Siamo già in Quaresima? se sì, Ταχινοπιτα ( senza latticini, senza uova )

Non temete: nessun cuore svolazzante e inni a Cupido in quella che, a mio avviso, è una delle feste più sciocchine dell'anno. Oggi saremo austeri, come in Quaresima si conviene. Dovete, a tal pro, aiutarmi: siamo già in Quaresima? No, perchè se mi togliete da Natale (25 dicembre), Pasqua (può variare ma tendenzialmente marzo-aprile), Immacolata (8 dicembre), diciamo che ecco..faccio un po' di confusione. Evidentemente, al catechismo non ero molto attenta :-) Comunque, dato che suppongo che sì, siamo già in Quaresima, la ricetta di oggi casca a fagiuolo. Trattasi di una torta tratta dalla bibbia della cucina greca, La cucina di Vefa, di cui andavo sproloquiando qua. Avevo, allora, espresso le mie impressioni sul libro, dicendovi che è un tomo per chi vuole cucinare, e non tanto per chi vuole sognare sulle foto. Ragion per cui, di primo acchito, la sottoscritta ha storto il suo nasino. Ad una lettura più attenta, invece, il tomazzo ha passato l'esame, dato il livello di preparazioni presentate. Ricette assolutamente rassicuranti, di quelle che fanno casa e pranzo da tutti i giorni. Ricette da proporre anche al mio genitore, poco avvezzo alla cucina "etnica".
Purtuttavia, fino  a pochi giorni fa,  non avevo ancora provato niente, anche se la lista si allungava sempre di più. Accanto a tradizionalissime portate di carne e pesce, infatti, spiccano una marea di ricette dedicate ai vegetariani e anche qualche dolce vegano, cosa davvero più unica che rara in un libro di ricette tradizionali. Il mistero mi è stato svelato da Alice qua: durante il periodo quaresimale, secondo i cristiani ortodossi, sono da evitare carne, latticini e uova. Tutti alimenti ovviamente assenti nella dieta vegana. E quindi il cerchio si chiude. E capita a fagiouolo non solo perchè siamo in periodo di Quaresima, ma anche perchè questo è un tipico esempio di ricetta quasi (contiene miele, anche se molti vegani lo mangiano ugualmente ) vegana non pubblicizzata come tale e, quindi, ben accetta agli onnivori. Sì, sempre quegli onnivori che tremano davanti all'aggettivo "vegano" e gongolano davanti al "senza uova e senza grassi". Eppure, e questo ne è un chiaro esempio, quante ricette tradizionali esistono al mondo che possono entrare in una dieta cruelty free? Ma non starò a spararvi il pippolotto sulla chiusura mentale di molte persone: non ne ho voglia e non mi sento competente. Passo, invece, a darvi la ricetta di questa torta tanto buona. 
A differenza di quelle che propongo di solito, soffici e morbidose, questa è bella compatta: un po' come il nostro Pane del Pescatore, per intenderci. Quindi non una sorta di Torta Margherita da farcire a piacere, ma una torta di consistenza robusta e con tanta frutta secca. Una torta sana, quindi, da mangiare a cuor leggero : non sarà quanto di più light esista in circolazione, ma contiene un sacco di grassi buoni, dati dalla crema di sesamo (la Tahina, da qui il nome) e dalla frutta secca. Dicevamo che contiene il miele. Se siete vegani puristi potete tranquillamente sostituirlo col malto, mentre se vi concedete qualche strappo una tantum, osservate la ricetta. Okkkey, la smetto di parlare e vi lascio la ricetta, facendo però due piccole precisazioni. Anzi tre. La prima riguarda le dosi: io ho ridotto le dosi previste da Vefa e ho ottenuto una torta di 15 cm circa di diametro. Tenete però presente che è un dolce bello sostanzioso, e più di una fettina non troppo grande non si riesce a mangiare. Comunque, per completezza, vi riporto tra parentesi le dosi di Vefa. Seconda precisazione: la ricetta originaria dice di utilizzare uvetta sultanina e uvetta di Corinto. Ora: probabilmente nelle grandi città riuscirete a reperirle senza problemi, ma in caso di esito negativo della vostra ricerca potete fare come me e sostituirle con comunissima uvetta passa. Terza cosa: il brandy finale che, Vefa, consiglia di irrorare sulla superficie della torta. Io l'ho omesso. Quarta cosa: no, non c'è^_^ A voi la ricetta

Ταχινοπιτα o Torta Quaresimale 
[ senza latticini, senza uova ]
Ingredienti per una tortiera di 15-18 cm *

100 gr di farina (400 gr)
1/2 cucchiaino di lievito in polvere (2)
2gr di bicarbonato (io non l'ho messo)
un pizzico di cannella in polvere (1 cucchiaino)
un pizzico di chiodi di garofano in polvere (1/2 cucchiaino )
15 gr di noci tritate ( 50 gr)
40 gr di uvetta ( 160 gr )
55 gr di tahina ( 225 gr)
60 ml di spremuta di arancia (250 gr)
30 gr di miele ( 120 gr) o di malto
25 gr di zucchero (100 gr)
* tra parentesi le dosi per una tortiera di 30 cm

Preparazione
Accendete il forno a 180°. Setacciate insieme la farina, il lievito (e, se lo usate, anche il bicarbonato), la cannella e i chiodi di garofano. A parte mescolate l'uvetta con le noci e un po' della miscela di farina. Mettete nel mixer la tahina, la spremuta di arancia, il miele e lo zucchero, quindi frullate. Unite questa miscela a quella di farina, aggiungete anche uvetta e noci. Oliate e infarinate uno stampo, quindi versate il composto a cucchiaiate, livellandolo con le mani. Infornate e cuocete per circa 30'. Spegnete, fate raffreddare e servite cospargendola con zucchero a velo.






