Crackers all'acqua

Che ci mettiamo una ricettina salata, una tantum? e non una delle solite zuppette ascetiche o insalatine da penitenza cui sono avvezza, no.
Uno sfizietto da sgranocchiare allegramente sul divano, guardando quel meraviglioso nulla che ci offre la tv ( a proposito: visto che le altre reti non offrono niente di interessante, sintonizzatevi su Fine Living, canale 49, ex Coming Soon? la mia nuova droga ) o da gustare insieme all'aperitivo che, per le vecchie signore come me, è costituito sempre e comunque da succo di pomodoro.
Non al bar eh: a casa, il sabato sera, con colui che mi sopporta da nove lunghi anni. Per esagerare ci aggiungo anche tabasco e pepe che, si sa, alla mia età sono un tantino arditi ma tant'è.
Ecco, questi crackers sono perfetti in quelle occasioni lì, in cui invitate amici per fare due chiacchiere prima di cena, ma anche nel caso in cui vogliate sostituire la cara vecchia pagnotta con qualcosa di più accattivante.
E questi, badate bene, non sono come i crackers che troviamo al supermercato, ma assai più sani.
Poi, anche in questo caso, vale lo stesso discorso che ho fatto sui biscotti: per comodità è lecito utilizzarli, ma produrli da sè è meglio, così possiamo anche controllare il discorso calorie che quando si tratta di sostituiti del pane è sempre un tema ostico.
Apro parentesi, senza peraltro volermi accaparrare titoli che non ho: as usually parlo per documentazione personale e per buon (buon???) senso.
Ecco dicevo: da immaginario comune pensiamo al pane (e alla pasta, e alle patate) come al diavolo fatto alimento. "Fa ingrassare" "contiene troppe calorie", etc etc. Ogni dieta dimagrante fai da te bandisce il pane, bandisce la pasta, bandisce pure le patate e, magari, per accompagnare la triste ma miracolosa insalatina, ci concede crackers e grissini che, effettivamente, hanno l'aria più innocente e smilza che non una pasciuta pagnotta.
No vabbè, forse con il passare degli anni abbiamo capito di aver pensato malamente, così come abbiamo ricominciato a considerare pane e pasta come amici da frequentare in tranquillità. Ecco, magari non un panino imbottito prima di una bella carbonara o non le patate fritte dopo la parmigiana ^_^ ma nei limiti il pezzo di pane ci sta ed è più sano e meno grasso dei crackers che, invece, sono ricchi di grassi e di sale.
Sia chiaro che un pacchetto una tantum non ha mai ucciso nessuno, ma comunque resta da preferire il panino del fornaio (senza strutto eh!).
Mettiamo però che siate patiti dei crackers anche perchè, a differenza della sottoscritta, magari avete tante occasioni conviviali cui far fronte e lì, certo, non potete tagliare la michetta e servire quella.
 Ecco, in questo caso, dato che a noi piace l'home made e piace renderci la vita difficile, vi passo una ricettina facile facile ( tratta paro paro da questo libro stupendo )e di sicuro successo anche per chi, come la sottoscritta, con sfoglie e mattarelli non va molto d'accordo. Tra l'altro siamo alle porte del week end, quindi casca a fagiolo.
Io non sono un'appassionata di crackers, ma questi mi sono piaciuti tanto dato che sono leggeri come piume e saporiti. Tipo quelli che si comprano, in sacchetto e chiamati "sfoglie" o qualcosa del genere.
Li ho serviti a Pasqua (Sì, potete ridere), come accompagnamento di un qualcosina che vi presenterò in seguito, ergo: stay tuned!
Serviteli come aperitivo, come accompagnamento di secondi piatti o, e sia, infilateli nel cestino della merenda e portateveli al parco o al lavoro, o dove preferite ^_^
Buon week end, amichini <3
************************
Crackers all'acqua
Ingredienti per una dozzinadi crackers

80 gr di farina
3 cucchiai di acqua tiepida
1 cucchiaio e 1/2 di olio evo
1/4 di cucchiaino di fleur de sel

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. 
In una ciotola mettete la farina e il sale; aggiungete l'olio e l'acqua e mescolate bene fino ad ottenere una pasta morbida e malleabile. Mettete la pasta su un piano di lavoro infarinato e impastate per 5 minuti, quindi stendetela in una sfoglia di 5 mm. Piegatela in due per due o tre volte, ristendendola col mattarello tra una piega e l'altra, così da permettere ai crackers di essere leggeri e croccanti. 
Con un bicchierino o un tagliabiscotti ricavate dei dischi di 6 cm di diametro e metteteli su una teglia rivestita di carta da forno.  Bucherellateli coi rebbi di una forchetta, quindi spennellateli di acqua, spolverizzateli di sale e cuoceteli fino a quando saranno dorati (circa 10'). Girate la placca dopo i primi 5'. 
Spegnete, fateli raffreddare e servite.

