Biscotti all'olio della colleganza

Dura vita per le foodblogger
Ho un problemino e solo le altre blogger potranno aiutarmi. Perchè quando si ha un blog improvvisamente fioccano, da parte di colleghi ed amici, richieste di "assaggio" delle cosucce preparate? Io sono arrivata al punto che non posso neanche chiedere al mio collega di studio pareri "tecnici" sulle foto, perchè la risposta è sempre "Io non ti dico niente perchè tu non mi porti mai ad assaggiare i tuoi manicaretti".
E vagli a spiegare che a) io cucino soprattutto nel week end, quando non frequento ufficio&Tribunale, ergo non voglio portare in studio torte secche o biscotti duri...ho pur sempre una reputazione da difendere! b) tofu & co. non credo che rientrino nei gusti alimentari del palestrato collega c) ci sono preparazioni che non possono essere portate comodamente fuori casa, tipo il famoso Profiteroles dell'MT che ho avuto la malaugurata idea di far vedere in foto e che ancora mi viene rinfacciato. Comunque, questa volta ho deciso di porre a tacere le colleganze e mi sono applicata seriamente, sfornando dei biscottini appositamente per i miei due "Pueri" (ve la spiego: in gergo il Dominus è colui che negli atti di praticantato di "adotta" presso il suo studio, catechizzandoti a dovere su 'sto inferno di professione-e peccato che non veniamo catechizzati a sufficienza. In ufficio siamo in quattro: io, il mio ex dominus -ora collega, essendo io diventata da 3 anni avvocato a tutti gli effetti- e due dottori ancora alle prese con l'Esame di Stato. I due ragazzi, miei coetanei all'incirca, affettuosamente mi chiamano "domina" e dal che io chiamo loro "puer primus" e "puer secundus". Ecco, ve l'ho spiegata) a cui, peraltro, voglio molto bene. La ricetta l'ho presa da un vetustissimo numero di Sale&Pepe, ma l'ho modificata in corso di marcia: con la quantità indicata, fatte le debite proporzioni e ridotte per la bisogna- è venuto un composto assolutamente non impastabile a mano e non stendibile col mattarello. Pazienza: ho aumentato un po' la quantità di farina, ho ficcato tutto nel sac a pochè e ho fatto dei biscotti da latte molto morbidi. A piacere potete aumentare le dosi di zucchero, dato che non sono affatto dolci. Pare siano piaciuti molto, dato che i due pacchettini confezionati appositamente per i due ragazzoni sono spariti :-)) ..oltre ai complimenti che, fortunatamente, si sono sprecati :-))) Grazie Pueri!!!!
Ingredienti per una dozzina di biscotti (tra parentesi le dosi originarie )
125 gr *(300 gr)
40 gr di zucchero semolato (150)
1 cucchiaino di zucchero vanigliato (1 cucchiaio)
1 uovo (4)
un cucchiaino di lievito (1 bustina)
25 ml di olio (1 dl)
25 ml di vino bianco(1 dl)
*inizialmente 75 gr, poi ho dovuto aggiungerne)

Preparazione
Mescolate in una terrina l'uovo con lo zucchero. Quindi aggiungete l'olio e il vino bianco. Mescolate ebne, quindi aggiungete la farina setacciata col lievito e mescolate ancora. Ora, a me l'impasto è risultato morbido, quindi l'ho messo nella sac a pochè, ho formato su una placca rivestita da carta da forno dei biscottini, ho infornato in forno a 180° per 10'. Se a voi l'impasto viene "lavorabile a mano" stendetelo col mattarello, ricavatene dei bastoncini e cuocete per 10'-15' in forno caldo.