Commenti

  1. O bene, che tra tanti cuori cominciavo ad avere giramento di capo! S.Valentino...what's this? La cosa buffa è che avevo programmato un post per oggi dove c'è un cuoricino ma c'è capitato per puro caso :))
    Meglio la torta quaresimale e se ricorda come consistenza il pan del pescatore, è pan per i miei denti :D! Un bacione bimba, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però io, a te, il <3 lo mando lo stesso :-))))) Un bacio Fede

      Elimina
  2. Questa me la segno subito, i dolci tipo il pane del pescatore mi piacciono moltissimo e la versione vegan ha una marcia in più. Nemmeno io sono per festeggiare San Valentino e ultimamente ho scoperto i non essere l'unica.. Il piattino delle foto è bellissimo!
    Buona giornata! ^_^

    RispondiElimina
  3. Mi sembra proprio buona!!!

    RispondiElimina
  4. evviva la quaresima!!! io ho terminato ieri per il compleanno del cucciolo con un brownie gigante di Nigella, figuriamoci se oggi posso affrontare ancora cioccolato! No grazie, io il capo lo amo tutti i giorni mica solo oggi... con buona pace delle feste comandate. Eppoi odio le cene a menu fisso, voglio poter scegliere! Fine! Questa ricetta deve essere veramente buona.

    RispondiElimina
  5. Sinceramente non so aiutarti sulla quaresima..anche io non sono stata molto attenta a catechismo :)
    Dalle foto questa torta sembra simile ad un panone dolce che si usava fare in romagna quando ero piccola. Un dolce povero che mangiava insieme ad un bicchiere di vino. Ora sono in riunione e non posso guardarmi bene la ricetta però sembra proprio il tipo di dolce che fa per me, rustico e semplice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh, cosa facevamo noi durante le lezioni???? cucinavamo???^_^ Un beso cara

      Elimina
  6. stavo proprio cercando ricette di nuovi dolci, e questa mi ispira proprio, brava Francy, la torta con la tahina, non vedo l'ora di provarla! un bacione

    RispondiElimina
  7. interessante cara Francy! me la segno :)

    RispondiElimina
  8. e già siamo entrati in quaresima da ieri, non sono strafferata in materia ma è la mia mamma quella informatissima ! Qiuesta torta è deliziosa e mi evoca ricordi bellissimi di quando mia figlia era piccola e vivevamo ad Atene :)
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiii...che bello, Alice!!! Un bacio grande

      Elimina
  9. nel latte deve essere buonissima, per il resto la penso come te, salutami Oreste. Anonimo.... per ora. :)

    RispondiElimina
  10. Ma c'è anche il tahiiiiiiiiiiin!!! <3 <3
    Fantastico,ho tutto quello che mi serve,e ho finito l'ultima torta che ho fatto,non aspettavo altro che trovarne un'altra speciale come questa per riaccendere il forno!
    Francy ti amo sempre di più,facciamola noi una cenetta a lume di candela stasera <3
    baci:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai!!!!! io pero la tisana :-)))))) Un bacio Lucry

      Elimina
  11. Quaresima o no (e non lo so dato che a catechismo ho anche saltato un anno) questo dolce è perfetto! Alla faccia di San Valentino che non ci piace.

    RispondiElimina
  12. un dolce che è perfettamente nelle mie corde....segno, segno!
    Chissà mai poi quando lo farò, la lista dei to do aumenta vertiginosamenteeeeeeeeeee
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  13. Altra cosa da segnare....i love Grecia and cucina greca...la lista si allunga \m/ ;-)

    RispondiElimina
  14. Altra cosa da segnare....i love Grecia and cucina greca...la lista si allunga \m/ ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Gemella :-))))) Un bacio cara

      Elimina
  15. mamma mia che.. che dolce! io questo lo faccio al volo.. tutti ingredienti che mi fanno fremere nell'attesa di provarla! grazie per averla condivisa.. un bacio

    RispondiElimina
  16. Ciao Francesca. Appena ho visto comparire la foto sulla mia bacheca di blogger ho pensato alla Grecia ed ai suoi colori. Click e... Gracia!

    Il dolce sembra proprio buono, a giudicare dall'aspetto invitante e dalla ricetta. Il post è interessantissimo, unisce il dilettevole (immaginare di gustarsi questa preibatezza) e l'utile (l'aspetto culturale, le cose che hai raccontato...).

    Belle le foto... la prima è davvero bellissima. Su note riviste di cucina ho visto cose indegne al cui confronto questa è un'opera d'arte.

    Complimenti :)
    Flavio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavio...ti abbraccio virtualmente :-))))) Non sai quanto mi rendono felice le tue parole: queste foto non mi piacevano affatto..poi arrivi tu , col tuo commento, il tuo apprezzamento e...grazieeeeeeeeeee ^_^ Un bacio grande

      Elimina
  17. La tahinopita, non me la ricordavo più! Pensa che è stata la prima ricetta che ho fatto da questo libro ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece non riesco a trovare sul libro l'altra, quella di mele e carote..che sia solo nella versione inglese??? Un bacio

      Elimina
  18. *___* Meraviglia! Evviva la Quaresima greca allora!;-)

    E poi che belle sono le foto? Mi piacciono un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie katy!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!