Hummus di barbabietole con noci e crema di arachidi


Come nella vita di tutti i giorni, anche in cucina assistiamo quotidianamente ad episodi di razzismo. E così come lottiamo per far capire che l'amore non ha sesso, le persone sono da rispettare anche se hanno la pelle di un colore diverso dal nostro o appartengono ad un'altra religione, dovremmo batterci a favore di alcuni alimenti bistrattati, ecchediamine. Ora, a parte il paragone stupido che ho appena fatto (anche se penso che la stupidità stia nelle discrimazioni e non nel fare un paragone leggero ), vero è che già lo scorso anno avevo condotto una personale battaglia contro gli ortaggi bistrattati per mancanza di "carattere", tipo il sedano rapa o il finocchio. Ripropongo brevemente quanto detto in quelle circostanze di tempo e di luogo: pensare a un rosso pomodoro ci mette allegria, idem per un una bella melanzana, mentre una rapa ecco. No. Scatta l'antipatia o, meglio, la falsa tolleranza (del genere "ma sì, se me ne dai una fettina la mangio, ma solo una").
Non so per quale motivo (anche perchè personalmente adoro tutte le verdure, fatta eccezione solo per i rapanelli) ma è quasi un dato di fatto. Idem dicasi per le barbabietole. Tanto belle e colorate ma sempre sottovalutate. Ne parlava la bella Katy, dell'odio della sua dolce metà per questo ortaggio dal sapore leggermente terroso, e mi trovo qua a dover lottare per difendere la barbabietola. Signori, è buona! Ammetto di non averla mai assaggiata cruda, dato che in quel di Asti non la si trova, ma cotta al vapore o al forno è deliziosa: dolce, succosa, leggermente agretta. Unico difetto: insozza tutto il possibile e dopo averla tagliata sembra di essere sul set di Dexter. Ma sono dettagli. E' talmente buona da poter tranquillamente sorvolare su macchie violacee tendenti al fucsia sui vestiti. Il suo utilizzo è variegato. A parte il fatto che entra anche nei dolci, come poco saggiamente vi avevo detto qua (poco saggiamente nel senso che il risultato era migliorabile), ma è in insalata che da il meglio di se. Tagliata a fettine, unita ad anelli di cipolla rossa, qualche noce e un filo di olio. Magari due fagioli per completare il piatto.

Non parliamo delle zuppe, dove è ingrediente fondamentale del Borscht , ma è molto buona anche in versione vellutata. Oggi però non vi parlerò di una zuppa. Vi parlerò di un Hummus, che poi Hummus non è dato che la base di questa deliziosa salsina mediorientale sono i ceci. Però il concetto è lo stesso e il colore talmente bello che non potevo non proporvela, tra l'altro dopo averla vista su Vegetariano Gourmand. Vi dico che è buonissima, e a riprova di ciò vi confesso che io e mio padre (quello dai gusti tradizionali e bla bla bla) l'abbiamo spazzolata. E' uno stuzzichino simpatico e sfizioso, ideale da servire con pane pita o semplice pane bruschettato. Io ho utilizzato la crema di arachidi (non il burro di arachidi, tanto amato negli USA), ma la ricetta originale - così come l'hummus di ceci - prevede il tahini. Comunque al fondo della ricetta vi lascio le varianti e i suggerimenti. Al bando i pregiudizi e provatela!

Hummus di barbabietola con noci e crema di arachidi
da Vegetariano Gourmand

200 gr di barbabietole cotte*
un pugno di gherigli di noce
15 gr di pane raffermo senza crosta e tagliato e pezzetti
1 cucchiaio di crema arachidi (biologica per me)
1 spicchio di aglio sbucciato
succo di un limone
1 cucchiaio semi cumino
olio evo
sale
pepe

*io ho usato quelle sottovuoto

Preparazione
Tostate separatamente i gherigli di noce e i semi di cumino, facendo attenzione a non farli bruciare ( utilizzate un padellino antiaderente). Nel robot da cucina mettete le barbabietole tagliate e pezzetti, il pane, le noci, il cumino ( tenetene da parte un pizzico per decorare), la crema di arachidi, l'aglio, il succo di mezzo limone e un cucchiaio di olio e un pizzico di sale. Frullate fino ad ottenere un composto denso. Volendo potete aggiungere altro succo di limone, a piacere. Mettete in una ciotola, aggiustate di pepe, cospargete con semi di cumino e servite.

