05/02/14

Dolcetti morbidi al roux di rosa e Taste&More n. 7


Ultimamente sono un po' assenteista. I malanni, le paturnie, due trasferte di lavoro (nulla di esotico: Alessandria e Torino), il tempo grigio etc etc mi hanno tenuto un po' distante dal blog , facendomi riflettere. Questo spazio deve andare avanti, me lo e ve lo devo, ma a volte mi manca la voglia e lo stimolo. Così come nel lavoro, anche in questa che, lungi dall'essere un lavoro, è una bella passione. Ma the show must go on e i malanni fisici e psichici passeranno. Intanto un appuntamento bello bello: l'uscita del n. 7 di Taste&More che potrete sfogliare gratuitamente qua 

Non dovrei ripetermi, ma lo faccio: la collaborazione con questa rivista è la soddisfazione più grande e bella degli ultimi tempi. 
Da questo numero poi, ci sono un po' di sorprese: una nuova veste grafica, un filo conduttore per le fotografie..Insomma, vi consiglio di correre a sfogliarlo subito. Io ho proposto tre ricette e una di esse ve la riporto qui (le altre divertitevi a scoprirle da soli). 
Trattasi di dolcetti perfetti per il the con le amiche e dato che il clima di questi giorni invoglia a stare in casa ad oziare, direi che sono perfetti. In realtà trattasi di una rivisitazione della famosa torta fatta col metodo Tang Zhong che, abbiamo visto, è molto versatile. Talmente versatile che ho deciso di fare dei piccoli dolcetti al profumo di rosa e ciliegie (un po' primaverili, insomma). Io ho utilizzato degli stampini da mini madeleines, ma voi potete usare anche degli stampi da muffins (meglio se più piccini di quelli normali) o da mini cake. L'importante è sapere che più i dolcetti sono piccoli, minore sarà il tempo di cottura. Buona lettura!

*** *** ***
Dolcetti morbidi al roux di rosa
Ingredienti

100 g di zucchero
150 g di yogurt alla ciliegia
98 g di farina 00
98 g di fecola di patate
50 g di olio di semi
50 g di roux*
12 g malto di riso (o miele )
10 g di lievito
1 g di sale
*per il roux alla rosa
8 g di farina 00
80 g di acqua
3 o 4 boccioli di rosa per uso alimentare

Preparazione
Preparate per prima cosa il roux. Portate a bollore l’acqua, aggiungete i boccioli di rosa, spegnete e fate intiepidire. In un pentolino mescolate accuratamente la farina con l’infusione di rosa (avrete tolto i boccioli), evitando di formare grumi. Portate il padellino su fuoco basso e scaldate a fuoco dolce, mescolando, fino a 65°. Se non avete il termometro, dovrete ottenere un composto simile a una besciamella, leggermente gelatinoso e attraverso il quale intravedere il fondo del pentolino. Spegnete e trasferite in una scodella, lasciando raffreddare a temperatura ambiente.
Una volta freddo, mettete il  roux in una terrina , unite lo yogurt, l'olio, il sale, lo zucchero, il malto. In un'altra terrina miscelate insieme farina, fecola, lievito , quindi uniteli al composto e mescolate. Versate il composto in piccoli stampini ( ad esempio quelli da madeleines ) in silicone. Infornate a 180°C per circa 15' minuti ( più lo stampino è piccolo, meno tempo impiegheranno a cuocere) o finchè facendo la prova stecchino, questo ne uscirà asciutto

Varianti e suggerimenti:
- Se l'idea dello yogurt alla ciliegia non vi piace, potete utilizzare altre tipologie di yogurt, anche bianco o di soia;
- I boccioli di rosa li trovate nelle erboristerie e nei negozi di alimenti naturali: io li ho trovati da Melissa, la tisaneria di Torino di cui vi avevo parlato;
- Il roux potete prepararlo, anzichè con acqua, con latte;
- Altro abbinamento simpatico è quello dello yogurt ai frutti di bosco con violette per uso alimentare.


23 commenti:

  1. Io.ti.adoro. è da un po' che programmavo di provare a fare le madeleines ma ancora non avevo visto in giro ricette senza uova. Me l'hai svoltata francy! :)

    La foto è troppo ♥♥
    Appena torno a casa mi leggo la rivista. Un beso

    RispondiElimina
  2. ehehe Lucry..queste non sono proprio madeleines vere (quelle hanno il burro, le uova, etc etc) ma il metodo Tang Zhong è sempre infallibile, ergo vanno benissimo! Io non riesco a commentare il tuo post...ufffffffffffff

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me da quando ho cambiato le impostazioni per i commenti sei stata rilevata come sospetta dai filtri antispam xD

      Elimina
  3. Ma che belle Fra, e anche la foto mi piace tanto!
    Dai, vedrai che è un periodo questo… piano piano ti/ci passa :-)
    Un abbraccione

    RispondiElimina
  4. Grazie Katy!!!!!!!!!!!!! <3

    RispondiElimina
  5. E' proprio bello questo numero e come sempre avete fatto un ottimo lavoro :-)
    Vedrai che presto tornerà il sole, sia fuori che dentro :-)
    Un bacione
    V

    RispondiElimina
  6. Hai proprio ragione sulla rivista e questi dolcetti sono deliziosi e soprattutto molto salutari! Brava!

    RispondiElimina
  7. stupende ed originali queste madeleines! complimenti francy

    RispondiElimina
  8. Francy, davvero collaborare con Taste&More è la cosa più bella che ti sia capitata ultimamente? Sei un tesoro tu. Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. @Ale, grazie!
    @Memole :)
    @Meris certo ^_^ Un bacione

    RispondiElimina
  10. Francy, momenti come questo capitano un po' a tutti, il blog è parte di noi vedrai che presto sarai di nuovo carica, nel frattempo noi ti aspettiamo :* come aspettiamo la primavera.
    baci ficoeuva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie FicoUva e tutti gli altri ;) Un bacione

      Elimina
  11. meravigliosi questi soffi di dolcezza :)

    RispondiElimina
  12. Ciao Francy, non sai quante volte in questi giorni ho pensato di scriverti in privato ma sono giorni ormai che non ho un attimo per me! Mi sono riproposta di farlo nel weekend se mi sarà possibile! Posso solo dirti che le condizioni meteo non aiutano l'animo ma NON devi lasciarti abbattere, NON devi pensare di mollare perchè non può averla vinta Lei...sono la prima che "predica bene e razzola male" ma sono convinta anzi straconvinta che sei troppo una bella persona per lasciarti annientare da quella che so bene che è una brutta bestia.
    Comunque, parlando di cose più soft, ti devo solo ringraziare per aver pubblicato la ricetta del metodo T.Z., l'ho già usata diverse volte con ottimi risultati! :) si mantengono morbidi morbidi e profumati sia i muffin che la tortina (io ho usato uno stampo da 18 cm).
    Ti abbraccio forte forte
    zucchina

    RispondiElimina
  13. Le innovazioni sono fantastiche; è un vero piacere sfogliare, leggere, copiare e provare
    Ciao!

    RispondiElimina
  14. Questi dolcetti sono così belli e delicati, che è quasi un peccato mangiarli...la foto poi, come sempre, è meravigliosa...ha tutta l'atmosfera di un sogno :)

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!