Torta ai canditi ( veg )

 E anche Natale ce lo siamo tolto dalle scatole. Avete ricevuto tanti regalini? La sottoscritta dev'essere stata particolarmente brava durante l'anno, dato che ha ricevuto ben sette ricettari ( sette, ripeto, sette ), cioccolatini come se piovesse e due altri regali stupendi.
Entrambi provenienti dalla stessa persona. Uno più "materiale" e splendente, l'altro ...beh, l'altro è stato un sospiro di sollievo non da poco. Dobbiamo ancora incrociare le dita affinchè il regalo sia completo, ma siamo già soddisfatti così.
Passando al lato culinario spero che tutti abbiate digerito e vi siate goduti le feste, senza pensare a calorie e menate varie.
Sarò sincera: quest'anno non i sono prodigata molto per il pranzo delle feste . A Natale ero da mio zio ergo non ho cucinato nulla se non il salame di cioccolato vegano.
A Santo Stefano ho fatto "patire la fame" ai miei parenti, proponendo loro una fresca insalatina di finocchi, arancia e melograno e una vellutata di carote arrosto ( a rimpolpare il menù in maniera purtroppo non vegetariana ci ha pensato mio padre ), ma data a mancanza di spirito natalizio di cui vi avevo già parlato, era ovvio che andasse a finire così.
Resta ancora da sistemare Capodanno ( che come al solito festeggerò in maniera alternativa, andando a dormire alla solita ora, nonostante le proteste del santo uomo che mi sopporta ) e l'Epifania ( che se tutto va bene, non trascorrerò in Italia ), e poi si torna alla normalità.
Normalità che da questo blog non se ne è mai andata, a dire il vero, anche se oggi vi propongo una torta dai sapori lievemente festaioli. So che Lucry mi picchierà, ma benchè lungi da me fosse l'idea di fare un "panforte", in famiglia mi hanno detto che lo ricordava un po' come sapore. Io, per non incorrere in svarioni da ultimi giorni dell'anno, lo chiamo semplicemente Torta ai canditi.
Stop.
Punto.
E' una torta vegana dalla consistenza bella compatta, perfetta da pucciare nel latte ( di soia eh! ) per una colazione dal sapore di festa. 
Vi lascio questa dolcezza e vi auguro Buon Anno, nel caso in cui non ci si senta più.

P.S. Ringrazio Tutti Voi che in questo anno avete sopportato le mie lamentele, i miei vaneggiamenti, le mie ricette "alternative" e le mie foto piene di difetti, circondandomi di affetto e dolcezza. Vi voglio bene.
Torta ai canditi ( vegana )
Ingredienti per una tortiera da 18 cm

200 gr di farina 00
160 ml di malto di riso ( o di miele * o 180 gr di zucchero )
1 cucchiaio di semi di Chia o di lino + 3 cucchiai di acqua
1/2 bustina di lievito in polvere
50 gr di canditi misti
50 ml di olio di semi
100 ml di latte di soia o di acqua
scorza di arancia grattugiata
* se utilizzate il miele non sarà più vegana

Preparazione
Mettete in una ciotolina i semi di chia con l'acqua, mescolateli e lasciateli riposare fino a quando faranno una pappetta gelatinosa. Preriscaldate il forno a 180°. In una ciotola riunite la farina setacciata con il lievito e lo zucchero ( se lo usate al posto del malto ). In un'altra ciotola unite l'olio, il latte di soia, i semi di chia e il malto di riso ( se lo utilizzate al posto dello zucchero). Versate il composto liquido su quello solido, mescolando con le fruste in modo da ottenere un composto liscio e soffice ( eventualmente aggiungete ancora un po' di latte). Unite la scorza di arancia grattugiata e i canditi misti tagliuzzati e passati in un velo di farina. Versate il composto in una tortiera di 18 cm di diametro rivestita con carta da forno e infornate per 35' circa, o fino a che uno stecchino inserito al centro ne uscirà pulito. Fate raffreddare e servite spolverizzando con zucchero a velo.

Variazioni e suggerimenti:
- Il malto può essere sostituito dal miele, ma in questo caso la torta non sarà più vegana; Va bene anche lo sciroppo di agave;
- I semi di Chia possono essere sostituiti da quelli di lino;
- Invece dei canditi misti, potete utilizzare quelli di un solo tipo: scorza di arancia candita, cedro candito, ciliegine...
- Il latte di soia può essere sostituito con quello di avena, di mandorle o di riso. Se non siete vegani va bene anche quello vaccino.

Commenti

Simo ha detto…
che bell'aspetto ha questa torta...e poi è veg, perfetta e leggera per il dopo-feste...
Me la segno per le future colazioni di casa mia!
Bacioni cara e buon anno nuovo
Francesca ha detto…
Grazie Simo!!!!!!!!!!!!! Un bacione anche a te
Peanut ha detto…
buahaha Francyy! :D ma perchè dovrei, ci credo ciecamente che assomigli di sapore al panforte!:P
quest'anno anch'io finalmente ho il coraggio di dire no al finto divertimento (già avevo fatto un timido passo l'anno scorso andando a cena da mia sorella) e credo proprio che starò in casa a guardare qualche film, se Alice sarà d'accordo (ma conoscendo il suo pensiero sull'Ultimo dell'anno non ho molti dubbi).
Per quanto riguarda i tuoi regali mi sembra tu l'abbia capito che li invidio a mille :( il prossim'anno comincio anch'io a condividere il carrello di amazon dal mese prima, vediamo se colgono il messaggio?!
In ogni caso auguri, non per il festeggiamento, ma per l'anno che verrà, che sia sempre meno pieno di "menate" <3
un bacione
Francesca ha detto…
Eheheh Lucry, nessuno ( tranne Iaia <3 ) ha attinto dalla lista desideri :) però tu condividila lo stesso ^_^ Un bacioneeeeeeee
Pasticci Patapata ha detto…
i canditi hann proprio il sapore di festa, oh sì :)) perciò, panforte o tortaforte che sia, ci sta tutto in questo periodo! Va benissimo perfino per me, senza zucchero e con il malto di riso! ometterei solo lo zucchero a velo, ma ammetto che scenicamente non sarebbe la stessa cosa...! mi sembra un ottimo modo per concludere questo pazzo 2014: canditi come coriandoli di buon augurio per un 2015 dal sapore nuovo. CHe poi è quello che ci auguriamo ogni anno, per la fine dell'anno.. e ci speriamo sempre :)
auguriiii!
Pata
Francesca ha detto…
<3 un abbraccio e auguri anche a te!!
elenuccia ha detto…
Come al solito commento cancellato :-(
comunque dicevo che sono contenta che le cose si stiano mettendo per il verso giusto. Cavoli che invidia, 7 ricettari!!! però a me sarebbe venuto anche il dubbio che magari i miei parenti non apprezzino molto quello che cucino :-))))
Ho proprio un sacco di canditi rimasti dalle torte fatte su richiesta da mio fratello...che ti sembra normale che uno ti chieda la pastiera napoletana per Natale?!?? comunque io adoro il panforte e tutto quello che ci assomiglia.
Per l'ultimo sei sicuramente in buona compagnia, io sono anni che non faccio mai nulla. Gli ultimi due sono andata a letto alle 9.30 con le mie nipotine ;-)
Francesca ha detto…
beh, sul dubbio del non apprezzamento, quello c'è sempre..ma intanto mi becco i ricettari .))) Un abbraccio, cara <3
Gabila Gerardi ha detto…
Questa mi piace molto.....moltissimo!!
Francesca ha detto…
Tu sai, vero, che è un onore averti qua?????? io venero le tue foto...<3