Cake veg al cacao

ovvero: di come ti cambio idea in cinque minuti
Qua mi sa che deve scattare un clamoroso Mea Culpa, con tanto di battiti sul petto e ciliciate virtuali. Ok: ho sempre detto che la Benedetta Parodi, la sua rubrica mordi e fuggi "Cotto e mangiato" e relativi libri e gadget vari mi stavano sommamente sui cosidetti. Quando un mio collega, pensando di farmi un piacere, mi disse "Sei la Benedetta Parodi de noatri" quasi lo presi a sprangate sui denti (e lui, prontamente replicò "Ok, va bene Sora Lella?") e da allora mai più ci provò. Bene, tutto ciò prima. Prima che la signora in questione passasse a La7 ed iniziasse a condurre una rubrica dal titolo "I Menù di Benedetta" che, una sera, quasi per sbaglio mi trovai a guardare. Dopo dieci minuti ero già lì, con espressione ebete disegnata in faccia, a pensare che malaccio non era: le idee sono graziose (non sbilanciamoci troppo eh!) e alcune ricette davvero invitanti. E poi, oh, lo dico: lei mi piaciucchia!
Nel senso che la trovo spontanea (tacco 12 a parte...io che cucino con i calzini antiscivolo con i gommini) e simpatica. E in trasmissione non ci sono le canzoncine della concorrente della Rai. Basta, non posso sbilanciarmi oltre. Posso però dirvi che la sera stessa del mio primo incontro da redenta mi sono segnata questa torta facilmente veganizzabile ( nel senso che la ricetta prevedeva latte di mucca, mentre io ho usato quello di soia: per il resto era vegana già di suo) e il mattino dopo, prima di andare a lavoro, l'avevo già infornata. Per carità, di torte simili credo di averne già viste e fatte molte, ma questa l'ho mangiata quasi tutta io (però al papy è piaciuta) e posso dirvi che è davvero buona: amara come una torta al cioccolato dovrebbe essere, corposa ma al tempo stesso leggera...Facile, senza grassi, devo continuare? Tengo a precisare che tra una Sacher e questa qua c'è una certa differenza, ma non lamentiamoci e pensiamo che è più sana...e a colazione, spalmata di marmellata o ammollata nel latte, è una delizia! Io ho seguito la non ricetta ( nel senso che, come consigliato, ho ficcato tutto nel mixer e ho azionato), riducendo a metà le dosi: voi potete usare il mixer oppure, se volete dare una parvenza di cucina vera, mescolate gli ingredienti con un cucchiaio in una ciotola. Altro appunto: era prevista una spolveratina di caffè in polvere, ingrediente che io ho omesso senza rancore. Voi potete aggiungerlo, oppure sostituirlo con cannella, peperoncino, scorza di arancia o cosa vi piace!

Ingredienti
200 gr di farina ( 100 gr )
100 gr di cacao amaro (50 gr )
240 gr di zucchero (100 gr)
300 ml di latte di soia (150 ml)
1 bustina di lievito (1/2)
un pizzico di sale

Preparazione
Mettete nel mixer tutti gli ingredienti secchi ed azionate. Aggiungete il latte tiepido e mixate ancora. Quindi versate l'impasto in una tortiera foderata con carta da fono e fate cuocere a 180° per 20' circa. Fate la prova stecchino e quando uscirà pulito, spegnete e fate raffreddare. 