Variazioni e suggerimenti:
- Come da suggerimento di Benedetta, potete cospargerli di semini tipo sesamo, nigella, papavero;
- Se non avete il Fleur de sel utilizzate comune sale marino, meglio se integrale;
- Per un aperitivo veg leggero, accompagnateli con una crema di ricotta (se volete la ricotta veg, qua trovate la ricetta) o con il finto formaggio vegetale ( qui);
- Se amate il dolce, potete servirli con una crema di cioccolato e nocciole ( qui un'idea )


Commenti

  1. Mi hanno sempre dato da pensare tutte quelle diete che bandiscono il pane.. È sempre stato presente nelle abitudini dell'uomo, ma è più comodo dare la colpa al pane piuttosto che alla sedentarietà...
    È proprio bella l'idea di servire dei crackers fatti in casa, ora aspetto di vedere che cosa hanno accompagnato! Buon finesettimana :*
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero!!!!! Per fortuna, negli ultimi anni, le idee sono un po' cambiate ^_ Un bacione e grazie

      Elimina
  2. Mannaggia avevo scritto un commento lunghissimo che è scomparso. Partiamo bene oggi...
    Comunque il succo era che sei davvero diabolica Francy, questi crackers sembrano così innocui, che fanno davvero venire voglia di provarli. E anche veloci da fare. Il problema è che so già che finirò per farne dose doppia e finirò per mangiarmeli in un baleno stravaccata sul divano a guardare TV spazzatura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggiaaaaaaaa...volevo il commento lungo ;))))) Un bacione Ele e se li provi e te li sbafi, fammi sapere ^_^

      Elimina
  3. divini,e che leggerezza!!!
    concordo con elenuccia, sono certa che creano dipendenza!!!
    un bacione,Patrizia

    RispondiElimina
  4. Fine living? Ma perchè tutti ne parlano e io che nn guardo -quasi- mai la tv mi sento sempre cosi esclusa da questi discorsi!!! :P Cercherò di sintonizzarmi!!! :)
    Franci devi sapere che io ho la mia ricettiva del cuore per quanto riguarda i crackers...ed è tratta dal sito laboratorioveg..si chiamano crackers al sesamo se vuoi guardare..li adoro e li riempio di semini di ogni tipo!! l'aceto di mele gli da un buon sapore! Ti consiglio di provarlo! I tuoi sono ancora più leggeri e senz'altro saranno buonissimi, ad attrarmi maggiormente è la loro consistenza..cioè sembrano proprio leggeri ma croccanti, un po' gonfi vero?!!proprio come quelli del supermercato!!:D Il segreto sta nel girare la sfoglia più volte, come consigli di fare? (ah, sicura che nn ci vada neanche un pizzico di bicarbonato?non fraintendermi, se non c'è nessun tipo di sostanza lievitante io sono ben felice, la mia psiche malata me li fa apparire ancora più leggeri perchè la mia mente-malata-associa il lievito alla pancia gonfia!!......e nonostante ciò spesso mi trovo a mangiare pane come se non ci fosse un domani -.-'' La COERENZA è prooooprio il mio punto forte!)
    Baci baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai Benedetta...mi sarebbe piaciuto cospargerli di semini, ma a pranzo avevo una persona allergica, ergo. Questi sì, sono leggerissimi davvero e no, non hanno lievito :) Provali. Un bcione

      Elimina
    2. Eccomi! Sono tornata sul pezzo perchè ho deciso di farli solo oggi, li ho appena infornati!!! :D :D Volevo ringraziarti della citazione, vista solo ora!!! ;P Che bello che bello, sono sul blog della Francy! ahah attimi di felicità!! :D Tra l'altro ho seguito il mio consiglio, li ho cosparsi di semi di lino, di quelli al sesamo ne avevo fin sopra i capelli!;) Ora seguirò il tuo consiglio e li mangerò con qualche cremina vegetale. Gnam! Un abbraccio!

      Elimina
  5. Carissima! Usi il forno ventilato vero? La prima (e unica) volta in cui ho preparato dei creckers ho usato il forno statico (unica concessione della padrona di casa ahimè)...Il risultato? Ho sfornato qualcosa simile a..a.....
    Non trovo le parole......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! No, forno statico....anzi, a dire il vero io uso sempre quello ma se tu dici che i tuoi risultati sono stati deludenti, beh, prova il ventlato :) Un bacio

      Elimina
  6. Ma perché vecchia signora? Che c'avrai 20 anni??? XD
    Comunque me l'immaginavo rustici quando ho letto il titolo nel blogroll... sai tipo con rosmarino o salvia o tutt'e due! u_u
    Sembrano così semplici che quasi mi cimenterei! Però li taglio quadrati... magari con la rotella dei ravioli! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah sì: quasi 20 anni per gamba :-) Un bacio cara

      Elimina
  7. Ma che buoni!!!! Eccomi a rapporto, un'altra "vecchia signora" che adora fare l'aperitivo sul divano come te! E con gli stessi ingredienti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Villa Arzilla nun te temo <3

      Elimina
  8. Vabbe ma allora abbiamo gli stessi libri io e te *.* quel libro l'ho comprato qualche mese fa ma ancora non provo nulla..anche se avevo segnato molte ricette da fare :P
    Questi sono decisamente sani, buoni e sfiziosissimi :)
    Un bacio bella e buon week end :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, mi sa di sì :))) E comunque è vero: è pieni di ricettine sfiziose ^_^ Un bacio

      Elimina
  9. son di corsa, ma.. mi son detta.. "facciamo un salto a vedere che paciocchi ha combinato oggi la Francy?"
    come stai cara?
    mi piacciono sti crackers.. io che di solito evito come la peste quelli al supermercato, ricchi di grassi e sale..
    questi mi piacciono.. ECCOME
    brava cara

    RispondiElimina
  10. ps. ho volutamente evitato il discorso "DIETE FAI DA TE".. perchè da nutrizionista, ovviamente, ne ho di beghe a proposito ;-).. evitiamo di sembrare di parte ,-P
    MA ovviamente ciò che hai detto è tutto vero e sacrosanto!

    RispondiElimina
  11. Veramente carini, leggeri e golosi questi crackers...perché comprare quelli industriali quando per farli a casa ci vuole così poco? :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!