15/11/13

Granola con semi di zucca e bacche di Goji (senza zucchero)


Mi rendo conto di essere un po' ripetitiva perchè anche questa volta starò a decantare il mio amore per la colazione. Io amo la colazione ( la prima colazione, quella che si fa al mattino prima o dopo essersi vestiti e/o lavati. E/o doveroso dato che non tutti lo fanno al mattino come la sottoscritta, ma alcuni preferiscono compiere questi rituali di sera) e piuttosto di non farla o farla velocemente preferisco alzarmi mezz'ora prima. Se vado in vacanza e l'hotel non ha la colazione compresa vado nel panico e, nel caso, viaggio con una scorta di cereali in valigia e di frutta nella borsa ( frutta che poi compro appena vedo un supermercato in zona). Non sono normale, lo so. C'è chi in una situazione del genere sarebbe ben felice di andare al bar a mangiare brioches e bere cappuccino, cosa che peraltro adoravo anche io da ragazzina. Ma quella al bar era un premio, generalmente dopo le analisi del sangue (adesso non riesco a farmi mettere in vena neanche un aghetto, ergo..), e non l'abitudine. L'abitudine era la colazione a casa, servita dalla nonna e a base di biscotti e latte. L'ovetto sbattuto col caffè in campeggio. 
No, ecco: alla colazione a casa io non riesco a rinunciare e posso tranquillamente e senza vergogna alcuna affermare che è il pasto più abbondante e calorico della giornata. Ora, ma resti tra di noi (disse ridendo), io a colazione mangio anche la verdura. Non che mi addenti un pomodoro o uno zucchino eh! Verdura dolce, tipo carote o zucca che, vi assicuro, stanno benissimo coi cereali e altra frutta. Ma non parliamo di me. Cioè, parliamone pure, ma solo come tramite per giungere alla Granola. Di ricette di granola ne ho già fornite alcune, ma non sono mai troppe, dato che è una cosuccia davvero buona e di sicuro apprezzamento per chi ama i cereali.

Per carità, la trovate già pronta al supermercato, con frutta, cioccolato o quello che più vi piace: basta aprire la confezione, versarla in una ciotola e versarci sopra latte o yogurt. Inforcare il cucchiaio ed il gioco è fatto. Ma, e qui casca l'asino, quella comprata è ricca di zuccheri, di grassi e di calorie. E costa cara. E' buona, e ve lo assicuro dato che nelle colazioni in hotel (che detta così sembra che io sia un'abituè di alberghi e b&b ) mi è capitato di assaggiarla, ma farla in casa è meglio. Innanzitutto risparmiamo un po', che in tempi di crisi fa sempre piacere ( e rido, pensando all'Iphone 5 dorato che mi sono appena autoregalata e ai tanti, troppi ricettari che una persona speciale mi sta regalando). Seconda cosa possiamo controllare grassi, zuccheri, calorie etc etc. Tanto si sa che sono fissata. Punto. La ricetta di oggi proviene paro paro da un libro decisamente bello : Breakfast, Lunch and tea Rose Bakery, della Rose Bakery, appunto, famoso locale parigino. Il libro riporta molte ricette che, suppongo, vengano servite nel locale, ed il "suppongo" è d'obbligo dato che purtroppo ho sempre saltato la visita. Sono ricette di delizie da prima colazione, tea del pomeriggio e pranzi leggeri: pancakes, torte e scones, muesly e granola. Ecco, tra le tante ricette proposte, io ho scelto la Granola senza zucchero, cui ho apportato qualche variante. Innanzitutto le dosi: dimezzate per esigenze di consumo.Le mandorle le ho sostituite con noci, ho omesso di semi di girasole (per chi volesse sono ugual peso di quelli di girasole) ma ho aggiunto una manciata di bacche di Goji che, per chi ancora non le conoscesse, sono uno dei tanti superfood che adesso vengono "spacciati" anche in Italia. Ricche di vitamine e di minerali, sembrano piccoli mirtilli essiccati e sono fantastiche nello yogurt, nel latte e via dicendo. Ora: io le ho mescolate al resto e ho poi infornato il tutto, ma per ovvie ragioni qualcuna si è bruciacchiata. Consiglio, allora, di unirle solo a fine cottura, quando riporrete la granola nel vasetto, così da non correre alcun rischio. Se invece siete temerari come me, infornatele fin dall'inizio, mescolando spesso per non farle bruciare. Vi lascio la ricetta e, al fondo, suggerimenti e consigli.