Commenti

Lucia ha detto…
non ho mai provato una ricetta del genere però l'idea di avere un dolce leggermente amaro e poi senza uova mi attira! Anche io ho guardato un paio di volte la trasmissione e devo dire che non è male! per le canzoncine hai perfettamente ragione! trovo utile anche la parte sulla tavola, ci sono ottime idee per occasioni speciali! :)
Francesca ha detto…
Vero Lucia, che non è malaccio???? ^_^
carla ha detto…
si viene bene lo stesso!!!
ho fatto spesso impasti del genere per forza maggiore...
addirittura senza la cioccolata e sono buoni lo stesso!!
per me il latte di soia piu' buono e dolce e' quello della SOJASUN altrimenti ci sono quelli aromatizzati alla fragola o banana o vaniglia della PROVAMEL tutti adatti per le torte.
comunque...w la parodi!!
a me piace un sacco!!!
Francesca ha detto…
Carla: Sojasun piace tantissimo anche a me :-)
Simo ha detto…
Mai vista la nuova trasmissione su la 7 ma mi hai incuriosito.
Ed anche il dolce mi fa una certa gola...slurpppppppppppppp
Francesca ha detto…
Simo: ti giuro che è proprio carina....
fantasie ha detto…
Non mi hai convinta! Io l'ho guardata e non mi è piaciuta... troppo magra! ;)))
P.s. però con tutto quel cacao amaro, non viene troppo amara????
Francesca ha detto…
Ehehehe,magra, hai ragione..però abbastanza simpatica, dai ( o meglio la Clerici??? nuuuuu). Quanto al cacao, sì viene abbastanza amara,ma tieni presente che c'è anche un bel po' di zucchero!!!
donatella ha detto…
mi confesso anche io.. l'ho vista la trasmissione nuova.. sebbene abbia trovato il tutto più decente, continuo a trovare lei antipatica, sciatta e innaturale (non è solo il tacco 12, è tutta la storia qui che non va...). Però l'ho vista: ho pensato ciò che pensavo anche prima, cioè che noi foodblogger siamo molto più brave/fantasiose/esperte e chi più ne ha più ne metta..
Insomma, questa torta la faccio da quando sono vegana, la faccio di continuo: gioco con a quantità di latte (250 ml per la compattezza, 450 ml per un falso-ma-buonissimo brownies), aggiungo un filo d'olio se devo farla restare morbida più a lungo e la reinvento. La uso anche per farcire.. insomma, è buona, buonissima, ma la signora in questione non ha inventato niente. Persino le neo-foodblogger (come me) che sono incapaci, distratte e caisniste, riuscirebbero a fare le sue cose molto meglio.. no? Appena posso, posterò anche la mia..
Comunque, Francesca, la torta è buonissima, bella e le tue foto sono bellissime come sempre!
Ps: La Clerici almeno ha un aspetto e dei modi verbali più umani e meno imbalsamati...
finalmente qualcuno che lo ammette :)) A me sinceramente piace, per la cucina di tutti i giorni ho preso spesso alcuni spunti con ottimi risultati. Certo non uso tutti quei surgelati e la pasta sfoglia pronta, però le idee sono carine!
E soprattutto sono rapidissime :))

La torta sembra deliziosa davvero, proverò a farla!
Francesca ha detto…
Donatella: certo, nulla di nuovo, però adesso mi sta un cicinin :-) più simpatica di prima...quanto alla torta: 450 ml per un falso brownies??? provo, osteria!!! :-)
Monica. ho fatto outing!!!!!!!! ^_^
Jennifer ha detto…
E brava la Francyyyyyyyyyyyyyyy!!!!!!!!!!!!
Le torte al cioccolato le A-DO-ROOOOOOOO!!!!!!
Serena@TentarNonNuoce ha detto…
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Serena@TentarNonNuoce ha detto…
Ciao Francy! per la dose dimezzata quanto grande lo stampo? voglio farla per il mio moroso :)

