15/01/13

Di ringraziamenti, riviste e torte per tutti


Innanzitutto (si può iniziare una frase con "innanzitutto"? boh, io la inizio lo stesso) grazie ad Elisa per aver pubblicato una mia intervista sul suo bellissimo blog. Per me è stato un onore rispondere alle domande della rubrica Food Photography for dummies e, soprattutto, leggere la sua introduzione: mai avrei potuto immaginare che si potessero scrivere cose così belle sul mio conto. Grazie Elisa!!!! E grazie anche a tutti coloro che hanno commentato il post in questione con apprezzamenti tanto dolci. Grazie! In seconda battuta, sono onorata di dirvi che da questo numero, collaboro con la rivista on line Taste&More

(qui il n. 1, scaricabile gratuitamente..io sono a pagina 32 e seguenti!), curata da Meris Carpi, Roberta Cornali e Lara Bianchini. Sono davvero felicissima di far parte di questa squadra fortissimi, come cantava Checco Zalone un po' di tempo fa. E' stato un onore, per me, venire contattata da Fede ed iniziare questa bella avventura. Quindi chevelodicoafa?, correte a leggere la rivista: tutta tutta eh!!!!Bene, fatti ringraziamenti a destra e a manca, veniamo alle ricettine.

Questa volta sono davvero orgolioNa di ciò che sto per postarvi. OrgoglioNa perchè spero di dare un piccolissimo contributo alla battaglia che, ogni giorno, tante persone si trovano ad affrontare con la celiachia. Ora: io ne so pochissimo a riguardo, se non le nozioni di base. So, giusto per venire al punto, che si tratta di un'intolleranza al glutine. Glutine che è contenuto nel grano, ad esempio. I celiaci, pertanto, devono stare particolarmente attenti a ciò che mangiano, soprattutto quando si tratta di mangiare fuori casa, laddove è meno semplice controllare che gli alimenti ingeriti siano gluten free. Comunque, dato che io non sono nessuno, vi mando ai bellissimi blog di Gaia e di Stefania, amiche celiache che stanno portando avanti la crociata dell'informazione su questa intolleranza. Così come per il vegetarianesimo, il veganesimo, anche per quanto riguarda la celiachia trovo che ci sia troppa disinformazione (anche se ammetto che stanno aumentando i prodotti ed i locali certificati gluten free), cosa che genera pregiudizi e diffidenza. Che poi, voglio dire, avere a cena un vegetariano/vegano o un celiaco (anche se è bene distinguere le cose: i celiaci rischiano la salute se ingeriscono alimenti contenenti glutine, i vegetariani certamente no...al di là di ogni considerazione sui benefici di un'alimentazione priva di prodotti animali, ma questo è altro discorso) non è una sventura, e basta ben poco per soddisfare tutti. Nel caso dei celiaci, ad esempio, basta preparare un risotto con verdure (si suppone che il risotto siamo capaci tutti a farlo, altrimenti possiamo giocare con miglio, quinoa, amaranto, polenta...), una bella insalata senza condimenti "strani" e un sorbetto di frutta o un dolce al cucchiaio. O una torta come questa. Giusto per tornare alla ricetta, ecco :-) Quindi, se avrò un amico a cena, saprò che questa torta va bene anche per lui. Unio dei motivi della mia "orgoglionaggine" è il fatto che questa torta non è altro che la mia classicissima torta di mele (siete quasi stufi, vero?, del fatto che ve la propongo ogni due per tre ed in ogni salsa?), nella quale, però, ho utilizzato farina di riso, farina di miglio e farina di mais.  Miglio, mais e riso sono privi di glutine, ergo ok. Però, come ho appreso leggendo da Gaia e Stefy, accertatevi sempre che i prodotti acquistati rechino l'immagine della spiga barrata, segnale del fatto che sono approvati dall'Associazione Italiana Celiachia. o che siano presenti nel prontuario. Nel mio caso, ammetto, non ho consultato il prontuario, dato che la torta è nata solo dall'esigenza di utilizzare delle farine diverse dal solito e non per ingolosire un celiaco: a casa mia nessuno è celiaco, quindi non avevo problemi di sorta. Sulla farina di riso, però, ero certa della sua approvazione da parte dell'A.I.C., idem su quella di miglio ottenuta da me triturando direttamente i chicchi di questo cereale. Accertatevi del lievito però: se presente sul prontuario o contrassegnato dalla spiga barrata, ve bene. Bene, ciò detto, e nel rimandarvi ai blog che ho menzionato sopra, vi lascio la ricettina. Piccola nota. come dicevo sopra, la farina di miglio l'ho ottenuta personalmente triturando il miglio il più finemente possibile, ma qualche granellino è rimasto. Ora: a me piace molto la sensazione croccantina sotto ai denti, mentre mio padre la tollera meno. Morale della favola: o siete bravissimi e fate del vostro meglio per eliminare ogni granellino, o acquistate la farina già pronta (approvata, mi raccomando!) oppure-terza soluzione- vi fate andare a genio la sensazione di cru cru sotto ai dentini. Decidete voi. P.S. Ringrazio Stefy per la gentile e preziosa collaborazione!

