Arrostino di seitan

Scommettiamo che..???
Da onnivora non ho mai amato la carne. Problematiche etiche a parte, era proprio il sapore a non piacermi. E non è che ciò dipendesse da chi la cucinava, dato che mia nonna prima e mio padre poi, sono sempre stati bravissimi nel preparare bistecche e co. A me non piaceva e basta. Storcevo il naso e alla fine l'ingoiavo per puro "dovere". Quando ho deciso di diventare vegetariana, temevo per la mancanza del pesce, ma quanto alla carne no: ero sicura che non avrei sofferto neanche un po'. E così è stato (a dire il vero non mi è mai mancato neppure il pesce). Prima di scegliere questa via, però, ammetto che l'unico modo per buttare giù 'ste benedette proteine, era farlo sotto forma di arrosto. Al forno, preferibilmente, in modo che si formasse una crosticina croccante che, almeno, rendesse più piacevole la mia "punizione".
Diciamo che sono caduta bene, dato che mio padre è definito il re degli arrosti: non dategli da fare un dolce, ma quanto ai secondi è un mago. Ecco, ora non che mi manchi tutto ciò, anzi, però era piacevole, la domenica, onorare (anche se con sensi di colpa) la creazione di mio padre (che, ovviamente, gli altri continuano ad onorare mentre io, felice, mi gusto altro...a ve bene così). Veniamo al dunque. Seitan, quella che viene comunemente definita la "carne dei vegetariani" (che poi, dico, se a me la carne non è mai andata a genio, perchè devo chiamare un'altro cibo con un nome che mi evoca immagini tristissime??? ). Non sto ad enumerare le troppe volte che ho proposto a mio padre di preparare il Seitan e di farlo in qualche maniera che potesse piacere a tutti. Roba del genere "Dai, io preparo il Seitan e poi tu lo fai al forno, come un arrosto". Nada. Seitan e papà viaggiano su due corsie opposte per una presa di posizione di quest'ultimo. Sembra che mio papà abbia ingaggiato una lotta epica contro Seitan&co, anzi con tutto quanto può essere associato all'aggettivo "vegetariano/vegano"...e senza aver neppure approfondito troppo la questione, tra l'altro. Sente "vegetariano" e gli viene l'orticaria. Vabbè, non polemizzo. Tra l'altro, a me il seitan piace molto, ma per questioni di tempo lo preparo raramente e acquistarlo già pronto non mi va. Manie, che ci volete fare? E poi, problemino non trascurabile: io sono uno scriccioletto di 1.60 m con due braccine piccole piccole: più che 300 gr di farina non riesco ad impastare e considerando che alla fine della preparazione il volume si riduce della metà...beh, capirete che fare il seitan comporta un po' troppo lavoro e lavorare per me sola (nel senso che gli altri non lo mangerebbero) non vale la pena, anche se mi piace tanto. Poi, uno di questi giorni di festa mi sono decisa: io mi faccio il Seitan arrosto, voi mangiatevi quello che volete (Il "VOI" era riferito a mio padre, Dany e alla sua compagna, ospiti a pranzo). Dany ha accettato subito la proposta e anzi, ha rilanciato un entusiastico "no no, io lo assaggio" (ecco perchè lo amo), la compagna di mio padre sapevo che avrebbe ceduto in quanto attratta da tutto ciò che è alternativo e naturale. Restava un'unica persona da convincere ma poco male se non ci fossi riuscita. E mi sono messa all'opera, incurante del fatto che mio padre, nella pentola a fianco a quella in cui bolliva il seitan, stesse facendo lessare un cappone :-( Amen. Comunque, dopo aver preparato il mio seitan partendo da zero, con la solita ricetta base (ah, questa volta ho recuperato anche l'amido) ho deciso di farlo arrosto (non al forno però, dato che non ho trovato nessuna ricetta convincente). Oh, dovevate vedermi. sembravo la casalinga di Voghera alle prese con pranzo domenicale: ho preso in balcone gli aromi freschi, ho legato l'arrostino (alla mia maniera, dato che non mi ci ero mai cimentata prima), l'ho fatto cuocere piano piano aggiungendo brodo di verdure. Mi mancava il grembiulino a quadretti e il foulard in testa ed ero perfettamente anni '60. Un trionfo. Diciamo che il massimo momento di gloria l'ho vissuto quando mio padre ha chiamato Rita per farle vedere il mio seitan che cuoceva lentamente in pentola, accompagnato da un entusiastico "Guarda che bello l'arrosto di Francesca". Lì ho capito che non avrebbe rifiutato. Com'è andata a finire, chiederete?Che ho finito di cuocerlo, l'ho tagliato a fette, l'ho accomodato nel piatto contornato dalle sue verdurine e l'ho messo in tavola. Beh, a parte Danilo e Rita che l'hanno assaggiato di slancio, alla fine anche lo scettico di casa è capitolato...con l'insalata di cappone già nel piatto, ma è capitolato.
pre cottura

