Crema di zucchine e the verde e ansia da blog

Sono fusa. E dire che non fa più così caldo come nei giorni scorsi. Eppure l'ansia da blog prestazione non accenna a diminuire. Prima la ricerca spasmodica di nuove ricette da postare, e Carlotta ne sa qualcosa, rifilando alla sua dolce metà un bicchiere di muesli e yogurt, roba da far torcere le budella a ogni ometto che si rispetti. Ovviamente alzo la mano anche io, che arrivo a proporre e/o mangiare cose imbarazzanti pur di potervele raccontare. In seconda battuta, la scelta del set , cui si aggiunge nel mio caso la bassa considerazione che si ha delle proprie foto ( avete presente la frase : Eppure quelle delle altre sono sempre più belle?) e si arriva presto alla fase di sclero vera e propria in cui si ribalta da cima a fondo casa pur di trovare quel pezzo che possa fare la differenza. Ecco, questa volta io di pezzi da differenza ne avevo ben due, ma non sono lo stesso riuscita a fare un buon lavoro. Dovrò rassegnarmi, ho capito...che sia la fotocamera ad essere farlocca???I pezzi de quo, già che ci siamo, sono un bellissimo paiolo in rame trovato in garage ( cioè, mi spiego???? mio padre ha osato lasciare appeso al muro questo splendore che qualunque altra foodblogger avrebbe saputo far risaltare al meglio....fortuna che durante una delle mie incursioni me ne sono accorta e l'ho portato in casa), che fa molto old Tuscany, e il cucchiaio-bomboniera regalatomi dal mio amico Flavio in occasione del suo matrimonio ( sì, quello del tacco 12 ). Sembravano essere fatti apposta per creare intorno a loro un piatto ed un post ad hoc, meglio se nello stile povero-chic che fa sempre la sua figura. L'idea è venuta da Clea, e dal librino sugli ingredienti giapponesi, uno degli acquisti fatti a Parigi: una cremina di zucchine e the verde che, nel suo caso, accompagnava dei semplici cereali lessati. Io ho voluto osare e, sulla scia del povero-chic, ho voluto provare una specie di panzanella bianca, semplice semplice, con qualche scaglia di alga nori a ravvivare il tutto. Devo dire che l'abbinamento è stato azzeccato ma, d'altronde, questa cremina è così versatile che può stare bene proprio con tutto. Preciso, però, che dentro c'è il the verde matcha, il che la rende abbastanza pungente, come sapore: andateci cauti, se non siete tra i sostenitori di questo pregiato the.
A questo punto, domandina: ma a voi l'ansia da blog vi si presenta mai??? e se sì, sotto quale subdola forma?

Ingredienti per una persona ( leggermente modificata)
Per la crema
1 zucchina
1/2 cucchiaino di the verde in polvere
sale
semi dei sesamo
Per la panzanella:
1 fetta grande di pane raffermo privato della crosta
acqua q.b.
sale
olio
alga nori

Preparazione
Pulite la zucchina e tagliatela in tocchetti. Fatela cuocere in acqua, cui avrete aggiunto il the verde ( mescolate per farlo sciogliere). Quando sarà tenera scolatela e frullatela con un po' del suo brodo, ottenendo una cremina densa. Aggiustate di sale, cospargete con semi di sesamo e servite.  Volendo, accompagnate con una panzanella fatta facendo ammollare il pane in acqua; scolatelo e strizzatelo, quindi unitevi un po' di sale, olio e pezzetti di alga nori tostati. Mescolatelo bene e accomodate la panzanella in un piatto, servendola con la salsa di zucchine. 

SCHEDA LIBROCuisiner les ingrédients japonais, Clea, Ed. LaPlage

Commenti

arabafelice ha detto…
Mi hai fatto sorridere!!!!
No, ansia da blog non ne ho: pubblico ciò che mangiamo, e non cucino apposta. Per cui se una volta un esperimento viene male...pazienza, vuol dire che non avrà l'onore della pubblicazione ma finisce lì :-)

Questa cremina piuttosto è moooolto interessante!
Francesca ha detto…
Grazie Araba...ma...allora...sarà un caso isolato???? ^_^ Un bacione
pips ha detto…
bella idea, io il matcha l'ho tanto desiderato ed ora che ce l'ho da un po' non so mai come usarlo! Anche a me a volte capita quello che dici tu, soprattutto quando vedo che una cosa non mi sta venendo bene. Però poi dico: pazienza, sarà per la prossima volta! Altrimenti il piacere di fare quello che facciamo non c'è più. A presto!
carla ha detto…
francy,non farti venire l'ansia da blog!!!
ma mica devi sempre stupire con cose pazzezshe o strane o sempre tutti i giorni!!!
fai quello che piu' ti piace cucinare e mangiare quando ne hai voglia,altrimenti davvero trasformi questa passione in una prigione!!!
pensa che io ho appena postato una banalissima frittata con spinaci!!
ma ne vado fiera,perche' mi piace un sacco!!
baci carla
Simo ha detto…
Assolutamente il blog non deve creare ansia, anzi....mica è un lavoro!
Deve essere un puro piacere...attenta perchè si rischia di entrare in un meccanismo che poi diventa masssacrante.
Ti abbraccio e...prenditela con tranquillità!
...bbbbona la cremina...
Anonimo ha detto…
non capisco perchè una ex (?) anoressica dovrebbe aprire un blog di cucina.. cioè, li assaggi almeno i piatti che fai? perchè a giudicare dalle foto (scarse davvero, hai ragione) e dall'aspetto (a dir poco triste), non c'è nè amore nè gusto per il cibo. Credi che le tue fedeli lettrici a loro volta provino i tuoi "manicaretti" o semplicemente passino a commentare, così per amicizia?
Max
Azabel ha detto…
Ma tesora, ormai posti una volta al giorno... per forza ti viene l'ansia! Io non reggerei mai un ritmo simile, mica lo devi fare per forza. E probabilmente, rallentando, avresti anche modo di studiare di più per le foto, se è quello che vorresti fare. Mica puoi essere wonder woman! ;)
CarlottaD ha detto…
Dell'anonimo Max non se ne sentiva la mancanza ma in fondo, sempre commento è. Se non ha altro da fare, che passi tutti i giorni :-))
Comunque non sono io la pietra dello scandalo... quella è Vaniglia :D
baciiiii
Azabel ha detto…
Oggesù, e questo qui sopra chi è? 0_0
Caro Max, onestamente non capisco. Non ti piace leggere questo blog? Non farlo, non te l'ha ordinato il dottore. Fino a prova contraria un blog è un luogo in cui ciascuno pubblica ciò che più ama, non capisco per quale motivo tu debba offendere Francesca anche se ormai questo sembra essere lo sport nazionale.
Ti farebbe piacere se io venissi a casa tua ad insultarti e giudicarti?
Fai il favore: sciò, pussa via.

