Torta di pane 2.0 ( di California Bakery )


Mi dispiace tanto deludere gli amanti del salato, ma in questo periodo troverete sul blog molti dolci. Persino un po' troppi, se mi è permesso dirlo ma è un periodo in cui ce n'è bisogno. E c'è bisogno anche di tante dita incrociate, tante preghiere, tanto supporto. E' un momento molto difficile per me e per una persona che amo da impazzire. E' terribilmente difficile riuscire a supportare qualcuno quando tu per prima sei fragile come una foglia, ma questa volta NO: voglio essere io la roccia e voglio che tra un po' di tempo ( poco tempo ) tutto questo sia solo una brutta esperienza su cui tirare un sospiro di sollievo. Gliel'ho promesso e non voglio che la mia promessa venga disattesa. Questa volta non lo tollero. Passiamo alla ricetta.
Un altro "amarcord".
Un'altra ricetta della tradizione italiana che, peraltro, avevo già proposto qui. Questa volta, però, la ricetta proviene dritta dritta da uno dei miei tanti libercoli ( questo ), alla quale ho però apportato qualche piccola modifica. 
Devo dire che non ho ancora avuto il piacere di provare uno dei dolci ( che dicono essere deliziosi ) di California Bakery ( è a Milano, ergo non dietro l'angolo ), ma visto che tutti ne parlano, ho deciso di tastare alcuni dei loro famosi dessert almeno sulla carta. Tralasciando, per adesso, i cookies o le cheese cake ( è un periodo in cui non posso permettermi di programmare dolci troppo elaborati ), ho voluto sperimentare la Torta di pane che, evidentemente, non appartiene solo alla tradizione italiana, dato che C.B. prepara dolci soprattutto americani. 
Rispetto alla mia vecchia ricetta, questa è molto più semplice: non c'è frutta secca, ma solo cacao e cioccolato in scaglie. Io l'ho voluta rendere anche più "light", sostituendo lo zucchero semolato con quello di canna ed omettendo il burro che, a mio modesto parere, non serviva affatto. Per il resto ho seguito fedelmente ( o quasi, leggete la ricetta ) la ricetta originale, dimezzando solo le quantità. 
Il risultato è una torta semplice e non troppo dolce, umida, non certo da pucciare nel caffè latte del mattino, ma più adatta per accompagnare il the del pomeriggio o una tazza di cioccolata calda. 
Tra l'altro, nell'ottica del risparmio e del consumo intelligente, questa torta rappresenta un'ottimo modo per recuperare il pane secco che senz'altro tutti abbiamo in dispensa. Invece di buttarlo, come purtroppo spesso accade, ricicliamolo: grattugiato diventa una sana base per impanare senza ricorrere al pan grattato dei pacchetti ( perchè?????? ), se non è troppo secco potete tostarlo e fare delle bruschette o dei crostini ottimi da tuffare nel minestrone e via dicendo. Quando invece è troppo duro, ma così duro che neanche riuscite a tagliarlo agevolmente, ecco che la torta di pane fa al caso vostro. Stay tuned perchè ho in mente di farne una versione completamente veg :)

Torta di pane
Ingredienti per una tortiera di 18 cm di diametro

125 gr di pane raffermo
250 ml circa di latte*
 50 gr di zucchero di canna
35 gr di cacao amaro in polvere
50 gr di cioccolato fondente
1 uovo
1 cucchiaio di lievito

* la ricetta originaria prevedeva, su 250 gr di pane, 250 ml di latte e 250 ml di panna. Io ho usato 125 gr di pane, ma 250 ml di liquido mi sembrava poco e così ho utilizzato mezzo litro di latte. Non avendo lasciato assorbire il liquido tutta la notte, ma solo qualche ora, ne ho avuto in effetti di avanzo, ma vi consiglio, su 125 gr di pane, di non scendere sotto i 350 ml di liquido

Preparazione
Spezzettate grossolanamente il pane e mettetelo in una grossa terrina. Ricopritelo con il latte e lasciatelo in ammollo per una notte.
Preriscaldate il forno a 180°. 
Nella planetaria ( o aiutandovi con le fruste ) mettete il pane ( che avrà assorbito il latte), lo zucchero, il cacao e l'uovo. Impastate fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungete il lievito setacciato e, infine, il cioccolato tagliato a pezzi grossolani.
Versate il composto in una tortiera rivestita di carta da forno e infornate a 180° per circa 40'. Quando inserirete uno stecchino e questo uscirà umido ma pulito, sarà il momento di spegnere. Fate raffreddare e servite.

Variazioni e suggerimenti:
- Per renderla più ricca potete utilizzare metà latte e metà panna fresca;
- Per una versione più "sana" e particolare provate ad utilizzare diversi tipi di pane ( integrale, di mais..);
- Se siete intolleranti ai latticini usate un latte vegetale ( mandorle, riso, soia );
- Per arricchirla aggiungete frutta secca, magari sostituendola al cioccolato in scaglie;
- Servitela cosparsa di zucchero a velo o con una pallina di gelato alla vaniglia come accompagnamento

Commenti

  1. Ohmamma mia tra... ma tu mi vuoi mettere completamente ko!
    E' da un po' che non faccio più uso di latte, però sarebbe interessante provarla con il latte di mandorla! mamma mia ho la'cquolina solo a pensarci! *_*
    Aspetto le altre versioni con sbav... ehm... con gioia! :D

