Torta al cioccolato e peperoncino con olio di oliva


Il leit motif è sempre lo stesso: il comfort food. Giusto perchè non si pensi che io vivo solo di zuppette, zucca e mele (cosa perlatro non molto distante dalla realtà) confesso che un altro dei miei cibi conforto è il cioccolato. No vabbè. Che novità. Credo sia l'alimento più idolatrato al mondo, simbolo dei momenti bui e tristi. Il cibo in cui affogare i propri disagi e da incolpare se il giro vita aumenta. Ora, a parte che non c'è bisogno che ve lo dica io, che il cioccolato non solo non è dannoso ma anzi è ricco di sostanze nutritive, pare che anche una ricerca americana condotta su tot adolescenti, abbia evidenziato le proprietà fenomenali del cibo degli dei, in grado addirittura di attivare il metabolismo grazie alla presenza delle catechine, che sarebbero degli antiossidanti (marito, correggimi se sbaglio).
No, per dire: più mangiamo cioccolato e più restiamo snelli come acciughe. Ricerche a parte, erano anni che si sapevano 'ste cose. Magari non nello specifico, ma che il cioccolato è un alimento assolutamente da non demonizzare ma, anzi, da concedersi senza sensi di colpa, lo si sapeva da tempo. Quindi persevero col mio cioccolatino del mattino e il mio cucchiaino di crema di cioccolato vegetale della sera senza timori. Un discorso sul cioccolato e sul comfort food sarebbe incompleto se non menzionassi Nigella Lawson che, nel cioccolato, affonda spesso e volentieri le dita, creando prodigi cioccolatosi in gradi di risollevare anche un morto. Ora. Faccio pubblica ammenda: sto rivalutando la signora ogni giorno di più. Ammetto che quando comprai il mio primo libro di Nigella (Kitchen)  più spinta dall'ingordigia letteralculinaria che dalla curiosità, giurai a me stessa che sarebbe stato il primo e l'ultimo. Non brutto eh, ma dovendo scegliere avrei scelto altro. Poi ho deciso di darle una seconda possibilità e ho comprato Nigella Express, incominciando ad apprezzare questa bella donna dall'aria simpatica ed in pace col suo corpo, che ci ammaliava anche su Real Time. Le ricette mi sono sembrate fattibili, facili sì ma non del tipo "apri la busta e spadella" tipico di stars nostrane. Insomma, da lì all'acquisto di Nigellissma, il passo è stato breve. E' un libro stupendo (devo parlarne), ricco di ricette semplici ma particolari, narrato in maniera simpatica e alla mano. Ecco, tra le ricette di Nigellissima sono stata subito colpita al cuore da questa torta al cioccolato. Una semplice torta al cioccolato, come forse ce ne sono tante, ma con una peculiarità: non contiene burro! Leggere una ricetta di Nigella senza burro è cosa abbastanza rara (che poi, io non lo uso da anni e anche con l'olio ci sto-troppo- attenta, ma una tantum non credo sia da demonizzare neanche lui. E forse era più sana la fetta di pane burro e marmellata delle nostre nonne, rispetto alle merendine di adesso), soprattutto se si tratta di dolci. Eppure questa...Una torta scura, densa, col tocco sano e italiano ( sì, perchè il libro propone piatti tipici della tradizione italiana riletti in chiave moderna) dell'olio di oliva. Nigella ci spiega che può essere preparata anche con la farina di mandorle anzichè con quella di frumento (amici celiaci è per voi!), anche se il risultato sarà un pochino più compatto e pesante. La cosa simpatica è che non contiene lievito e latticini, ragion per cui è adatta a chi è intollerante a questi due alimenti. Io ho seguito alla lettera la ricetta (riducendo solo le dosi), con una piccola aggiunta: un pizzico di peperoncino, giusto per renderla piccantina e corroborante. So che San Valentino è ancora distante, ma se qualcuno fra i presenti fosse un fanatico della festa più insulsa tenera dell'anno, sappia che questa versione può essere una buona idea. Piccola precisazione: non è una torta da pucciare nel latte. Nonostante abbia utilizzato farina di frumento, è rimasta comunque abbastanza compatta e non soffice tipo torta da colazione. Una torta da servire a piccole dosi dato che parca di calorie non è. Sana sì, ma non light. Io la vedo bene a conclusione di un pranzo leggero, o come merenda autunnale da accompagnare ad una tazza di caffè. Potete servirla ancora tiepidina oppure, come ho fatto io, tenerla in frigo fino a poco prima di servire, data la sua consistenza compatta e la nota umida che sprigiona. Provatela assolutamente!
Torta al cioccolato e peperoncino  con olio di oliva
da Nigellissima di Nigella Lawson
Ingredienti per una tortiera da 18 cm di diametro ( tra parentesi le dosi di Nigella per una da 22-24 cm) 

