Famolo strano...il porridge!

Lo so che, probabilmente, i non "addetti ai lavori" storceranno il naso e si chiederanno se, per caso, nel frattempo io abbia partorito e stia proponendo le pappe che rifilo al pupo. Ne sono consapevole e, anzi, aspetto a petto in fuori i commenti di qualche "Anonimo", chè i picchi di audience fanno semper piacere (chi mi segue avrà capito). So per certo, però, che le foodblogger capiranno e perdoneranno quest'attacco "porridgioso" che ho avuto. Il porridge, ne vogliamo parlare? Una pappetta che esteticamente sembra quella che si dà al cane ma per la quale gli inglesi vanno matti. Non c'è english breakfast che si rispetti che non la annoveri tra le sue componenti e molte mie amiche foodblogger ne hannopresentato almeno una versione.
Sì, perchè di porridge - che è una specie di "minestrina" di fiocchi di avena e latte, detto in parole povere- ne esistono molte varianti: con cioccolato, con latte, con o senza frutta..addirittura ce ne sono versioni salate. Insomma: è il confort food per eccellenza, quello da mangiare quando fuori fa freddo, pioviggina o, semplicemente, si ha voglia di qualcosa di coccoloso. Dato che conoscete la mia passione per le pappine, avrete immaginato che adoro il porridge. Anzi, vi confesso che se durante l'estate il mio pranzo è a base di gelato, durante i mesi invernali in ufficio scatta la pausa-porridge, e Grom cede il posto alla mia schiscetta piena di fiocchi di avena cotti nel latte. Però presentarvi un "banale" porridge mi sembrava ripetitivo e già visto...scherzo: il fatto è che avevo la segale da consumare ( e vi pare che non venga presa dal raptus consumismo forzato?) e ho pensato di farci una specie di porridge alternativo. Anzi, chiamarlo così sembra persino offensivo, nel senso che so che il porridge vero non si fa così. Però, visto che l'aspetto è quello, beh, beccatevi questa versione strana. Dicevamo: la segale. Ne avevo ammollata e cotta una buona quantità ( dato le 12 ore di ammollo e i 45' di cottura conviene davvero cuocerne un po' e al massimo surgelarla), ma con quella avanzata non sapevo cosa farci. Idea: l'ho frullata, ho aggiunto un po' di latte, un pizzico di sale, una siliqua di vaniglia e ho cotto fino ad addensamento. Ed ecco il mio porridge!

Ingredienti per una porzione
100 gr di segale cotta
250 ml di latte ( o metà latte  e metà acqua)
sale, un pizzico
siliqua di vaniglia aperta in metà

Preparazione
Frullate la segale con metà circa del liquido, fino ad ottenere una "poltiglia". Mettetela in un padellino, aggiungete un pizzico di sale, la vaniglia, il restante liquido e portate a ebollizione, mescolando spesso. Fate addensare e cuocete per circa 10' o fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Togliete la vaniglia, dolcificate a piacere e servite. 





Commenti

Marina ha detto…
... io il porridge non l'ho mai mangiato... me tapina...
In effetti l'aspetto è papposo ma anch'io adoro le papposità quindi al primo accenno di freddo sarà un pranzetto da provare! A presto
Francesca ha detto…
^______^ evviva le pappe Marina!
dolci a ...gogo!!! ha detto…
Il porridge nn l'ho mai mangiato nemmeno io però ne ho sentito parlare e devo essere sincera??a me questo effetto pappa mi piace e come ha quel non so che di confortevole di temore di coccola insomma!!baci,Imma
viola ha detto…
Tu sei un'appassionata e io invece non l'ho mai mangiato! Dovrò correre ai ripari. E se avrò bisogno di consigli verrò a chiederli senz'altro a te!!!! Un bacione
pips ha detto…
Franci, in effetti sembra quel tipo di pappina! Va detto che esteticamente non è molto bello, ma se è buono ne vale la pena e penso proprio che lo farò! In più, adoro le spezie...
Simo ha detto…
Non l'ho mai mangiato...ma una cucchiaiata del tuo l'assaggerei proprio volentieri!
Buon fine settimana, baci!
Francesca ha detto…
Un bacio a tutte: in effetti bello non è, ma a me piace molto...e poi con i primi freddi :-)
CarlottaD ha detto…
Tanto non mi convinci a mangiarlo neanche lo stesso..
Vuoi che mi travesta da anonimo e ti metta un commentaccio? :P
Très joli blog!
Francesca ha detto…
Carlotta: sei troppo buona, le "anonimate" non ti riuscirebbero :-)
Des citrons: merci!
yari ha detto…
Io adoro il porridge, me lo preparo almeno una volta la settimana, anche d'estate ;) Di solito uso l'avena, ma con la segale mi sembra davvero ottimo.
Cuppy. ha detto…
Ei ciao,
Passavo di qua ed ho notato subito il tuo blog favoloso e allora ho deciso di unirmi a te.. ti seguo molto volentieri se ti vi passa a trovarmi..

http://cupcakes-site.blogspot.com/
Francesca ha detto…
Yari: allora aspetto una tua versione..sono sicuro che sarà strepitosa!!!!!!!!!!!!!!!! P.S. ma no capiti mai ad Asti??? :-(((
Cuppy: ^_^
yari ha detto…
In realtà l'avevo pubblicata quattro anni orsono: http://cucchiaiodilegno.it/2007/06/14/porridge-davena/
Ad Asti ci capiterò di sicuro, spero presto, e te lo farò sapere così si va a cena tutti insieme!
Francesca ha detto…
Ziiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, che bello!!!!!!!!
Sir Koala Londinese ha detto…
Non ne vado pazza ma qui ovviamente é molto diffuso. Io lo prendo addolcito dal Golden Syrup che é una via di mezzo fra caramello e Maple syrup rende la pappetta piú accettabile :)