Varianti e suggerimenti:
- Anzichè crema di arachidi utilizzate il tahini (crema di sesamo);
- Se non avete semi di cumino utilizzate semi di finocchio o provate semi di nigella;
- Aggiungete un pizzico di peperoncino
- Per una versione gluten free, utilizzate pane o grissini senza glutine
- Servite come antipasto, accompagnandolo con pane bruschettato e con bastoncini di verdura oppure per condire riso al vapore
- Per una versione che ricorda vagamente il Borscht, nappate con panna acida o yogurt 

Commenti

Monsieur Tatin ha detto…
Già già! Avevo già fatto coming out sul mio amore per questo ortaggio (che ho mangiato anche ieri in insalata con una grattata di scorza di arancia, erba cipollina e semi di zucca decorticati). In versione hummus mai provata, ma se l'effetto è quello di far comparire Dexter nella mia cucina, bhe mandame una bitumiera :)
Baci baci

PS: Contorno per il pranzo di nozze: hummus di barbabietola
Francesca ha detto…
Marito NO: Dexter me lo prendo io...tu devi essere devoto a me, capito? al massimo a Captain America^_^ Comunque vada per l'hummus come antipasto...Bacione
Monsieur Tatin ha detto…
Ok. Dexter a te, Capita America a me.
Fassbender come l'hummus: ce lo dividiamo ihihih
Francesca ha detto…
andata...Quanto siamo avanti noi?^_^
Peanut ha detto…
Ooh, si, mi piace la tua battaglia a favore degli indifesi, anch'io me ne faccio spesso portavoce. Che poi tante volte basta solo ingegnarsi un attimo e cercare semplicemente una nuova veste per riproporli per scoprire che il nostro era soltanto un pregiudizio. Anche io amo tutte le verdure a eccezione dei rapanelli! :D (anche i cetrioli mi piaccion poco ma se ci sono..) e soprattutto mi piacciono tanto le salsine da spalmare. Avevo provato barbabietola-tofu ma non ancora in versione hummus. Non me la posso far mancare!
Un bacio bella :*
Francesca ha detto…
Lucry, ma dai?!?! anche io non amo i cetrioli, anche se quest'anno li ho leggermente rivalutati..vedi che siamo uguali??????^_^ Un beso
elenuccia ha detto…
Io non bistratto affatto le barbabietole, a me piacciono molto. Come ti avevo già detto io mangio tutte le verdure e con enorme piacere, tutte tranne i cavoletti di Bruxelles. Ci ho riprovato poco tempo fa ma il blocco non è ancora passato. Questo simil hummus è bellissimo, ha un colore incantevole. Volevo comprarle per farci una torta ma credo che ne terrò da parte un po' per questo.
Solo che con questo io ci faccio sparire un filone di pane :-)
Francesca ha detto…
oh, invece io ho una voglia di cavoletti che me li sogno di notte:-))) Un bacio cara e grazie!
Katiuscia ha detto…
Ma Francy, questa è per me! :D
Adoro la barbabietola, ma non l’ho mai abbinata al cumino… invece ora che mi ci fai pensare ci deve stare proprio bene! La prossima scorpacciata sarà fatta sotto forma del tuo hummus.. grazie!
Per Daniele… pane e olio! buahauhauhauhauhau :D
Francesca ha detto…
ahahaha Katy..non si merita altro ;) No, scherzo...Un bacione e grazie
Memole ha detto…
Squisita!!!
Ilaria ha detto…
che bonta' ho giusto pronte le barbine rosse e la crema di sesamo...allora mi lanciooo
A presto
Francesca ha detto…
certo che devi lanciarti :-))))))))))))))))) Un bacione
Marta New Horizons ha detto…
fantastica!! consistenza rustica e appetitosa!! me la vedo anche spalmata su pane di segale per bilanciare di dolce amaro :)