70 ml di olio di oliva  (150 ml)
30 gr di cacao (50 gr)
80 ml di acqua bollente (125 ml)
80 gr di farina 00 (125 gr)
1/2 cucchiaino raso di bicarbonato
1 pizzico sale
130 gr di zucchero (200 gr)
2 uova (3)
un pizzico di peperoncino in polvere

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Setacciate il cacao in una ciotola, quindi aggiungete acqua bollente , mescolando fino ad ottenere una salsa omogenea e ancora liquida. Aggiungete un pizzico di peperoncino e mescolate. Setacciate la farina con il bicarbonato e un pizzico di sale. Sbattete con le fruste elettriche le uova con lo zucchero e l'olio fino ad ottenere un composto chiaro e denso.Aggiungete il composto di cacao, mescolando con la velocità leggermente ridotta, quindi unite il composto di farina. Limpasto sarà un po' liquido. Foderate con carta da forno una tortiera da circa 18 cm di diametro ( io ne ho usata una da 15 cm più due stampi da muffins) e versate il composto. Infornate a 180° per circa 40': i lati devono sembrare sodi ma il centro ancora umido. Lo stecchino inserito per controllare la cottura non deve uscire perfettamente pulito ma ancora un po' sporco. Spegnete, lasciate raffreddare per almeno 10' su una gratella per dolci, quindi delicatamente toglietela dallo stampo. A piacere potete decorare con panna o, come ho fatto io, con riccioli di ricotta mescolata con zucchero a velo.
Io l'ho conservata in frigo, sia per la presenza della ricotta, sia per la sua caratteristica "umidina" che l'ha resa più simile a un flan che non a una torta.

Variazioni e suggerimenti
- Versione gluten free: sostituite  la farina 00 con 100 gr di farina di mandorle (150 se usate le proporzioni di Nigella)
- Omettete il peperoncino o sostituitelo con scorza di arancia grattuggiata
- Per una versione davvero "dark" sostituite l'acqua con caffè
- Decorate la torta con riccioli di ricotta mescolata con zucchero a velo

Commenti

Monsieur Tatin ha detto…
Giusto moglie! Le catechine sono degli antiossidanti (sono catechine, ma di un altro tipo, anche quelle del tè verde per esempio). Anche la teobromina, molecola simile alla caffeina, aiuterebbe ad aumentare il metabolismo.
Comunque io ho provato a mangiare un sacco di cioccolato e non sono dimagrito ihihihi
Ma la tua torta ha l'olio evo: la mangio senza sensi di colpa. Bacio
Francesca ha detto…
Marito, vedi che ho studiato e sono preparata????^_^ Grazie per le puntualizzazioni, sempre mooooolto accette. Io, che sono vecchia e tarda, avevo letto che avevi mangiato un "succo" di cioccolato e già stavo per chiederti dove lo avevi trovato #cosamisonofumata :-) Un bacione
Monsieur Tatin ha detto…
Ah per metterci ancora un po' di chimica: l'acqua bollente aiuta a formare un po' di amido pregelatinizzato come nel water roux, secondo me
Francesca ha detto…
Chapeau :-) Vedi perchè ti ho scelto tra tanti ? ^_^
Lenia ha detto…
Che torta fantastica!Bravissima,carina!
Francesca ha detto…
grazie cara!!!
Valealcioccolato ha detto…
Avevo assaggiato il cioccolato al peperoncino e mi era piaciuto. Segno questa ricetta ;) Un bacio!
Francesca ha detto…
Grazie Vale!
Michela Sassi ha detto…
Che foto straordinarie e torta fantastica!
Bravissima!
Patalice ha detto…
io il cioccolatolo amo proprio, ma l'abbinamnto col peperoncino non mi lascia un buon sapore in bocca ammetto!
elenuccia ha detto…
Sai che anche io ho cominciato a rivalutarla quando l'ho vista su Real Time? confesso che il mio confort food è la focaccia, se proprio voglio il massimo del confort vado di focaccia pugliese. Ma non disdegno di certo il cioccolato. E con il peperoncino poi è anche meglio :-)
Francesca ha detto…
Grazie <3
Francesca ha detto…
Nessun problema: prova a non metterlo :-))) Bacioo
Francesca ha detto…
ehehe, vedo che Nigella ha subito un picco ^_^ Non è male, vero? quanto a comfort food io non sono da salato, ma un bel pezzo di focaccia...Un bacione
Memole ha detto…
Sembra proprio buona!!!
Forno Star ha detto…
Io ho sempre amato Nigella proprio perché come dici tu le sue ricette sono fattibili, ma non del tipo apri la busta... Nigellissima mi manca ancora, ma se avessi avuto qualche dubbio di prenderlo, me l'hai dissipato! ;)
Francesca ha detto…
certo che devi prenderlo :-))))))) E poi lei inizia a starmi simpatica :-)))) Un bacione
Katiuscia ha detto…
Per la miseria! *_*
Dopo una torta del genere rivaluto anch’io Nigella!
Brava Fra! Tra l’altro la ricotta col cacao è sempre stata una cosa che adoravo, quindi apprezzo tanto anche la decorazione! :-)
Baci :*
Arianna Frasca ha detto…
Buonissima questa variante della Nigella ^^ da rifare assolutamente!
Francesca ha detto…
Grazie Katy:)) Comunque si,Nigrlla è da rivalutare,anche perché di ricette veg ne propone un po';) soprattutto in Nigellissima...baciooo
Francesca ha detto…
:))) Grazie!
Martina ha detto…
E' una delle chicche (golose) che mi devo ancora concedere: l'abbinamento cioccolato-peperoncino! Non so, c'è qualcosa che ancora mi blocca, forse il fatto che non prediligo i sapori piccanti...
Ripensandoci e guardando di nuovo le foto, forse questa chicca me la concederò presto :)
Flavio ha detto…
Francy... scopro così di avere un genero? E' proprio vero, i genitori sono sempre gli ultimi a sapere le cose, perbacco!!! Ti perdono solo in virtù del fatto che hai preparato un ottima torta, invitante fin dalla prima rapida occhiata alle tue foto.

