Noodles di daikon in salsa fusion

Sabato è stata la mia prima volta...Metto le mani avanti onde evitare facili battute: la mia prima volta col Daikon (tra l'altro, pare si sia verificato un altro singolare caso di telepatia blog-culinaria, in quanto anche Sara, recentemente, ha avuto il suo primo incontro con questo strano ravanellone giapponese). No, dunque, forse non era la prima volta, considerando i pickels di apertura al ristorante giapponese (sorta di sottaceti che vengono serviti come antipastino, solitamente insieme a carote) e il daikon essiccato che avevo acquistato lo scorso anno, pagato caro come il fuoco e che dopo due giorni puzzava come un sorcio morto. Era la prima volta, invece, col daikon fresco, trovato per puro caso al supermercato e subito agguantato...A dire il vero avevo già adocchiato in rete qualcosa di interessante, in cui il daikon era tagliato a "spaghetti", quasi per simulare dei noodles; logico che la prima idea  che mi è venuta in mente quando mi sono trovata il ravanellone tra le mani, sia stata quella, ossia di farci un piatto "ingannevole". Vi confesso che l'idea dei finti spaghetti di verdura ha sempre sortito in me un fascino particolare, e l'idea di noodles veg mi attirava ancora di più...E allora mi sono lanciata. Poi, però, quanto al condimento, ho fatto di testa mia, mettendo nei miei veg-noodles tutto quanto mi ispirava: dal miso all'acidulato di umeboshi, terminando con salsa di soia e harissa. Se non è cucina fusion questa! Il fatto è che non ho un bel rapporto coi ravanelli, in quanto fatico a digerirli, e trattandosi di ravanello in formato xxl temevo di avere lo stesso tipo di problema, ergo ho pensato che tutto 'sto po po' di roba fosse di giovamento. Effettivamente non ho avuto effetti collaterali, anche se vi confesso che tra tutto, forse, l'unico trucchetto che è servito veramente è stato il cospargere il daikon di sale e lasciare perdere la sua acqua in uno scolapasta, come si fa solitamente per i cetrioli. A voi la "ricetta": primaverile, fusion, leggera e con un tocco freschissimo dato dal pomodoro finale. Tutto crudo, ovviamente!

Noodles di daikon
Ingredienti (metto le dosi che ho usato io solo per la  salsa, per evitare che eccediate in piccantezza o sapidità)

Daikon
Carota
Sale grosso
Per il condimento
1 cucchiaino di acidulato di umeboshi
1 cucchiaino di salsa di soia
1/2 cucchiaino di zucchero
1 puntina di miso
1 puntina di harissa
semi di sesamo tostati
olio
Per il "topping"
pomodoro fresco
qualche arachide

Preparazione
Per prima cosa pulite e pelate il daikon, quindi tagliatelo a julienne lunghe, come se fossero spaghetti. Metteteli a scolare in uno scolapasta con sale grosso, quindi mettete un peso sopra in modo che perdano la loro acqua. Dopo 30' lavateli dal sale in eccesso e scolateli. tagliate e julienne anche la carota. Mescolate tutti gli ingredienti per la salsa, sesamo compreso, e condite gli "spaghetti" in una ciotola. Mescolate bene per farli insaporire tutti. In un mixer tritate il pomodoro con le arachidi e, se volete, aggiustate di sale (tenendo presente che la verdura sarà un po' salata a causa dell'operazione descritta sopra. Sistemate questa salsina sui noodles di verdura e servite.

Potete fare tutte le variazioni sul tema che volete...anzi, presto ve ne proporrò una semi-raw.