Ingredienti ( non metto le dosi, ma solo gli ingredienti e la preparazione più qualche spiegazione sotto)
Seitan home made (qui la ricetta: io l'ho preparato con 250 gr di farina e l'ho cotto in un brodo fatto con carota, alloro, alga kombu, porro, salsa di soia e un pezzetto di zenzero)
Alloro
Timo
Pezzetto di peperoncino
Brodo di cottura del seitan
Olio
Sale
Vino bianco q.b
Maizena

Preparazione
Preparate il seitan secondo la ricetta base (velocemente: impastate farina e acqua fino a formare un panetto consistente che farete riposare per un'oretta in una ciotola coperto di acqua. Lavate il seitan sotto il getto di acqua, alternando quella calda a quella fredda, in modo da separare l'amido dal glutine. Una volta che l'acqua sarà limpida ed ottenuto un composto fibroso, preparate un brodo con acqua abbondante, una carota, un pezzetto di alga nori, due cucchiai di salsa di soia, alloro, porro o cipolla, zenzero e quello che preferite. Fate bollire il seitan 40' circa, quindi tenetelo a mollo nel suo brodo fino al momento dell'uso). In un pentolino mettete il brodo di cottura al quale avrete tolto le verdure e gli aromi (le verdure non buttatele ma tenetele da parte). Legate con spago da cucina il seitan, inserendo anche un rametto di timo e qualche foglia di alloro. In una padella dal fondo spesso fate rosolare un cucchiaio di olio con un pezzetto di peperoncino, quindi adagiatevi il seitan e fatelo colorire a fuoco vivace ma non troppo alto. Sfumate con vino bianco. Proseguite la cottura a fuoco basso e con coperchio, aggiungendo poco a poco il brodo caldo. Lasciate cuocere in questo modo per circa un'oretta, controllando che non attacchi. Verso fine cottura togliete l'arrosto, tagliatelo a fettine, rimettetele nel tegame e fatele colorire qualche istante, aggiustando di sale (state attenti dato che il seitan è cotto dentro il brodo già insaporito con la salsa di soia). Toglietele e  tenetele da parte in caldo. Sciogliete un cucchiaino di maizena nel fondo di cottura aggiungendo ancora un mestolo di brodo in modo da avere una salsina densa. Aggiungete le verdure tenute da parte, mescolate accuratamente e fate restringere. Nappate con la salsina le fettine di seitan, contornate con la verdura e servite.




Commenti

Federica ha detto…
Avrei potuto scrivere pari pari le tue stesse parole! Quante discussioni con mia mamma per ingoiare da piccola quell'odiata fettina dietro "ordine" del medico! Il seitan invece mi piace e anche parecchio, dalla prima volta che per curiosità l'ho comprato. E sarà il caso che ne rifaccia scorta che è finito! La capitolazione dell'irriducibile la dice lunga sul tuo arrosto :) Un baciotto, buona giornata
Francesca ha detto…
Grazie Fede!!!!!! sì, se ha parzialmente ceduto mio padre, può farcela chiunque :-)))) Un abbraccio
pips ha detto…
Tu e tuo padre mi fate proprio ridere! Dai, almeno il cappone dall'altra parte non doveva esserci... ^__^ Però chi la dura la vince, e almeno sei riuscita a convincere un po' di gente. Io pure, che non amo la carne come te ma adesso, seppur raramente, devo fare quello che facevi anche tu :)) Il pesce invece lo si mangia raramente, anche se, come sapore, lo preferisco di gran lunga!
Quello del seitan non riesco proprio ad immaginarmelo, però, visto nei banconi di negozi bio, mi fa molta meno impressione. Se poi lo si prepara così... è sicuramente appetitoso! Un abbraccio :)

