Daikon con funghi e piselli al curry

Amici ho un dubbio atroce: è l'11 aprile o l'11 ottobre? No, perchè il calendario del pc segnala una cosa (cosa di cui ero convinta anche io fino a qualche giorno fa), ma quello che vedo fuori dalla finestra e che ho tastato personalmente prima di arrivare in ufficio, dice tutt'altro. Voglio il sole, la primavera, il caldo...non la pioggia, il freddo e i vestiti invernali. Eccheccavolo! Mi sono sfogata^_^ Veniamo a noi.

Non so voi, ma io adoro i tromp l'oil culinari. Quelle cose che sembrano altre e che sono capaci di far cadere dalla sedia anche il più scafato dei commensali. Non mi riferisco a preparazioni vegane confondi onnivoro: per dire, il seitan mi piace tanto ma non lo chiamo"carne vegana" perchè carne non è. Può essere simile, come consistenza, possiamo trattarla allo stesso modo in quanto a ricette, ma non è carne, ergo lo chiamo seitan. Idem dicasi per i vari affettati vegetali o similari: sarà che non ho mai sentito la mancanza di carne/pesce e quindi non li ho mai acquistati, ma se dovessi lo farei consapevole che trattasi di cibi vegetali alternativi e non di sostituiti della carne. Non so se mi sono spiegata. Quando parlo di tromp l'oil culinari mi riferisco a qualcosa di più giocoso e raffinato, che non si limita solo al veganesimo: pasticcini che sembrano dolci e invece sono salati, finte uova, pesci ingannevoli e spaghetti crudisti. Guardate il  genio della Vale, che qua ne ha proposta una versione zucchinosa davvero invitante. E sfido a dire che non sembrano spaghetti veri. Secondo me, al di là del gusto, qui si parla di vera e propria arte...Io, nel mio piccolo, ne avevo proposta una versione col daikon e la carota: tutto crudo e bello fresco. Bene, dato che un daikon intero è grosso, ma grosso davvero, il giorno dopo mi avanzava l'altra metà...Ora, dato che variare è il mio motto (a parte alcuni cibi standard dai quali non riesco a staccarmi, tipo zucca e mele) ho optato per un fifty fifty. Spiego: "spaghetti" crudi ma salsina di accompagnamento cotta. Semplice, no? In pratica ho utilizzato il daikon come se si trattasse di vera e propria pasta, condendolo con funghi e piselli al curry. Una scemata che neanche è degna di chiamarsi "ricetta" ma, più che altro, è utile per giocare un po' con gli accostamenti di sapori, colori e consistenze (e, in questo caso, anche cotture). Tra l'altro, la salsina in cui sono cotte le verdure, ha marinato il daikon, facendogli perdere quel sapore un po' "stupidino" che lo caratterizza.

Apro e chiudo una parentesi: non so perchè, ma ho sempre sostenuto che rape e ravanelli (famiglia cui appartiene il daikon) avessero un sapore "stupidino"..non so come mi sia venuta questa idea, ma li trovo proprio così: non cattivi, ci mancherebbe, ma neanche goduriosi..un sapore insulso e che a lungo andare può stancare. Tra l'altro, come dicevo qua, non sono facilissimi da digerire, ecco perchè preferisco fargli perdere i liquidi in eccesso e poi farli marinare brevemente. Opinioni personali eh! Che nessun radice-fan si senta offeso dall'epiteto "stupidino" affibiato a rape e co! Bene, veniamo alla "ricetta". Non metto le dosi, dato che è il tipico piatto da preparare in base alle proprie voglie ed esigenze! Come direbbero i nostri amici americani: enjoy!

Daikon con funhi e piselli al curry
Ingredienti 

Daikon
Carota
Sale grosso
Per il "sugo"
funghi champignon
piselli freschi
olio
curry
succo di limone
sale,pepe

Preparazione
Per prima cosa pulite e pelate il daikon, quindi tagliatelo a julienne lunghe, come se fossero spaghetti. Metteteli a scolare in uno scolapasta con sale grosso, quindi mettete un peso sopra in modo che perdano la loro acqua. Dopo 30' lavateli dal sale in eccesso e scolateli. Tagliate e julienne anche la carota. Preparate il "sugo": fate rosolare in un po' di olio (1 cucchiaino a persona) i piselli con i funghi tagliati  a fettine non troppo sottili. Aggiungete un po' di acqua e portate a cottura(tenete conto che deve rimanere un po' acquoso, perchè il "puccino" servirà per fare marinare gli spaghettini). Prima di spegnere aggiungete il curry, aggiustate di sale e pepe e spruzzate con succo di limone . Prelevate con il cucchiaio il sughetto formato e condite gli "spaghetti" di verdure, mescolando bene per farli insaporire. Aggiungete anche i piselli ed i funghi, quindi servite.