Granola con semi di zucca e bacche di Goji
tratta da Breakfast, lunch and tea di Rose Bakery
Ingredienti

150 gr di fiocchi avena 
50 gr di mandorle o di noci spezzettate
60 gr di semi di zucca 
60 gr di semi di girasole
20 gr semi sesamo 
una manciata di bacche di Goji
65 ml di succo di mela 
2 cucchiai di olio di semi o di riso

Preparazione
Preriscaldate il forno a 160°. In una ciotola mescolate bene tutti gli ingredienti (tranne le bacche), quindi con un cucchiaio disponete la mistura in una teglia ricoperta di carta da forno, livellando un po' per ottenere uno spessore non troppo alto.  Infornate per circa 30',40' minuti, mescolando ogni 10' (se avrete aggiunto le bacche tenete d'occhio la cottura e mescolate spesso) per fare in modo che i cereali tostino da tutte e due i lati. Quando il composto sarà dorato sfornate e lasciar raffreddare. Una volta raffreddato spezzettate la granola, unite le bacche (se non le avete già unite prima) e riponete in un vaso con chiusura ermetica. 

Variazioni e suggerimenti:
- Sostituite i fiocchi di avena con fiocchi di orzo o di farro
- Sostituite le mandorle con noci o con nocciole, oppure fate un misto di frutta secca (mandorle, anacardi, nocciole, noci...)
- Aggiungete anche i semi di girasole
- Aggiungete un pizzico di Fleur de sel per conferire alla granola un tocco salato
- Per la versione al cioccolato, quando la granola sarà tiepida unite scaglie di cioccolato fondente, anzichè le bacche di Goji
- Per una versione gluten free utilizzate fiocchi senza glutine  (tipo quelli di riso o di grano saraceno) e certificati dall'AIC.
- Utilizzate la granola nello yogurt o nel latte, sul gelato, oppure sgranocchiatela da sola, nei momenti di pausa.





23 commenti:

  1. Anche io adoro la colazione e non smetterò mai di dirlo!
    Le ricette di granola sono sempre benvenute, soprattutto quando sono senza zuccheri aggiunti come questa.
    Ciao bella!
    V

    RispondiElimina
  2. A-do-ro la granola!
    E questa tua versione è davvero particolare, quindi hai fatto benissimo a postarla!
    E poi… che splendide foto! Meravigliose davvero! Bravissima Fra! :-)

    RispondiElimina
  3. ahahah, adoro la granola e anche io se l'hotel non ha la colazione vado nel panico e infilo i cereali in valigia! la frutta in borsa ce l'ho sempre, ho scoperto che in giappone ho rishciato di essere arrestata perchè era illegale introdurla nel paese (ma lì costa troppo e io dovevo starci due settimane per lavoro!).
    la granola comprata prima mi sembrava buonissima, ma da quando ho iniziato a farla in casa, mi sembra troppo dolce... che sia una fissata anche io?
    proverò questa tua versione, foto e post mi hanno messo allegria e non c'è nulla di meglio di un sorriso per iniziare la giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello il Giappone..andarci è il mio sogno,frutta a parte;) Un bacione e grazie!!

      Elimina
  4. ti adoroooooooooooo!
    francy cara.. secondo te se al posto del succo di mela uso un po' di succo d'agave.. riesco ad omettere l'olio e creare cmq la giusta emulsione?
    adoro questa granola e.. credimi siamo decisamente e paurosamente simili..
    per me la colazione è sacra.. cappuccino e brioche? ma non me ne può fregare di meno.. zero soddisfazione!
    anch'io mangio solo home-made (i cereali confezionati sono delle immani sfifezze..) e sono tra le poche psicopatiche che la verdura la mangia pure a colazione (la zucca al forno, con semini vari, un po' di cannella, yogurt e fiocchi d'avena... meraviglia pura)
    insomma, tante parole per dire: copio la ricetta e me la faccio ALL'ISTANTE!
    BRAVA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvvvai Luisa!!!non sono l'unica a mangiare verdura a colazione!!!!Quanto al succo di agave non so,ma secondo me va bene e,anzi,attendo curiosa:))) Un bacione grande e grazie

