14/05/13

Macaroons di Benedetta e divagazioni sul tema "uovo


Giusto per dire. Sinceramente non so da quanto tempo è che non mangio un uovo, se non in via indiretta (leggi: laddove non riesco a controllarlo, tipo nei gelati o in alcuni prodotti confezionati). Non mi sono mai piaciuti, a dire il vero, anche se da piccola divoravo uova alla coque come Rocky Balboa, ed una delle mie colazioni estive preferite era l'ovetto sbattuto col caffè. Poi, qualche rarissima volta, me li sono fatta andare bene in frittata ma mi hanno sempre disturbato un po'. C'è da dire, discorso che si faceva qua con Lucry, che controllare tutto, in un paese come l'Italia ancora troppo indietro per quanto riguarda i prodotti per vegani (senza alcun derivato animale) è davvero difficile, se non quasi impossibile (a meno che non si decida di autoprodurre tutto, ma visto che la vita è piena di impegni e bla bla bla...), e allora se traccie di uovo mi capitano in un biscotto o in un gelato non me ne pongo un problema.
Per inciso poi, di controlli su quello che mangio ne faccio già troppi e per scopi meno nobili, quindi. Ecco. Ma l'uovo così, tout court, non lo mangio più: mi fa troppa impressione. Ultimamente  poi, convinta come sono nella mia battaglia a favore della cucina vegana (battaglia intrapresa per lo meno tra le mura domestiche, per far capire a chi vive accanto a me che si piò mangiare bene anche senza usare uova/latte/burro, salve il discorso che facevo sopra), utilizzo pochissime uova anche nei dolci, unica preparazione in cui pensavo non se ne potesse proprio fare a meno. E così, a casa Quaglia (ma anche in studio, devo dire), è tutto un fioccare di torte, muffins e biscottini "senza" e che sono senza lo dico, ovviamente, solo a digestione avvenuta, dopo la tanto attesa frase "Ma che buono..".

Capita, però, che ogni tanto un uovo (bio eh!) mi serva e dato che venendo al caso di specie, mi serviva proprio un tuorlo (per una cosa che vedrete tra qualche mese), avevo il problema di smaltire l'albume. A dirla tutta l'albume mi fa meno impressione del tuorlo, quindi avrei potuto fare una specie di soufflè per me e buonanotte. Invece ho trovato da lei (una delle mie blogger preferite) un'idea per utilizzare proprio quel bianco d'uovo che vagava solingo in frigo, e l'ho sfruttata seduta stante. I macaroons (da non confondere coi Macarons, dolcetti francesi coi quali non mi sono ancora cimentata) al cocco. Tra l'altro, sempre per rimanere in tema di cibi "senza" questi sono senza glutine e senza latticini, ergo adatti ai celiaci e a quanti soffrono di intolleranza al lattosio. Sono facilissimi da fare e con la ricetta di Benedetta non potevo sbagliare. Io ho solo fatto una piccola variante: ho sostituito parte della farina di cocco con farina di mandorle (tipo 80 gr di farina di cocco e 20 gr di mandorle) e non ho usato l'estratto di vaniglia. Un'ideona, insomma. Ideona da tenere presente non solo come biscottino easy and fast da servire col the delle cinque (o delle sei o delle dieci), ma anche come snack da portarvi in borsetta e da sgranocchiare se soffrite di calo di zuccheri. Vi lascio la ricetta, ricordandovi che qua avevo proposto una versione vegana dei biscottini al cocco.
Macaroons al cocco di Benedetta
Ingrdienti per una ventina di biscottini
1 albume di uovo bio
70 gr di zucchero
80 gr di farina di cocco
20 gr di farina di mandorle
un pizzico di sale

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°.
 In una ciotola mescolate l'albume con lo zucchero, senza montarlo, quindi aggiungete le due farine e il pizzico di sale. Mescolate, quindi formate delle palline più o meno della stessa dimensione (delle dimensioni di una piccola noce) , leggermente appuntite in alto. Disponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno e fate cuocere per circa 15'. Spegnete il forno, sfornate e fate raffreddare a temperatura ambiente. Potete conservarli in una scatola di latta per circa una settimana.


