Amido saltato con verdure

Del Seitan non si butta via nulla
Qualcuno pensa, erroneamente, che i vegetariani ( e ancor più i vegani ) siano dei "poveretti" tristissimi, che mangiano solo insalate scondite e pomodorini pallidi. Giuro: a parte i commenti dei parenti, mi sono sentita etichettare come "poverina", preceduto da un compassionevole "oh". Ecco, non commento, anche perchè prima di approdare a questo mondo nemmeno io immaginavo quanto fantasioso e colorato possa essere il modo dei veg. Avete presente Art Attack o Paint Your life, quei programmi (che a me fanno venire abbastanza il nervoso a dirla tutta, dato che con stoffe, cartoncini e coooollla vinilica :-) riescono a costruire vere e proprie opere d'arte mentre io se mi ci metto imbratto solo la casa) in cui i tizi inventano, colorano, scoprono il lato divertente e nascosto di oggetti comuni? ecco, diciamo che la cucina veggy è così. Un coloratissimo puzzle in cui nulla si spreca e tutto si rinnova!
Dico sul serio: da quando ho abbracciato questa filosofia di vita mi sento terribilmente creativa, ovviamente non grazie a mie capacità da superdonna ma alla rete e a chi questa strada l'ha intrapresa prima di me. Così, dopo varie autoproduzioni (il latte vegetale-mandorla e cocco- il Labne, il pane con l'ormai in coma PM) mi ero lanciata in quella che fu la mia più grande soddisfazione: il Seitan...Ecco, come vi dicevo pochi post fa, nella sua preparazione si separa il glutine (che serve per il nostro "arrosto") dall'amido. Bene: le prime volte che lo preparavo mica mi ero resa conto di quanto bendidio si spreca, lavando via l'amido! Diciamo pure la metà della farina totale utilizzata, dato che il prodotto finito pesa circa 1/2 rispetto a quello di partenza. Per fortuna ho letto in rete (e il mio amico Mirko è stato fondamentale...qui la sua idea) che è un vero peccato con al P maiuscola buttarlo e, anzi, esistono tanti modi per riciclarlo. Ero scettica, giuro! E invece, dall'ultima preparazione del seitan ho ricavato una buona quantità di amido, che poi ho tagliato a bastoncini e ho saltato in padella con verdure. Per capirci, il concetto è un po' quello degli gnocchi di riso che forse avrete assaggiato al ristorante cinese e che, ammetto, non so neanche di cosa siano fatti. Però la consistenza è proprio quella, ergo è un'ideuccia da tenere presente se avete in programma una cena China Style. Ma come si fa a ottenere questa "pasta", chiederete voi? beh, innanzitutto è fondamentale preparare il seitan in casa. Durante la fase del lavaggio noterete che l'acqua che laverete via è bianca come il latte. Ecco, quello è l'amido. Basta raccogliere tutta ( o gran parte ) l'acqua utilizzata (ecco, a questo punto lo dico io, dato che non riuscivo a capire: il seitan non lavatelo sotto l'acqua corrente, ma mettetelo in una bacinella e copritelo a filo con l'acqua. A questo punto lavatelo lì dentro-facendo la stessa cosa in un'altra bacinella, con acqua tiepida perchè come ormai sapete bisogna alternare acqua fredda ad acqua calda- in modo da recuperare l'acqua, cosa che non potreste fare se lo lavaste sotto il getto del rubinetto) e tenerla da parte, in un recipiente per qualche ora, fino a che l'amido si sarà depositato sul fondo lasciando trasparente l'acqua in superficie. Passato questo tempo, buttate l'acqua affiorata e recuperate l'amido depositato. Foderate una teglia quadrata (tipo quelle da lasagne) con carta da forno e versateci l'amido. Compattatelo bene e infornate a 180° per 20' circa, fino a che il composto si sarà rassodato e leggermente crepato in superficie. Togliete la teglia dal forno e tagliate il "blocco" come preferite: a quadretti, a gnocchetti, ovali....dipende dall'uso che volete fare. Bene: avete una pasta di amido da utilizzare a piacimento: io l'ho saltata semplicemente con verdure e tante spezie, ma voi potrete veramente sbizzarrirvi con le idee! La ricetta, praticamente, non c'è...nel senso che il grosso sta proprio nel fare la "pasta d'amido", il condimento è una sciocchezza che però vi giro lo stesso dato che potrete usare anche condirci cereali o comune pasta. Spero di essere stata chiara. Comunque, per completezza, vi segnalo questo video, che spiega benissimo come lavare il seitan in modo da ricavare l'amido e questo link.
Ingredienti

