Di giornate un po' così..


Oggi è una giornata di festa. L'otto dicembre, giornata in cui si fa l'Albero e si inizia a pensare al Natale. Io, l'Albero l'ho già fatto da una settimana e di pensare a Natale non ho voglia. Quest'anno sarà brutto. Temo. Per via di mia zia, che prima di quindici giorni non riuscirà a muoversi, e per via di una serie di fantasmi che mi fanno paura. Mi faccio paura io, io che mi illudo, costruisco castelli e poi quei castelli inesorabilmente crollano come se fossero di carte. Io, che fantastico su cose che non potranno accadere. Io, che mi sento egoista con gli altri. Io, che mi sento inutile. Oggi non ho neanche voglia di essere spiritosa, raccontandovi come e perchè è nata una tal ricetta. Ve la lascio così, accennata appena, com'è giusto che sia.
Vellutata di radici
Fate rosolare in un padellino un goccio di olio, unite rape e carote (la quantità dipende dal numero di persone) pulite, pelate e tagliate a pezzi, quindi unite del brodo vegetale (250 ml per persona circa). Fate cuocere per 15' circa, fino a che le verdure saranno tenere. Frullate il tutto, rimettete nel pentolino, aggiustate di sale e unite un pizzico di paprika in polvere, e fate cuocere fino ad ottenere la consistenza desiderata. Impiattate e completate con alga nori tostata.



Commenti

  1. oggi le tue foto sono cupe come il tuo stato d'animo, un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Tesoro, non sei inutile. Capisco come tu ti senta in un momento così, in cui i tuoi castelli di sabbia sono stati distrutti e portati via dal vento. Ogni cosa si risolve, iniziando da te. Non sentirti inutile, non vederti come un fantasma: inizia a guardarti allo specchio non come un qualcosa di trasparente ma come una persona dai mille colori vivaci.
    Un abbraccio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Noemi...sei un angelo tu, lo sai vero? passerà...passa tutto:-) Un abbraccio enorme

      Elimina
  3. Conosco qui fantasmi, so cosa significa avere paura di se stessi e sentirsi inutili ma tu NON SEI INUTILE. Non tutti i castelli di carta sono destinati a crollare, ma bisogna crederci e TU DEVI CREDERE in quei sogni. Anch'io ho paura ma c'è una parte id me che stufa di questo stato d'animo cupo come le tue foto di oggi. Spalanchiamo la finestra tesoro e lasciamo che i raggi del sole arrivino nel nostro cuore. Mano nella mano...dai...^_^ TVB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Fede...per mano, dai...Ti ringrazio^_^

      Elimina
  4. Mamma Francy, cosa ti è crollato addosso??? queste foto dicono anche più delle parole, vorrei darti una spalla su cui piangere ma ti conosco poco, non so' se accetteresti... spero che passi, anzi... sicuramente passa, e non smettere di credere ai tuoi castelli, è importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece sei molto dolce...^_^ accetto la spalla, grazie Lara!!!

      Elimina
  5. Ciao Fra, non riesco a non commentare... Mi associo a Lara, non smettere di credere ai tuoi castelli!!!
    Ad ogni modo, pensavo, che sei tenace, eccome se lo sei. Io non ce l'avrei fatta a postare. Anzi, io in genere non ce la faccio. E' un periodo in cui sono spesso inquieta anche io. E allora, mutismo! E invece tu riesci a condividerlo. E poi posti, e fotografi. Brava che sei, altro che inutile!
    Baci tanti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele:-) Un bacio grande e, quanto alle foto, beh...guarda che c'è il barbatrucco: queste le avevo già fatte^_^ Un bacio grande e forza, anche tu!:-)

      Elimina
  6. Cara Francy, TUTTI, ma proprio TUTTI gli esseri umani fanno castelli e questi castelli a volte cadono e a volte no. A volte, quando non sono nello stato d'animo un po' pessimista, mi capita di guardare le persone e mi sembrano tutte felici rispetto a me. Poi capisco che non è così e che proietto all'esterno quello che ho dentro di me.
    TUTTI lottano per mantenere in piedi i propri castelli e a ricostruirli se essi cadono, ma qui sta la differenza: la capacità di rialzarsi dopo una caduta. Quindi viviti qs momenti buii (mamma che foto, fanno paura) e torna con le tue zuppe luminose che fanno stare bene tutti noi che ti leggiamo (e una che cucina e fotografa come te come fa a sentirsi inutile?? E chi mi propone la zuppa con i cachi?! :-))
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Roby: proietto al'esterno il mio stato d'animo e tutti mi sembrano felici e soddisfatti..so che non è sempre così. Grazie mille per tutto e, quanto alle foto, fanno paura? addirittura???? più della vellutata di zucca e cachi^_^? Un bacio cara

      Elimina
  7. un abbraccio e su col morale.. spesso è ancor più deprimente passare dei periodi così così quando fuori si pensa solo al Natale.. passerà il momento :)
    regalino nel mio blog.. ti leggo sempre e un giorno voglio essere proprio brava come te :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ sei molto dolce Erika....brava come me????sono sicura che lo sei tanto:-9 Un bacio

      Elimina
  8. Franci... stai su, tesoro, e non pensare, mai, di essere sbagliata. Guarda che foto belle che scatti, guarda che cose buone che riesci a preparare. Credi un po' in te.
    Un abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti abbraccio snche io, Agnese. tvb :*

      Elimina

Posta un commento

Se mi leggete mi fate piacere, se mi lasciate un commento ancora di più...Se siete "Anonimi" firmatevi, grazie!!!