04/09/13

Sala gadula, magica bula...Torta magica


Settembre è arrivato. Durante il giorno fa ancora un caldo boia, ma al mattino e alla sera incomincia a fare freschetto. Questione di qualche giorno e la voglia di cibi freschi e leggeri cederà il passo a quella di qualcosa di più sostanzioso. Cosa che, per me, significherà soprattutto la voglia di zuppe e di colazioni calde, di "papocchi" nel bento termico per la pausa pranzo e di mela cotta come merenda. Sono donna triste, lo so. Tutto ciò per darmi una scusa ufficiale per proporvi una ricetta che, a differenza di quelle presenti su questo blog, è tutt'altro che leggera. O, almeno, in quanto ad ingredienti dato che, a prima vista, sembra davvero innocente. Ma le apparenza ingannano, si sa, e se vi dico che dietro a questa che dalle foto sembra una nuvola si nascondono ben 125 grammi di burro, sono sicura che non ci crederete.
O forse sì, dato che è una ricetta che circola tra i blog già da un po' di tempo. Un virus. La torta magica, così si chiama, si è diffusa tra i blog di cucina come un virus. Non c'è foodblogger che non l'abbia proposta e chi non l'ha fatto so che l'ha già pronta in wish list. Io, in quella lista, l'avevo messa da un po' ma non era ancora arrivata l'occasione giusta per proporla. Il momento è arrivato in occasione di un pranzo organizzato da amici di mio padre e io, furba come una volpe, decido di preparare per la combriccola un dolce mai sperimentato prima. 

Una volpe veramente. L'esperienza mi ha insegnato di non provare mai e ripeto, mai, una nuova ricetta quando l'occasione è seria: meglio far fare da cavie ad amici/parenti in occasioni tranquille, ma non in quelle ufficiali. Però di proporre l'ennesima torta di mele declinata in maniera diversa, ma pur sempre torta di mele, non avevo voglia e questa mi sembrava particolare. E anche abbastanza indicata per un fine pasto, dato che da quello che avevo letto, calorie a parte, la sua caratteristica è quella di assomigliare più a un dolce al cucchiaio che a una torta. Diciamocelo: il ciambellone va bene a colazione, va bene pucciato nel latte o nel the, ma a fine pasto fa un po' mapasssone (per dirla alla Barbieri). Decisamente meglio una crema, un gelato, un budino: roba che va giù senza troppi sforzi. Ma un budino/crema/gelato presupponeva un frigo a disposizione, mentre la cena de quo si teneva in un campeggio dove, per definizione, ci si arrangia come si può. Evabbè, non ve la meno troppo: ho deciso di provare la famosa Torta Magica. Ora. Detta così sembra chissà quale ricetta. Roba che solo l'Araba Felice più famosa del web ^_^ potrebbe concepire, lei specializzata in favolose ricette con un solo ingrediente o, al massimo, due. Invece è quanto di più semplice si possa immaginare, ma la cosa stupefacente è cosa esce fuori. Per una sorta di qualche strana alchimia tra ingredienti, la torta si fa con un procedimento unico, ma risulta divisa a strati: uno più compatto in basso, uno cremoso al centro, e una sorta di biscuit in cima. Prometto che funziona. Prometto meno che piaccia a tutti, dato che sul punto le opinioni divergono. Alcuni, come Elisa, l'adorano; altri, come Sara, l'hanno trovata non di loro gradimento. Agli amici di mio padre è piaciuta. E' vero: il primo strato, quello a contatto col piatto per capirci, sembra una sorta di budino compatto o, come lo hanno definito su molti blog, una torta poco cotta, ma secondo me è proprio la sua caratteristica principale. Il suo bello e il suo buono. Ma de gustibus. A Voi la ricetta, premettendo che ho seguito alla lettera quella di Martina con l'unica variazione data dal tocco di scorza di limone e da qualche mirtillo come decorazione. Consiglio di lasciarla in frigo fino al momento di servire o poco prima (io l'ho tenuta al fresco fino a quando papà l'ha portata a cena, dove è stata mangiata qualche ora dopo): anzi, decisamente meglio toglierla dal frigo un po' prima di servirla in modo che sia fresca ma non ghiacciata. Cospargetela con taaaaaaaanto zucchero a velo e, se volete, servitela con frutti di bosco. Fatemi sapere!

