Troppo stanca per..Vellutata di cavolo rosso e mele



Sono stanca. tanto. Così tanto da aver l'impressione di dover crollare lunga e distesa per terra da un momento all'altro (come "La bella addormentata" in Shrek 2, ve la ricordate? quella che si addormentava sempre, in qualunque situazione si trovasse ). Non sono una dormigliona di mio, questo è vero, e non è raro trovarmi con la Chia su FB alle 5.30 di mattina a darci il buongiorno. Però. Però almeno nelle feste, avrei voluto non dover puntare la sveglia, provare a stare nel letto almeno fino alle 7.00 e invece, causa di forza maggiore...Ma ve bene: quello che sto facendo per mia zia (e non è uno sforzo sovraumano..soprattutto lei non mi ha dato orari, lasciandomi libera di andare, al mattino sì, ma quando sono comoda. La mia è una questione di responsabilità e di principio) lo faccio mia sponte e sono contenta. Sono contenta di vederla migliorare, anche di umore, giorno dopo giorno. Passettino dopo passettino, è il caso di dirlo. Resta il fatto che vorrei riuscire, per una volta, a dormire fino alle 9.00, cosa che non ho mai fatto peraltro ma che inizia a mancarmi. Invece, anche il primo gennaio, mentre gli altri rientravano, io uscivo di casa, facendo peraltro scattare l'antifurto a causa di una mia distrazione. Immagino che i vicini mi abbiano odiato e non poco. Sono stanca, si diceva. E queste feste mi hanno anche impigrita parecchio: meno faccio e meno farei e l'idea di ritornare a lavoro a tempo pieno, da lunedì, mi uccide. Sono così stanca che persino cucinare è diventata un'impresa che toglie le forze. Un'operazione da fare in fretta. Perchè sì, cucinare mi piace, ma in questo periodo non ho pazienza. E allora ben vengano le zuppe, quelle che si cuociono praticamente da sole mentre tu cazzeggi sul web. o leggi. O fai uncinetto (ehmmm ehmm..sì, avrei provato, ma al  momento sono incasinata tra m.a., m.b. e catenelle). Questa, ad esempio. Ispirata da questa. Solo che Sigrid la impreziosiva e cucinava con tanto amore mentre io mi sono limitata a farne una versione super easy.

Zuppa cremosa di cavolo rosso e mele
Ingredienti per 2 persone

1/2 cavolo verza rosso
1 mela (meglio se renetta)
1 scalogno piccolo
olio
sale
pepe

Preparazione
Mondate il cavolo, privandolo delle foglie esterne più dure, quindi affettatelo non troppo sottilmente. Lavate la mela e tagliatela a dadini. Sbucciate lo scalogno e tritatelo. Mettetelo in una padella dai bordi alti e fatelo soffriggere con un goccio di olio. Aggiungete i pezzetti di mela, e quandi si saranno colorati, il cavolo. Coprite con dell'acqua o del brodo vegetale, quindi fate cuocere per circa 15' a fuoco basso e coperto. Aggiungete acqua se necessario. Alla fine, quando tutto sarà tenero, passatelo al mixer. Rimettete sul fuoco, aggiustate di acqua/brodo per ottenere un composto della cremosità desiderata, aggiustate di sale e di pepe, quindi impiattate e servite-volendo- con fettine di mela passate in padella con un po' di zucchero fino a farle caramellare.

Tra l'altro, con questa ricetta, partecipo alla raccolta de La Cucina della Capra, sul Menù delle Feste 100% vegetale: un'iniziativa carina per dimostrare a tutti che la cucina vegana non è triste come molti pensano, anzi! Grazie ai nostri contributi, la Capra creerà un elenco di ricette festaiole da consultare in questi giorni di festa..e non solo. Siete ancora in tempo fino a domani per mandare le vostre ricette vegetali e spumeggianti!