    RispondiElimina
  2. Francy mi dispiace tanto. Però ti leggo determinata e motivata, e questo mi fa piacere. Sai che non ho mai fatto la torta di pane? è che a casa mia non rimane mai pane secco. Nel senso che magari rimane ma a me piace mangiarlo anche nature. Lo taglio a cubetti e lo mangio a colazione con lo yogurt, tipo granola. Magari potrei tenerne da parte un po' per provarla, percè è da tanto che mi invoglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Determinata...beh, purtroppo questa volta non dipende da me, ma sono fiduciosa...Quanto al resto: il pane al posto della granola!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! figataaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. Mi hai aperto un mondo di idee <3

      Elimina
  3. Ho comprato il libro da un bel po', ma causa dieta, non ho ancora provato nessuna ricetta. Questa è una delle ricette che mi ha incuriosito subito, perché come dici anche tu, tutti abbiamo a casa del pane avanzato e quindi è un ottimo modo per riciclarlo.
    Ti è venuta veramente bene e si...io l'accompagnerei con una bella pallina di gelato...al pistacchio!

    RispondiElimina
  4. Mi incuriosisce, non ho mia fatto dolci utilizzando il pane e mi piacerebbe usare il latte di mandorle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi mi fai sapere ^_^ Un abbraccio

      Elimina
    2. Buonissima, ho messo nell'impasto uvetta e pezzetti di papaya .
      La rifarò . Grazie :)

      Elimina
  5. Francesca mi dispiace, non so cosa stia succedendo di preciso nella tua vita, chi sia la persona cara,ma dalle tue parole mi sembra proprio di aver passato un periodo di angoscia simile...poi il brutto periodo è passato, ho tirato un sospiro di sollievo benefico che spero tirerai presto anche tu <3
    Proprio ieri ho fatto una torta di pane al cioccolato, sai? :) Infatti quando l'ho vista sono rimasta stupitissima :)
    Le tue foto mi piacciono sempre tantissimo comunque, sappilo! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un brutto periodo, sì....e quel sospiro di solievo spero tanto di riuscire a tirarlo presto. Quanto al resto: vedi le coincidenze ? <3 Grazei per i complimenti, ma le tue, di foto, sono.....<3

      Elimina
  6. Fra, credo che presto proverò un'altra tua ricetta... questa! ;-)
    (grazie per l'amicizia su FB!)

    RispondiElimina
  7. Francesca con la tua determinazione vedrai che la bellezza tornerà a risplendere dove ora sembra mancare e tutto sarà solo un triste ricordo.
    Questa torta così coccolosa è la giusta risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero tanto anche io.....davvero <3

      Elimina
  8. I dolci aiutano sempre, poi ti mando anche un forte abbraccio per rincarare la dose di dolcezza <3

    RispondiElimina
  9. Vorrei dirti che finirà tutto presto, ma la verità è che in questi momenti non abbiamo bisogno di troppe parole..così io ti abbraccio in silenzio <3
    ...e prendo una fetta, così ti faccio compagnia :**

    RispondiElimina
  10. oooh sì, se cerchi un po' di conforto nel cibo, l'intramontabile torta paesana te lo può elargire abbondantemente :)) un grande in bocca al lupo per questo momento bruttino

    RispondiElimina
  11. Io ti auguro di cuore che questa forza ti accompagni sempre e che ti porti dritto al traguardo. Te lo auguro alla luce di un periodo NO, il mio, che continua da troppo tempo e che ho iniziato a rvalutare. Spero che il sorriso torni spensierato e ricco, più di sempre. E se servirà tuffarsi in meraviglie come questa.... che dolce sia, senza il minimo ripensamento ^_^
    Ti abbraccio fortissimo Francy. Coraggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti stringo forte anche io....forte forte

      Elimina
  12. Complimenti e incoraggiamenti. Vedrai che ce la farari

    RispondiElimina
  13. Mi piace molto questa tortina...e credo che apprezzerò ancor di più la versione veg ^_^ In bocca al lupo e che le difficoltà passino il prima possibile...un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara...la farò presto..spero!

      Elimina
  14. Spero tanto che domani ti sveglierai e capirai che questo momento brutto è solo un incubo... Nessuno dovrebbe soffrire eppure la vita ogni tanto ci mette di fronte a delle difficoltà e ci mette alla prova. Sono sicura che riuscirai ad essere abbastanza forte per entrambi...
    Mi ero persa questo post, per fortuna ho visto il tuo post su fb e sono venuta a curiosare il nuovo look! Mi piace molto e mi hai messo voglia di modificare il mio. Io sto aspettando di raccogliere un altro po' di pane per farla, ma in cucina ho un sacchettino con tutti i pezzi secchi che attende solo quello :-)
    Un abbraccio forte forte :-*

    RispondiElimina
  15. finalmente riesco a trovare il tempo per commentare un tuo post!!! ti seguo su istagram e nel tuo blog (bellissimo!) solo che non riesco a commentare come vorrei! questo libro ce l'ho anch'io e ho fatto qualche ricetta ...devo dire che è proprio carino e per un'amante dei dolci come la sottoscritta, è una delizia anche per gli occhi! al california bakery ci vado (non troppo spesso...) ed è un ambiente molto piacevole, le torte sono buone . questa è assolutamente da provare (io faccio spesso quella "classica"...) una torta così non può non accompagnare un momento particolare in cui anche una fetta di cioccolatoso dolce può infondere forza per combattere la...dura vita! :-) a presto

    RispondiElimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!