21/10/13

Pausa lettura e Le Ricette di Maghetta Streghetta


 La rubrichetta del week end, questa volta arriva in the corner, alla fine del week end e all'inizio di una nuova settimana. Strano. Come atipico è il contenuto della rubrica, in cui vi ho abituato a sentire sproloquiare di quattro o cinque libri. Questa volta no. Mai avrei potuto parlare in una dozzina di righe del libro di colei che reputo un'amica. E gli amici non si liquidano in dodici righe anche se, sono sicura, a Iaia non sarebbe dispiaciuto essere "racchiusa" in 12 righe. Magari con 12 parole (chi conosce il suo mondo capirà) ma. Ma no. Non potevo. Era da maggio, quando al Salone del Libro ci fu la presentazione del libro senza il libro, che aspettavamo tutti questo momento. Il momento catartico in cui, finalmente, avremmo potuto stringere le Fumetto ricette tra le mani ed avere un pezzettino di MaghettaStreghetta a casa nostra. 

Riferimento casuale?
Ma lei, che ordinaria non è, ce lo ha fatto aspettare, desiderare, ci ha dato falsi indizi ;) e quando il 24 settembre un messaggino della libreria in cui lo avevo prenotato mi ha avvistato del suo arrivo, ecco in quel momento siamo entrati attraverso lo specchio, un po' come Alice nel Paese delle Meraviglie. Siamo entrati nel mondo di Grazia.Giulia.Guardo.Iaia.Maghetta Streghetta. Come dicevo su Instagram, non è un libro di ricette, questo. E' vita. Dimenticate tutti i ricettari visti e rivisti, dimenticate tutte le convenzioni e sfogliate il libro senza paura con la consapevolezza che, alla fine, avrete incontrato Giulia. Iaia e tutte le altre. Fumetto ricette: quindi le ricette ci sono, anche perchè Giulia è una bravissima cuoca . Una di quelle per cui tutto sembra facile e semplice...perchè lei è leggiadra, come le dissi tempo fa. Parla di argomenti importanti con leggerezza e leggiadria, così come cucina, come fotografa e come è. Iaia è leggiadra e in tal modo racconta le ricette. Senza precisione esasperata, ma interloquendo con il lettore come se fosse seduto accanto a lei. Ti senti a tuo agio, mentre leggi, esattamente come mi sono sentita a mio agio quando l'ho incontrata a Torino. Come se la conoscessi da sempre. E forse è così: forse Giulia ha saputo essere talmente tanto se stessa nel blog (e nel libro) che appena la vedi ti sembra di essertene separato due minuti prima. Lo dicevo: il libro E' Iaia. Ogni ricetta è accompagnata dai suoi meravigliosi fumetti, che ritraggono Maghetta Streghetta accanto al fidanzato Nippo, o a Turi (il suo meraviglioso e bellissimo papà) o a Nanda (la mamma). Sono lì: ci raccontano piccoli aneddoti di vita, ci fanno ridere e anche (spesso) piangere.
Una delle pagine più toccanti
 E ci siamo anche tutti noi, noi che abbiamo avuto l'onore e il privilegio di conoscerla, chi dal vivo, chi attraverso il blog. C'è Bestiabionda, c'è Max, c'è Cei, c'è Estella, Franciulla, e ci sono anche io, nei ringraziamenti. Lei ha ringraziato noi non rendendosi conto che siamo noi a dover ringraziare lei per averci donato così tanto. Attraverso il blog e attraverso il libro dove, nell'introduzione, si è messa a nudo. Giulia non vuole fare la "fashonfoodblogger". Giulia non vuole fare la prezzemolina e non le importa niente di essere invitata a destra o a manca, essere pagata per quello che fa, o farci credere che mangia tutto quanto cucina. E ce lo dice. Con leggerezza e leggiadria. Personalmente gliene sono grata. Giulia è una guerriera: una grande guerriera travestita da farfalla che combatte e vince. Sempre. Il libro, dicevamo, anche perchè mi rendo conto che fino ad ora non ne ho parlato molto. Diverso è l'aggettivo che meglio lo descrive. E' organizzato come se fosse un calendario. Un calendario che non segue le stagioni ma le ricorrenze. E, badate bene, non solo e non tanto quelle canoniche, ma ricorrenze più particolari, cui Iaia attribuisce un significato speciale: la festa del papà, della mamma, il capodanno cinese, il compleanno di Stephen King e Halloween. Ricette, fumetti incentrati sulla ricorrenza, e piccoli consigli per arredare la tavola, decorare la frutta e cosine così, per rendere la vita meno noiosa e ordinaria. Concludo ribadendo che è un libro da vivere e non da sfogliare, ma assolutamente da avere.
Giulia, ti voglio brand <3
Lettori fieri
Le ricette di Maghetta Streghetta, di Grazia Giulia Guardo. Mondadori Electa.

19 commenti:

  1. bellissima recensione Fra <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!!! l'ho scritta di getto, quindi potrei aver commesso degli errori :-))) Un bacione

      Elimina
  2. Una recensione fatta con il cuore e si nota ♥ Seguo iaia da tempo ma solo su instagram, avevo quindi captato qualcosa su questo libro e gia mi ero incuriosita, adesso direi che è giunta l'ora di cercarlo in libreria! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!!!!! sono contenta di essere riuscita ad incuriosirti^_^ corri corri....

      Elimina
    2. Ecco e ora perché io non ti seguo Sushi? perchèèèèèèèèèèèèèèèè?

      perché sono anziana e arrivo sempre dopo.

      Piacere ! io sono Iaia*disse tendendo la mano :*

      Elimina
  3. Una recensione fatta con il cuore e si nota ♥ Seguo iaia da tempo ma solo su instagram, avevo quindi captato qualcosa su questo libro e gia mi ero incuriosita, adesso direi che è giunta l'ora di cercarlo in libreria! :)

    RispondiElimina
  4. Ma che bel post! Scritto col cuore per recensire non solo il suo libro, ma anche celebrare una amicizia!
    Un abbraccio di buon inizio settimana!
    Leo

    RispondiElimina
  5. Un post veramente bellissimo!Complimenti,carina!Un bacione!

    RispondiElimina
  6. è inutile che ti dica che pianga.
    è inutile dirti che .

    non so se merito tanto.
    ma.


    so di aver meritato anche solo un po' della tua fiducia.
    e per me non è tanto.

    è proprio tutto.
    ti voglio brand volpinozumba.

    tanto. e tanto.
    sogno un gelato con te. spero che presto accada .

    mi manchi .
    moltissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu meriti tutto, Iaia e io sono fortunata ad averti conosciuta. Certo che ci rivedremo, e quel gelato, foss' anche a meno 20, ce lo mangeremo.Sei una a persona fantastica e.E non ho parole, ecco. TI VOGLIO brand <3

      Elimina
  7. Ho visto anche io per la prima volta Iaia al Salone del Libro di Torino, le ho sorriso e lei mi è venuta incontro come se ci conoscessimo da sempre......è un vero tesoro e io sono felice di averla trovata :o)

    Il tuo blog è magnifico !!!
    Un bacio
    Annalisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa.....ma ma..allora ci siamo viste anche io e te!!! chi eri? dov'eri? rinfrescami la memoria che sono vecchia...Iaia è speciale <3

      Elimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!