Insalata di riso nero con piselli, zucca e germogli

Non c'è molto da dire. Solo Grazie. Grazie per le parole bellissime che mi avete riservato nei commenti dell'ultimo post. Grazie per avermi fatto sentire che non sono sola, che i pensieri brutti e i momenti no capitano a tutti. Se ne esce, a piccoli passi ma se ne esce e si fa splendere il sole. Anche se quest'anno il sole stenta a sbucare, gioca e fa il dispettoso.
Sto scrivendo durante una giornata che sembra autunnale, mentre Asti ha appena appreso la morte di uno dei suoi figli più cari: Giorgio Faletti. Io ho avuto l'onore di conoscerlo.
Ho lo studio esattamente di fronte a casa sua e anni fa è venuto a trovare una mia collega con cui era molto amico. Era uscito da poco "Io uccido", libro che ho adorato. Appena entrò in ufficio non lo riconobbi subito, poi quando realizzai chi era ( si vestiva sportivo, non si atteggiava, era molto umile ) mi ci fiondai addosso con un foglio A4, unica cosa che avevo sotto mano. Gli dissi, maldestramente come solo io avrei potuto fare, che il libro era stupendo e lui, di rimando, mi rispose "Signorina, lei ha ottimi gusti". Mi fece una dedica " A Francesca, amica mia" con un cuore e me lo restituì.
Lo conservo ancora oggi.
Ma Giorgio era tante cose: scrittore, comico ( ve lo ricordate nei panni di Carletto, Suor Daliso, Vito Catozzo e Tamburini al Drive In?), cantante impegnato ( a Sanremo con "Minchia Signor Tenente") attore. Uomo.
Ciao Giorgio: falli sorridere tutti, lassù, come solo tu sapevi fare. E cerca di far sorridere soprattutto una persona, che un anno fa è partita per il viaggio più lungo che abbia mai fatto.

Dopo un esordio così, cosa potrei dirvi? neanche potrei cercare di proporvi una ricetta "corposa" perchè le parole vengono meno. E allora vi lancio un'idea, più che una ricetta.
Un'insalata di riso nero ( Venere, in gergo ) che è estiva ( le insalate di riso si fanno in estate o sbaglio? ) ma anche un po' autunnale dato il periodo e il clima ( e l'umore ). Non c'è una ricetta vera e propria: è un'accozzaglia di ingredienti un po' crudi ( i germogli di soia ) e un po' cotti ( zucca, riso e pisellini ), conditi con una vinagrette allo zenzero. Però nulla vi vieta di giocare con ingredienti, quantità, metodo di cottura e di creare la vostra insalata personalizzata.
La mia è solo un'idea, tra l'altro per sfruttare il riso nero che è davvero buono e ricco di proprietà. Unico problema del Venere, come di tutti i risi integrali è la cottura un po' lunga: sciacquatelo in acqua corrente, poi fatelo bollire per 40' abbondanti, ma anche 45' che va bene. Non rimarrà "colloso" come il riso comune, questo è chiaro, e proprio questa sua caratteristica lo rende perfetto per le insalate e i piatti freddi ( se, però, preferite una versione più "caliente", potete farlo saltare brevemente in padella con un filo di olio). Quanto agli altri ingredienti io ho messo dei germogli di soia ( sostituibili da altri germogli che vi piacciono ), pezzetti di zucca cotta in forno e pisellini, appena scottati in acqua leggermente salata, così che sono rimasti belli croccanti. Se li trovate molto piccoli e teneri potete lasciarli anche crudi ( sono buonissimi!). Velocemente, quindi, qualche appunto volante per questa ricetta.
Buona settimana.
Insalata di riso nero con zucca, germogli e pisellini
Ingredienti liberi