  • Pasta di amido (o riso o altro cereale, o pasta di semola)
  • Un pezzo di zucca
  • Piselli
  • Verza
  • Curry
  • Salsa di soia
  • olio


Preparazione
Tagliate a pezzetti piccolissimi la zucca e fateli abbrustolire in una padella antiaderente con pochissimo olio per evitare che brucino. Quando saranno dorati toglieteli e metteteli da parte. Nella stessa pentola fate cuocere i piselli aggiungendo un po' di acqua o brodo. Fate cuocere per 10' o fino a che saranno teneri. Aggiungete la verza tagliata a strisciolina, la zucca, il curry e la salsa di soia. Se usate la pasta di amido aggiungetela e fate colorire ed insaporire il tutto, come se fosse una normale pastasciutta (io non l'ho fatto lessare ma l'ho fatto saltare direttamente in padella, altrimenti fatela lessare 2' appena). Se usate riso o pasta, buttateli nella padella quando saranno cotti e fate insaporire il tutto mescolando. Se il composto tendesse ad asciugare troppo, ricordatevi di aggiungere un mestolino di acqua o di brodo. Servite caldo.

Commenti

Federica ha detto…
Io invece ti ammiro per la scelta e la creatività. Al posto tuo non so quanto resisterei senza pesce. Tutto mi sarei immaginata fuorchè recuperare l'amido del seitan. Ora la tentazione di farlo in casa anzichè comprarlo è raddoppiata! Un bacione tesoro, buona settimana
Francesca ha detto…
^_^ grazie Fede e buona settimana anche a te!!!!!!!!!!!!!!
Marina ha detto…
Buongiorno Francesca! Questa proprio mi mancava... mai mai assaggiato l'amido. Ti ammiro per la tua costanza e attenzione, sei veramente troppa brava e precisa :) Se mai proverò a fare il seitan in casa ti assicuro che salverò anche l'amido. Un abbraccio
Francesca ha detto…
Grazie Marina!!!!!!!!!!!!!!!!
sara ha detto…
ma che brava che sei!! Così non c'è tutto quello spreco, e ha più senso preparare il seitan, Complimenti!
chiarina-ina ha detto…
Oh, la cucina veg è talmente affascinante in realtà...nel tuo blog scopro spesso cose nuove, per me non sei "la povera Francy" ma una grande :)questa trovata dell'amido è da urlo! Buona giornata cara
Max ha detto…
io credo che bisogna sempre assaggiare tutto prima di dare giudizi...per me swon dei gran piatti...ciao.
donatella ha detto…
Ciao, che brava che sei! Non lo faccio quasi mai perché buttare quell'acqua è un vero spreco.. qualcuno mi disse di darla alle piante, ma non fa molto bene.. Questo è un ottimo modo. Certo, gli gnocchi di iso non sono il mio cibo cinese preferito, però potrei provare lo stesso!
Grazie, ottima idea! E bellissime foto!
herbivorsconfessions ha detto…
Francy sei stata bravissima, il piatto è meraviglioso e deve essere anche bello saporito!
per quanto riguarda la cucina veggie non sopporto chi si lancia in epiteti compassionevoli verso chi ha deciso di non mangiare animali, gli si potrebbe rispondere 'poverino te che ti hanno fatto coi paraocchi'... ma mi consola pensare che ci sono anche tante altre persone che sono curiose di capire come mai, cosa si può combinare e di prepararti delle vere leccornie quando sei invitato da loro (v. mia sorella <3)
un abbraccio cara!
come sei brava a cucinare cose sanissime! Dovrei trasferirmi da te per un paio di mesi per imparare come ci si alimenta in modo sano :))
Francesca ha detto…
Grazie per aver accolto con tanto entusiasmo questa ricettina!!!!!!!!!!! Un bacio a tutti ^_^
Patrizia ha detto…
Mai assaggiato l' amido ma questa ricettina mi ispira proprio e solo a vederla mi sembra davvero molto gustosa!! Un baciotto cara e buona settimana!
fantasie ha detto…
Sai che ho un'amica vegana e ho scoperto che c'è un mondo enorme dietro!
P.s. Non ho capito bene però se l'amido era di seitan, se di seitan, ahimè non è senza glutine...
Francesca ha detto…
Patty: grazie
Stefy: l'amido era quello ricavato dal seitan, fatto con farina manitoba...l'ho appena tolto dalla categoria Gluten free. Grazie!!!!
marifra79 ha detto…
Ho sempre detestato i commenti di quel tipo fatti tanto per fare a chi è vegetariano o vegano, no davvero! Sei favolosa Francesca e creativa, mi piace la tua cucina e il modo in cui presenti le ricette!! Un abbraccio
Francesca ha detto…
Grazie Marianna...sei troppo gentile...Un abbraccio grande
breakfast at lizzy's ha detto…
Francy, ma quante cose mi insegni! non sapevo che l'amido si potesse recuperare e popi pure mangiare! complimenti sei davvero brava!