Commenti

bianca ha detto…
bellissimi O-o E un trompe l'oeil perfettamente riuscito :D Bernini è fiero di te!!!
Federica ha detto…
Mi sembra un gran bel compromesso crudo-cotto e un trompe l'oeil perfettamente riuscito ^_^
In quanto alla data di calendario...ho il tuo stesso dubbio. Qui oggi (ma non solo oggi!) pare l'11 novembre...ci starebbero le caldarroste! Un bacione, buona giornata
Francesca ha detto…
Sì Fede...due belle caldarroste...yummi!!!!!
Marina@QCne ha detto…
CHe bel piattino asiatico!!!!! E che foto bellissime!!! Brava Francy!
Francesca ha detto…
Ciao Marina!!!!!!!!!!!!!! come stai ???? mi sa che ho perso qualche tuo post, ma blogger spesso fa le bizze..Un bacione!
nanocucina ha detto…
ti sollevo dal dubbio: è l'11 novembre.
viola ha detto…
ciao Francy!!!!! come stai? ma sai che la tua mi sembra proprio un'idea stupenda???? In effetti ho anch'io parecchi ingredienti che ritengo stupidini e però vorrei mangiare...quindi evviva le marinature: potrebbero essere una validissima soluzione :D E viva l'estate ;)
Un bacione
la gelida anolina ha detto…
Super in linea con te, ho passato il weekend a pensare a questi trompe l'œil per un nuovo progetto :) li trovo davvero originali e perfetti per variare un pò la "dieta"...baci baci
elenuccia ha detto…
Non dirlo a me Francy, pensa che a Pasqua abbiamo acceso il camino!!! (a casa dei miei of course...mica ho il camino nel mio mini-mini-monolocale). Proprio ora pioggia a catinelle =__=

A differenza di te io invece amo la famiglia delle rape. Ok il daikon (o come si chiama a casa mia...ravanellone bianco) non ha un gran sapore, pero' io adoro i ravanneli rossi (o si dice rapanelli?!?? non ho mai capito bene...). Mi piacciono da impazzire sopratutto in insalata. Di solito sono una sfaticata che non ha voglia di mettersi li a fare la julienne pero' l'idea "spaghettosa" e' troppo carina....e poi sai che i tuoi piatti asian ispired mi piacciono un sacco :-)
Francesca ha detto…
^_^ Ciao Viola!!!!!!!!!!!! qui si tira avanti...e tu, tutto bene? un bacione
Francesca ha detto…
Wowwwwwwwwwww Silvia...non vedo l'ora di vedere!!!
Francesca ha detto…
bello il camino...io non l'ho mai avuto, ma i mie zii sì, e quando lo accendevano mi piaceva da morire! Quanto ai ravanelli guarda, insieme ai cetrioli sono l'unica verdura che non riesco a mangiare :-( Piccoli pezzetti magari sì, ma se proprio non ho altro...Un abbraccio forte
sara ha detto…
Hai ragione Francy, su tutto: sul tempo, sui cibi "illusionisti" e sul sapore Stupidino di rapanelli e daikon. E mi piace tantissimo questa ricettina, fresca e leggera, ma anche golosa e ben bilanciata. Mi sa che questo sughetto lo preparo stasera a Benna. Resisti, che mancano ancora pochi giorni, poi il freddo sarà passato!
pips ha detto…
ah no, a me il freddino piace :)) Ma sì, anche la primavera, se non fosse che l'assaggio è stato con 30°... E bellissimi questi finti spaghetti :))
Ilgamberorusso ha detto…
Daikon....credo di non averlo mai assaggiato, ultimamente mi stai dando delle dritte pazzesche! Appena lo trovo procedo e ti faccio sapere :-)
Francesca ha detto…
^_________^ un bacione!
Francesca ha detto…
Ciao Pips!!!!!! Un bacione
Francesca ha detto…
Prova, prova :-)))) Un abbraccio
attars ha detto…
Anche qui da me fa freddissimo, con annesso temporale!
Io il daikon lo uso più per i rimedi casalinghi in quanto non ne sono una gran fan, soprattutto crudo però questa tua ricetta fa venir le vogline!!!
Che bella la ciotolina!
A presto!
Marina ha detto…
Io e la famiglia delle rape non ci piacciamo molto... anche se il daikon non l'ho mai assaggiato e potrei ricredermi! resta il fatto che questo trompe d'oeil ti è riuscito divinamente!
Benedetta Marchi ha detto…
un piatto sviziosissimo!! e si anch'io voglio temperature più miti!!!
Anonimo ha detto…
stamattina ho tirato di nuovo fuori il cappottino, e il pomeriggio vado di tazzone di tisane bollenti, e ho detto tutto sul freddo che ho! per fortuna vivo a milano, se fossi in montagna morirei! hai creato una ricetta veramente invitante: sei riuscita a coniugare la voglia di primavera con una componente raw e un accenno al periodo invernale con piselli e funghi, il tutto abbracciato dall'accenno fusion del curry. brava! ::))) sissy
Ely ha detto…
Io odio il freddo e si gelaaaaaaaaaaaaaaaaa da noi ha pure nevicato in montagna!!!!!! Questa ricettina mi piace molto, mi piace il daikon ma sai cosa mi piace di più????? Quella ciotolina, ogni volta che la fotografi mi innamoro sempre più! Baciiii
donatella ha detto…
Francy, foto favolose, ricetta da vera veg-chef e cattiveria come al solito: mi fai venir voglia di una cosa che non trovo da comprareeeee!!! no dai, a aprte la ricerca del daikin, questo piatto è fenomenale: semplice e innovativo, davvero bellissimo!!! e immagino il profumo, mmmm!!!
Francesca ha detto…
Un grazie di cuore a tutte!!!!! Vi voglio bene...p.s. appena posso rispondo singolarmente!!!! Un abbraccio
Marta New Horizons ha detto…
Rendi benissimo con l'aggettivo "stupidino"... ne ho appena gfinoto una scodella grattugiati con carote, cetrili e semini vari, ma va masticato per bene, hai ragione anche in questo ;)
marifra79 ha detto…
Francy, fuggiamo in qualche posto ai tropici... odio anch'io il freddo, e qui si gela!!!!!!!!! Spero di trovare prima o poi il daikon, voglio provare la tua ricetta!!!! Un abbraccio
ps.per la cioccolata, si si, si può mettere solo olio!
Lizzy ha detto…
Ma come mi piacciono le tue ricettine, con questi ingredienti così diversi dai nostri e che conosco proprio poco!!
Un bacio