Commenti

Memole ha detto…
Squisita!!!
lalexa ha detto…
spero tu possa ritrovare la carica giusta !...questa zuppa di sicuro aiuta!:)
Francesca ha detto…
Grazie cara!
Ti confesso che riesco a dormire ininterrottamente per 9 ore di file a punto la sveglia! Avevo talmente bisogno di riposarmi che non mi sembra vero alzarmi la mattina e prendermi tutto il tempo che voglio, senza obblighi di nessun genere.
La tua zuppa andrà benissimo per i prossimi giorni piu' leggeri'.
besossss
Katiuscia ha detto…
E' normale che i periodi di grande sforzo fisico-emotivo ci spossino, ma vedrai che basterà riprendersi un po' i propri tempi e spazi per avere una rinascita.
E comunque la cucina super easy è un'ottima soluzione per tantissime occasioni, quindi ben vengano queste belle vellutate :-)
Federica ha detto…
Zia a parte...potevo scriverlo io? Ebbene sì!
Se penso al rientro al lavoro lunedì mi prende il panico.
Se mi si chedesse di esprimere un desiderio...alzarmi almeno per una volta nella vita alle 10! Ma nel senso che mi sveglio alle 10 e non che mi rigiro nel letto come una trottola!
Sono stanca anch'io, più di prima. E' quello che mi succede sempre quando allento un po' i ritmi...crollo!
Dai che ce la facciamo a ritrovare la carica e l'energia...piano piano ma ce la facciamo :)
Un baciotto bimba, buon fine settimana ^_^

P.S. sono felice che la zia vada migliorando :)
QuartoSenso Cafe ha detto…
Ho proprio un cavolo rosso in frigo .. domani testo la ricetta !!!Ciao Ciao Carolina
e il basilico ha detto…
Francy, non sai quanto ti capisco, io ho lavorato tutti i giorni anche durante le feste e devo dire che sono veramente esaurita. L'importante, però, è non essere stanche nello spirito, il fisico troverà il suo riposo quando ne avremo tempo. Dai che ce la fai! Il colore della tua vellutata mi ha risollevato l'animo sta mattina, ne assaggio un cucchiaio e scappo. Un abbraccio
Francesca ha detto…
Ehhh, che bello..davvero! Un bacio Roby!
Francesca ha detto…
Lo spero, Katiuscia! Un bacio grande e grazie!
Francesca ha detto…
^_^ Ti voglio bene, Fede!!!!!
Francesca ha detto…
Bene.poi fammi sapere!
Francesca ha detto…
^_^ Grazie cara..ma non scappare, resta:-)))
Patapata ha detto…
Anche io vivo questa contraddizione: sono sopraffatta dalla stanchezza, eppure non sono capace di dormire. Al primo barlume che filtra dalla persiana.. ZAK! Sveglia come un grillo.. Mentre tutto il mondo sonnecchia coccolato dal rosa dell'alba invernale.. Se trovi una cura, qualche magico ingrediente, ti prego, dimmelo!! Questa zuppa buonissima è già un'ottima coccola serale, credo che un pochino concili il riposo, no? Tanti auguri!!
sara ha detto…
ma che brava Francy!! Io amo molto questa zuppa, ma non sono mai riuscita a farne una presentazione decente, da fotografare, per via di quel colorino viola-grigio quasi repellente. Tu invece sei riuscita a renderla anche visivamente elegante e appetitosa, complimentissimi!!
Francesca ha detto…
Ok, cara..ovviamente vale anche per te: la prima che trova il rimedio, lo dice all'altra :-)
Francesca ha detto…
Grazie Sara..sei gentilissima!!!!!!!!!!!
Zucchero e zenzero ha detto…
Ciao! Io difficilmente riesco a dormire a lungo, anche durante le vacanze: spesso mi sveglio prima della sveglia messa per studiare.. La tua zuppa è bellissima e ha un colore meraviglioso! ^_^
Edith Pilaff ha detto…
Bellissima foto!Sara' super easy,ma mi sembra anche super buona!
Un bacione.
Francesca ha detto…
Grazie cara! Un bacione
Francesca ha detto…
Grazie!!!!! Un bacio grande