01/01/13

Buon tutto..e cremina


Anno nuovo, post nuovo. Ricominciamo, nella speranza che l'anno venturo sia un po' meno sfigato di quello appena passato. Bene, per inaugurarlo nel migliore dei modi, io avrei pensato a un dolce. Un dolcetto che ho mangiato anche io, udite udite (questa si che è una notiziona). Ergo è una cosuccia leggerissima, un peso piuma sia per la bilancia che per la coscienza. Perchè, ve lo dico: a me non mangiare i dolci pesa. Tanto. Non parlo di torte o crostate, ma dei dolci al cucchiaio. Quelli morbidi, cremosi, che fanno tornare bambini. Epperò...Epperò, almeno il giorno di Santo Stefano, ho voluto coccolarmi, provando una ricetta nuova, che potessi mangiare anche io. Una porzioncina come tutti gli altri. Senza differenze. Ora, ovvio che non mi sono lanciata su una mousse ricca di panna e di uova. Primo perchè, pur non essendo vegana, cerco di limitare i derivati animali il più possibile ( e l'uovo mi disturba parecchio..praticamente lo tollero solo se costretta. Metti il caso che ti invitano e ti fanno una frittata alle verdure, o due tagliatelle all'uovo).
Secondo perchè mi sarei comunque impaurita davanti a qualcosa di....sivabbè, chevelodico a fa? E così ho optato per una crema pasticcera vegana: leggera, fresca e buonissima! Sul buonissimo detto da me, potete anche pensare che sia di parte. Il bello è che è stato detto anche da mio padre e dalla sua compagna. Ergo: è buona davvero. Che poi, a ben pensarci, non è che abbia inventato l'acqua calda: la maizena si usa proprio per addensare e sostituisce benissimo l'uovo nelle creme. Quello su cui non ero certa era la quantità di dolcificante da utilizzare. Fortuna che esistono libri che risolvono ogni dubbio e, in particolare per quanto riguarda la cucina vegana sfiziosa, questa meraviglia di Simone Salvini. Simone, sempresialodato, contempla tra le sue ricette proprio la base di ogni pasticceria: la crema pasticcera, appunto. Da essa si parte per farcire, decorare, pucciare il dito...E così, libro alla mano, ho provato. Provate anche voi, vero? senza pregiudizi e senza paure.


Crema pasticcera veg
Tratto da "Cucina vegana" di Simone Salvini

Ingredienti per 4 persone
250 ml di latte di avena
25 gr di malto di riso o di orzo
1 cucchiaio di zucchero di canna
10 gr di maizena
1 pizzico di zafferano in polvere
1 bacca di vaniglia
lamponi per servire
***
Stemperate lo zafferano e la maizena in un po’ di latte. Mettete il restante latte con i semini grattati dalla bacca di vaniglia, il malto e lo zucchero, in un pentolino, quindi unite il latte in cui avete stemperato maizena e zafferano e portate a bollore mescolando. Spegnete quando la crema vela il cucchiaio. Trasferite in una ciotola e coprite con una pellicola a contatto con la crema (per evitare che si formi un velo sulla superficie). Fate riposare in frigo. Al momento di servire, mettete la crema in bicchierini e guarnite con lamponi o altri frutti rossi.

30 commenti:

  1. Franci sai che la faccio anch'io così e mi piace moltissimo? Ancora auguri tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Anche a te, Agnese.Un bacio grsnde

      Elimina
  2. Se ci pensi, la cioccolata calda, se abbondi con la maizena è proprio una crema pasticcera! Ed esiste l'antico "bianco mangiare"- che adoro nella farcitura delle torte- che si fa senza uova! :D
    Felice 2013 anche a te!

    RispondiElimina
  3. Dimenticavo: la tua ricetta la provo di sicuro!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosaria...quanto alla ciococlata calda: hai ragione! Un bacio

      Elimina
  4. ciao Francy, buon tutto di cuore anche a te! Anch'io spero sinceramente che questo nuovo anno sia migliore del disgraziatissimo 2012, e mi metterò d'impegno a pensare positivo; e perchè non iniziare con una bella cremina voluttuosa e leggera? Bella idea, e splendida foto, come sempre :)
    un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  5. Grazie Sara...lo spero davvero tanto,sia per me che per te.Un baciozzo

    RispondiElimina
  6. una delizia leggerissima, e sfiziare sfizia... anche me che di sicuro non sono vegana, non mi faccio nessuna remora a mangiare i dolci e neanche le porcate più assurde, le uova le metto a pioggia... che te devo dì, l diversità è il sale della vita e delle cose interessanti

    RispondiElimina
  7. So con certezza che questa cremina è veramente molto buona perchè ho frequentato diversi corsi di cucina con Simone Salvini e l'abbiamo realizzata (e gustata) in due diverse occasioni.

    Ciò che di veramente bellisimo c'è, cara Francesca, è che l'hai assaggiata. Gustata. Finita.
    ne sono veramente molto felice, per te. Un reinizio, te lo auguro di cuore ♥

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia questo dolcetto!!!

    RispondiElimina
  9. invece io ADORO i budini, li faccio sempre! e anche io uso latte vegetale e maizena o farina di riso e agar agar come addensante.. a cuor leggero, la goduria è piena!! auguri per questo 2013, speriamo davvero meno sfigato e mortificante!

    RispondiElimina
  10. Ma hai fatto benissimo a concederti un dolce!! E comunque questo a me incuriosisce molto e mi sembra buonissimo! Lo proverei senza alcun pregiudizio, assolutamente :)
    Un bacino Francy e tanti auguri per questo nuovo anno ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely..auguri anche a te...e che il 2013 porti belle cose a tutti :-) Un bacio

      Elimina
  11. L' aspetto di questa cremina è davvero invitante e sfido chiunque a resistere nell' affondarci il cucchiaino...Ti auguro un 2013 speciale cara e pieno di tante cose belle!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patrizia, sei molto cara. Un bacio

      Elimina
  12. Trovo terribile il retrogusto di tuorlo nelle creme, quindi proverò al più presto questa, grazie!
    Il malto si puo' sostituire?
    Buon 2013 anche a te, che sia un anno pieno di creatività e di salute!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emma e grazie! il malto lo puoi sostituire con miele (se non sei vegana ) oppure zucchero...magari assaggia, giusto per capire se aumentare o meno le dosi!

      Elimina
    2. Grazie mille, adesso la provo con il miele!

      Elimina
  13. Bella delicata e soave insomma è davvero deliziosa tesoro e un milio di auguri tesoro per un 2013 meraviglioso!! Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Imma...un abbraccio e tanti auguri anche a te!

      Elimina
  14. Mi hai davvero incuriosita con questa cremina dall'aspetto vellutato...
    Mi associo al tuo desiderio e ti (ci) auguro un anno un po' meno sfigato ;o) Bacioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara..ricambio l'augurio e il bacione1

      Elimina
  15. Questa crema è spaziale! Da che ho comprato il libro di Salvini non la mollo più!
    ...e tu l'hai servita divinamente! :-)

    RispondiElimina
  16. Questa foto mi ha incantato (anche la cremina, eh :D) :) Sei bravissima!

    RispondiElimina

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!