Commenti

Ely ha detto…
Io il daikon l'ho provato l'anno scorso e mi piace molto, abbinato a zenzero e spezie da un tocco diverso alle preparazioni! Mi piace questo piatto anche se alcuni ingredienti non so cosa siano :-) Ora vado in ricerca! Baci
Federica ha detto…
oh oh un altro sconosciuto come il topinambur! Con i ravanelli nostrani non ho un grande feeling, chissà come sarebbe con quelli orientali! La foto dall’aria vintage però è bellissima :) Un bacione, buona settimana
Francesca ha detto…
Ehehehe Ely, sono stata cripitica??? ^_^ Sono quasi tutti ingredienti della cucina giapponese (l'umeboshi è una prugna), tranne l'harissa che è un condimento mediorientale piccantissimo!!!!!!!!!!!!!Un bacio
Francesca ha detto…
^_^ Grazie Fede!
ogni volta che trovo qualche ricettina che in qualche modo mi riporti alla mia vita in Asia, corro a leggere ansiosa e desiderosa di rivivere certe emozioni e certi sapori che mi hanno davvero rapita! un complimento a te Francesca per essere riuscita a reinterpretare in modo così interessante il concetto di noodles! buona giornata!
TataNora ha detto…
Quando ho visto la foto mica avevo capito che NON erano i canonici spaghetti!
Bella questa idea di *trasformare* le verdure, potrebbe essere un buon trucco per renderle appetibili anche a chi non mangia la verdura... (chissà perchè mi viene in mente il mio martirio!!!)..
Brava Francesca. In questi giorni di *dieta* mi sa che aumenterò il consumo delle verdure e quindi TI sfrutterò per le ricette!
Buona giornata.
Nora
marifra79 ha detto…
Mai provato!! Adesso si che sono curiosa, ne andrò alla ricerca!!! Un abbraccio e troppo troppo bella la foto:))))))) Un abbraccio
Francesca ha detto…
Sono io che ringrazio te..Un bacio enorme
Francesca ha detto…
^_^ Grazie Nora!!!!!!!!!!!!!
Francesca ha detto…
Un bacione anche a te Marianna e grazie!!!!
Patrizia ha detto…
Davvero un piatto molto particolare e originalissimo...Solo tu sai inventare piatti di questo genere!! Bravissima come sempre...Un bacione e buona settimana!!
sara ha detto…
Ehi, amica telepatica! Complimenti per l'originalità, davvero bella questa ricetta, al prossimo daikon la sperimenterò!
Francesca ha detto…
:-))))
Katy ha detto…
Buonissimo! Mi piace un sacco il tuo condimento! ^___^
Tu hai quella specie di temperone gigante per fare le verdure a spaghetti? Perché io lo cerco da un bel po', ma non riesco a trovarlo...
Buona settimana! :-)
Francesca ha detto…
No Katy..ho una specie di "passaverdure" (giusto per farti capire come è fatto) con varie lame...non fa proprio spaghetti, ma poco ci manca!
Patapata ha detto…
dai, anche io ho comprato per la prima volta questa mega-radice due settimane fa e me ne sono innamorata! ho anche provato a farlo alla piastra.... delizioso! non so per quale principio chimico, ma perde il piccante tipico delle rape e prende un sapore dolciastro e una consistenza cremosa. questi spaghettini sono proprio fantastici! ottimo antipasto o piatto unico
Marina ha detto…
Mai assaggiato, ma proprio mai. Però l'ho visto nel negozio bio e mi ha messo un certo timore reverenziale... Brava genietto in cucina che fai tanti esperimenti gustosi, colorati e leggeri pensando a me ;) La foto mi piace un sacchissimo!
Anonimo ha detto…
non ho mai provato il Daiko, ogni volta che lo guardo sullo scaffale all'esselunga mi viene la tentazione di prenderlo, poi mi freno perchè ho sempre letto che ricorda il piccantino dei ravanelli che proprio non mi piaciono, ma vedendo i tuoi raw spaghetti viene una voglia! magari non metto i condimenti orientali che hai consigliato tu, non li ho in dispensa, un pò di zenzero e limone penso che andranno bene e una bella spolverata di gomasio. chiederò in prestito a mia mamma il temperaverdure! grazie Francy per questa bellissima insalatina. ho ragione a passare sempre dal tuo blog, si trovano dei piccoli tesori! un caro saluto, sissy
breakfast at lizzy's ha detto…
Non conosco molto la cucina orientale, ma mi affascina davvero tanto...
Il tuo piatto mi ispira davvero tanto!! Bravissima!!
Ombretta ha detto…
Non lo trovo !!!! Uffa ! I tuoi noodles Vega sono una forza poi con l aggiunta Dell harissa con quel tocco piccantino devono essere gustosi:-) ciao
donatella ha detto…
che bello che bello che bello!!! te l'ho mai detto che sei il mio mito? beh, te lo dico ora, sei il mio mito! che bellissimo piatto, ingannevole e buono e divertente! mai cucinato né visto dal vivo, ma mi piacerebbe tanto! dopo questa ricetta inizio a dire che anzi proprio lo voglio!
bravissima, proprio stuzzicante!
Francesca ha detto…
ma che carini che siete tutti!!!!!!!^_^
Un abbraccio grandissimo..
Dona: tu sei troppo buona con me :-)))))
Sissy: Ti abbraccio..grazie!!!!!!!!!!!!!!
Ombretta, Lizzy, Marina: provatelo senza timori!!! io l'ho trovato all'Esselunga!
Patatapata: in effetti hai ragione..chissà che strana reazione:-)
nanocucina ha detto…
l'acidulato di umeboshi è *perfetto* per l'inizio della primavera, aiuta a ripulire fegato e sangue. io mi calo un paio di umeboshi la mattina, memore degli insegnamenti della macrobiotica :)
i tuoi spaghetti-non-spaghetti sembrano ottimi e veramente mooolto fusion!
Marta New Horizons ha detto…
Che buona insalatina! somiglia tanto alle mie: stando in asia i daikon me li tirano dietro!!! ;)
Francesca ha detto…
Grazie Nano e Marta^_^
Ingegnere in cucina ha detto…
Sei davvero brava e tieni un blog delicato!!! Bravissima; io sono Roberta se ti va passa da me!!