23/09/13

Waldorf salad



Ve lo avevo detto che qualche insalatina sarebbe ancora arrivata, nonostante l'estate ci abbia oramai abbandonato. Mentre altrove fervono i preparativi per Halloween e Natale, io che faccio? vi propongo un piatto freddo e veloce. Quanto di più lontano esista dallo slow food che ben si addice ai mesi autunnali e invernali. Dopo la mia personale versione della Cesar Salad, un'altra insalata molto famosa e che non è difficile trovare nei ristoranti internazionali: la Waldorf salad. Che quella made in USA non sia la cucina più leggera del mondo è risaputo (anche se paradossalmente gli americani tengono molto alla propria salute, tanto da indicare per ogni alimento- anche per le bevande, giuro!- le relative calorie e info nutrizionali), ma ne abbiamo conferma con questa "insalatina".
Gli ingredienti sono pochi: lattuga, mela, noci e sedano, ma quello che aggiunge sostanza e calorie al tutto è la salsa che la condisce: maionese a go go. Ora: io non ho mai amato la maionese neanche quando le uova le mangiavo, perchè mi ha sempre fatto un po' senso. Sono signorina dai gusti difficili, si sa, e la maionese no. Non l'ho mai mangiata. E' capitata, qualche rara volta, che abbia assaggiato quella fatta da mio papà, appena preparata, ma mi riferisco a secoli fa e comunque non ne andavo pazza. Decisamente meglio la senape. Senape ovunque ma maionese, no. 
Ciò significa che ho sempre declinato l'invito per insalata russa, capricciosa, vitello tonnato, tartine e paninetti salsati. Quando poi ho capito che la maionese aveva un sacco di calorie, ho avuto un motivo in più per non amarla. Eppure la gente va in visibilio per lei. La ama così tanto da studiarne addirittura delle alternative vegane che, sinceramente, nè ho provato nè credo proverò. Perchè per quanto mi riguarda è un po' come dire "cerco un sostituto cruelty free di qualcosa che amo da impazzire" (tipo la "mozzarella vegana" o il "parmigiano vegano" per chi ama i formaggi )  ma dato che io la maionese non la amo affatto...ecco. Torniamo alla Waldorf Salad (di cui Lucrezia ha pubblicato una stupenda versione qui ).Contiene, appunto, maionese...Un sacco di maionese, tanto da poterla considerare un bel piattone unico e non un semplice contorno per lavarsi la bocca a fine pasto. Maionese a parte, però, mi piace l'idea della lattuga con le mele e il sedano. Mi piace l'idea dell'insalata dolce-salata, e trovo che sia perfetta per l'autunno. E così l'ho veganizzata e alleggerita. 
Tofu seta al posto della "maionese", un po' di senape e delle bacche di goji (dato che uvetta non ne avevo).E questa sì, è abbastanza leggera da poter essere servita come contorno. O come piatto unico, aumentando le dosi e tenendo presente che ci sono anche noci e uvetta, alimenti ricchi di sostanze benefiche. Un'insalata davvero semplice e versatile che, sono sicura, potrà costituire il piatto forte delle ultime cene estive tra amici. Ad esempio, giusto per darvi qualche idea di presentazione, potete servirla all'interno di una colorata (che di grigiume ce ne sarà fin troppo nei mesi a venire) insalatiera come quelle che trovate su un sito che mi ha fatto letteralmente sbavare....io ho fatto un giro, di recente, e tra vestiti, accessori e simpatiche idee per la casa su Zalando mi sono davvero persa. Pensavo, giust'appunto, che quella Waldorf starebbe benissimo dentro a questa (che adesso io bramo..sì, insomma, ve lo dico: l'ordine è già partito) giusto per dirne una, da cui ognuno potrà servirsi a proprio piacere. Qualche tovagliolo colorato, qualche bella posatina e portate un po' di colore nelle tristi giornate che arriveranno. Cioè, non è carinissima? 
Vi lascio le dosi, avvertendovi, però, che sono a vostra discrezione, così come la quantità di salsina. Vi ricordo, che un po' di autopromotion fa sempre bene, che altre mie ricettine le trovate su D-Repubblica. Venitemi a trovare!
Waldorf salad vegana
Ingredienti per 2 persone ( o per una sola se piatto unico)