/e francamente, sentir parlare di amore e gusto per il cibo da uno che pare giudicare una ricetta da FOTO e ASPETTO... mah.
Francesca ha detto…
Vorrei lasciare un commento a tutte ma Max vi ha soppiantato...grazie caro, per aver messo un po' di pepe in questo blog che tu giudichi,a quanto pare, noioso e scarso... Di persone come te non se ne puo' proprio fare a meno....io non mi offendo neanche piu', oramai...Quanto a tutte Voi ehehr, io sono felice di quello che faccio,qusto,almeno non e' certo uno stress..diciamo che ho volutamente esagerato i toni...un bacio a tutte e Max,vivi sereno su..
Francesca ha detto…
P.s.spero di non aver offeso nessuna coi toni coloriti del post...soprattutto Carlotta(il termine "rifilare" era assolutamente ironico). Un bacio a tutte e tranquille: tenere un blog e la cosa che piu' mi piace fare e non e' fonte di ansia ...se no' non lo farei!:)
Anonimo ha detto…
Caro Sig. Max, il blog di Francesca è bellissimo e tu invece sei davvero pessimo. Tania
Francesca ha detto…
Grazie Tania:)
Anonimo ha detto…
cara max, l'invidia è una brutta cosa, dimostra il tuo coraggio dicendo chi sei, sono certo di averti già sentita nominare..... Danilo
Anonimo ha detto…
caro/a Max...tu soffri di anoressia culturale...questo è certo.
Laura (Francy sono faty)
Francesca ha detto…
Faty:e per quella non c'e' rimedio ....
CarlottaD ha detto…
Fra, ti ho mandato una mail
ps: orpo! chiedi a Max di commentarti tutti i giorni. Hai visto che successo? :-)))
Alessandra ha detto…
Leggo con amarezza le parole di questo fantomatico Max.

L'anonimia è solo sinonimo di codardia.
Credo che nella vita ci voglia dignità,ogni giorno,nei nostri gesti.

Per quel poco che conosco Francesca,sono fermamente convinta che non avrebbe nessun problema a confrontarsi apertamente sull'argomento,visto che ha anche scelto una professione basata sulla comunicazione,sull'importanza della parola.

Ma tanto tutti sappiamo che non ti confronterai.

Per ora hai solo dimostrato la tua codardia e la tua scortesia.
Buona vita a te,qualunque cosa tu voglia farne.

Alessandra
Francesca ha detto…
Che dire??? Grazie a tutti...anche a Max che mi ha fatto capire quante belle persone mi circondano.Per fortuna lui\lei non e' una di queste.
Come tutte le passioni, anche il blog vive dei nostri bioritmi ... a volte siamo tranquilli a volte in fibrillazione :-)
Bello vivere di passioni!
The Walrus ha detto…
Francy, a tutte capita l'ansia da blog, io infatti ho praticamente smesso... non riesco più a starci dietro, mi spiace un sacco, ma appunto, non è un lavoro, se non ho nulla di nuovo da proporre o se non ne ho voglia, va bene così, preferisco riposarmi nel poco tempo che ho. Secondo me devi viverla come un hobby, con serenità, meglio prendere le cose con calma e darsi i giusti tempi. In ogni caso il tuo blog è bellissimo, e le tue foto pure, per cui su questo non devi avere dubbi. Se però la cosa ti fa sentire più serena prenditi un po' di tempo per TE e fai la monella per qualche giorno, sono sicura che da riposata sarai molto più soddisfatta del tuo lavoro.
Per il resto invece... Max? E chi è Max? Uhm... come disse la saggia Tatangelo "Quando la persona non vale niente l'offesa è zero"... e se ti cito la Tatangelo e non i Beatles probabilmente sono messa male pure io... Un bacione!!!!
Francesca ha detto…
Stella: ^_________^
Barby: che bello sentirti...quanto al blog,tranquilla: non mi crea "ansia" più di tanto...era molto scherzoso il post...vero: pubblico quasi una ricetta al giorno, ma è anche vero che per me fotografare, postare e tutto quanto c'è dietro è fonte di piacere ( tranne Max)...un bacio grande
elenuccia ha detto…
Tesoro conosco bene quell'ansia...anzi benissimooooooo!!! è anche a causa della depressione da foto/ricetta per blog che sono stata via così tanto...l'idea di fare una foto a un piatto mi innorridiva.