26 commenti:

  1. Io non sono vegana, ma sto cercando di limitare al massimo i cibi di origine animale... E questi dolcetti senza glutine mi fanno veramente tanta gola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy!!!!!! sono sempre contenta quando mi commenti perchè significa che faccio qualcosa di utile anche per chi ha intolleranze o allergie. Grazie <3

      Elimina
  2. Alla coque o sbattuto col caffè io invece proprio non ci riesco. Altrimenti dammi l’uovo in tutte le salse che mi dimentico tutto il resto. Mi dispiace solo che mr colesterolo non sia della mia stessa opinione :(
    Però in questi biscottini c’è solo albume, ergo sarebbe d’accordo anche lui :D! Un bacione bimba, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Fede che anche i colesterolo ci darebbe una pacca sulla spalla ? ^_^ Un bacio bimba..grazie

      Elimina
  3. è nato prima l'uovo o..?!?!
    scherzi a parte: non sono vegetariana, nè vegana.. anche se la mia dieta (per salute, per gusto..) pende molto verso il mondo vegetale che, anche senza avere l'esclusiva, ha però una fetta preponderante della mia giornata alimentare!
    ciò nonostante, i famosi dolci "senza" sono la mia passione. Da ogni ricetta da cui sono ispirata cerco di ricavarne la mia versione "senza zucchero", "senza uova", "senza grassi animali".. o contemporaneamente SENZA tutto ciò che ho appena elencato.
    per le mie fissazioni alimentari (esiste un nutrizionista che poi non sia un fissato? mah.. io ne diffiderei ;-)!), per saper produrre qualcosa che TUTTi possono mangiare, per poter dare dritti/consigli/ricette ai miei pazienti..
    insomma, bla bla bla.. e alla fine ti dovevo solo dire che pure io cerco di limitare l'uso delle uova nelle preparazioni.. e che questa tanto semplice quanto perfetta ricetta la adoro e faccio spesso. Ti risolve il "dolce" in molte occasioni e sono buonissimi: ottima la farina di mandorle, farò così la prox volta!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luisa..ricevere la tua approvazione mi riempie di orgoglio. E sono contenta che i dolci "senza" piacciano anche a te :-) Un bacio e grazie!

      Elimina
  4. li conosco questi deliziosi biscottini e li faccio spesso...veloci e golosissimi, una delizia!
    bacioni tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Simo. Un bacio enorme

      Elimina
  5. Questi dolcetti sono golosissimi!!!

    RispondiElimina
  6. Tu mi leggi nel pensiero, dillo!! :D
    Proprio qualche giorno fa in casa si parlava proprio di questi macaroons al cocco... qualcuno mi ha detto "ma non si fai mai!", in effetti è vero, amo da morire il cocco e li adoro ma stranamente in casa li ho fatti si è no 2 volte (in 4 anni)
    Io le uova le mangio solo se sono ben celate e soprattutto non ne sento il sapore (tipo nel gelato alla crema... neanche posso sentire l'odore!).

    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh Angie..mi sa che tra tapioca, Giappone e cocco, qua ci hanno separate alla nascita? ^_^ Un bacio

      Elimina
  7. Non mangio praticamente mai uova ma le uso invece per i dolci. Sono fortunata perche' mio zio abita in campagna e ha una marea di galline che razzolano libere di mangiare quello che volgio nell'aia di casa. Quindi e' pieno di uova felicissime che distribuisce a tutti i parenti. E posso assicurare che sono tutta un'altra cosa rispetto all'uovo "del super". La differenza nella pasta fatta in casa e' incredibile.
    Avevo preparato questi bonbon un po' di tempo fa e mi erano piaciuti un sacco. Bisogna che li rifaccia...solo che devo trovare il modo di far fuori il tuorlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ele:-))) Rifalli, certo..cosa aspetti? ^_^ quanto al tuorlo..umhhh..una cremina inglese per accompagnarli?^_^ Un bacio, bella