Torta di mele alle tre farine
Ingredienti per una tortiera di 20 cm

150 gr di farina mista (per me: 50 gr di farina di riso, 50 gr di farina di mais, 50 gr di farina di miglio)*
80 gr di zucchero
1 uovo
2 mele
lievito in polvere*
latte q.b.

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. Sbattete in una ciotola l'uovo con lo zucchero fino a che il composto è spumoso. Unite le farine setacciate, alternandole con un po' di latte, unite infine il lievito in polvere. Sbucciate le mele e tagliatele a fettine. Unitele all'impasto e mescolate. Versate il tutto in una tortiera unta di olio e cosparsa di zucchero (o di farina*), e infornate a 180° per circa 25'.

* se preparata per amici celiaci accertatevi che tutti questi ingredienti siano certificati dall'AIC

34 commenti:

  1. sono strafelice per te Francy per la novità della collaborazione, come ho scritto nell'intervista ti meriti questo successo e io ti auguro di cuore di continuare così ma una cosa ti chiedo posso osare? Dalle foto di te mi è parso di avere l'impressione che sorridi poco a tratti sei triste, ecco sorridi di più che aiuta molto anche se il cuore in quel momento non ha voglia, ciao cara ti mando un grande baciotto e ti auguro una buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caterina...sei sempre così dolce! Grazie davvero..sorriderò di più ^________^ Un bacio cara

      Elimina
  2. Magari dovresti credere di più in te, io non ho mai avuto dubbi sulle tue naturali capacità, sulla tua voglia di esprimerti al meglio, sul tuo riuscirci alla grande. Le paturnie lasciale a noi incompetenti, tu non te le puoi permettere, hai tanto da fare!
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dana!!!!!!!!!!!^_________________^ ti lovvo, come dicono i cccciofani :-))) Un bacio e grazie!

      Elimina
  3. Buongiorno! Innanzitutto complimentissimi sia per l'intervista che per la tua nuova collaborazione! LA tua torta ha un aspetto molto invitante e inoltre l'idea di fare la farina di miglio (o amaranto? non ho capito) è semplicemente geniale! Secondo te si può fare anche la farina di lenticchie in questo modo? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miglio, miglio..ora correggo!!!! Grazie! sai, sono un po' con la capoccia tra le nuvole :-))) Cmq anche con la farina di amaranto è gluten free ugualmente! Con la farina di lenticchie mi ispira....Prova, dai!!!!!!!!!!!!! Un bacio e grazie

      Elimina
  4. Innanzittutto complimenti per la collaborazione e poi complimenti per questo post ricco di informazioni. Io nel mio piccolo cerco di stare attenta, ho un'amica celiaca e i suoi tre bimbi, un cugino e tanti compagni di Lucia, quindi presto davvero molta attenzione e a volte si cucina gluten free senza neanche rendersene conto. Una torta da ricordare questa, me la stampo e alla prossima festa la porto! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely! sei sempre tanto carina...grazie!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  5. Che bello leggere la tua intervista da Elisa bimba :)
    E che buona questa tortina rustica e fruttosa come piace a me. Una dolce coccola per qualunque momento della giornata. Devo cercare la farina di amaranto o i chicchini per gli uccellini da macinare :D! Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! sei sempre troppo dolce, tu <3

      Elimina
  6. Questa ricetta mi piace un sacco...

