Di Creme e Cannelli..


Primissima cosa, la comunicazione di(s)servizio: scusate le foto. Volevo fare qualcosa di diverso, molto soft e girly, e ho fatto solo pasticci ma tant'è...Intanto la Crème Brulée ve la beccate lo stesso, foto a parte. Ciò detto, si parlava di Crème Brulée, una di quelle ricette easy che ho sempre voluto fare ma non ho mai potuto , causa mancanza di un aggeggio particolare. Ora, sebbene qualcuno di voi sappia che mi sono lanciata nella lettura del libro che ha venduto più di Harry Potter, vale a dire "Cinquanta sfumature di Grigio" (mi batto il petto e chiedo venia, ma dopo cotante recensioni, critiche, pubblicità ho voluto leggere coi miei occhi e...sì, le critiche han ragione), quando parlo di aggeggio particolare mi riferisco a una caccavella da cucina, assolutamente indispensabile nella preparazione del dolce in questione. Il Cannello. E qui la memoria vola ai gloriosi tempi della OC (solo pochi eletti possono capire^_^) e del Cannello di Cracco (su cui sorvolo per decenza, ma Lei vi saprà dire molto di più in merito). Ora, il cannello è la dotazione base per cimentarvi nella preparazione della Crème Brulée: se non lo avete, non mettetevi neppure. Sì, lo so: ogni ricetta consiglia di sostituirlo, qualora non lo abbiate, con il grill del forno e io stessa l'ho fatto qualche volta (e vi confesso che ho provato anche con l'accendino e l'accendigas..sono un caso patologico) ma vi assicuro che NON è la stessa cosa. Per quanto cospargiate la superficie di zucchero e per quanto facciate grigliare il dolce, non si formerà quella bella crosticina croccante che Amèlie rompeva col cucchiaino nel famoso film del 2001.
Quindi, per farla breve: il cannello è una caccavella da inserire nella lista degli accessori indispensabili in cucina, altrimenti dimenticatevi Crème Brulée, Catalane e cosine gratinate.
Problema: suddetta caccavella costa tanto (siamo sui trenta Euro), motivo per cui non ho mai osato affrontare la spesa. Poi capito un bel giorno a Mondovì e, nel posticino di cui parlavo qua, trovo un Cannello a noveeuroenovanta!!!!!!!!!!! Potevo lasciarlo in negozio? Giammai! Ora, non chiedetemi perchè e come sia riuscita a trovarlo a dieci Eurini scarsi anzichè trenta, fatto è che funziona (la casa è ancora integra e nessuna tenda è andata a fuoco) e anche bene! Quindi, amiche blogger, affrontate la nuova missione del giorno: trovare nelle vostre città il Cannello a un prezzo accessibile. Per la cronaca, questo il sito del negozio dove l'ho comprato: vi consiglio di cercare il punto vendita più vicino a voi perchè ne vale davvero la pena. Tornando alla mia Crème Brulée, la ricetta è semplicissima: stesse dosi e stessi ingredienti del Crème Caramel, con l'unica differenza che, invece del latte, qua c'è panna fresca, giusto per rendere più setosa la preparazione. Insomma: è facilissima da fare e, trovato il cannello, non avete scuse:-) Buona domenica!!!!

Commenti

Peanut ha detto…
uuh mamma che bella :) eh si,il bello della brulèe è la crosticina e se non c'è..mangi una panna cotta!hai fatto benissimo a prenderlo,non avrei resistito nemmeno io!
buona domenica e un bacino:)
ps. a me le foto piacciono!soprattutto quella in cui rompi la crosticina ;)
Francesca ha detto…
Grazie Lucrezia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Luisa ha detto…
meravigliosa...!! con quella crosticina l'hai fatta eccome la differenza mia cara.. mamma che fame ora!! bravissima
Peanut ha detto…
..non c'è mondovì in toscanaa! :'(
Francesca ha detto…
^_^ grazie!!!!
Marina Paris ha detto…
Ha un aspetto meraviglioso, noveeuroenovanta spesi davvero bene, guarda là che crosticina... molto invitante!
Francesca ha detto…
Ammmmmoreeeeeee..ci siamo commentate nello stesso momemto:-)))) Giuro che quando ho premuto invio al commento sui biscottini, mi è arrivata la notifica del tuo. E, direi, quelle Palets sarebbero perfette per accompagnare la Crème Brulée^_^Bacio
Maria ha detto…
super, deliziosa e invitante grazie alle tue foto.......una serena seratae un buon inizio settimana
Agnese ha detto…
Sai già come la penso su questa crema ;)
E confermo quello che scrivi tu, ovvero che senza quell'aggeggino magico la crosticina non si fa, per niente. E, comunque, come osi dire qualcosa sulle foto? A me piacciono! Soprattutto quelle con le tue mani: molto "vive".
Un bacione! <3
Francesca ha detto…
Ma grazie tesorina mia:-))))Quanto alle mani,visto che ho quasi smesso di mangiarmi le unghie?????:-)))Ecco perchè sono vive^_^Un bacio grande e grazie ancora!
Simo ha detto…
mmmm..ma oggi vedo creme ovunque, la tua è superlativa...
...e le foto a me piacciono un sacco, mi ci butterei dentro!!!!!!!!!
Federica ha detto…
Le foto hanno una sola cosa che non va! Fanno venire una voglia bestia di crème brulée e io il cannello non ce l'ho! Come la mettiamo? Posso venire da te :D? Un bacione bimba, buona settimana
Caterina Pili ha detto…
le foto sono bellissime, ti sottovaluti cara mia , rendono bene l'idea almeno la mia quella di mangiarmi all'istante questo dolcino squisito, il cannello ? me lo compro mo lo cerco e me lo prendo , ciao carissima e buona serata!
Francesca ha detto…
Grazie Simo!!!!!!!!!!!!!
Francesca ha detto…
Grazie cucciola!!!! ti aspetto, allora:-)))
Francesca ha detto…
^_^ Grazie Cate!!!
elenuccia ha detto…
Infatti io non mi ci sono mai messa perche' non ho il cannello. E visto che son precisina ho provato una volta col forno e poi ho deciso di lasciar perdere..che le cose se si fanno, si fanno bene :)
solo che sono anche di "braccino corto" e trenta eurini non li ho mai voluti spendere per suddetto aggeggio quindi o lo trovo a dieci o niente! sperem....

PS: secondo me le foto sono da favola
Francesca ha detto…
Grazie Ele!!!!!!!!!!!!!!!!
Francy, la scusa ufficiale è che la creme brulee non mi piace, la verità è che anche io sono senza cannello (oltre ad avere alle spalle fallimenti con il grill del forno). Ma dimmi, oltre alla crema suddetta, che altro ci puoi fare?
Basciuuuu
Francesca ha detto…
Ciao Roby...la Catalana?^_^