Torta magica
Ingredienti:per uno stampo 20x20 

4 uova bio (tuorli e albumi separati) 
150 gr di zucchero semolato
1 cucchiaio d'acqua 
125 gr di burro
120 gr di farina 00
scorza di limone grattugiata
un pizzico di sale
500 ml di latte intero
4-5 gocce di aceto bianco (o di limone)
zucchero a velo

Preparazione:
Riscaldate il forno a 160°. Fondete il burro a bagnomaria e fate raffreddare. Intiepidite il latte in una casseruola e mettetelo da parte. Montate i tuorli con lo zucchero, fino a che diventeranno gonfi, chiari e spumosi; aggiungete  il cucchiaio di acqua e poi il burro fuso e freddo quindi montate ancora per un paio di minuti. Aggiungere al composto la farina setacciata e amalgamare bene il tutto. Unire quindi la scorza di limone, il sale e il latte poco alla volta. Mescolate bene. Montate gli albumi con le gocce di aceto (o di limone) a neve, quindi incorporateli al composto preparato precedentemente mescolando dal basso verso l'alto delicatamente per non smontarli. Imburrate uno stampo 20x20, infarinatelo e versateci il composto. Infornate per circa 60 minuti o finché a superficie sarà ben dorata e la torta si restringerà e staccherà leggermente dai bordi. Sfornate, lasciate raffreddare e mettete in frigo per 3-4 ore, poi spolverate con abbondante zucchero a velo, tagliate a cubotti e servite.


47 commenti:

  1. Infatti è nella mia wish list da mesi, ma non mi ci sono ancora messa.. La proverò sicuramente quest'autunno, quando i 125 g di burro sembreranno meno pesanti ^_^
    Ti è venuta proprio bene e mi piace la variante con il limone e i mirtilli!
    Comunque sto aspettando con ansia che arrivi il periodo delle zuppe calde, perchè le insalate nel mio piatto cominciano ad annoiarmi!
    Buona giornata mia cara :*

    RispondiElimina
  2. Questa torta magica mi incuriosisce davvero tanto, ha un aspetto incantevole!!!

    RispondiElimina
  3. L'ho fatta anch'io e stavo solo aspettando che l' ondata "torta magica" svanisse ma ecco che vedo la tua!!! A me e' piaciuta molto e contrariamente a quello che avrei creduto, e' stato facilissimo farla.....non mi piacere postare ricette troppo inflazionate ma questa torta mi è piaciuta così tanto che non posso sorvolare....
    Mi era detta che se non mi fosse piaciuta non avrei scritto nessun post e invece mi toccherà farlo....con molto piacere però !
    Carino il mirtillino!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io , allora, aspetto :-))) anzi, avvisami quando l'avrei pubblicata ^_^

      Elimina
  4. STU-PEN-DA!!! Bello e dolcissimo questo tuo posticino. Alla prossima...

    RispondiElimina
  5. E' anche nella mia di wish list! Anche se devo dire che ormai il "wish" è più quello di assaggiarla che quello di prepararla e pubblicarla :D
    Le tue foto con quel mirtillino però sono troppo invitanti! ^_^ Un bacione! :*

    RispondiElimina
  6. ciao Francy, questa torta l'ho intravista da qualche parte e non era ancora finita nella lista di quelle da provare.
    Una domanda: forno ventilato o statico?
    Grazie mille e mi hai già fatto venire fame...sappilo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Roby..forno statico^_ Un abbraccio

      Elimina
  7. Non l'ho mai provata perché due cose mi hanno sempre lasciato perplesso:che lo strato cremoso sappia troppo di uova cotte.
    Tu che mi dici? Sa di frittatone dolce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehmmmmm ehmmmmmmm...se ti dico che io non l'ho assaggiata ? :-/ però a mio padre è piaciuta e tieni presente che lui è uno che come torta ama solo quella di mele! ergo.prova!!!!!! Un bacione

      Elimina
  8. Anche tu con la torta magica?? :) Ma tutte queste che vedo non saranno mica chiari segnali che devo farla anche io? Le vedo così buone e soffici...mmmmm...!!
    Deliziosa, complimenti!!