Un salutone e buona serata :)
Flavio

Francesca ha detto…
Oh Marty non preoccuparti:il peperoncino l'ho aggiunto io:) e tu puoi seguire l'originale.Baciooo
Francesca ha detto…
Ehehe,Leo è mio marito come tu sei mio padre,Papy :) Comunque faccio adesso le presentazioni (ma non c'eri al nostro matrimonio trash?eppure avrei giurato di averti visto ahahaha)Un bacio e grazie per i tuoi commenti sempre carinissimi
Zucchero e zenzero ha detto…
Io questa torta la vedo bene anche sotto forma di brownie, magari con qualche noce! L'aggiunta del peperoncino è ultra mediterranea e ci sta benissimo. Comunque il cioccolato fa bene, se non altro perchè fa sorridere e se si sta bene di umore il fisico non può che giovarne :-)
Un bacione
V
Francesca ha detto…
^_^ che idea!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! tagliata a quadrotti...devo provare!!!! Un bacio cara
F Saucerful ha detto…
Quanto mi prende il tuo modo di scrivere non lo so nemmeno io!! :) bellissima ricetta...vero, a volte è il caso di rivalutare tante cose, soprattutto inerenti al mondo della cucina...complimenti!
biggreenkitchen ha detto…
Ho seguito il programma "Nigellissima" in tv (si lo ammetto, sono una fan di Nigella Lawson, anche se spesso trovo le sue ricette un po' troppo pesanti...ma è sempre una fonte di spunti interessanti, e poi ha un modo di porsi e di fare in cucina...che ti fa rimanere attaccata allo schermo :) ), e avevo visto questa ricetta...la tua versione "mini" e con un pizzico di peperoncino è ancora più invitante dell'originale! Bravissima :)
Francesca ha detto…
Grazie bella!!!!! mi fa sempre piacere leggerti...grazie!
Francesca ha detto…
^_^ ehehe, vero: buca letteralmente l'obbiettivo :) Un abbraccio
Peanut ha detto…
Uau uau uau, che bomba questa! E' da qualche tempo a questa parte che mi piace parecchio anche il cioccolato col peperoncino, quindi la tortina m'alletta parecchio.
Ecco, non so se te l'ho già detto ma fino a pochi anni fa ero una fan sfegatata di Nigella, ora son io che l'ho rivalutata, ma nel senso opposto ecco, io forse l'ho semplicemente persa di vista, anche se la trovo sempre una grande simpaticona :D mica come qualche altra star nostrana che oltre a aprir la busta e spadellare è totalmente rinc.. , e invece di farmi sorridere mi fa solo una gran tristezza -_-
baci bella
Francesca ha detto…
eheheh, ogni riferimento a cose o persone è puramente causale :-))))) Un bacio Lucry