un bacio
Francesca ha detto…
JENNY: ^_^
Serena: uno stampo piccolino da plum cake....però le dimensioni non te le so dire :-((((
Marina ha detto…
L'ho vista anch'io e non mi è dispiaciuta ma come dice Fantasie è troppo magra! e non mi piace vederla cucinare vestita di tutto punto come se stesse andando a cena fuori... poco credibile. Mi piace la parte della tavola invece, quella sì mi ha convinta è più nelle sue corde (anche se mi è venuta in mente subito Csaba!)... insomma rimandata. La Clerici mi ha scancata e concordo in pieno col discorso musichette id... l'unica cosa che mi tiene ancora lì è la mia adorata maestra Alessandra Spisni. L'ho fatta lunga eh?!
PS: buono il dolce mooolto cacaoso ;)
pips ha detto…
oooh io ne vorrei una fetta subito.
Sorprendente senza grassi e senza uova! Da provare :-)
marifra79 ha detto…
Segnata! Sembra facile da fare e pure buona!! Un abbraccio
chatapoche.com ha detto…
A me piaci tanto tu e le tue ricette... ma la Parodi giammai... lo so, sono rigida, però proprio non riesco a superare il pregiudizio della cucina fatta 'così' alla Mediaset.. e non parliamo di politica altrimenti mi ritrovo presa a sprangate sui denti io, al posto del tuo collega :)
Francesca ha detto…
Un abbraccio a tutte ^_^
eli ha detto…
Solo per il fatto che non ci sono le canzoncine...la promuovo a pieni voti!
Speriamo non si guasti con l'andare del tempo, se ricordi anche la prova del cuoco durava mezz'ora e si cucinava e basta! :DDDDDD

Ottima la torta al cioccolato superleggera me la segno! Poi, come dici tu, si presta a tante varianti ;)
Francesca ha detto…
Hai peferttamente ragione Eli!!!
LeananSidhe ha detto…
Mmm... mamma che meraviglia questo cake... sembra anche bello friabile, proprio come quelli classici con uova e burro. Te lo copio, posso? :)
Complimenti per il blog, comunque, adoro le tue ricette. Passo spesso a leggerti, anche se finora non avevo mai commentato.

Un caro saluto e a presto.
Leanan
Francesca ha detto…
Grazie Lenan...copia pure tutto quello che vuoi :-)
Nepitella ha detto…
Ma che bontà da proprio l'idea di essere "leggera" nonostante il cacao :-) la segno! Io la Clerici non la sopporto e la Parodi così così... ma non mi creo problemi tanto non ho tempo di seguirle... meglio il tuo blog, dieci a uno altrochè :-)!

p.s. belle foto su fondo scuro
Francesca ha detto…
^_^ Nepy, sei gentilissima!!
elenuccia ha detto…
Peccato che io non abbia potuto vederla in questa nuova veste...perche' sinceramente sia lei che la Clerici mi stanno sui cosid ;)

E il peggio e' quando una mia amica in libreria mi chiama dicendo "e' uscito il nuovo libro della Parodi...devi proprio prenderlo!!!"...per fortuna non c'erano specchi perche' non oso immaginare lo sguardo di brace che devo aver fatto!!

Una volta ho provato a fare una torta senza uova e senza niente di grasso (oli, burro etc..) ma sinceramente non e' che fosse venuta una gran roba...manigiabile era mangiabile ma un po' asciutta. Pero' non c'era il cacao, magari quello aiuta.

Finisco dicendo....queste foto sono FA-VO-LO-SE!!!!! se ti permetti di dire ancora che non sei tagliata per le foto vengo li e ti requisisco la fotocamera :)))
Francesca ha detto…
Elenuccia: no, ai libri non ci arrivo...tranquilla!!! pensa che a Natale ho temuto che qualcuno, sapendo della mia passione per la cucina, me li regalasse: in quel caso li avrei rivenduti, ovvio!!! Quanto alle foto: ^______________^
Federica ha detto…
Ti confesso che non ho simpatia per la Parodi però una chance con questa torta gliela concedo :D! Anche se la mia non sarebbe più tanto veg chè il latte di soia proprio non lo reggo. le foto sono splendide, concordo con Ele...non t'azzardare più a dire che non sei tagliata :)
Un bacione, buon week end

P.S. lo stampino per i biscotti con le letterine l'ho ordinato on-line qui