Lattuga
1 Mela Granny Smith
1 Costa di sedano
30 gr di Noci
Una manciata di Uvetta (per me bacche di goji)
Per la salsa: 
4 cucchiai di tofu seta (o di yogurt di soia)
2 cucchiaini di senape
succo di limone
sale

Preparazione
Lavate la lattuga e staccatene alcune foglie. Lavate la mela e tagliatela a tocchetti. Lavate anche il sedano, togliete le parti filamentose, e tagliate a tocchetti anch'esso. Mettete nell'insalatiera la lattuga, le mele, il sedano e condite con la salsina fatta mescolando il tofu con la senape, qualche goccia di succo di limone e un po' di sale.Cospargete con le noci e l'uvetta, quindi servite. Volendo potete condire solo mele e sedano, quindi disporle sulle foglie di lattug, aggiungere uvetta e noci e mescolare tutto successivamente.

Suggerimenti e variazioni:
- sostituite il tofu con yogurt di soia o, se non siete vegani, con yogurt bianco
- usate mele rosse anzichè la Granny
- sostituite il sedano con il sedano rapa
- per una versione tutta "italiana" utilizzate mela renetta, nocciole, yogurt bianco e sedano rapa.

14 commenti:

  1. buona questa insalta, io al contrario amo la maionese!
    Mi sono unita ai tuoi fan se ti va passa da me.
    P.s. il vero vitello tonnato si fa senza maionese ed è una goduria ;-)

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesca.
    Vuoi saperlo? (Bhe io te lo dico comunque). Io le insalate le mangio anche d'inverno.
    Una versione simile la faccio con l'indivia belga, le noci, le mele e l'uvetta. E la condisco non con una salsa vegana, ma una cosa più leggera della maionese di sicuro: yogurt, un goccio di aceto di mele, olio evo ed erba cipollina...
    W le insalate anche con la pioggia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonaaaaaaaaaaaa...io adoro la belga con le noci! mi sa che la prossima volta ci aggiungo anche le mele . Un beso :-)

      Elimina
  3. Si starà anche avvicinando l'inverno ma un bel piatto di insalata me lo concedo volentieri!! Buonissima!

    RispondiElimina
  4. Buona e leggera, perfetta direi!!!

    RispondiElimina
  5. Ebbene Francy, ti dirò, a me pure la maionese faceva schifetto. Non la mangiavo anche per le millemila calorie, eh, però neanche mi piaceva granchè, troppo cicciosa e uovosa. Eppure, partita scetticissima, quella veg l'ho voluta provare, e mi ha davvero sorpreso. Posto che ci puoi mettere quanto olio vuoi, perchè dopo poco comincia già ad addensarsi, e ti puoi fermare anche quando non è proprio sodissima. Il sapore è più delicato, si sente il tocco di senape che a te piace, quindi..buh, io una chanche gliela darei!
    Anche qui la senape mi ci piace proprio, con le mele! E finalmente ho comprato il tofu silk!! Ora mi risbircio il tuo archivio alla ricerca di qualcosa da farci :)
    Un baciotto e grazie per il link! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? allora una change posso dargliela :-)))) Un bacio

      Elimina
  6. Non sono estremista come te, ma anche io non amo la maionese. Quindi insalata russa proprio no, ma se i trovo davanti un tramezzino con u filo di maionese non lo disdegno in assoluto. E' vero che è praticamente impossibile trovare nei bar un panino e qualcosa di simile che non abbia la maionese dentro.
    Io la sostituisco con lo yogurt. In verità la waldorf si trova molto più raramente nei ristoranti USA, tutti propongono la ceasar ma pochissimi la waldorf. Peccato perchè è davvero buona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Ele che non è facile trovare qualcosa senza maionese???? uff...un beso

      Elimina
  7. La tua insalata è bella e buona. Altrochè, me ne mangerei tanta anche perchè fa ancora caldo! Ciao stupenda ragazza con gli stivali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 Grzie Meris bellissima!!!!!!!!

      Elimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!