Meringhe 1:1

 Novembre, con le sue pioggie, le nebbie, il freddo umido che penetra nelle ossa, ci ha lasciato cedendo il posto a dicembre, mese di Natale e feste. Nel mio piccolo ho già addobbato l'albero, forse mi cimenterò nell'allestimento di una bozza di Presepe,e sto già pensando ai regali da fare. Ho archiviato l'idea, accarezzata qualche mese fa, di lanciarmi nell'avventura del panettone a lievitazione naturale dato che, da madre degenere, ho lasciato la mia PM al suo destino (la piccoletta attende, da settembre, nel suo vasetto di vetro, che qualcuno la salvi ma inutilmente) visto che non riuscivo più a panificare.
Non ho abbandonato, invece, il proposito di confezionare da me una schiera di biscottini da regalare ad amici e colleghi dato che, per qualche strano motivo, quando sei foodblogger le richieste di cibo fioccano come la neve a gennaio: insomma, per farvela breve, per non essere costretta a dispensare biscotti/torte 360 giorni l'anno , ho promesso che a Natale mi sarei fatta perdonare con dolcetti personalizzati. E mo' mi tocca tenere fede all'impegno preso. Quindi non stupitevi se commenterò i vostri post biscottiferi con frasi del genere "questa te la copio" dato che sono a caccia di idee ^_^ Ecco, tra i dolcetti che dovrò assolutamente fare, cercando tra l'altro di non cadere nell'errore di questa volta (errore dovuto alla fretta, mia inseparabile compagna di vita e lavoro...mannaggia a lei), ci sono assolutamente le meringhe! Il dolce soave per eccellenza (già fatto qui, ma con dosi diverse) quello che evoca feste solo a guardarlo, bianco come la neve....se non lo bruciacchiate come ho fatto io. Dunque, la meringa per cuocere ha bisogno di una lunga cottura, a temperature bassissime (80°-100°), questo è risaputo. E lo sapevo anche io, non foss'altro che, nell'infornarle non ho visto che la temperatura era a ben 140°,  che per le meringhe equivale a una bella botta di calore. Per fortuna me ne sono accorta dopo relativamente poco tempo e ho abbassato il termostato portandolo a 100° circa. Il patatrac, però, era già stato fatto e le mie meringhe si sono scurite un po', cosa che le ha rese interessanti da un punto di vista stilistico (hanno assunto un incantevole color caramello), ma inesatte. La meringa è bianca, non tinta caramello :-( Comunque, a parte questo piccolo incidente di percorso, posso dirmi soddisfatta: ho seguito la ricetta del Bressanini , utilizzando un rapporto albume:zucchero di 1:1 ( 55 gr di albumi=55 gr di zucchero semolato), e questo le ha rese belle sode e croccanti (la volta scorsa, invece, avevo fatto un po' di testa mia ed erano rimaste un po' più umide e molliccie) a lungo. Come spiega Bressanini, infatti, più zucchero metterete più sodo sarà il composto che otterrete, ergo sappiate che potete arrivare fino a raddoppiare, con lo zucchero, il peso degli albumi. Quindi assolutamente da rifare, con l'unica accortezza del forno.
Ingredienti per una ventina di piccole meringhette
55 gr di albumi
55 gr di zucchero semolato

Preparazione
Mettete gli albumi (senza la minima traccia di tuorlo1) in una bacinella pulita e senza residui di grasso (ergo, no plastica). Iniziate a montare gli albumi con le fruste, senza aggiungere ancora lo zucchero. Quando inizieranno a fare un po' di schiuma, sempre sbattendo, aggiungete lo zucchero e continuate aumentando la velocità dello sbattitore. Dovrete ottenere un composto bianco lucido (tipo schiuma da barba) e sodo, fermo. Se ve la sentite fate la famosa prova della bacinella: praticamente gli albumi saranno pronti quando, versandovi in testa la bacinella che li contiene rimarrete coi capelli perfettamente puliti, senza dover correre a fare lo shampoo in fretta e furia, capittto? A questo punto foderate una teglia con carta da forno, inserite il composto nel sac a poche e fate delle piccole (io le ho fatte mignon) meringhette. Intanto avrete acceso il forno a 100°. Infornate le meringhe e fate cuocere per circa un'ora, un'ora e mezza (più piccole sono meno tempo impiegheranno a cuocere) controllando che in cottura non scuriscano (se volete rischiare e le volete caramellate come le mie, invece, aumentate la temperatura). Quando vi sembreranno sode, spegnete e lasciatele raffreddare a forno spento. Potete conservarle in una scatola di latta per qualche giorno. Volendo, potete aromatizzarle con qualche scaglia di cioccolato che si intravederà sotto forma di piccoli puntini, rendendole più accattivanti!



