28/08/13

Gelato di yogurt al latte di cocco

 Anche se l'estate sta finendo (sbaglio o i miei post sono tutti uguali???) io un gelatino ve lo propongo lo stesso. Ve la dico tutta, anzi: spero che le temperature mi permettano di mangiarne ancora qualcuno chè poi, quando inizia a far freddo, mi passa la voglia e buonanotte. Come dicevo qualche post fa, quest'anno ho rispolverato la mia gelatiera e mi sono lanciata sull'autoproduzione, fermo restando il Francesca-gelato pensiero che ben sapete cosa comprende (ripetiamolo insieme: gelato=estate=cono biscotto=zonzo per la città). Se la volta scorsa vi avevo proposto un gelato scuro, suadente e peccaminoso, questa volta vi presento una variante candida, esotica e, solo apparentemente, innocente.
Ying e Yang, per chiamare in causa Max. Allora, partiamo dal presupposto che volevo fare un gelato allo yogurt. Ma, si sa, in cucina gli ingredienti fanno la differenza e già in passato avevo sperimentato ricette non soddisfacenti solo perchè avevo voluto lesinare su alcune cose. Tipo che avevo voluto fare il gelato allo yogurt partendo da uno yogurt magro, asettico, anonimo e senza aggiungere zucchero. Ora, senza nulla togliere ai prodotti e alle ricette "senza" di cui sono una grande sostenitrice, c'è da dire che nei gelati un minimo di grasso di vuole, sempre che si voglia ottenere un risultato cremoso e non stile granita.
 Soprattutto se non si possiede una gelatiera professionale. Come ben sappiamo dalle eccellenti gelaterie in giro per l'Italia, che sempre più spesso ci offrono prodotti senza latte, senza uova e dolcificati con alternative allo zucchero, con attrezzature da ristorazione si riesce ad ottenere un sorbetto cremoso e non ghiacciato anche con sola acqua, frutta e zucchero, ma a casa si fa quel che si può e io non ho mai e ribadisco, mai, ottenuto un sorbetto decente. Quindi, ripeto, a mio avviso un po' di grasso ci vuole. D'altro canto non volevo neanche un gelato eccessivamente pesante, che poi si sa i sensi di colpa sono dietro l'angolo. Eh sì, sono donna di molte pretese. Avrei potuto replicare la ricetta del gelato al cacao, modificando l'aromatizzazione (là era zenzero, ma un tocco di peperoncino o di scorza di arancia avrebbero fatto la loro porca figura), ma si sa che non i piace proporre sempre la stessa cosa (segue risata fragorosa, dato che avete avuto la prova di come sappia declinare la ricetta della torta di mele in diecentocinquantacinque versioni diverse). E poi avevo in frigo mezzo chilo di yogurt in scadenza e qualcosa dovevo pur farci. Yogurt magro, specifico, asettico e anonimo giusto per sottolineare il fatto che sono pure recidiva. Ve la faccio breve: comparando diverse ricette (questa, di Martina e questa di Pips ) ho deciso di fare un gelato di yogurt al cocco. Non yogurt al cocco, ma yogurt (magro, sia mai!) e latte di cocco. Praticamente il mio grasso era di provenienza "coccosa" avendo utilizzato, anzichè panna, latte di cocco (quello in tetrapack, che trovate in tutti i supermercati). Il risultato è piaciuto molto a tutti: rispetto a quello al cacao, tende a ghiacciare un po' di più e a tornare morbido più lentamente, ragion per cui, se possibile, mangiatelo appena uscito dalla gelatiera o comunque non conservatelo troppo a lungo. Vi assicuro, però, che io l'ho mangiato anche a distanza di giorni e, aspettando un po' per farlo scongelare e con una bella mantecatura manuale (come sono professionale), è tornato come appena fatto. Volete saperne di più?

Gelato di yogurt al latte di cocco
Ingredienti per 3 persone circa

375 ml di yogurt 
112 ml di latte di cocco
50 gr di zucchero
10 gr di miele
1 siliqua di vaniglia

Preparazione
Mettete il latte di cocco in un pentolino, unite i semini di vaniglia che avrete grattugiato dalla siliqua, aggiungete zucchero e miele e portate a bollore, mescolando molto bene per far sciogliere lo zucchero. Lasciate poi raffreddare e unite quindi lo yogurt. Mescolate e riponete la miscela in frigo per un paio d'ore,o per tutta la notte. Passato il tempo, versate la miscela di yogurt e latte di cocco nella gelatiera e seguite le istruzioni del vostro apparecchio.

Possibili varianti?

