12/03/14

Crema dolce di quinoa con lamponi


Allora, dove eravamo rimasti? A una torta e a un blog-compleanno, se non ricordo male.
Poi sono arrivate un po' di paturnie di vario genere (ma va??????????), un week end al mare con temperatura estiva, l'inizio di un progetto molto serio e sinceramente la cucina è passata in secondo piano. Non ho più preparato nulla di valido (anzi, ho toppato persino dei semplicissimi muffins) e tantomeno fotografato qualcosa che non fosse uno scorcio savonese, mare e nuovi libri. E facce stravolte della sottoscritta che dopo una camminata di diciotto chilometri circa (Varazze-Cogoleto e ritorno) a trenta gradi al sole, ha visto la madonnina piangente. Recupererò più avanti: intanto mi godo questi bei fine settimana al mare e mi perdonerete se scriverò poco o pescherò dall'archivio. Archivio che, bontà mia, è abbastanza corposo e pieno di arretrati. Cercherò di non postarvi la polenta ad agosto o il sughetto di pomodori freschi a dicembre, ma per il resto attingerò a piene mani da lì.
Dunque, vi avevo detto che in occasione del compleanno di mio papà, Torta Caprese a parte, avevo preparato anche un dessert vegano ?
Uno di quegli esperimenti che piacciono tanto a me e con cui mi diverto a giocare. Esperimenti che, lo ammetto, non sempre riescono a meraviglia o, almeno, magari soddisfano me ma non chi è abituato a sapori più elaborati. Beh, questa volta siamo rimasti tutti soddisfatti e ho la seconda occasione per giocare con Salutiamoci, con Daria e con la quinoa.
Oggìà: questo seme simile a un cereale in chicco non è perfetto solo nei primi piatti. Basta leggere libri, riviste o cercare blog "alternativi", per rendersi conto che viene utilizzato spesso anche in pasticceria, sia sotto forma di farina che intero. Marianna è, tra le blogger, colei che forse ne fa più uso sotto forma di farina: seguite il sui meraviglioso blog e troverete un sacco di idee stratosferiche per preparare biscotti, torte, cake e via dicendo. Io, invece, sono partita dalla quinoa in semini (o in chicchi, chiamatela come volete) e ho rispolverato una vecchia ricetta: quella della crema pasticcera di cous cous, rendendola adatta alle regole di Salutiamoci.
La cremina è un'ottima base su cui lavorare: potete servirla come ho fatto io, in bicchierini con lamponi o frutta fresca a piacere, oppure potete utilizzarla per farcire torte e pasticcini. Inutile dire che può anche essere una bella idea per la colazione: mettete in una coppetta un po' di frutta fresca e secca, qualche seme di lino, la crema di quinoa e un filo di malto o di miele se non siete vegani. Magari anche una spolverata di cannella, che sta sempre bene. Un'alternativa al solito yogurt o all'invernale porridge. A presto e buona settimana.


Crema di quinoa con lamponi
Ingredienti per 4 mini bicchierini

40 gr quinoa
150 ml latte soia (più altro se dovesse asciugare troppo)
2 cucchiaini di succo concentrato di dattero ( o di malto di orzo o un dattero fresco frullato)
lamponi (una parte frullati, altri per decorazione)

Preparazione
Lavate la quinoa per togliere un po' del sapore amaro e mettetela in un pentolino dai bordi alti. Fatela tostare brevemente su fuoco basso, facendo attenzione a non farla bruciare, quindi aggiungete il latte e fate cuocere per circa venti minuti: mescolate spesso per evitare che attacchi e tenetevi pronti ad aggiungere altro latte dato che deve cuocere restando comunque morbida (la consistenza di una polentina). Poco prima di spegnere aggiungete il dolcificante scelto e mescolate, quindi frullate la quinoa con qualche lampone (servono giusto per dare colore e ne basteranno cinque o sei) fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Fate raffreddare in frigo. Poco prima di servire disponete sul fondo di quattro bicchierini (quelli piccoli da amaro, per capirci) 3 o 4 lamponi, versate la crema, completate con altri lamponi , quindi servite decorando con altro malto o succo di dattero o granella di frutta secca.

Variazioni:
- Sostituite il latte di soia con latte di riso, di avena o di mandorle ;
- Per renderla più cremosa aggiungete, a raffreddamento completato, dello yogurt di soia;
- Anzichè i lamponi potete utilizzare fragole, more, ribes o un misto di tutto questo;
- Il succo di dattero lo trovate nei negozi biologici, ma se non lo reperite utilizzate il malto d'orzo (ma non sarà adatta i celiaci);
- Per un colore dorato omettete i lamponi frullati e aggiungete un pizzico di zafferano: in questo caso è perfetto l'abbinamento con le pere.