Riso Venere
Piselli freschi o surgelati
Germogli di soia
Zucca mantovana
Per la vinagrette: 
Un pezzetto di zenzero fresco
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Sciacquate il riso in acqua corrente, quindi fatelo bollire per 45' circa in acqua leggermente salata. Scolatelo e tenete da parte. Lavate la zucca e pulitela dai semi; tagliatela a fette e fatele cuocere in forno a 200° fino a quando sarà colorata. Fate lessare brevemente i pisellini, quindi scolateli. In un'insalatiera mettete il riso, la zucca cotta e tagliata a dadini, i germogli di soia. Preparate una vinagrette mescolando in una ciotola lo zenzero grattugiato, olio, sale e pepe. Condite con questa vinagrette il riso e le verdure, quindi servite.

Variazioni e suggerimenti:
- Anzichè il Riso Venere potete utilizzare comune riso integrale, oppure quello Rosso. Perfetto anche un misto di riso cui aggiungere un po' di riso selvatico ( che però ha una cottura decisamente molto più lunga);
- Se non volete utilizzare riso integrale utilizzate un parboiled;
- Per un tocco decisamente orientale va bene il Thai;
- Invece del riso ottima la quinoa, l'orzo, il farro;
- I germogli di soia possono essere sostituiti da quelli di rucola ( o di altro tipo );
- I piselli possono essere sostituiti con fagiolini, fave o edamame;
- Invece della zucca utilizzate una patata americana a polpa arancione;
- Per una versione più "decisa" sostituite lo zenzero con un cucchiaino di senape.

