Crema di carote e limone

Ancora una zuppa..
Ultimamente ho deciso di fare una cosa buona e giusta, dato l'alto numero di ricettari che sostano in casa mia: quando ho un po' di tempo mi spaparazzo sul divano e, biro alla mano e libri in un'altra, annoto su un quaderno tutte le ricette che vorrei fare. Sì, avete capito bene, libro per libro. Per 240 volte circa. Diciamo che avrò il mio bel da fare per i prossimi anni :-) ed è già tanto che non mi porti i ricettari anche in ufficio. Ho capito che era l'unico modo per riuscire a sfruttare i miei tanti libri di cucina...che poi, quelle segnate, le faccia veramente, beh, è cosa da vedersi. Non so voi, ma per me la gioia di avere un nuovo ricettario è qualcosa che va oltre il gesto di cucinare: anche solo sfogliarli, riempirmi gli occhi di foto stupende, leggere e imparare nuovi accostamenti di sapori, beh, è cosa che mi piace tantissimo.
Comunque, questa l'avevo sicuramente annotata tra le cose "must to do": una zuppa di carote-anzi, una vellutata- leggera e cremosa, scaldante e aromatica, veloce e buona. La ricetta viene dritta dritta da questo libro, conosciuto e poi acquistato grazie ad Alice , che qui aveva riportato la ricetta. Mi aveva colpita al cuore e così, anche se il ricettario in sè non è adattissimo ai vegetariani (ma tutte le ricette sono comunque veganizzabile e poi, come dice Cracco, "il cibo è cultura" no?) l'ho comprato e ne sono felice: Jane Price è sempre una garanzia ed il libro è stupendo. Bene, fatta la digressione culinar-letteraria, veniamo alla mia ricetta. Sottolineo "mia" nel senso che , as usually, ho dovuto apportare enne modifiche causa mancanza di alcuni ingredienti: la spremuta di arancia, in primis, prontamente sostituita da succo di limone. Fatto è che è venuta buona lo stesso....anche con la grattugiata finale di Fava Tonka al posto della noce moscata. Il timo, invece, io l'ho messo, ma secondo me sta molto bene anche senza, magari sostituito da una grattata di zenzero fresco, che col limone fa sempre la sua figura!


Ingredienti per 4 persone
500 gr di carote
125 ml di succo di arancia ( o 100 di succo di limone)
1 litro di brodo vegetale
olio
sale
pepe
timo
yogurt naturale ( o di soia)
noce moscata o Fava Tonka per decorare

Preparazione
Raschiate le carote e grattugiatele, quindi fatele rosolare in una padella a fondo spesso con un po' di olio per qualche minuto. Aggiungete il succo di limone (o di arancia), il brodo vegetale, il timo e fate cuocere a pentola coperta per 20' circa o fino a che le carote saranno tenere e cotte. Frullate nel mizer, aggiustate di sale e pepe, quindi servite in ciotoline, guarnendo ogni porzione con dello yogurt bianco. Spolverizzate con noce moscata o fava tonka ( che ci sta benissimo) e servite.

SCHEDA LIBRO: Pane e zuppa di Jane Price, Ed. Guido Tommasi Editore.

Commenti

CarlottaD ha detto…
Zenzero e fave tonka sono una variante eccellente anche secondo me.
Io adotto un altro metodo per segnare le ricette: con i foglietti gialli adesivi, ricavo delle linguette segnalibro con il nome della ricetta. Se voglio fare delle modifiche (9 su 10)lascio un foglietto all'interno con le note.
Nell'agenda mensile, scrivo le ricette che potrei fare settimana per settimana (con previsione mensile). Non seguo quasi mai quello che scrivo :(
Come vedi il mio metodo è farraginoso ma io mi capisco.
viola ha detto…
che bella Francy......io affonderei il cucchiaino subito al centro, proprio lì dove c'è lo yogurt :D
Un bacione
Claudia ha detto…
Ecco, anche io di tanto in tanto faccio così...mi segno le ricette da rifare trovate sui mille libri e giornalini che ho perchè spesso e volentieri tutte quelle ricette mi dimentico persino di averle viste e continuo a comprare libri su libri non sapendo che a casa ne ho giù tanti da cui trarre spunto! O_O QUesta vellutata è bellissima, ha un colore splendido...e anche il sapore non dev'essere d ameno!
Francesca ha detto…
Carlotta: seguirò il tuo metodo...mi sembra figo!!! cmq io di settimana in settima segno le cose da fare sull'Iphone..
Viola: ^____^
Claudia:il libricino delle riviste devo ancora farlo, ma in effetti ci vuole...Un bacio e grazie!
pips ha detto…
Franci, che bella vellutata! Io le adoro e appena ho tempo (cosa che ultimamente accade molto raramente, purtroppo) le preparo con piacere. La tua sembra buonissima, le foto mi piacciono molto e vorrei essere seduta sul divano con te a sfogliare tutti i libri... Ma proprio tutti, eh.
Francesca ha detto…
Magari Pips!!!!!! solo che per sfogliarli tutti tutti ci metteremmo davvero tanto...vabbè, tanto in due si fa prima! Un bacio e grazie^_^
pat & spery ha detto…
davvero invitante il tuo piatto! complimenti per il blog e davvero carinissimo e poi fai delle foto stupende. da oggi ti seguiamo volentieri.

baci
pat e spery di Babà e bignè

http://patespery.blogspot.com
la sissa ha detto…
Ottima questa vellutata! La copio!
Ciao
Sissa
Patrizia ha detto…
Una vera delizia per occhi e palato!! Anche io ogni tanto faccio come te...annoto le ricette da fare prossimamente ma sono talmente tante che non riuscirò mai a farle tutte e nel frattempo compro ancora libri e riviste...che mania!!! Un bacione e buona settimana!
Francesca ha detto…
Patty: ehehehee evidentemente le blogger hanno dei geni in comune!
Sissa: copia pure ^_^
Pat e Spery: che carine che siete, grazie!!!
Raffaella ha detto…
Bella, sana, profumata, insomma, da fare al più presto! A me il comfort food piace da morire!
Francesca ha detto…
^____^
donatella ha detto…
Ciao, mi chiamo Donatella! Complimenti per il tuo blog, mi piace tantissimo! Questa ricettina poi è davvero golosa e leggera, un pieno di energia!
Ancora complimenti
donatella
Francesca ha detto…
Grazie Donatella: gentilissima ^_^