36 commenti:

  1. Buonissima e delicata questa cremina, questo è un dolce che proverò sicuramente e che mi gusterò anch'io:)
    Opterò per il latte di mandorle pero' o quello di riso, i miei preferiti!
    Fai bene a goderti il sole, il mare e le belle giornate.
    Felice giornata Fra :*

    RispondiElimina
  2. Booona!
    E pure per la colazione. Specie quando Siri ti rovina la giornata con i suoi insulti ahahah
    Bacetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe, marito..maledetto Siri ^_^ Un bacio

      Elimina
  3. Ma fai benissimo Fra a goderti tutto quello che di bello le giornate ti offrono, noi siamo qua, non scappiamo mica… le giornate al mare invece non ci sono sempre ;-)

    Mi piace questa cremina così delicata… e poi che voglia di lamponi *_*
    Un abbraccione splendore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Katy...sì sì, qualche bel fine settimana me lo godo ancora ^_^ Un abbraccio

      Elimina
  4. Mi piace un dolcetto non troppo pesante e con la frutta così anche chi cerca di stare a dieta può mangiarlo tranquillamente :-) E fai bene a ripescare dall'archivio, quando si ha di meglio da fare bisogna farlo! Un bacione

    RispondiElimina
  5. Questa cremina la devo provare, ho giusto preso anch'io della quinoa, coincidenza salutare.
    un caro saluto
    Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova, poi mi fai sapere se ti piace :)

      Elimina
  6. Questo dolcetto mi piace un sacco!!!

    RispondiElimina
  7. davvero una golosa ed elegante preparazione :)

    RispondiElimina
  8. Fantastica questa crema! Decisamente originale! Inserisco quanto prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, sto preparando il post conclusivo per Salutiamoci di marzo e inserirò il link alla tua ricetta: è un problema se metto anche una foto, logicamente linkata qui?

      Elimina
  9. Sai che adoro le tue ricettine "strane" :-)
    Adesso vado anche a vedere la crema pasticcera al cous cous, mi era sfuggita e sono troppo curiosa

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia! Io adoro creme e cremine, tutti i dolci al cucchiaio insomma! Franci basta girare a ponente, io ti aspetto nel levante quando vuoi ricorda!!!!! ;P
    un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe, te l'ho già detto su IG:Savona è la città più comoda da Asti...anzi, sai che sabato ci torno?^_^

      Elimina
    2. Si avevo letto ma io ci provo finché non cedi! Mi toccherà postare foto di meravigliosi e salutari gelati sperando di convincerti cosi!!! ; P
      Buona giornata a savona cmq!! pensa che io c sono stata solo un giorno..e di passaggio!

      Elimina
  11. che meraviglia questo dolcino! sto scoprendo ora la quinoa ed è assolutamente da provare! e la foto...eterea e bellissima.
    un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  12. Questa mi ispira un sacco! Corro a prendere la quinoa per provarla prestissimo! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacio Chiara ^_^ Poi fammi sapere

      Elimina
  13. Bellissima idea! Adoro la quinoa e finora in versione dolce l'ho aggiunta solo a dei biscotti...da provare quanto prima ;)

    RispondiElimina
  14. Bellissimi i bianchi/rosa della fotografia

    RispondiElimina
  15. Sulla stessa linea d'onda è dir poco Francy, anche per quanto riguarda la ricetta in questione. Se dio lo vorrà vorrei riuscire a preparare qualcosa di dolce anch'io per Salutiamoci, vedremo! La tua cremina mi piace un sacco e le foto son bellebellebelle. Goditi a pieno tutto il tuo sole, stai bene, che stiamo bene anche noi :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh..io ho letto il tuo post e mi è sembrato di leggere il mio...un beso, Lucry <3

      Elimina
  16. Ma che bella e che buona Francy! Le tue foto mi mettono sempre allegria! Non ho mai provato la crema pasticcera con il couscous perchè l'ingrediente in questione non mi fa impazzire e non lo compro quasi mai ma ho imparato ad amare la quinoa ergo proverò anche la versione dolce!
    Anche se non scrivo più un occhio al blog lo lancio sempre! Sorridi!
    Un abbraccione
    Zucchina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! poi fammi sapere <3

      Elimina
  17. E' perfetta!!!!!!!!!! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/ ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  18. Daria..certo che puoi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!^_____________^

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!