Peanut Butter veg cookies

NON facciamoci del male!
Confesso: ho sempre guardato i telefilm americani disgustata dai mega barattoli di burro di arachidi che, ad un certo punto, immancabilmente spuntano fuori, magari insieme a maxi confezioni di gelato, per consolare qualche eroina in lacrime. Jungle food per eccellenza che, per fortuna, da noi non è molto diffuso. Epperò, dato 'sto gran uso che ne viene fatto nelle ricette made in USA, mi sono incuriosita e, ammetto anche questo, un piccolo pensierino di assaggiarlo  lo avevo già fatto tanti anni fa. Poi, un giorno, gironzolando per un negozio di alimenti naturali, mi vedo la crema di arachidi della Rapunzel e, presa da raptus, la compro. La provo. Me ne innamoro. Dunque: intendiamoci. Non mi vedrete mai seduta sul divano, vasetto in una mano e fetta di pane/grissino nell'altra, ma una tantum, per condire cereali, insalate, verdurine varie ci sta benissimo, soprattutto se come me avete una passione per le arachidi. Quindi, fatto l'incontro con il prodotto che avevo bocciato( dubbio: crema e burro sono la stessa cosa???), non mi restava che tastarlo in qualche preparazione, giusto per dare al tutto un tocco più ufficiale. Beh, la scelta è ricaduta sui Peanut Butter Cookies, biscotti al burro di arachide, di cui gli americani sono ghiottissimi: non c'è mio ricettario di stampo americano che non ne riporti la ricetta, e anche la rete ne presenta diverse versioni. Tutte grassissime, caloricissime, issime issime, piene di uovo, zucchero, burro o margarina. Un delirio, insomma. Per fortuna che gli amici veg arrivano sempre in aiuto e così sono riuscita a provare i Peanut Butter Cookies in versione veg anche io, e senza sensi di colpa, tiè! La ricetta è un miscuglio tra questa della mia amica Donatella e questa di Clea, e devo dire che i biscottini sono venuti davvero bene. Per farvi capire: a metà tra il brut e bun piemontese e dei cookies americani (infatti rimangono un po' più chewy rispetto ai primi che ho citato), con un intenso, ma gradevole, sapore di arachidi. Favolosi, insomma! Dovete provarli assolutamente, in poche parole! ^_^ Buona domenica
Ingredienti per una dozzina di biscotti
100 gr di farina
1 cucchiaio grande di burro di arachidi (o crema di arachidi)
65 ml di latte vegetale
2 cucchiai di fiocchi di avena
35 gr di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di lievito

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°. In una ciotola sbattete il burro di arachidi col latte, fino ad ottenere un composto liscio. In un'altra ciotola mescolate la farina setacciata col lievito, lo zucchero e i fiocchi di avena. Unite i due composti e mescolate bene. Foderate una teglia con carta da forno, quindi, aiutandovi con un cucchiaino, fate cadere delle "palline" di composto, a cui cercherete di dare una forma leggermente appiattita. Infornate per circa 15', quindi spegnete, fate raffreddare e servite. Li potete conservare in una scatola di latta per 4 o 5 giorni senza problemi, poi si induriscono un po' troppo.



Commenti

Marina ha detto…
No, avevo sempre pensato che il burro d'arachidi fosse una schifezza americana e invece ecco che me la promuovi con dei biscottini golosissimi... argh! dovrò cedere anche a questa tentazione (ieri bigné mignon come se piovessero, e sono tutti o quasi nella mia pancia ;-) Buona domenica tesoro!
Francesca ha detto…
Tu prova la crema della rapunzel, Mari!!! ^_^ buona domenica anche a te:-)
saretta m. ha detto…
Anche io in dispensa ho un peccaminoso vasetto di crema di arachidi...Attualmente la sniffo perchè credo che se mi avvicinassi con i cereali o un grissino il vasetto si svuoterebbe all'istante...Avevo anche io intenzione di utilizzarla per qualche dolcetto e come dici tu quelli in giro sono tutti a livelli calorici altissimi...Questi tuoi dolcetti mi sembrano un'equilibrata soluzione e li voglio provare...E ho l'impressione che saranno come le ciliegie ;)! Baci
donatella ha detto…
Onorata di aver parzialmente ispirato questi biscottini che, così a occhio, sono completamente buonissimi!!! Bravissima come sempre! E' vero, anche io ho notato solo ricette assurdamente grase e inspiegabilmente piene di uova...
Il burro d'arachidi è quello all'americana, quindi con altri grassi (a volte vegetali, altre no...) e altra roba in mezzo. La crema come quella della rapunzel è solo arachidi, e infatti ha una consistenza diversa da quello usa style e il sapore poi è tutta un'altra cosa.. la crema è per i veri e sinceri amanti delle arachidi! quelli come noi!
alessandra (raravis) ha detto…
Lassù qualcuno mi ama- e mi ha donato un'allergia alle arachidi che mai come in questo caso benedico... perchè io sì, che sarei tipa da jungle food sul divano!
Però, la ricetta mi piace e la inserisco d'ufficio nella collezione dei biscotti da preparare per questo Natale: che anche le mie amiche vegan si concedano qualche strappo alla regola!
ciao
ale
Francesca ha detto…
Grazie ragazze ^_^
chiarina-ina ha detto…
Pure io avevo dei preconcetti sul peanut butter, ma poi alla fine ho trovato mille cosine buone da farci che cmq non ti intasano le arterie al primo morso. I tuoi biscotti mi sembrano molto delicati. Io da poco ci ho fatto dei biscotti salati favolosi, te li consiglio!
Ely ha detto…
burro d'arachidi mai provato e non saprei manco dove trovarlo, ma un pò d'invidia per quei barattoloni di gelato, lo confesso l'ho provata.... Certo mi gusterei senza problemi anche questi deliziosi biscottini :-) baciii
herbivorsconfessions ha detto…
sono proprio carini.
non ho una gran passione per il burro d'arachidi, mi ricordo che la prima volta che l'ho assaggiato era per una penitenza durante un gioco a casa di amici..
certo che visto così fa gola, però :)
Francesca ha detto…
Un bacio a tutte e grazie!!!!!!!!