      Elimina
  8. Sono curiosa di sapere cosa hai fatto di buono con il tuorlo!
    Sai che anche io quando propongo un dolce 'senza' taccio fino all'ultimo? Anche se spesso uso ingredienti tradizionali, mi piace sperimentare ogni tanto qualcosa di diverso, anche per venire incontro alle esigenze di alcuni amici/parenti.
    L'idea di tenere qualche macaroon in borsa suona molto bene, anche perchè io sono soggetta ai cali di zucchero di cui parli (sob).
    Buon pomeriggio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe, diciamo che dovrai aspettare Taste&More...di agosto, però:-)))) Un abbraccio

      Elimina
  9. Sono l'unica al mondo che non conosceva i macaroon? Ad ogni modo mi sembrano proprio belli e così... sofficiosi! :-)
    Baci Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe Katy, non si finisce mai di imparare :-))))) Ho messo il link dei simil macaroons vegani eh!!!! Un baciozzo

      Elimina
  10. Ehehe l'immagine di te versione Rocky Balboa con fascetta in testa che divori uova alla coque è qualcosa di bellissimo :'D
    Ma sai che pure io ho una bottiglietta di albumi in freezer che sono avanzati a mia mamma da un pranzo, e che quindi prima o poi dovrò riesumare..questi biscottini sono bellissimi e sono sicura al cento per cento che uno di quegli albumi finirà qui.. se riesco a capire come recuperare un albume da una bottiglietta. oi mamma :\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucry: con l'immagine di me versione Rocky che ingurgito uova con tanto di fascetta in testa mi hai fatto ridere :-) Oggi ne avevo bisogno. Un bacio e buona...divisione degli albumi!!!!^_^

      Elimina
  11. Ci sono un paio di cose che amo nella loro forma naturale e che non riesco ad apprezzare quando vengono utilizzate nella preparazione di altri piatti: il caffè ed cocco. Il caffè lo bevo "enne" volte al giorno, lo adoro nei Pocket Coffee, ma non parlatemi di Coppa del nonno o di di gelato al caffè. Il cocco lo mangio volentieri, lo adoro, ma non vado matto per il Bounty, per il dolcetti o biscottini al cocco... non sopporto neppure le creme solari che odorano di cocco.

    Ecco, Francy cara... assaggerò virtualmente uno dei tuoi meravigliosi dolcetti egregiamente fotografati, per educazione nei confronti dell'ospite, ma attendo con ansia un primo stuzzicante o... te ne intendi di cucina thailandese? Un riso con spezie delicate non sarebbe male.

    Un abbraccio,
    Flavio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohhhh, una cosa che non ho preso dal mio papà:-) Quanto al caffè, solo da poco tempo ho cominciato ad apprezzarlo un po', per lo meno sotto forma di latte macchiato o di marocchino (che per me è già tanto), , dato che adoro l'idea del del caffè, il suo aroma in sottofondo, ma nature mi disturba parecchio. IL cocco lo adoro, ma più sotto forma di di gelato, dolcetto o cremina che non come frutto. Quindi di questi dolcini te ne offro solo un paio? :-) Quanto alla cucina thai, piace tanto anche a me...studio e poi ti dedico qualcosina ok? Un bacione

      Elimina
    2. Perbacco... imprecisione imperdonabile. Ho scritto Thai ma intendevo indonesiano. Ultimamente ho sperimentato un ristorante indonesiano dove ho mangiato cose davvero delizione, mi ha colpito l'utilizzo di spezie molto delicate, dosate con cura e senza le esagerazioni tipiche della cucina indiana.

      Ciao ciao!!!
      Flavio

      Elimina
  12. Che meraviglia questi biscottini! Sembrano buonissimi, e si fanno in un attimo!
    Riguardo alle uova, leggere i tuoi pensieri mi ha fatto sorridere perché io ho lo stesso identico rapporto con le uova, a casa non le uso praticamente mai, la mia alimentazione è quasi vegana, l'unica forma secondo cui mi capita di mangiarle è come dici tu fuori casa e quando sono "nascoste"...e condivido anche il fatto della "lotta" portata avanti ogni giorno in famiglia :) Per queste cose pensavo di essere un po' strana, invece è bello sapere che c'è qualcun altro che la vive allo stesso modo ;)

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!