Cake con cioccolato al latte e zenzero. Idea per smaltire le uova di Pasqua


Scrivo insolitamente al sabato, ma dato che qua urge far fuori delle scorte, prendetevelo lo stesso, 'sto post. Ecco, dovete sapere che una cosa che proprio mi disturba delle feste sono gli strascichi alimentari.
No, per dire: a Natale ci tocca far fuori in qualche modo panettoni, pandori e torroni che chi più chi meno, tutti abbiamo in abbondanza.
A Pasqua ci ritroviamo con il cioccolato fin sopra ai capelli tra ovetti, ovoni e coniglietti . Che poi, a dirla tutta, se a Natale ce la possiamo prendere con calma in quanto il freddo bene o male conserva le nostre scorte di dolciumi più a lungo, discorso diverso è da fare con il caldo (a singhiozzo) dei mesi a venire. E dato che quest'anno Pasqua è anche capitata tardi, direi che non c'è tempo da perdere prima di ritrovarci con tutta la vellutata scioglievolezza dei nostri avanzi cioccolatosi sparsi per casa.
 Personalmente non è che abbia tutto 'sto gran cioccolato da smaltire: ho ricevuto parecchi ovetti, ma quelli si mangiano in fretta, una colomba artigianale spazzolata in un battito d'ali e due uova di medie dimensioni. Ecco, quelle sarà un po' più difficile consumarle dato che io preferisco lo spessore della tavoletta o delle praline, mentre quello extrafine delle uova pasquali mi stanca un po'. Anche da piccola era così: hip hip urrà per le uova, ma solo per via della sorpresa. De gustibus.
Caso ha voluto, tra l'altro, che quest'anno mi siano state regalate solo uova di cioccolato al latte, più difficile da utilizzare  rispetto a quello fondente. E' più dolce, ergo ci devi stare attento con lo zucchero, è più grasso ergo ci devi stare attento con burro e olio, etc etc.
Insomma, tutto ciò per dire che mo' vi beccate delle sperimentazioni sul tema e la prima è un'idea per colazione. Vi starete chiedendo che fine hanno fatto i dolci al cucchiaio che tempo fa impazzavano sul blog. E' periodo di sperimentazioni da forno che, tra l'altro, sono anche il soggetto che preferisco fotografare data l'estrema comodità che rappresentano. E dato che qui, se non si fosse capito, si cucina per fotografare, il resto viene da sè.
Incominciamo, dicevo, con un cake da colazione, di quelli da pucciare nel latte (latte e cacao, se proprio vogliamo esagerare), per capirci.
Dato che domani è domenica, magari vi torna anche comodo, no? La ricetta base è quella solita della Quattro quarti (sto quasi pensando di inaugurare un Quattro quarti project) ricetta che adesso ho eletto a torta universale da declinare in millemila varianti. Solo che qui non ho messo l'olio (che col cioccolato al latte mi dava l'idea dell'unto eccessivo) e neppure il burro: semplicemente ho messo il cioccolato fuso, che di grasso ne ha già di suo e per rendere il composto un po' più lavorabile solo un goccio di latte. Ah, a rinfrescare il tutto una spolverata di zenzero che da qualche parte avevo letto stare bene col cioccolato.
Il risultato è questo qua.

Cake con cioccolato al latte e zenzero
Ingredienti per uno stampo da plum cake da circa 20 cm*

140 gr di farina 00
2 uova bio
80 gr zucchero
1/2 bustina lievito
80 gr cioccolato al latte (delle uova va benissimo)
zenzero in polvere q.b.
latte q.b.
*il mio è da 25cm, ma ne avrei preferito uno più piccino

Preparazione
Preriscladate il forno a 180°.  Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, quindi mettetelo da parte. In una terrina sbattete le uova con lo zucchero fino a quando saranno diventate morbide e voluminose, quindi incorporate a filo il cioccolato fuso e la farina setacciata col lievito, aggiungendo latte q.b. per ottenere un composto morbido ma non liquido. Aggiungete lo zenzero in polvere. Versate il composto in uno stampo da plum cake di medie dimensioni rivestito di carta da forno, infornate e cuocete per 35', 40' fino a quando uno stecchino inserito al centro ne uscirà pulito. Spegnete, fate raffreddare, quindi sformatelo e servite.

Variazioni e suggerimenti
- Se il cioccolato al latte proprio non vi piace sostituitelo con quello fondente ma portate a 100 gr lo zucchero e a 120 gr la farina;
- Anzichè lo zenzero utilizzate cannella in polvere; perfetto anche il cardamomo;
- Per un'idea da buffet, potete utilizzare il dolce come se fosse pane, tagliarlo a fette e farne dei "panini" farciti con una crema chantilly non troppo dolce o una confettura di frutta, quindi tagliare ogni fetta a quadrotti e disporli in un piatto.

Commenti

  1. Un classico sempre graditissimo!!!

    RispondiElimina
  2. non conoscevo questa ricetta..me la segno! mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/ ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  3. E' furba l'idea di usare il cioccolato come grasso! Andrebbe bene anche con gli altri cioccolati suppongo, regolando eventualmente l'impasto con zucchero e liquidi :-)
    Dai che pian piano queste uova le stai eliminando!
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma guarda, io ho provato .)))) Secondo me viene bene anche col cioccolato bianco :))) Un beso bella

      Elimina
  4. Fortuna mia ho messo già da qualche annetto le cose in chiaro "No uova di Pasqua per me grazie!" e quest'anno ho da smaltire solo quello del boss...i miei sono stati messi in guardia su quello che sarebbe accaduto se avessero osato comprarmene un altro! Tra l'altro quel singolo uovo è ancora lì che piange in un angolo! Però hai proprio ragione, durante le feste emerge il lato più consumistico e sprecone di noi Italiani...ben venga quindi l'idea di far sparire tutto in un dolcetto da colazione...soffice soffice come un materasso! Attendo con ansia le mille declinazioni del Quatre quart project
    un bacione Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe..però, per quell'ovetto solingo, questa potrebbe essere un'idea no ?^_^ Bacio

      Elimina
  5. anche a casa mia tanta cioccolata, mi piace il tocco dello zenzero!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  6. io ne ho di fondente da far fuori..(al latte proprio non mi piace..) e questo dolce, di zenzero fornito, me gusta parecchio! baciooooooooo

    RispondiElimina
  7. Confermo che lo zenzero è super con il cioccolato. Io sono stata più fortunata, ho fondente da smaltire e non al latte che amo di meno. Mi piace l'idea solo cioccolato e niente olio o burro. Dici che si può fare anche con il fondente?

    RispondiElimina
  8. ma che belle ricette!!...questa poi è particolarissima...!!
    ciao!!=) io sono valentina!!
    mi sono unita a tuoi lettori fissi!
    se ti va passami a trovare e se ti piace e vuoi ricambiare io ne sarei felicissima!=)
    a presto buona serata baci vale
    ps.bellissime anche le foto!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!