    RispondiElimina
  9. Sì, è vero, si vede tanto ma è davvero speciale! Irresistibile.. la tua è veramente incantata :D Poco importa se non è leggerissima.. per una volta uno strappo si può fare ed è un modo per coccolarci un po'!! <3 Bravissima tesoro! TVTTTB!

    RispondiElimina
  10. Grazie Francesca di averla provata... Carina l'idea di mettere uin mirtillo sopra la fetta!!

    RispondiElimina
  11. eccoti qua anche tu con questa delizia...la devo provare assolutamenteeeeeeeeee

    RispondiElimina
  12. In effetti ce l'ho anch'io nella wish list. E ora che la rivedo la rimetto subito al top della mucchia di stampe. Più burro che farina fa un tantinino tentennare anche me, ma solo qualche secondo poi la golosità la fa da padrone :)

    PS: foto super, la prima mi la letteralmente lasciata a bocca aperta con quei mitillini così in primo piano. Tentazione enorme!

    RispondiElimina
  13. Sembra proprio deliziosa!!!

    RispondiElimina
  14. se non fosse per gli albumi a neve...direi che è un flan! La proverò senz'altro, mi hai incuriosita!!!!
    Forse sono una delle poche che ancora non la conosceva, ma ultimamente bazzico poco internet ;)

    RispondiElimina
  15. Ciao io sono Virginia, del blog mammamiaquantericette.
    Sono capitata per caso nel tuo blog e volevo farti i complimenti.
    Io sono nuova nel mondo del blog.
    Abbiamo "aperto" da poco io e mia sorella. Comunque bando alle "ciance" prima o poi la farò anche io questa magnifica torta.

    Ciao

    RispondiElimina
  16. Grazie a tutti per i commenti :-))) Rispondo collettivamente perchè oggi ho avuto qualche problemino di connessione, ma spero che presto torni tutto normale...grazie ^_^

    RispondiElimina
  17. anch'io non l'ho ancora provata ma è nella mia wish list!! assolutamente squisita la tua versione

    RispondiElimina
  18. Io non l'avevo neanche mai sentita nominare, sono proprio fuori dal mondo :-(
    Comunque fatta da te risulta proprio splendida :-)

    RispondiElimina
  19. Io l'ho provata ma devo aver sbagliato qualche passaggio perché è uscita una schifezza tanto che ho dovuto buttarla (mai successo per una torta...) chissà! A vedere la tua però mi viene voglia di riprovare! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente: devi riprovare :-) anche perchè se è riuscita a me, che fallisco laddove tutti riescono...^_^

      Elimina
  20. è un secolo che mi dico "devo farla!!" ma ancora nada!!!
    -.-'
    devo rimediareeeeeeeeeeee

    baciiiii

    RispondiElimina
  21. l'ho fatta anche io un mesetto fa...stravolgendola perché ho messo farina integrale e zucchero di canna...non male ma un po' troppo bagnata per i miei gusti! però ai miei commensali è piaciuta...

    ciao
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero???? farina integrale e zucchero di canna mi ispira un sacco..anzi, quasi quasi la provo!!

      Elimina
  22. mapasssone? Oddio,sono ignorante...
    Però,a vederla così si presenta bene e quel mirtillo mi tenta come le sirene di Ulisse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paolo! Mapassone era un termine usato sempre da Chef Barbieri in Master Chef ^_^

      Elimina
  23. mi piace troppo leggere le tue intro :D

    RispondiElimina
  24. Anche questa ricetta è da provare. Vanno bene i mirtilli congelati come guarnizione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clara!!! certo che vanno bene...anche perchè questa è una torta da fare anche in inverno, quando quelli freschi non ci sono più, quindi ben vengano mirtilli, more, lamponi surgelati...oppure fettine di pera tagliate sottilissime per guarnire! Un abbraccio

      Elimina
  25. E' davvero magica... va proprio provata!!! :-)
    Un bacio.

    RispondiElimina
  26. MIrtilla Maicontenta10/09/13, 15:53

    Buonissima è piaciuta a tutti, anche se io ho messo l'olio al posto del burro, all'ultimo mi sono accorta di non avere burro in casa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, Francy aspetta: davvero funziona anche con l'olio?????????????????^_^ stessa quantità???????? sei un mitooooooooooooo

      Elimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!