      Elimina
  5. Mah, ti dirò Francy, a me le tue colazioni con la carotina o la zucca camuffata sotto i bastonicini di crusca non mi dispiacciono affatto!:P anzi, mi sconquifferano proprio!
    la granola, ecco, sarà facilissima ma io se la dovessi fare non saprei da dove partire, quanto olio, quanto dolcificante..per me è davvero incognita, forse perché non ho ancora capitole dinamiche per le quali si agglomera. coomunque, la tua con le bacche di goji e semini di zucca mi sembra proprio super, la terrò presente quando mi cimenterò! ;)
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh,giusto:tu sai a cosa sono capace di arrivare,durante la colazione ;)) Se la provi fammi sapere eh!!baciooo

      Elimina
  6. Buona e sana come tutte le tue ricettine.
    Potevi metterne qualcuno anche qui, di mirtillo rosso. Bacio Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe, vero..ma la ricetta risale a mesi fa e ancora non li avevo comprati :-)))))Bacione

      Elimina
  7. Anche per me la colazione è intoccabile. E' il pasto in cui mangio di più di tutta la giornata e GUAI, davvero GUAI a chi me la tocca. Per l'ora in cui mi ci dedico (sì, hai capito bene, un'ora di colazione) nessuno può interferire, se non con altrettanto famelico desiderio di cuare e coccolare il proprio corpo. Trovo questa granola davvero irresistibile. Ti scopro con questa ricetta e questa ricetta mi segno, perché vorrei davvero provarci.
    Sei grande e ti seguirò con molto interesse. Un abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem Erica^_^ E se non ci dedico un'ora, ci vado vicina: mezz'oretta abbondante durante la quale non ci sono per nessuno! Un abbraccio e grazie di cuore

      Elimina
  8. Francy, che foto favolose, mi vien voglia di rubartene un pò........che golaaaaaaaaa
    baci cara e buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Uuuuh questa devo provarla assolutamente! Senza zucchero, davvero? Ti adoro <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 Poi fammi sapere stellina ^_^

      Elimina
  10. bella e buona la granola, complimenti Francy! Anche io la uso per colazione e con bacche di Goji, ma non "inforno" a 160°C ma a 46 giusto per non cuocerli. Parlo di cucina crudista. I tempi di "cottura" si allungano ma ne vale la pena. Se ti va, se hai un forno elettrico ventilato, puoi provare, ne vale sicuramente la pena! Meglio un disidratatore... se non l'hai ancora acquistato, potrebbe essere il prossimo regalo di Natale... credimi e' un sogno! Ciao cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eduuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu..è sempre bello leggerti^_ Come stai???? sai che all'essiccatore ci ho pensato tante volte? quasi quasi me lo autoregalo..un beso

      Elimina
  11. Anche per me la colazione fatta a casa è sacrosanta, e necessaria per iniziare bene ogni giornata, quella che si può fare al bar non ha niente a che vedere in termini di comodità, varietà, salubrità...non c'è assolutamente paragone! A questo proposito vedo infatti con piacere le foto delle tue colazioni su Instagram, di cui la granola fatta in casa mi sa che è spesso (e giustamente) protagonista! Oltre ai suggerimenti di utilizzo per la granola che hai già detto tu, io te ne aggiungo un altro, non so se hai mai provato...come topping per dei deliziosi muffins fatti in casa, semplici o magari con dei pezzetti di mela, da aggiungere sulla superficie dell'impasto appena prima di infornarli...si crea una copertura croccante, sana e golosa che non ti dico! A presto
    Alice :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai...come topping non ci ho mai pensato! in realtà a colazione uso spesso crusca o altri cereali, dato che la granola devo rifarla^_^ P:S. ma chi sei su Instagram?????^_^

      Elimina
  12. Su instagram sono con la mia vera identità...alicegrandi87 :)

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!