Commenti

Benedetta Marchi ha detto…
Sono assolutamente meravigliose... e tenere, così piccine! ^_^ Se ti va passa dal mio blog, c'è un contest interessante che ti aspetta :)
Federica ha detto…
Credo di essere l'abnegazione vivente del Natale, niente albero, niente presepe, niente addobbi...apatia totale! Ma non per i biscotti. Mi piace troppo fare le meringhe anche se il clima umido di Siena non è proprio il massimo! Quell'articolo di Bressanini è diventato un must :) Anch'io uso il rapporto 1:1 e credo approfitterò del tuo suggerimento per le scagliette di cioccolato :D! Un bacione, buon we
Francesca ha detto…
Benedetta: grazie!!!!!!!!!!
Fede: ma nuuuuuuuu...un po' di atmosfera ci vuole, dai :-)))) io ho già anche fatto l'alberello ^_^
donatella ha detto…
Il fatto che io sia una specie di Grinch ammazzanatale e festività, non mi impedisce di strabuzzare gli occhi davanti a queste meraviglie! a parte che le foto sono da libro di cucina di almeno 50€, e poi sono proprio belline! hai fatto bene, almeno una volta nella vita bisogna seguire i consigli del Bressanini, anche di più!
complimenti cara, sempre più brava!
Francesca ha detto…
Dona: per te vale il discorsetto fatto a Fede :-) Quanto ai complimenti: tu mi lusinghi :.))) e sai, invece, che a me 'ste foto fanno proprio schifo??? :-((
herbivorsconfessions ha detto…
ho pensato anche io di fare tanti panettoncini quest'anno. poi una dose di realismo mi ha fatto pensare che forse è meglio buttarsi sui biscottini come l'anno scorso.
che meraviglia le tue meringhette. stamattina, guardando 'cucina con ale' su realtime ho visto che le faceva e mi sono chiesta se fosse possibile farle senza uova, dopodichè mi sono presa a schiaffi da sola :)
complimenti a te!
marifra79 ha detto…
Io ho una tradizione per Natale ed è quella di fare l'albero l'ultima domenica di novembre... non chiedermi il motivo perchè non lo so, da sempre mi piace come idea... strana eh! Le meringhe sono bellissime!!!! Un abbraccio
Francesca ha detto…
grazie Herbivors e Marifra!!!!!!
carla ha detto…
si' la cottura delle meringhe sembra non finisca mai,ma poi...quando la metti in bocca e senti che si scioglie....l'attesa vale la pena!
rossella ha detto…
anche io voglio fare l'alberello!!!!
(solo che sono tumulata in casa a causa della febbre, non mi tengo nemmeno in piedi :().
mamma che belle queste meringhe, e queste foto!
Francesca ha detto…
Carla: ragionissima !
Ross: ma povera :-(((( riprenditi ok???baciottone
breakfast at lizzy's ha detto…
Stupendissime! brava! :)
pips ha detto…
Io non mi ci sono ancora cimentata... restano quelle ricette un po' lontane dal mio stile, un po' come i macarons, ma che esercitano su di me un fascino non indifferente. Mi sa che prima o poi cederò anch'io, ma non sono certa che vengano così bene come le tue!
Simo ha detto…
Per me le meringhe rimangono uno scoglio insormontabile. Mi si spatasciano sempre...perche????!!?
Francesca ha detto…
@Lizzy: grazie!!!
@Pips: secondo me ti riescono al primo colpo...brava come sei..
@Simo: forse non le hai montate abbastanza???
Marina ha detto…
e brava Fra... mi fai venir voglia di provare subitissimo!!! bacio
Francesca ha detto…
Marina: prova, corriiiiiiiiiii ^_^
donatella ha detto…
maccheccavoo dici, sono bellissime invece, ripeto, proprio da libro! per l'atmosfera, però, non c'è speranza... non mi piace nemmeno quella esterna a casa mia, figurati dentro! solo in due posti ho apprezzato l'aria natalizia, Londra e Monaco... ti giuro che Roma Nord non assomiglia per niente a questi due posti...
Anonimo ha detto…
trovo che le tue foto siano ogni giorno piu' eleganti, l'ultima con tutte quelle meringhine in fila indiana è troppo carina!
non mi decido mai a fare le meringhe per via dei tempi di cottura così lunghi...sei quasi riuscita a convincermi a provare di nuovo! sissy
Francesca ha detto…
Donatella: ho capito...devo venire io a casa tua a mettere un po' di sana atmosfera natalizia :-)))
Sissy: ti ringrazio di cuore ^_^
Carinissime le meringhette e bellissime le foto. La prossima volta che le prepareró seguiró la tua ricetta. Grazie, Babi
Maria ha detto…
davvero carine queste meringhe brava Francy ....buona notte Maria
FoodEpix ha detto…
This looks delicious. Would love for you to share this with us over at foodepix.com.
Francesca ha detto…
Grazie a tutti...di cuore!
stella ha detto…
Che belle Franci! Ma lo sai che io alle meringhe non penso mai? Ho giusto 3 albumi in freezer :-D
baci
Francesca ha detto…
Ciao Silvia!!!! corri a farle allora :-)))) ^_^