

    RispondiElimina
  9. Io amo le farine di frutta secca perché conferiscono ai dolci quella friabilità, quell'essere umidi e morbidi che mi fa impazzire! :-) Lo sai che io, la torta di nocciole non la conoscevo?? Io per le nocciole nude e crude non vado pazza, se me le metti però sotto forma di torta gradisco parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta di avervi fatto conoscere qualcosa di nuovo :))) se la provate, fatemi sapere se vi piace <3

      Elimina
  10. "..invitandovi a provarla con uno zabaione caldo come accompagnamento ( e con buona pace del colesterolo )". Cara Francy, il colesterolo dell'uovo NON alza il colesterolo nelle persone ! Sono i cereali a farlo.

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!