Commenti

alicegrandi ha detto…
Che fortuna aver conosciuto Faletti...davvero un grande uomo, in tutte le sue dimensioni artistiche.
E che dire del piatto...bellissimo, dalla presentazione, agli ingredienti, tutto in perfetta armonia per gli occhi e per il palato!
Spero che, come oggi qui in Romagna, ad Asti e nel tuo cuore sia arrivato qualche raggio di sole...e ti auguro buon lunedì ;)
Michela Sassi ha detto…
Tu sei speciale... e le tue creazioni perfette!
Questo piatto è assolutamente favoloso e unico!
Un bacione
Valeria Della Fina ha detto…
Ciao Francy, da astigiana doc anche io apprezzavo Faletti anche se non l'ho mai conosciuto di persona.. è davvero un peccato perché era un grande artista, sotto molti profili :)
Il piatto che ci proponi è spettacolare così come le foto, complimenti :)
Un bacio!
Francesca ha detto…
eh sì..una gran fortuna. Un Uomo che ha portato per il mondo il nome della mia piccola città. Un bacio e grazie
Francesca ha detto…
Grazieeeeeeeeee ^_^
Francesca ha detto…
Grazie Valeria. Speriamo che Asti gli renda omaggio in modo speciale. Un bacio
Ileana Pavone ha detto…
Adesso ti abbraccio soltanto e mi siedo accanto a te a mangiare questa meraviglia ^_^
.. una cosa che non c'entra nulla: quel piatto lo adoro :)
Un bacio Francy, grande grande :***
Francesca ha detto…
Grazie Ileana..anche e soprattutto per le belle parole nell'altro post <3 Siediti qui e condividiamo il piatto :) Un bacio
Miu Mia ha detto…
Grazie a te, cara Francy, perché ti condividi e perché lo fai con candore! u_u
In fondo siamo un po' tutti formati da parti morbide e croccanti, colorate, nere e bianche... questa insalata di riso si presta molto bene come spiegazione!
Farsi amico il tempo: credo sia questo il segreto!
Un abbraccio, cara amica di Giorgio!
Francesca ha detto…
grazie..sei sempre gentilissima ^_^ "Amica di Giorgio", sarebbe un onore <3
elenuccia ha detto…
Adoro i libri di Faletti e "Io uccido" era secondo me il migliore. Io credo che sarei morta dall'emozione se me lo fossi trovato davanti. Sono sicura che rallegrerà tutti lassù.
Te l'ho mai detto che tu con le insalatine "verdurose" ci sai fare? hai sempre delle proposte sfiziose e invitanti. Questa poi ha anche un accostamento di colori davvero sfizioso
Francesca ha detto…
"Io uccido" è stato un capolavoro. Soprattutto ho amato la sua capacità di cambiare stile ed espressione quando parlava del ragazzino autistico..Molto bello anch "Niente di vero tranne gli occhi" e "io sono Dio". Se ne è andato un grande, Ele :(((( Un bacione e grazie!!!
E' stato un colpo quando ho letto la notizia. Era un uomo completo, capace di passare dal serio al faceto senza mai risultare fuori luogo o inadatto. Il racconto del vostro incontro la dice lunga su come era fatto...
La tua insalata, che te lo dico a fare, mi piace un sacco e il riso nero è uno dei miei preferiti sia per la consistenza che per il profumo vanigliato :-)
Un abbraccio!
V
Francesca ha detto…
Grazie Virgina. Oggi qua ci saranno i funerali: un circo mediatico, si sa, ma l'affetto della gente si fa comunque sentire. Un bacio e grazie
simona ha detto…
quest'insalata è davvero fantastica, adoro lo zenzero! un'idea veramente sfiziosa!
Un bacione
Meris ha detto…
Che bei colori Francy! Bella ricetta. Per il resto....mi dispiace tanto, è vero, era un uomo completo. Un abbraccio
valerita ha detto…
ti leggo sempre silenziosamente, mi piace molto questo blog e il tuo modo di raccontare e raccontarti. anche io sono un'estimatrice di faletti, sono cresciuta con drive in e più grandicella ho letto i suoi bei libri. mancherà. mi piaceva la sua aria normale, pur essendo speciale.
che bello dev'essere averlo conosciuto.
spero i pensieri del post precedente stiano passando, un abbraccio, valentina
Pamela Trainito ha detto…
Ci sono rimasta malissimo quando ho saputo della sua morte, ho letto alcuni dei suoi libri, ma non l'ho mai conosciuto, ma l'ho sempre stimato, penso sia stato un uomo di grande livello umano e intellettivo, rip Giorgio.
Peanut ha detto…
Io mi vergogno un po' ma devo ammettere che lo conoscevo solo per aver recitato nel ruolo del professore in "Notte prima degli esami" :\ è bello che tu possa custodire nel cuore un ricordo così reale della sua persona :)
Per me sarà sicuramente una di quelle scoperte che si fanno quando ormai una persona non c'è più, quando ti rendi conto che forse ti eri persa qualcosa, e allora in qualche modo tenti di recuperare.

Con quest'insalatina di riso invece, non vorrei mai rimanere indietro! Il riso è stata l'unica cosa che mi è mancata in questi giorni di crudo (parlo al passato perchè il gruppo con Aida è giunto al capolinea e io non so se continuerò oltre), ma senz'altro sarà la prima cosa che mangerò quando tornerò a cuocere! ^_^
Mi piace tanto l'accostamento zucca-pisellini, poi.
Baci grandi come l'universo, Franci :**
Francesca ha detto…
grazieeee
Francesca ha detto…
e già..sapeva fare tutto. E tutto bene. Mancherà :( Un bacio
Francesca ha detto…
Grazie Valerita, sei davvero molto dolce. mancherà tanto, purtroppo. Un bacio e grazie
Francesca ha detto…
:( <3
Francesca ha detto…
Lucry, leggi almeno "Io uccido": sono belli tutti, ma quello è stupendo. Era un grande uomo . Quanto al resto, guarda..ti stimo per essere riuscita a portare avanti il progetto raw: io non ce l'avrei mai fatta ( sono meno brava di te...soprattutto in estate, con i gelatozzi, diciamo che sgarro parecchio alle mie idee semi salutiste). Tanta stima <3
An Lullaby ha detto…
Francesca le avevo già notate su facebook, queste foto sono stupende!