Commenti

Ely ha detto…
ohhhh io non solo dei colleghi, ho anche i parenti che mi telefonano..... Buoni e morbidi questi biscottini scollegati :-)))) baci
chiarina-ina ha detto…
Molto belli i tuoi biscotti...senti, io ho il problema contrario al tuo: i parenti e i colleghi (a parte rare eccezioni) scuotono la testa guardando il mio blog e commentano divertiti "farina di soia?!" Quindi invidio molto i tuoi consensi!
Il tuo blog mi piace tanto, complimenti!
Francesca ha detto…
Ely: cmq è stressante dopo un po' eh!!!!
Chiarina: grazie cara!!!!^_^
๓คקเ ☆ ha detto…
Posso essere adottata come tua Puella, Francy? :-9
carla ha detto…
beh dai e' una bella soddisfazione che tutti ti chiedano qualcosa,no?
accontentali con cosine facili cosi' sarete sempre tutti contenti!
belli i tuoi biscottini!
marifra79 ha detto…
Ihihih la stessa cosa succede a me, meglio non far sapere di avere un blog di cucina in giro:-)) Questi biscottini devono essere buonissimi.. un abbraccio
Francesca ha detto…
Mapi: siiiiiiiiiiiiiiiiii, la Puella Mapi!!!!!!!!^___^
Carla: ^_^
Marifra: in effetti, meglio tacere :-)))
Marina ha detto…
e che non ho più i colleghi, sigh... (non sono morti e che siamo dissocupati) sennò anch'io li rimpinzavo a dovere! Uffa e questi biscottini li avrebbero graditi un sacco :)
Simo ha detto…
Anche io ormai dovunque vado ricevo richieste di biscotti, etc...e notare che fra i miei amici nessuno sa del blog!
Pensa un pò se fosse il contrario.......
Questi leggeri e buonissimi mi sa che li farò quanto prima!
Francesca ha detto…
Marina : :-((((
Simo: tssssssssssss, allora non dirlo :-))
LAURA ha detto…
Come ti capisco.......
Però è una bella soddisfazione quando i tuoi sforzi sono premiati e i complimenti fioccano!!!
E in questo caso più che meritati!!!
Baci
Francesca ha detto…
Grazie Laura!!!!!!!!!!!!!!
chiarina-ina ha detto…
Fra che piacere vederti "da me" :) Seguo subito il tuo consiglio sul libro di Clea, e ricambio raccomandandoti "croquez salé" che è veramente delizioso!
Francesca ha detto…
Chiara...allora te ne dico anche un altro, sempre di Clea: Cucinare con gli ingredienti giapponesi :-)))))
eli ha detto…
Mio marito ogni tanto, quando torna dal lavoro mi dice "Beh, dov'è quella roba buona che era oggi sul blog?"
Ma capita che la ricetta sia stata fatta parecchio tempo prima della pubblicazione e quindi già digerita da un pezzo! ahahahahah!
Se il collega non ti dice nulla sulle foto...te lo dico io...sono splendide!
Francesca ha detto…
Eli: ^____________^ grazie!!!!!!!!!!!! i complimenti sulle foto mi fanno sempre tanto piacere...grazie!!!!
Barbara ha detto…
Un altro "centro" della domina! :-) Davvero deliziosi, complimenti!
donatella ha detto…
Questa storia non la conosco perché io... non l'ho detto a nessuno che ho un blog!!! nessuno che mi conosce nella vita vera ha letto o visto il mio blog... mi vergogno, mannaggia...
biscotti belli (e sicuramente, meglio le tue modifiche dell'originale) e foto bellissime (sei troppo brava!).. e comunque me lo mangerei pure io il pacchettino di biscotti, anche se non siamo colleghe!!!
ma come ti capisco!!! appena pubblico un post partono i messaggini e le chiamate "ma se passo da te più tardi?" .... ma che cavolo mica sono un panificio!! :D
però va beh... vuol dire che i nostri dolci sono buoni :))
Francesca ha detto…
Barbara : ^________^
Donatella: ma noooooo, che vergogna????? dai, hai un blog così bello!!!!!
Monica: eheheh, dai prendiamola così :-)
Fabrizia Spinelli ha detto…
gnam..che bontà, una ricetta da provare!!
Dai un’occhiata al mio blog, e se ti piace seguimi, mi farebbe davvero molto piacere, ti aspetto!

Cosa mi metto???
elenuccia ha detto…
Ecco io invece cucino molto spesso per i colleghi...ovvio non le ricette salate ma qualche torta sfornata la domenica sera arriva felice il lunedi' mattina sul loro tavolo. E ovviamente loro apprezzano molto. Altrimenti non riuscirei certo a far fuori tutta quella montagna di dolci che pibblico...e inoltre a me piace pasticciare anche fra settimana di sera quindi hanno anche la fortuna di non doversi mangiare dei "sassi" stantii. Non si possono proprio lamentare ;-)
Inoltre io ho colleghi che certo non vanno a vedere le mie foto e il mio blog quindi non si lamentano se parte della produzione non arriva nelle loro fauci :)))
pips ha detto…
uhsisi, questi li faccio appena posso! Sono bellissimi, assomigliano tanto alle lingue di gatto :) E ben venga il vetustissimo numero di Sale e Pepe! :P
Francesca ha detto…
Elenuccia e Pips : ^_____________^