PS: Ritorna il tormentone dell'agar: il tuo è in polvere o in fiocchi? Non sono sicura di intendere quello giusto ;)
Marina@QCne ha detto…
Anche io da piccola ero costretta a mangiare almeno un boccone di carne ("il boccone dell'ubbidienza"… ma ti rendi conto che traumi????), solo perché l'idea che una bambina non mangiasse carne era inaccettabile… Pazzesco! Ad ogni modo, io alcuni tipi di carne li mangio, anche se sto seriamente meditando di diventare vegetariana. Vedremo un po' se anche mio marito mi segue, da sola mi peserebbe un po'.
Per quanto riguarda questo seitan, è stupendo!!! Sei stata bravissima a farlo! E sai cosa ti dico, se mai un giorno ci troveremo a mangiare insieme, vorrei questo come secondo :-))))))))))))))) baci e buona giornata
marifra79 ha detto…
Puoi immaginare l'espressione di mia madre quando le ho detto che non avrei più mangiato la carne perchè ero diventata vegetariana:-))) Ancora me la ricordo!!! Non ho mai provato a fare il seitan e mi piacerebbe... mi hai fatto venir voglia di farlo! Un abbraccio
sara ha detto…
bellissima immagine della casalinga di Voghera! Brava, un punto in più nella sfida veg VS Carnivori, anche il papà ha dovuto arrendersi all'evidenza che il seitan è buono e gustoso...poi come l'hai preparato tu...una delizia di sicuro!
breakfast at lizzy's ha detto…
Sono un pò ignorante in materia, nonostante non ami particolarmente la carne, e non sapevo che il seitan si ottenesse in questo modo.
L'aspetto è davvero ottimo, sembra proprio un arrostino! Bravissima Francy, in più hai convertito anche i commensali! :)
Francesca ha detto…
Grazie di cuore a tutte!!!!!
Pips. io uso quello in polvere!!!!
Marina: me lo segno, ok!!!^_^
Marianna: sai che non sapevo che fossi vegetariana anche tu????? motivo in più per volerti conoscere prestissimo!!!!!
Sara: ehehe, tu mi capisci..:-)))
Lizzy: sì, ed è facilissimo! un bacio e grazie
donatella ha detto…
che bello, mi sono gustata questo racconto divertendomi! capisco capisco, eh se capisco... che dobbiamo fare: siamo persone strane che mangiano cose strane... siamo abituati a tutto!!!
ma sai che le foto sono davvero belle? mi sembrava proprio di leggere una di quelle riviste di cucina, quelle in cui il 95% dei piatti presenta animali al suo interno, ma che comunque sfogliamo.. davvero bellissime, soprattutto la prima!
brava per l'arrosto, per le fot, per il racconto.. e, cominque, una bella fetta di arrosto me la mangerei anche a quest'ora!
Francesca ha detto…
Grazie a te Donatella!!! io e te sempre più in sintonia....anche per le riviste, vedo :-)))) Un bacione
Patty ha detto…
Ciao Franci, se mi inviti a casa e non mi dici niente, mi freghi alla grande. Per me questo è davvero un arrosto con i fiocchi ed io lo mangerei ad occhi chiusi. Sei stata veramente mitica ed anche la presentazione è deliziosa. Ti mando un gran bacione!
Pat
Francesca ha detto…
Ciao Patty.. ehehe, allora no: starò zitta zitta e vediamo se lo scopri :-)) Un bacione cara!!!!
riso mandorlino ha detto…
Ciao Franci, in primis ti lascio gli Auguri si un Ottimo 2012, e poi... il seitan non l'ho mai assaggiato ma mi incuriosisce parecchio, mi appunto questa tua preparazione e guardo l'altro post dove spieghi per benino come partire da principio..grazie Lys =)
Francesca ha detto…
Grazie a te Lys cara :-))))
Ombretta ha detto…
io mangio la carne ma da un po' ho scoperto il sitan e devo dire che mi piace molto e lo utilizzo:-) il tuo arrosto e' ottimo! bacioni
Francesca ha detto…
Grazie Ombretta!!!
Marina ha detto…
Appena l'ho visto su fb mi ha fatto venire l'acquolina e anche se carnivora io lo mangio spesso. Ignoravo completamente si potesse fare in casa! Un bacio
herbivorsconfessions ha detto…
bella questa tua avventura, sono contenta che anche il re degli arrosti abbia, alfine, ceduto! magari il prossimo passo sarà svelarti il segreto per cucinarlo in modo ancora più appetitoso, anche se dovrà applicarsi un po' perchè la struttura è del tutto diversa.. nel caso, ce lo sveleresti? io rimango in trepidante attesa, comunque!
Proposito per l'anno 2012: fare il seitan partendo dalla farina!we can do it!
Cesca*QB ha detto…
Grandissima! Eh si eh,anche il più scettico tra gli scettici non poteva che cedere davanti a cotanta bontà ^_^
Saretta ha detto…
Per colpa di te e Valina, in questi giorni dovrò farmi il seitan!!!Ebbrave ragazze, siete state davvero top!Buon anno Franci :)
giulia ha detto…
Da piccola io ero un'amante famelica della carne. ricordo una volta, in un ristorante, tutti i camerieri mi guardavano sbigottiti mentre io ero intenta a spolpare l'osso della mia fiorentina da 1,200 kg. ma se devo essere sincera, ora la carne non mi va proprio giu', al ,limite un po' di quella bianca e pesce, ma sono soprattutto per legumi e latticini. Chissa' che un giorno diventi vegetariana anche io.....Alla fine sei riuscita a convicere tuo padre! Io qualche volta, quando cucino cose un po' piu' leggere e salutari devo senirmi le polemiche dei miei genitori che mangio solo schifezze. Cio' detto mentre divorano pane, nutella, salsicce e co. mi vien proprio da ridere!!