    RispondiElimina
  7. Beh complimenti di cuore.
    Le tue foto sono meravigliose e le ricette davvero invitanti.
    Ti seguirò volentieri :)
    Buona giornata

    RispondiElimina
  8. Complimenti per la nuova collaborazione e per l'intervista molto interessante!! Grazie anche per avermi fatto conoscere il blog di Elisa...
    E infine grazie per questa splendida torta...
    a presto!

    RispondiElimina
  9. a me la sensazione di croccantino piace tanto quindi credo che farò come te!!!
    complimenti davvero per tutto...sei bravissima e ti meriti queste cose fantastiche ^_^
    un bacio

    RispondiElimina
  10. Tesoro, prima di tutto grazie ancora una volta a te! Di tutto :)
    Seconda cosa: anche io sono su Taste&more! :)
    Terza cosa: sabato cena vegetariana e come dici tu non è assolutamente né un peso né un problema, anzi! :)
    Quarta cosa: torta stupenda!
    Un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Ely!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! quanto a T&M: siamo una squadra fortissimiiiiii :-))))))))Bacio bella!

      Elimina
  11. E' stato bellissimo leggerti da Eli.. tu sei veramente piena di talento e finezza, meriti davvero tante soddisfazioni e tanta felicità! Te lo auguro di cuore! Questa ricetta è meravigliosa, sono molto sensibile alle allergie alimentari e sono proprio orgogliosa di te.. Scarico subito il prodotto della tua collaborazione. TI VOGLIO BENE Francy!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella che sei Ely!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1 grazie....grazie di cuore! <3

      Elimina
  12. Evvai Francy, sei trooooppo brava, le tue foto sono bellissime....personalmente preferisco quelle su fondo scuro. Le trovo davvero "introspettive" e quelle di oggi sono FAVOLOSE!!!
    Questa torta ha un aspetto strepitoso, mi sembra di sentire il profumo da qui, mi ha fatto tornare in mente quella che faceva mia nonna...insuperabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele!!!!!!!!!!!! anche io: fondo scuro for ever!!!! Un bacione e grazie ancora

      Elimina
  13. Buongiorno Francesca, ottima torta e grazie per i chiarimenti sulle etichette!
    Non sono per niente stufa delle torte di mele, fosse per me oltre al 3x2 andrebbero bene al 4x2 :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Grazie bella...facciamo 5x2????^_^

      Elimina
  14. Clap Clap Clap!! Brava Francy, ti sto applaudendo!! Mi è piaciuta molto la tua intervista, e pure la tua collaborazione sulla rivista (le tue ricette, dal mio punto di vista, erano indubbiamente le migliori!). Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. saryyyy, sei troppo carina...grazie!!!!!!!!!!!

      Elimina
  15. Ho letto l'intervista da Elisa, e complimentissimi per la rivista! Questa torta mi ispira tantissimo. Le foto sono meravigliose, brava brava (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Agnese!!!!!!!!!!!!! Un baciotto

      Elimina
  16. Francesca, un post esemplare! hai acquisito perfettamente quello che si deve sapere sulla dieta senza glutine.
    apprezzo molto, ringrazio, e proverò senza dubbio la tua torta.
    mi piace un sacco l'idea della farina di miglio che, ti confesso, non ho mai sperimentato
    p.s. non la trovavo perché la cercavo su La cucina di D., ecco perchè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gaia!!!!!!!!!!!!!!! non sai quanto mi fa piacere sapere che tu apprezzi questo mio piccolo contributo...grazie di cuore!!!!

      Elimina
  17. p.s. le tue foto sono meravigliose, francesca!

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!