Non sarei proprio in grado si reggere un'alimentazione vegana, getterei la spugna al primo pasto!
Patty ha detto…
Sei troppo brava! Se dovessi rispondere alla mia chiamata interiore, diventerei vegetariana in un nano-secondo perché io amo troppo verdure, cereali e legumi in tutte le declinazioni, ma la voce immorale del mio stomaco è ancora troppo bistecchizzata e la vedo durissima voler tentare una nuova strada. Hai postato un sacco di ricettine gustose ultimamente...adesso vado a sbirciare con calma. Un abbraccione, Pat
Francesca ha detto…
Lizzy e Patty: troppo carine!!!!!!!!!!! grazie :-))
Cesca*QB ha detto…
Davvero ingeniosa come idea, e basta guerdarci con la lacrimuccia quando diciamo che sull anostra tavola non portiamo crudeltà ... confronto le nostre tavole con le loro...non c'è paragone :D con i nostri piatti e la loro solita "fettina"
Brava ancora ^_^
Ely ha detto…
Io come FEde ti ammiro e apprezzo anche se magari non proverò mai il seitan, le tue ricette! Sono curiosa e trovo che ogni tipo di scelta alimentare possa essere gustosa e interessante, Un bacione
elenuccia ha detto…
Non sono vegetariana "per filosofia" anche se mangio carne rarissimamente. Pero' al pesce non so se potrei rinunciare.
Comunque ti confesso Francy che queste cose "da piccolo chimico" mi intrigano un sacco.
Erica ha detto…
avevo già visto questa cosa su un video in you tube e l'avevo segnata come to do. a vedere il risultato... meraviglioso!
pips ha detto…
Francy, anche io la penso così. Questo tipo di cucina mi attira moltissimo e, nei limiti del possibile, faccio di tutto per inserirla nel mio "stile di vita", anche se non ho un negozio bio sotto casa. Questo tuo piatto è particolare!
Elisabetta ha detto…
bellissima ricetta, bellissimo blog!
Anche io sono veg, nonostante il mio sito raccolga anche ricette non veg...
Ti metto subito nei preferiti!!!
Francesca ha detto…
Un abbraccio a tutte e grazie ^_^
Kiara ha detto…
Ciao Francesca! Io non posso che unirmi al coro e dirti che non solo sei brava, ma anche geniale! Complimenti! Un abbraccio!
EliFla ha detto…
Franceschina bella...a giudicare da quanto è buono il tuo Bunet al cioccolato non metto in dubbio quanto sia bello e buono il mondo veg!!! Congrats for YOUR blog, xoxoxo. Flavia
Francesca ha detto…
Grazie Flavietta^_^
Erika ha detto…
Ma che bello il tuo blog :)
Ci sono un sacco di ricettine buone.
A presto
Marina@QCne ha detto…
Adoro i tuoi piatti semplici ma creativi!!!
Francesca ha detto…
Grazie Marina..^_^
i dolci di laura ha detto…
con la creatività qualunque piatto diventa un capolavoro di gusto, se poi pensi che fa bene alla salute è anche meglio! "i poverini" sono quelli che non sanno mangiare! ottima ricetta!
Francesca ha detto…
Erika e Laura: grazie anche a Voi!!!!
Claudia ha detto…
Grazie per la spendida idea e per i link! stavo girando per il web alla ricerca di qualche idea per il recupero dell'amido di seitan veg ed ecco, mi si sono illuminati gli occhi! proverò presto!