  • Yogurt, latte di cocco, acqua di rose
  • Yogurt, panna, acqua di fiori d'arancio
  • Yogurt di soia, latte di cocco, vaniglia (veg, con malto al posto del miele)
  • Yogurt, latte di cocco, zafferano


29 commenti:

  1. Anch'io condivido il Francesca-pensiero a proposito del gelato, ragion per cui dopo averne fatto uno in caso (che è ancora in freezer!! -____-) ho mollato e ho deciso di concedermelo quando sono a zonzo. Un po' perchè la gelatiera imprestata è vetusta e economica e quel che è venuto fuori è diventato uno granita, un po' perchè il gelato, no, a casa proprio neanche mi va.
    Però diamine questo è super! Fuori quello al cocco non si trova mai veg, quindi questo o me lo faccio a casa o me lo faccia a casa! Io darei al gelato home-made un'altra chance, magari il grassino in più farà la differenza! ;) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. madonna mia come ho scritto, ti chiedo pietà :\

      Elimina
    2. Caso, casa, che ci frega ?^_^ ma sì, dagliela una seconda chance a 'sto gelatino.. <3 Un bacio Lucry!

      Elimina
  2. MMMMMMMMMMMMMMMMMH! pappato con un solo sguardo! anche io sono una da gelato a zonzo, a casa quando me lo portano in uqella praticissima vaschetta di polistirolo, di solito resta lì per mesi... per poi finire i suoi giorni nello scarico del lavandino! voto per la variante latte di cocco-fiori d'arancio, the best!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ w il gelato a zonzo e abbasso le vaschette :-)) Un bacio

      Elimina
  3. Il gelato sembra davvero ottimo, poi io adoro lo yogurt!!. Molto belle le foto!. Semaforo. Scusa se non mi firmo :)

    RispondiElimina
  4. Il gelato, per venire bene, un po' di grasso lo vuole. Mi ricordo ancora il fallimento ottenuto una volta in cui mi sono ostinata a non mettere ne' panna ne' uova ma latte di soia e poco altro: un disastro! Il tuo gelato invece mi piace molto, vorrei provarlo con lo yogurt che faccio io (che però è intero!
    Buona serata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, poi mi fai vedere il risultato!"!!! Un bacio

      Elimina
  5. Mamma miaaa... Francyy! Il cocco mi attira tanto ultimamente, non sai! :D Che splendore.. solo dalle foto viene voglia di leccarlo. E sono d'accordo con te, va bene i senza, ma 'quelli giusti'. Un po' di materia grassa nel gelato è ben accetta, altrimenti che goduria è?? :D Facciamole bene le cose, no? TVTTTTB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E facciamole bene, siiiiiiiiiiiii <3

      Elimina
  6. Buonissimo e meraviglioso il latte di cocco. Lo userei in tutti i dolci.
    Arricchisce leggermente e dona un sapore delicato in più!
    Buonissimo il tuo legato. Qualcosa di delicato e fresco, stupendo!
    Incoronata.

    RispondiElimina
  7. io lo faccio con yogurt greco e latte...un pò di miele...ed è delizioso
    come dici tu un pò di grassi ci vogliono altrimenti diventa una granita!

    bella l'idea del latte di cocco!!!

    un abbraccio
    Silvia


    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh sì, mi ispira molto...vengo a vedere se sul blog c'è

      Elimina
  8. Coccococcococcococco! *_____*

    RispondiElimina
  9. Questo si che è un bel paciocco, anche in tutte le sue varianti (adoro quella con l'acqua di fiori d'arancio). Te ne suggerisco un altra: acqua di rose e more intere (magari pochès)
    Ciauuuu
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhhhhhhhhhhhhhhhh Leooooo...ho tutto: acqua di rose, more, yogurt..manca solo il latte di cocco per replicare :-) Un abbraccio

      Elimina
  10. Si parla di gelato ed eccomi ^_^ mi ispira tantissimo anche questa ricetta, sembra veramente ben mantecato e non vedo cristalli di ghiaccio (blah !)e adesso sono due le tue ricette di gelato che devo provare!Il fatto che si conservi anche a distanza di giorni è una notizia bellissima :)

    RispondiElimina
  11. Anche io mangio gelati a volontà in estate e poi in inverno mi passa tutta la voglia...sarà che son freddolosissima? :)
    Il tuo gelato comunque mi ispira un sacco e mi vien voglia di provarlo...se solo non avessi la gelatiera ancora a casa dei miei genitori uff! Ogni tanto li preparo a mano, ma non vengono troppo bene :(
    Un bacino Fra!

    RispondiElimina
  12. Il gelato è la mia rovina, la cosa che desidero di più in estate. Potrei trovarmi circondata da goloserie di ogni tipo a cui potrei rinunciare senza fatica, ma davanti a un bel cono gelato potrei non rispondere delle mie azioni. Quest'anno ho cercato di fare la brava, è stato uno sforzo tremendo ma ci sono riuscita. Quindi puoi capire quanto sia difficile per me vedere le tue foto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uguale Ele!!!!!!!!!!!!!!!! dammi pizza, patatine, torte o brioches e rimango insensibile. Dammi un gelato e "muoro" ^_^ Un bacione

      Elimina
  13. Io al gelato non rinuncio neanche in inverno... anzi, ti dirò, se possibile ne mangio addirittura di più. per due motivi: lo posso mangiare piano piano senza il rischio che mi si sciolga, posso metter sù anche qualche chiletto in più tanto non se ne accorge nessuno con i maglioni. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ ehehehe, ottima strategia :-)) Un bacio Ila

      Elimina
  14. Yummy!! Tesoro ma che golosità! :)
    Un abbraccio :)

    N.

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!