Un bacio Francy, sei grandissima come sempre!!!!!! (in quanto ad altezza, mi batti di sicuro...io solo 157 cm!)
capisco benissimo, non mangio carne da tantissimo tempo, anche se mangio il pesce (colpa del sushi di cui non riesco a fare a meno!)... direi che bisogna provare l'arrostino di seitan! :)
Ely ha detto…
Sai che io non sono di seitan ma ti giuro che questo arrostino lo mangerei da sola! Aspetto divino!!!! Un bacione
Babs ha detto…
francy, tieni conto che io non amo i cibi vegetriani, ma l'aspetto del tuo seitan è davvero invitante! BRAVA :)
Francesca ha detto…
Scusate se scrivo in ritardo ma sono stata in Sorveglianza tutta la mattina...Grazie di cuore a tutti!!!! sono felice che vi piaccia il mio arrostino :-))) Un bacio
elisabetta pendola ha detto…
ma che meraviglioso arrosto! io ADORO la consistenza dei sostitutivi della carne oltre al loro sapore neutro, la carne non mi manca per niente....ma ormai sono 6 anni che sono veg ed ho imparato ad assaporare dei cibi(vecchi e nuovi) con tutt'altra ottica, ovvero non come "sostitutivi" ma come veri e propri alimenti completi e a parte, e ora una braciola di carne mi darebbe la nausea mentre una fetta del tuo arrosto mi fa sbavare davanti al monitor, complimenti! Ah, piacere, io sono elisabetta, a volte conosciuta in rete come Betty Carbuncle o dandyna. Mille auguri per questo 2012, che sia un anno di rinascita e gioia per tutti quanti! <3
Francesca ha detto…
Ciao Elisabetta e piacere di conoscerti!!!^_^ Grazie di cuore per i complimenti e un bacione
I fiori di loto ha detto…
io non so mai come preparare il seitan.. mi segno subito la tua ricetta, sembra gustosissimo.
Francesca ha detto…
Fai pure Fior di Loto ^_^ Un bacio
rossella ha detto…
'st'arrostino è a dir poco favoloso!!!! :)